L’AMORE OLTRE IL TEMPO

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo capitolo approfondiremo L'affascinante uomo incontrato nell hall dell'albergo (50%)

CAPITOLO QUINTO

Quella sera nel letto, Claudio era intenzionato a distrarre la moglie dalla lettura.

Le baciò dapprima la spalla, poi scese più giù, passando lungo il braccio per arrivare infine alla mano che sorreggeva il libro.

Rebecca giocosa, prese a ridere per il solletico che quel tocco le procurava:< Questo racconto è fantastico!>.

Affermò entusiasta mentre ora l’uomo le abbassava la spallina della canotta, fino a scoprirle interamente il seno ritto e sodo.

< Davvero?> le rispose, più per cortesia che per interesse.

Il contatto della sua bocca con il capezzolo, infatti, gli stava già facendo perdere il controllo del suo corpo.

Lei continuò con il respiro leggermente irregolare:< Pensa che a un certo punto, il libro lancia una sfida al lettore!>.

< Quale sfida?>. Rispondeva il marito mentre impaziente le abbassava le mutandine per esplorare le sue parti più intime.

< Te ne parlerò dopo>. Riuscì a malapena a dire la moglie già persa tra le sue braccia.

Non riusciva mai a resistergli. Lei non sapeva cosa fossero i mal di testa che tanto usavano le altre mogli come scusa. Quell’uomo era nato per possederla.

 

La mattina seguente il misterioso libro era rimasto sul comodino della stanza.

Rebecca aveva promesso al marito una giornata al mare e non intendeva deluderlo. Solo che aveva indugiato più del dovuto nel bagno, come sono solite fare le donne e Claudio decise di anticiparla in spiaggia per occupare l’ombrellone più vicino alla riva.

La donna raccolse gli splendidi boccoli biondi in una coda, infilò gli inseparabili occhiali da sole, passò un velo di rossetto corallo e si mirò soddisfatta allo specchio.

Il copricostume rosso aveva uno spacco vistoso che metteva in risalto le gambe ben tornite.

Il marito si sarebbe mostrato geloso, ma lei adorava provocarlo.

Finalmente si decise a uscire dalla stanza. Spinse il bottone dell’ascensore, rimproverandosi con la mente per aver ceduto alla pigrizia di non scender le scale, ma il caldo quella mattina era insopportabile e lei non voleva arrivare in spiaggia già accaldata.

Proprio mentre le porte si aprivano, la rivista le scivolò dalle mani e nell’intento di raccoglierla da terra, urtò quello che, a giudicare dalle scarpe, doveva essere un uomo.

Si alzò imbarazzata, pronta a chiedere scusa, togliendosi perfino gli occhiali, quando di nuovo trovò avanti a sé, quei profondi occhi neri che la scrutavano con un misto di divertimento e ammirazione.

<Mi scusi, non volevo urtarla>.

L’uomo le sorrise in un modo talmente sensuale che Rebecca avvertì un brivido lungo la schiena.

<Non si preoccupi. Non capita tutti i giorni di sfiorare un fiore così bello!>.

Rebecca sentì le guance avvampare come un’adolescente, ma si sorprese compiaciuta del complimento di un uomo così bello da sembrare un divo di Hollywood.

< La ringrazio>.

L’uomo le raccolse la rivista e nel porgergliela le strinse la mano.

< Mi chiamo Riccardo>.

Lei si lasciò toccare incantata:< Io sono Rebecca>.

Lui si scostò con gesto galante per farla passare.

Rebecca salutò impacciata ma incamminandosi verso l’uscita per la spiaggia, sentì i suoi occhi addosso.

In spiaggia lo incontra di nuovo:

  • L'uomo ha una compagna (0%)
    0
  • L'uomo la snobba e lei si sorprende delusa (17%)
    17
  • L'uomo prende a corteggiarla in un momento di assenza del marito (83%)
    83
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

57 Commenti

  • Ciao sono nuova su questo sito. Ho letto interamente la vostra storia e mi piace moltissimo il vostro stile soprattutto perchè amo leggere e ritrovarmi subito al finale. Infatti leggendo il tempo è volato, segno che siete stati molto bravi nello scriverla.
    Anche io ho scritto una mia prima storia. Si intitola “Il miracolo di Beatrice”. Vi chiederei se potreste darci un’occhiata, partecipare anche voi al gioco e se vi piace potreste anche seguirmi 🙂 Ancora tanti complimenti e non vedo l’ora di continuare a leggere la vostra storia! Comunque ho scelto l’opzione della gelosia perchè un tocco di brio non guasta mai 😉

  • Praiano, perché nella mia ignoranza non ne ho mai sentito parlare.
    Ciao gentile e coraggiosa coppia!
    La prima osservazione è che lui non avrebbe dovuto mettere in moto perché se deve fare ‘ rifornimento di benzina’ e chiede un ‘pieno di Diesel’ qualche guaio lo fa 😀 😀
    A parte gli scherzi, incipit interessante e bollente, secondo capitolo molto particolare e misterioso (un libraio che però descrivete come un contadino conciato dal sole, le porge un libro che lei prende subito, non è chiaro se l’ha pagato o come lo ‘pagherà’ da qui in poi). Interessante. Come mai, dopo il ritorno della moglie, i successivi cinque periodi sono separati, quasi non voleste comprenderli in un’unica sequenza o quasi ne voleste rimarcare ogni passaggio?

    Ciao Ciao

    • Ciao Moneta, grazie innanzitutto per l’attenzione che ci riservi.
      Rispondo alla tua prima osservazione: forse non abbiamo descritto chiaramente la scena, perchè in realtà loro si fermano prima vicino la toilette con l’auto e poi Claudio rimette in moto per avvicinarsi alla pompa di benzina.
      I cinque periodi successivi invece non hanno un motivo particolare per essere separati, temo più sia un errore purtroppo.
      Spero comunque continuerai a seguirci perchè le tue osservazioni sono acute e denotano una grande preparazione. A presto.

  • Beh, se fossi al posto di Claudio… io una sbirciatina al libro la darei 😉 Sono in viaggio per la luna di miele e la sposina dovrebbe avere gli occhi a cuoricino e vedere solo lui, invece mi sembra un po’ troppo presa da quel libro… meglio approfondire la faccenda 🙂
    Il cambio di stile si è notato, ma l’ho trovato appropriato per introdurre il personaggio di Claudio e il suo punto di vista.
    Bravi.

  • Non penso che Claudio sia così cattivo da buttarlo, quindi ho votato che lo sbircia per sapere cosa ci sia di così interessante e in realtà sono curiosa anch’io.
    Si vede che in questo secondo capitolo la penna di chi scrive è diversa, ma nel complesso sono due bei capitoli e sono curiosa di leggere il resto

  • Eccomi come promesso ragazzi… vi chiamo così anche se ho capito che siete un ragazzo e una ragazza, ma lo faccio per comodità. Spero non vi dispiaccia. Seguirò con piacere la vostra storia perchè come inizio già mi piace. Aspetto di leggere la prossima e voto ovviamente Costiera Amalfitana perchè è bellissima anche se forse sono di parte a dirlo.
    A presto!

  • Mi sono sempre chiesta come si potesse scrivere a quattro mani senza che le rotture di stile si vedano. Potete illuminarmi? Deve essere difficile, e voi dovete essere molto affiatati. Leggendo questo capitolo, ho notato che siete molto bravi a scrivere e che le temute rotture, appunto, sono nascoste, è tutto fluido.
    Unico neo: per come sono fatta, scusate ma proprio non posso apprezzare scene così esplicite, anche se sono raccontante con attenzione.
    Voto la Costiera amalfitana.

    • Grazie per il commento, innanzitutto! A dire il vero abbiamo deciso di scrivere un episodio per uno ma non sappiamo se ciò comporterà una rottura di stile, il primo episodio è scritto da me che sono la donna. Nel caso ci dovessimo accorgere dello stile troppo contrastante opteremo per un’altra soluzione. E’ la prima volta che ci proviamo, quindi è una sorta d’esperimento, se riuscito o no dobbiamo ancora scoprirlo. Mi spiace per le scene esplicite, cercherò di narrarle con ancora più attenzione! A presto.

      • Ah, ecco, un capitolo a testa. Bravi, in effetti è più semplice così (non ci avevo pensato, che scema! 😀 ).
        Ripeto: la scena è precisa, è serena, è bella di per sé. Deve essere questione di gusto, probabilmente: non mi piace particolarmente che venga descritto qualcosa di così personale e intimo, mi sembra quasi di infrangere un vetro di privacy che non dovrebbe essere neppure sfiorato. Resta che comunque c’è una differenza tra erotico e romantico, ecco.

  • Devo dire che questo primo capitolo e’ molto romantico e passionale ho votato per la Costiera vediamo come va questa luna di miele ti seguo! Ho scritto il mio primo capitolo se ti interessa passa sul mio account! un salto a presto

  • Purtroppo col voto sarò di parte: Costiera. Uno scenario incantevole per qualsiasi storia. 🙂
    Bene, ora, cari amici, nulla da dire su questo incipit che nella sua linearità cattura il lettore… Suppongo che dal prossimo succederà qualcosa come si preannuncia nella sinossi e io aspetto curiosa! 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi