Una moglie troppo libera

Dove eravamo rimasti?

Cosa farà Lidia? Semplicemente andrà via di casa, senza dare motivazioni e liquiderà il marito e Fulvio (50%)

CONFIDENZE

“Con te com’era?”, ne parlo al passato. Otto mesi di lontananza ti fanno vedere le cose da un’altra prospettiva. All’improvviso Fulvio ė un altro. Non più un dominatore, un complice scomodo e necessario per la riuscita di un gioco rischioso, ma quasi un amico, certamente un uomo pieno di compassione che ti guarda con occhi accesi da una inedita stupefacente agape per me. Vorrei capire di più di Lidia e di questa sua lontananza, da me, dal quello che sembrava essere il nostro mondo familiare, sessuale.“Era una porca!”, ridi Fulvio eh? Sì che ride. Ha la bocca impastata di malinconia e lo sguardo mesto di chi tenta di recuperare il sapore di cose perse. Niente particolari scabrosi o altro, non abbiamo voglia di rimembrare le porcate fatte. Più lo guardo e più mi sento sperso, vecchio, inutile. “Ma ė andata via così?”, mi chiede con sguardo di chi ė pronto a porgerti la spalla con cui piangere.”Sì, senza un motivo. Da otto mesi mi chiedo e le chiedo se si può ricucire. A volte ti dona una speranza e a volta ti uccide con la sua spietatezza. Per lei la colpa ė solo mia. Io ho distrutto un matrimonio, non lei. Avrebbe potuto smettere se lo avesse voluto. Non me lo hai mai chiesto. Mai. Lei ha spinto verso l’eccesso. In fondo la sua indole era quella, per rispetto, forse per amore, ė stata fedele, ma appena le ho dato l’occasione si ė gettata nel fiume della perdizione. Molti mariti ci mettono 10 anni a convincere le proprie mogli. A me sono bastati 3 mesi. Adesso le fa schifo il sesso. Mi ha detto che i suoi 8 mesi di castità sono i più belli della sua vita. Ci sentiamo una volta alla settimana, parliamo tanto al telefono: anche per 3 ore di fila. Forse me la riprendo, ma debbo scordarmi di riprendere i giochi”.”Cosa te ne frega dei giochi, recupera tua moglie. Quello conta. Magari avessi avuto io una famiglia, purtroppo non sopporto i legami. Ma ė bello avere mogli, figli… I miei nipoti me li coccolo, sono il loro zio preferito”. Però che sguardo, il sorriso di Fulvio emana una luce d’orgoglio che non ho mai avuto per miei figli. All’improvviso questo sorriso mi ispira una confidenza: “Sai penso che l’ingegnere, mio figlio, sia attratto da Lidia. O meglio penso sia quasi innamorato, come se la vedesse come l’anima gemella. La loro affinità ė un misto di ammirazione e odio, perché ė pura: pianamente asessuata. Non hanno nemmeno bisogno di sfiorarsi le guance, a giorni a malapena si salutano. Ė incredibile”.

Cosa farà ora Fulvio?

  • Gli suggerirà di rivelare al figlio della vita segreta della madre, per tentare di spezzare il legame fra i due (100%)
    100
  • Gli metterà una pulce nell'orecchio, facendogli delle confidenze (vere o presunte) (0%)
    0
  • Tranquillizzerà l'amico: tutte fesserie (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

8 Commenti

  • I primi due episodi non mi avevano colpito particolarmente, mentre questo terzo comincia a disvelare cosa c’e’ dietro il rapporto moglie/marito. Per me questo puo’ essere il punto di maggiore curiosita’ e interesse e non tanto la descrizione della meccanica sessuale.

  • “Ma che famiglia schifosa” ahahah come dire Lino Banfi!
    Scherzo cmq.. Interessante l’incipt ed abbastanza chiaro.
    Lidia una assanatana, il marito un vizioso.. il figlio pure geloso..
    Ok tutti da seguire.
    Intanto benvenuto, e voto per il si. Ovvio 🙂
    Seguo

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi