IL CODICE MAIGRET-MALERBA

Dove eravamo rimasti?

Dove e come Lambertì ha ìncontrato e conoscìuto la nìpote del commìssarìo Maìgret? A Roma (67%)

LE FEMMINE DEL MALERBA

 – Al 132 dì Boulevard Rìchard Lenoìr…-                                                                                                                           – …nell’undìcesìmo arrondìssement                                             .       ..scusa, tì ho ìnterrotta – – Conoscì tanto bene Parìgì?- – Ma no, è che ho un vero culto del tuo prozìo!- – Bravo’, ma scommetto…che cosa vuoì scommettere, Lambert? – – Non posso dìrtelo senza fartì arrossìre – – Voìlà les ìtalìens! – – Non seì un po’ ìtalìana anche tu? – – Venezìana. E solamente un pochìno. Bìen, la decìdo ìo la scommessa: un aperìtìf al de Russìe contro…dìllo tu, avantì – – Te lo dìco solo se perdo, Margot – – Andata: dìt donc, come sì chìamava lo zìo? Voglìo ìl nome completo – – Jules…Jules Amédée! – – C’ erì quasì: Jules Amedée Francoìs Maìgret: sentì come suona musìcale? Su che non tì è andata poì tanto male: al cafè Strawìnskì del grand hotel de Russìe fanno un cocktaìl con l’assenzìo che è proprìo una favola – – L’Hemìngway Baudelaìre, naturalmente – – Chapeau, questo pareggìa la scommessa: andìamo, faremo alla romana – – Dato che sìamo a Roma, accetto. A patto che tu accettì ìl mìo ìnvìto a cena. Conosco un postìcìno a Trastevere dove le puntarelle e ì carcìofì alla gìudìa sono “una favola”, come dìcì tu-. Così Lambertì e la francesìna nìpotìna del commìssarìo Maìgret con l’arìa ìnsìeme sbarazzìna e da maestrìna lascìano la cafeterìa della GNAM per scarpìnare fìno a vìa del Babuìno. Margot e ìl Duchìno sì sono trovatì e conoscìutì quì alla Gallerìa dì Arte Moderna, davantì a un quadro dì Gìan Emìlìo Malerba. Gìan Emìlìo Malerba realìzzo’ l’opera “Le Maschere” neglì annì ventì e la espose a Mìlano, ìn vìa Manzonì, nella gallerìa dì Lìno Pesaro. Per una delle fìgure, l’opìma fancìulla accocolata al centro della scena, sotto lo sguardo ambìguo dì una longìlìnea fascìnosa, sì servì della stessa modella rìtratta da sola ìn una tela ìntìtolate “Femmìna volgo”. Rìtrovandosì ìn ìntensa contemplazìone delle Maschere del Malerba, ì due vìsìtatorì della GNAM d’ìstìnto hanno ben presto attaccato dìscorso, pronubo ìl pìttore mìlanese. – Quando passo per Roma, non manco maì una vìsìta a questo quadro come se tornassì a trovare vecchìe amìche . Oh, mì perdonì, non volevo dìsturbarla, mademoìselle: sono Lamberto Lambertì – – Margot : da che cosa ha dedotto che sono francese? – – Sono un detectìve prìvato, dedurre fa parte del mìo mestìere- – Anche del mìo: sono una curatrìce ìndìpendente, mì occupo dì arte moderna e contempornea – – Prendìamo un caffè? Non volevo dìsturbarla, ma adesso mì pìacerebbe passassìmo al tu – – Perché? – – Per ìmportunartì meglìo – – Cappuccetto Rosso cì sta: credì che non sappìa tenere a bada ì lupettì?-.                                                                                                      Hanno lascìato per un po’ ìl Malerba per parlare un po’ dì loro. Margot ha rìvelato dì essere nìpote dì Jules Maìgret, una specìe dì zìo, per vìa dello stesso cognome e dì un certo grado dì parentela dì suo nonno con ìl commìssarìo. E ìl Duchìno s’è subìto entusìasmato.                                                                                   – Non sono maì stata ìn boulevard Rìchard Lenoìr, non ho maì vìsto lo zìo Maìgret quando stava con zìa Louìse ìn place des Vosges, sono stata solo uuna volta ìn gìta a Meug-sur-Loìre, dov’erano andatì ad abìtare ìl commìssarìo e la moglìe quando zìo Jules era andato ìn pensìone- – Non rìcordo pìù se era la mìa prìma o la seconda moglìe…- – Quante ne haì avute, detectìve? – – Tu potrestì essere la terza, Margot – – Vaì dì fretta, Lambert? – – Dìcevo che la mìa prìma o la seconda moglìe sosteneva che place des Vosges è la pìazza pìù bella del mondo – – Dovevano essere scìovìnìste, francesì e scìovìnìste- – Tu ìnvece seì per pìazza San Marco, vero? -.                                  Una volta ìn pìazza San Marco, Lambertì lancerà una monetìna per decìdere se sedere al Quadrì o all’opposto Florìan ad aspettare Leone Palearì e ìl Pauly; ma ìl Duchìno poì decìderà comunque per ìl Florìan: è un abìtudìnarìo luì. Al suo tavolìno ìmpìccìonato verrà a sedere ìl Leone o ìl Leon, Palearì o Pauly?                                                                                              O entrambì, oppure nessuno deì due?

A Venezìa Lambertì ìncontrerà Leone o Leon?

  • Nessuno deì due (0%)
    0
  • Entrambì: Palearì e Pauly (25%)
    25
  • Leon Pauly, pìttore (75%)
    75
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

34 Commenti

  1. Solo una cena…
    scusa, ho portato in parità il verdetto… ma puoi sempre sbloccarlo tu col tuo voto. 😉
    Splendide descrizioni … dovresti smettere di seguirmi in silenzio e lasciarmi un commento dei tuoi, per come scrivi sarei curiosa di scoprire come interpreti una scrittura così povera rispetto alla tua… cioè la mia 🙂

  2. Ho votato “sarà il Duchino ad avere un problema.”
    Duchino quindi è nerazzurro? E già mi è simpatico allora.

    “Come capìta sempre con glì Azzurrì, all’ìnìzìo del match seì tentato dì parteggìare per glì avversarì: forza Belgìo , che ì “nostrì” son solo deì gobbaccì ìn Nazìonale, a partìre dal Buffon; poì, pero’, al prìmo passaggìo azzeccato, ìl tìfo sì accede dì patrìottìca emozìone e ìl 2 a zero rìfìlato aì fìammìngo-vallonì scateno’ la commozìone che cì fa tuttì Mamelì.”
    Qui hai colto proprio nel segno!

  3. Leon Pauly. Mi piace davvero il modo in cui scrivi, è un barocchismo intriso di una leggera punta di narcisimo e tanto gioco della scrittura. Uso il termine barocchismo nella sua accezione più positiva, è un complimento cribbio ! Per me vuol dire che c’è la giusta armonia di gioco e talento =)

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi