Non ti ho mai dimenticato

Dove eravamo rimasti?

Cosa succede adesso? Melanie resta a Castelwood (100%)

Non ti ho mai dimenticato

«Mel!» esclama Jake sorpreso

«Che cosa fai qui?» mi chiede infastidita Tracy.

«Potrei farti la stessa domanda, non sai che esistono le sedie?».

«Jake non ha problemi quando mi offre le sue gambe come sostegno» risponde Tracy con aria di sfida.

«Va bene, ora basta» dice Jake alzandosi e spostandosi da Tracy con mia enorme gioia.

«Non ti ha mai meritata» – sbotta Tracy che con aria altezzosa si dirige alla porta non prima di aver aggiunto – «sai dove trovarmi Jake caro».

«Pensavo avessi detto, non stavate insieme».

«Non credo che la cosa ti riguardi giusto?» – ribatte Jake – «se non sbaglio, hai un idiota al tuo fianco che è venuto apposta a riprenderti».

«Io e Austin abbiamo rotto» replico con foga e Jake mi guarda sorpreso come se non credesse alle sue orecchie.

«Sì, hai sentito bene. E’ ripartito e sai perché? Perché ho capito che non era il mio futuro, perché il mio cuore è sempre appartenuto solo a una persona, perché non ti ho mai dimenticato, perché …».

Non finisco il mio monologo perché Jake diminuisce la distanza che ci separa e mi bacia. E’ un bacio dolce che presto diventa appassionato, liberatorio pieno di tante promesse ed io mi sento finalmente a casa.

«Era ora che lasciassi quell’idiota, appena l’ho visto ho capito che non faceva per te».
«E invece tu faresti per me?» domando mentre la rabbia di poco prima è completamente scomparsa.

«Dal primo momento che ho incrociato il tuo sguardo il primo giorno di scuola» mi risponde solenne Jake e non accenna a lasciarmi andare via tenendomi stretta.

«Dimmi che resterai Mel, non potrei sopportare che tu partissi di nuovo. Non credo di averlo mai superato»

Sono andata via perché mio padre si è trasferito ancora una volta, mi sono adeguata alla mia nuova vita perché pensavo che potesse darmi molte più soddisfazioni che Castelwood non mi avrebbe mai dato. Eppure, questo posto mi fa sentire così serena senza alcuno stress che la Grande Mela mi provoca che mi chiedo come ho fatto a partire. Ho sbagliato a credere che la carriera professionale potesse bastarmi, qualcosa invece mi è sempre mancato.

Mi sento realizzata sul lavoro, ma non sulla vita privata perché a mancarmi è sempre stato Jake e non posso più continuare a vivere senza di lui.

«Resto» – rispondo sicura e mi sento davvero convinta – «è questo il mio posto».

Non avrei mai dovuto andarmene, adesso me ne rendo conto. Austin non ha mai rappresentato per me, quello che rappresenta Jake e so che non mi pentirò mai della mia scelta.

Jake mi bacia ancora ed io sento di aver fatto la scelta giusta accanto all’uomo che amo e che ho non mai smesso di amare.

Dalla finestra entra un alito di vento e mi piace pensare che sia nonna Jenna che ci da la sua benedizione per la nostra ritrovata unione.

Non lo lascerò mai più andare via, non mi sarà concessa una nuova possibilità e non la getterò al vento. Sono sicura che nonna Jenna sia d’accordo con me, lei ha sempre fatto il tifo per noi e anche adesso che non c’è più, ci ha fatti ritrovare. Sono certa che il suo ricordo ci unirà sempre.

Categorie

Lascia un commento

53 Commenti

  • Wow.

    Sono amante del genere. Avrei voluto seguirti prima e contribuire alle tue scelte. Spero di poter leggere qualcos’altro di tuo.

    Anche io ho scritto una storia. Passa a trovarmi, commenta e vota se vuoi. Mi farebbe piacere.

    Grazie in anticipo e buona fortuna !

  • Non amo molto il “lieto fine”, ma qui non poteva essere altrimenti. Che bello quel “bacio dolce che presto diventa appassionato, liberatorio pieno di tante promesse” e poi quel “ed io mi sento finalmente a casa” racchiude tutto, perché solo l’amore riesce a farti sentire protetta, forte, sicura e perché no?Regina del tuo mondo!!! Chiudi fuori tutti gli insuccessi, le paure e finalmente sei nelle braccia di chi ti proteggerà per sempre. La nonna ha lasciato la sua benedizione, eh già! Le nonne non sbagliano mai.

  • Eh beh, a questo punto rimane per aiutare Jack. Sono proprio curiosa di vederli sotto lo stesso tetto per due mesi. Sotto sotto non dispiace a nessuno dei due, lei ha una buona causa che le dà un ottima giustificazione per rimanere li e sono sicura faranno i fuochi d’artificio! A presto e un abbraccio!

  • Sono veramente intrigata da questa storia…. È curioso però il fatto che Austin per lei rappresenti qualcosa di ordinario. Sembra quasi che ci stia assieme per convenienza! Il fatto che Jenna sia viva sarebbe spassosissimo, più che altro perché solo una nonna un po fuori di testa potrebbe farlo. Alla fine però ho votato per il funerale perché sono davvero impaziente di incontrare Jake! ❤️ Alla prossima

  • Non seguo troppo il “rosa” ma il tuo incipit mi ha incuriosito.
    La classica donna in carriera soddisfatta che, all’improvviso, si ritrova catapultata indietro nel tempo.
    Ho votato per il testamento, la storia della nonna mi sembra troppo frivola.
    Complimenti comunque per l’esposizione, aspetto il prossimo 🙂

  • Ciao Susy, piacere di leggerti! Abbiamo in comune il paesaggio del nostro racconto, anche se in epoche lontanissime e contesti diversi (io sono alle prese con i nativi americani) . Complimenti, il tuo incipit ha catturato la mia attenzione perchè sono straconvinta che ogni donna conservi nel cuore il ricordo di un amore passato! Ho votato ” deve partecipare al funerale della nonna di Jake” perchè mi piacerebbe lui comparisse all’improvviso e inaspettatamente senza comparire nel racconto da subito inviando lui la lettera. Vediamo l’opzione che vincerà, ti seguo e bravissima anche nella scrittura limpida e scorrevole. Se ti va passa anche da me, mi farebbe piacere, a presto!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi