MODESTEIN

Dove eravamo rimasti?

Chì deve ìntepretare Modest Steìn sulle scene romane? Fìlìppo Tìmì (67%)

QUANDO CAPRI SARA’ LA NOSTRA CAPRERA

 “ …pensare che era stato possìbìle fìno a pochì annì prìma vedere le mìtraglìatrìcì nelle vìe dì Monaco, le camìcìe nere aì ballì neì palazzì romanì, Hemìngway a Pamplona, Auden a Barcellona…e applaudìre Noel Coward a Mayfaìr…e sì parte per le corrìde…e cì sì ferma per un bagno a Cadaquès…e dappertutto trovì un Amerìcan Express pìeno dì cartolìne eccìtantì che tì arrìvano da amìcì avventurosì ìn tarte partì del mondo non ancora sfascìate daì turìstì ìn pullman, Tahìtì, Sìngapore… ” Alberto Arbasìno, Fratellì d’Italìa, 1976 (40annì fa)                                    Mìa madre aveva tredìcì annì nel Trenta5, quando ìl nonno la porto’ per la prìma volta a Caprì a conoscere Axel Munthe e ìl dottor Munthe, Axel Martìn Frederìk Munthe, che da leì e solo da leì sì sarebbe fatto stranamente chìamare Martìn, così come leì sarebbe stata chìamata dal fìglìo e solo da luì Sìpì, chìssà come maì, le regalo’ l’edìzìone ìtalìana Fratellì Treves dì 3 annì prìma del suo strano lìbro fondamentale “La Storìa dì San Mìchele”: Sìpì , che sarebbe tornata a Caprì ìn vìaggìo dì nozze neglì Annì 5anta , sposato mìo padre, prìncìpe Valentìn, dopo aver lascìato ìl fìdanzato Landau, dono’ a me le straordìnarìe fantamemorìe dì “Martìn” ìn quella prezìosa copìa autografata, che ho dìmentìcato tra un vìaggìo e un trasloco (o magarì ho svenduto a un bouquìnìst), dopo esser stato a mìa volta ìn vìaggìo dì non nozze a Caprì con la Dame Blonde faux dumb blond, provenìente con leì da Taormìna. August ìn NY. Deve passar del tempo perché qualcosa dìventì passatempo. Quando glì amerìcanì andarono sulla Luna, avevo gìusto 20annì e voltaì le spalle alla dìretta televìsìva, così come ìerì ho cambìato canale poco prìma della cerìmonìa ìnaugurale delle Olìmpìadì al Maracanà. Ne avro’ gusto retrospettìvo tra una ventìna d’annì , se e quando saro’ un vero vecchìo ìtalo-amerìcano non troppo rìmbambìto, ma bastantemente da provare spleen persìno per la prìma presìdenza Trump…                              Taormìna mì ha fatto tornare ìn mente un mìo soggetto, “Sesìlìa”, che maìlero’ a Nìcky, per dìstrtarlo un po’. All’ 1am dì oggì ho delìberatamente mancato l’apertura deì Gìochì dì Rìo ìn tv malgrado stìmì tanto l’ìmpresarìo che ha avuto l’ìncarìco, ìl venezìano Balìch. Ma dì sport m’era bastata la sconfìtta nerazzurra ìn amìchevole col Tottenham, che poì è un po’ la mìa squadra ìnglese, anche se dì vera beneamata ce n’è una sola: l’ìnter/nazìonale dì Mancìn! CECILIA (pron.Sesìlya)Strage di Cuori: i Malapardì

 ispirato al racconto Strage di Cuori (pubblicato da Plot e da Playmen), alla short story I Malapardi e al romanzo di Goya Tark I Venti di Santa Ana

 Un regista cinematografico, che si presenta indifferentemente come Nicky Sarno o Goya Tark, arriva in Sicilia (pronuncia italo-americana: Cecilia/Sesìlya) per le location di un film il cui soggetto è tratto da “Strage di Cuori”, racconto ambientato in Messico. Cerca quindi, su indicazione del suo invisibile produttore, ambientazioni da Chiapas. Ospite a Villa Malapardi di Cecilia M*, affascinante nipote di un Padrino locale, convito che la moglie morta lo tradisca con un altro cadavere, la induce in tentazione cinematografica. A lei si presenta come Goya Tark, regista e sceneggiatore. Cecilia ha una (presunta) sorella gemella doppelganger che si fa chiamare Mela:

– Sta per Carmela? –

– No, sta per Mela Marcia -.

Mela parla al regista, che da lei si fa chiamare Sarno di un misterioso romanzo sulla sua famiglia (anzi, Famiglia): I Malapardi. Tìpìco scherzo a chìave del mìo amìco mìlanese: perché tìra ìn ballo Goya proprìo adesso? Adesso faccìo un po’ dì scena con Zelda e mì faccìo mandare a Roma.                                               – Caro Sarno, a Roma dì questa stagìone sì sta peggìo che a Manhattan. Parlo del clìma, Sarno: parlo del caldo. Tì suggerìsco, ìnvece, dì accompagnarmì aglì Hamptons: aglì Hamptons o a Caprì-.                                                   August ìn NY. Che poì è mì è bastato fìnìre per caso sulla fìnale dì judo per la medaglìa d’oro olìmpìonìca per farmela sotto dalla commozìone e sudare sudorlacrìme alla vìttorìa della pìccola argentìna, dev’essere per vìa del caldo, seppur aìrcondìtìoned, che a me non me ne frega dì Rìo, dell’Argentìna e del judo, forse ha ragìone la Steìn, che se mì vuole portare a Caprì che sìa.                                                          Chì mì porto a Caprì per ìl provìno, la Gìovanna, se la trovo, la Cìaburrì, o la Lìly la trovo lì?                                         – Quando Caprì sarà la nostra Caprera, cara Zelda, che non so se puoì capìre appìeno ìl gìoco dì parole deì due mondì…ìnsomma, mì rìferìsco al rìposo del guerrìglìero, ìl capo delle gìubbe rosse che lìbero’ la Sìcìlìa o forse no…che pìaceva tanto al presìdent Bettìno, amìco del nostro comune amìco…a proposìto, l’haì vìsto anche tu sul suo blog ìl soggetto dì Sesìlìa, Zelda?-; ìmbarco ìmmedìato al Kennedy per Sarno e la Steìn. 

Chì aggancerà Lìly la Caprese a Caprì?

  • Zelda Steìn (50%)
    50
  • ìl mìlanese (50%)
    50
  • Nìcky Sarno (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

27 Commenti

  1. Un finale inatteso e del tutto spiazzante. Non dice o racconta niente della storia narrata finora, ma prende una direzione diversa e con altro spessore. Non so giudicare se il racconto mi piaccia o meno, di sicuro l’ho letto con curiosità capitolo dopo capitolo.

  2. Il mio episodio preferito…
    “Dalla telefonata ho capìto che mì sì suggerìsce un “Ace ìn the Hole” ìn versìone remake sìsmìco e fare ìl Chuck Tatum Mobìle Devìce dì un Leo Mìmosa da neo-neorealìsmo mì stuzzìca.” Bellissima frase e azzeccatissimo paragone.
    Budapest, la Mitteleuropa mi sembra adatta.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi