Il mio cuore batte solo per te, amore

La prima volta

Marianna e Daniele si conoscevano fin dall’infanzia. Erano vicini di casa da una vita nonostante ciò continuavano a essere due estranei. Erano così diversi da sembrare le facce opposte della stessa medaglia: lei allegra, sorridente e socievole… lui cupo, musone e solitario.

Marianna iniziò a stringere amicizia con Francesco, il fratello maggiore di Daniele. Avevano legato in pochissimo tempo giacché molto simili. Il ragazzo osservava da lontano quella strana ragazza. Possibile fosse sempre felice? Passava le giornate a studiare le sfumature del suo viso, ormai ne conosceva a memoria i tratti, anche le espressioni più bizzarre. 

Un giorno era seduto sulla panchina sotto casa leggendo un fumetto, quando si avvicinò sorridente e colpendolo a una spalla gli chiese: «Daniele, vero? Perché non ti unisci a noi?»
Alzò lo sguardo e la vide. I lunghi capelli neri le incorniciavano il viso mettendo in risalto la sua pelle diafana, gli occhi intensi e luminosi sembravano uno specchio d’acqua, le labbra piene e rosee erano uno spettacolo. Averla così vicino mandava i suoi ormoni in tilt, chissà come sarebbe stato baciarla. Fu tutto inutile, riuscì solo a fare scena muta.

«Lascialo perdere. Daniele non ama la compagnia.» riecheggiò canzonatoria nell’aria la voce di Francesco.

«Non mi va.» pronunciò ringhiando.

Andò via, non riusciva a fidarsi delle persone, queste alla fine ti deludevano sempre. Ormai viveva appiccicato alla sua maschera d’indifferenza, perfino suo fratello, sembrava averci rinunciato, invece Marianna ci provava ancora, regalandogli un sorriso ogni volta che i loro sguardi s’incrociavano.
Qualche volta Francesco gli aveva chiesto cosa ne pensasse della sua amica.

«Non m’interessa.»

«Eppure non sembrerebbe, ho visto come la guardi.» insinuò l’altro.

Non l’avrebbe ammesso nemmeno sotto tortura: lo incuriosiva.

Lui era tetro e vuoto, Marianna trasformava in oro tutto ciò che toccava. A volte aveva come l’impressione che indossasse degli stupidi occhialetti rosa stile cartoni animati per ragazzine, quelli capaci d’alterare la visione del mondo. 

Gli anni passarono velocemente ma ahimè Daniele non era cambiato. 

Una fredda sera d’ottobre di qualche anno dopo, il giovane stava tornando a casa. Era stato a un corso pomeridiano e svogliatamente si dirigeva verso casa. Stava calciando qualche sasso quando la vide. Infreddolita e sola alla fermata del bus. Aveva deciso, le avrebbe parlato.

«Come mai tutta sola?»

Marianna appena si voltò rimase sorpresa, non l’aveva mai visto sorridere. Quel suo risolino strafottente e lo sguardo sicuro, lo rendevano davvero sexy. Per tanti anni si era limitata a osservarlo. Era diventata amica di Francesco subito, nonostante avessero qualche anno di differenza. Con Daniele era stato diverso, respingeva sempre tutti. Non lasciava entrare nessuno nel suo mondo. La stava finalmente invitando a entrare?

Aveva provato tante volte ad avvicinarlo ma il ragazzo si era sempre chiuso a riccio. Non si sarebbe fatta scappare quest’occasione. Marianna voleva conoscerlo meglio, forse stavolta ci sarebbe riuscita.
«Avevo un progetto a scuola. Sai, Credevo di starti sulle scatole.» pronunciò pungente mentre cercava di riscaldarsi con le braccia.

Daniele si tolse il giubbotto e glielo porse.

«Hai freddo? Mettilo.»

«Grazie ma non vorrei crearti disturbo.» affermò sorridendo.

Quel gesto rubò il cuore di quel ragazzo solitario, era bellissima quando lo faceva. Indossava un vestito fin troppo leggero per quella stagione ma nonostante tutto era luminosa. Il suo viso era un miscuglio d’emozioni, non si sarebbe mai stancato di ammirarlo. Forse era giunto il momento di ammetterlo: desiderava far parte della sua vita.

Voleva essere suo amico? Questo non lo sapeva ancora, si sentiva così confuso al merito.

«Nessun disturbo. Non mi dispiaci, ho solo un brutto carattere.» aggiunse il ragazzo incrociando le braccia.

«E’ quello che vuoi far credere alla gente. Io penso solo che tu abbia paura del giudizio della folla. Preferisci essere antipatico piuttosto che fidarti degli altri.»

La risposta della mora l’aveva stupito. Come faceva a saperlo? Un’idea gli attraversò la mente.

«Hai parlato con Francesco immagino.» asserì sbuffando.

«No, ti ho solo osservato.» ammise l’altra con naturalezza.

Da quella breve chiacchierata Daniele capì tante cose. Non solo, Marianna era bella e sorridente, sapeva essere anche perspicace, pungente e maliziosa.

«Fingerai ancora di non conoscermi?» gli chiese restituendogli il giubbotto.

«Dovrei farlo?» domandò guardandola malizioso.

Gli tese la mano e stringendogliela: «No. Questo potrebbe essere l’inizio di qualcosa no?»

Spesso la gente si fermava all’apparenza delle cose, non cercava più di capire il perché e quale fosse il modo giusto per affrontarle. Marianna non era così.

A Daniele era bastato un pomeriggio per capirlo.

Restò fermo al centro del pianerottolo a fissarla. Chissà Marianna lo avrebbe finalmente salvato da se stesso. Nessuno meritava di sentirsi triste solo, presto lei glielo avrebbe dimostrato.

Cosa succederà ora?

  • Daniele rivela a Francesco di essere interessato a Mary (0%)
    0
  • Francesco mette in guardia Mary sul carattere del fratello (50%)
    50
  • Daniele inizia a frequentare Mary ma giorno dopo giorno è sempre più attratto da lei ma Francesco ostacolerà il loro rapporto (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

3 Commenti

  1. Io dico che Francesco mettera Mary in guardia sul carattere del fratello…
    Personaggi molto ben caratterizzati, ma quando hai fatto chiacchierare Daniele e Marianna penso che la situazione ti sia sfuggita un’attimo di mano. Se Daniele è cupo, scontroso, perchè parla con “malizia”? E poi, se non è abituato a parlare con gli altri, dove prende tutta quella naturalezza nel dire “Come mai tutta sola”? è un piccolo dettaglio, ma io mi sarei aspettata un “Cosa ci fai qui?”.
    Ad ogni modo, l’episodio è molto scorrevole e non ci sono punti o frasi dove ci si attorciglia e bisogna leggerle più volte. Vorrei conoscere Francesco più da vicino, visto che sembra diventare un personaggio principale e finora di lui sappiamo poco.
    Alla prossima. 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi