UN RACCONTO

OMBRE

Io non sono un poeta; sono un semplice e umile scrittore del mare.

E’ da quattro anni che giro per Roma e di Alda neanche l’ombra.

Voglio cambiare il mio destino umano (poco umano?).  

Quante vie ha Roma!, piazze, centri storici… c’è quasi tutto.

Oh inquietante figura dell’immaginario! Adesso ti cerco ma senza trovarti.

Un treno, una stazione mai chiusa, velocemente passa nella notte davanti ai miei

occhi come infuocata palla.

Cade una pioggia incessante… una dissetante pioggia.

Le finestre di queste case diventano specchi, volti e persone senza nome.

Lei, la donna con i capelli rossi e ricci con gli occhi marroni verdi, mi amava

veramente? Secondo lei io sono stato un uomo capace d’amare. Proprio così,

l’amore, non è altro che una grandissima energia indispensabile alla mia

esistenza.

Ho nostalgia di Roma e penso sempre al Campidoglio, alla statua di Marco

Aurelio, ai Fori Imperiali, al Colosseo e a Campo de’ Fiori.

Alda mi interessava il tuo essere donna!, i tuoi gesti d’amore, la tua scrittura.

Ricordo quando turbini di passioni si scatenavano come tempeste dentro noi.

Soltanto i suoni armonici del pianoforte riuscivano a sedarle.

Orribili ombre! Prima della mezzanotte gli angeli di Dio vi allontaneranno dalle

vostre maledette case incendiandole e sarete cacciate all’inferno per l’eternità.

Nessuno può sfuggire al dolore.

In verità il bene vincerà il male anche se molti non credono sia possibile.

Rispettando le opinioni altrui ammetto e riconosco che questo male (Lucifero)

rappresenta l’irrazionalità. 

Domani la Luna sarà la mia compagna di viaggio e ritaglierò al vento un pezzo di

cielo come mantello.  

Dove andrò?

 

Dove andrò?

  • In una caverna. (36%)
    36
  • Fuori dal Pianeta Terra. (27%)
    27
  • In un bosco. (36%)
    36
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

12 Commenti

  • Una Caverna….

    Ciao Fausto!
    Mi piace davvero come scrivi!
    Sembri proprio un poeta!! 😀
    Non so il perchè ma mi è piaciuta moltissimo la frase: “Le finestre di queste case diventano specchi, volti e persone senza nome.”
    Hai desritto una intera situazione con poche parole, mentre io mi sarei dilungato all’infinito! ahah
    Ho 14 anni e cercherò di migliorarmi sempre di più! Magari arrivare anche al tuo livello!
    Seguo la storia sicuramente! Aspetto il secondo capitolo!!
    Se vuoi passa dal mio racconto!
    Mi farebbe anche piacere sentire un tuo parere!!
    Ciao e alla prossima!! 😀

  • Benvenuto. Trovo che in un racconto come il tuo sia giusto scegliere seguendo l’istinto e l’istinto mi dice Caverna. Non ho capito bene la scelta del genere.
    A meno che tu non abbia intenzione di andare verso lidi cari all’Ariosto spedendo il nostro novello Astolfo sulla Luna a cercare… Cosa? Chi? Alda, il suo amor perduto, il senno o il sonno smarrito? Staremo a vedere…

  • ”Domani la Luna sarà la mia compagna di viaggio e ritaglierò al vento un pezzo di
    cielo come mantello. ”

    Bellissima immagine.

    Io ho votato per ”Fuori dal pianeta terra”, con il finale ci sta benissimo, mi piace pensare che il poeta si alzi in volto per vedere le cose con più razionalità e cercare la sua ragione e il suo amore, romantico. A presto.

    G.

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi