L’isola in mezzo al mare

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo episodio: Durante la notte succede qualcosa di strano a Matteo (83%)

M? Cose strane che accadono sull’isola (Ovvero: l’autore si è fatto di acidi per sopperire alla sua inettitudine, ma non è servito)

Matteo si avvicina furtivamente a Carmen. Si sfrega le mani

 

*

 

Sorge il sole. Al risveglio Laura è abbracciata a Sirio, e subito si allontana imbarazzata; Matteo e Carmen non ci sono più. Invece c’è una nuova ragazza

 

L: Non ci credo, sono spariti altri due! Stanno succedendo cose orribili, sono sconvolta!

E: Sentila, quella che si lamenta perché tutto le va male: quella che ha dormito stretta fra le braccia del suo amato!

L: Ci sono finita per caso durante il sonno!

E: Certo! Come se non ti ho sentita stanotte: Ti prego, Sirio, posso dormire vicino a te che ho tanto freddo

L: E allora? Non è mica successo niente! E poi dicevi che la cosa non ti dava fastidio

E: Infatti! Ma non mi pare giusto che ti lamenti quando qui sei l’unica a cui le cose vanno bene

La nuova ragazza cerca di prendere la parola, ma le altre due continuano a discutere senza considerarla

M: (Strilla)Scusate, ma potremmo parlare di me? Qui sono io quella che ha subito un trauma!

E: Ma falla finita, a chi vuoi che importi! Nessuno ti conosce! Ti intrufoli nel nostro gruppo dopo cinque episodi e vuoi pure avere tutti i riflettori puntati su di te? Sei solo un personaggio secondario, devi stare zitta e restare sullo sfondo!

M: Ma che personaggio secondario! Io sono Matteo! O almeno, lo ero fino a stanotte…

E: E dovremmo berci una cosa del genere?!

M: È la verità! Sentite quello che mi è successo. Stanotte, mentre dormivate, ho incontrato una ragazza sulla spiaggia. L’ho seguita perché era nuda. Mi ha raccontato cose strane, tipo che questa non è un’isola. Ho pensato che fosse pazza, però era bella e quindi ho continuato ad andarle dietro. Mi ha condotto in una grotta fra le scogliere, lungo la costa. È lì che viveva. Mi ha detto che mi avrebbe concesso il suo corpo, ero eccitatissimo e avevo pronto tutto il necessario. Ma in cambio dopo dovevo farle un favore. Un uomo malvagio già da molto tempo veniva ogni notte nella grotta e la violentava: io avrei dovuto sbarazzarmi di lui. Le do la mia parola: che stupida, penso, mi chiede un favore ma è disposta a darmi il premio in anticipo: ne approfitterò e poi me ne vado! Per essere sicuro che il patto fosse proprio quello le domando ancora: Quindi prima mi concederai il tuo corpo e solo dopo dovrò occuparmi dell’uomo? , risponde lei. Allora mi spoglio e lei intanto mi porge un calice e mi dice di bere. Penso sia vino, e così bevo. Be’, a quel punto comincio a sentirmi male e poco dopo perdo i sensi. Quando mi risveglio mi ritrovo così, trasformato in una femmina, col corpo di lei! E la ragazza non c’è più, nemmeno i miei vestiti. Sono sola nella grotta. A un certo punto sento dei passi e vedo qualcuno venire verso di me. Eccomi, dice. È un vecchio, ha il viso flaccido e rugoso, una barba lunga e schifosa, si regge su un bastone. Da settantatré anni vengo qui ogni notte senza mai sfiorarti, dice, Per darti prova che il mio amore è sincero, e ogni notte tu mi mandi via. Mi dici di essere paziente, di non arrendermi, che prima o poi avrò ciò che mi spetta. E intanto sono diventato vecchio e cieco e debole e l’unica cosa dura che mi resta è questo bastone. Ma mai una volta sono mancato al tuo cospetto, e come vedi sono venuto anche stanotte. Finalmente ti sei decisa? Io cerco di spiegargli la situazione ma lui crede che lo voglia prendere in giro. Dimmi almeno perché non vuoi! Non mi sento ancora a mio agio con la mia femminilità, dico, E comunque non lo farei con te! Perché? Perché sei vecchio! Ma l’amore è cieco! Ma se venivi qua solo per scopare, altro che amore! Vuoi la verità? Non sarebbe mai successo, lei ti ha preso in giro! E non succederà mai, di sicuro non con me! Come sei crudele… quindi stanno così le cose? Non posso sopportare un colpo simile, mi si spezza il cuore! Poi il vecchio urla, si stringe il petto, cade a terra. Dai, smettila con questa sceneggiata, gli dico. Be’, invece non era una sceneggiata…

L: Ma è terribile!

E: Ti aspetti che qualcuno ci creda?!

M: È quello che mi è successo!

E: Piuttosto, tu ne sai niente di Carmen?

M: Stai accusando me?

E: Ti ho solo fatto una domanda

M: Il tuo tono sembrava dire qualcos’altro

*

A: E ora che si fa?

S: Per prima cosa pensiamo al cibo e all’acqua. Andremo al torrente come stabilito

A: E Carmen? Se le fosse successo qualcosa?

M: Già, Alessio ha ragione. Potremmo dividerci in due gruppi

E: Come mai tutto questo ardimento per ritrovare Carmen?

M: Perché è una nostra amica!

E: È sparita anche più di mezza classe, ma per loro non avete mosso un mignolo!

M: Be’… Se Carmen è sparita è anche colpa mia che mi sono allontanata ieri sera. Mi sento in dovere di cercarla

E: Che nobili intenzioni

M: Scusa, ma qual è il tuo problema?

E: Non ho nessun problema io

M: A me sembri un po’ acida stamattina

S: Deve essere carenza di zuccheri. Dobbiamo sbrigarci a trovare della frutta

M: A me sembra più una questione di cuore. Se vuoi aprirti con me, Erica, puoi farlo

E: Che gentile! Ma falla finita! Pensi che improvvisamente siamo diventate amiche solo perché sei femmina da neanche un giorno?!

Nel prossimo episodio cosa decidono di fare?

  • Prima cercano acqua e cibo tutti assieme, poi si dividono: alcuni cercano Carmen, altri cercano gli altri della classe (50%)
    50
  • Restano uniti: prima cercano cibo e acqua e dopo cercano Carmen (0%)
    0
  • Si dividono: alcuni cercano cibo e acqua, altri cercano Carmen (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

53 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi