SOPRA LE NUVOLE

Un Mondo Sconosciuto

-Quanto vuoi per questo?-chiese un passante a Gregory, ed egli rispose:- Non ho soldi, vattene via!-e se ne andò calciando una lattina per terra; era stufo di condurre quella vita, lui pretendeva di meglio.

Sembrava un semplice ragazzo di strada ma era a conoscenza di un segreto inaspettato ai più: di un mondo sopra le loro teste, una città sopra le nuvole.

Aveva appena scoperto un passaggio segreto che collegava Copenaghen, la sua città natale, a questo luogo misterioso, di natura soprannaturale e magica, abitato da strane creature notturne.

Il passaggio era dentro ad un vicolo cieco: sotto ad un cassonetto si trovava un tunnel, buio e freddo, che portava a Nehganepoc, una città fuori dall’ordinario, il contrario in tutto e per tutto di Copenaghen.

Greg spostò il cassonetto, per quanto fosse pesante e puzzolente, e si tuffò nel tubo. Questa conduttura si insinuava tra i palazzi della città fino ad arrivare a Nehganepoc.

Quando il ragazzo uscì dal tunnel si ritrovò con i piedi bagnati senza capire il perchè. Istintivamenteguardò per terra e con orrore capì che era sangue, per fortuna non il suo. D’altra parte c’era una guerra in corso, c’era da aspettarselo.

Di che guerra stiamo parlando?

Facciamola breve: una pietra (si presuppone magica) era stata la causa di tutto: i troll l’ avevano rubata facendo scatenare la furia dei maghi che dichiararono di volerla riprendere a tutti i costi.

Ma torniamo a noi, anzi, a Gregory che non vide il solito paesaggio verde e accogliente, ma percepì solo grida e dolore. Ciò che vide pochi passi oltre furono le bacchette dei maghi che scagliavano scintille qua e là, mentre i troll e animali inferociti lanciavano massi di grandi dimensioni con l’aiuto di strani aggeggi simili a catapulte.

Diciamo che Greg non era un tipo molto coraggioso, ma furbo di sicuro sì, perciò… scappò. 

Si infilò nel tubo in fretta e furia, pensando di non ritornarci mai più.

Finalmente sbucò fuori, ma … dov’era finito?

Dove si ritrova Greg dopo essere, nuovamente,sbucato dal tunnel?

  • Greg ritorna a Copenaghen e camminando verso casa sua ritrova la pietra magica dei maghi e decide di riportarla a Nehganepoc. (29%)
    29
  • Greg si ritrova nell'accampamento Troll e subito dopo viene stordito dall'attacco di uno di loro. (43%)
    43
  • Greg si ritrova in un altro posto, che non è Copenaghen, buio e stretto. (29%)
    29
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

11 Commenti

  • Ciao a tutti!
    Sono Riccardo e ho giusto 2 anni in più rispetto a voi!
    Sono contentissimo di vedere su questo sito qualcuno anche più piccolo di me!
    Finalmente!
    In anzitutto vorrei complimentarmi con la vostra professoressa di lettere! (come vorrei che lo facesse anche la mia)
    Ho votato per la seconda opzione, quella sui troll, mi intriga moltissimo!
    La storia promette davvero bene!
    Concordo con quello che vi ha già detto moneta, e, vorrei dirvi solo di inserire anche qualche descrizione in più, giusto per creare un po’ di atmosfera. Questa è solo la mia impressione ovviamente!
    Spero che leggiate e rispondiate al mio commento! 😀
    Aspetto con entusiasmo il secondo capitolo!
    Ciao e alla prossima!

    PS: Dovreste essere onorati di aver ricevuto un commento da Moneta e Red Dragon perchè sono tra i più bravi su The Incipit! 😀 ciaoo

    (spero non ci siano errori grammaticali XD)

  • Ciao Mattia, Alice, Giuseppe, Nassim.
    Mi piace moltissimo il vostro progetto. Complimenti, siete giovanissimi e già vi mettete in gioco. Avete tutto il mio appoggio. Solo non ho capito se è un progetto scolastico o avete deciso tra voi quattro. Nel primo caso sicuramente l’insegnante saprà darvi consigli migliori di quelli che posso darvi io. Comunque ci provo:
    la storia è potenzialmente molto intrigante, penso che la cosa più difficile sarà mettervi d’accordo tra voi per svilupparla. Posso darvi un unico consiglio, perché per altri, più tecnici, avete una vita davanti per migliorarvi e sono sicura che ci riuscirete: evitate di aggiungere troppi elementi alla storia. Vi permette di focalizzarvi su un ben determinato obiettivo e di evitare di stare a spiegare troppe cose perdendo preziosi caratteri. Perché lo scrivo? Perché ho notato che avete inserito già molti dettagli a cui poi dovrete rendere conto: la pietra e il conflitto sono perfetti, basterebbero per sviluppare l’intero racconto. Ma attenzione ad alcune cose che avete scritto: la città è ‘tra le nuvole’, i troll sono notturni; sono tutte cose che prima o poi dovrete mostrare.
    In sostanza: evitate di complicarvi troppo la vita scrivendo troppo dettagli, le storie semplici funzionano molto bene.
    Se la/il vostro insegnante non è a conoscenza di questa vostra avventura, fategliala conoscere, ne sarà contenta/o.
    Con tutta la mia simpatia.
    P.S.: ve l’ha già scritto Red: sotto questo commento, sulla destra, c’è la scritta ‘Replica’. Se ci cliccate rispondete a questo messaggio e io ricevo una mail che mi informa, così so che mi avete risposto. Vale per tutti i messaggi.
    Ciao ciao

  • Ciao Mattia e … benvenuto! Come diceva Red Dragon la tua storia non è semplicissima da seguire, ma vedo che hai dodici anni, quindi forse la colpa è nostra, che siamo cresciuti troppo! 😉 Non mi torna la frase dell’inizio “quanto vuoi per questo?” significa “quanto costa questo?”, quindi lo dice chi compra, non chi vende. Per il resto bravissimo, hai molta fantasia. Prova solo a spiegare tutto quello che introduci nel tuo racconto: devi immaginare che il lettore non sa proprio niente di quello che ci stai raccontando, è come un bambino piccolo che vede il tuo mondo per la prima volta…devi avere pazienza! 😀

  • Vengo a leggere la tua storia dopo aver visto il tuo commento alla mia (anche se non l’ho capito).
    La storia ha qualche incertezza: non sempre si capiscono alcuni punti, ma sembra promettere, quindi provo a seguirti e voto il posto buio e stretto 🙂

    Ciao 🙂
    PS: PRIMO! 😀

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi