Due cugini extraterrestri

Continui falsi allarmi

Fui svegliato da Fredod che come al solito voleva farmi vedere un’altra idiozia su cosa fanno i terrestri: – Guarda Reisor! C’è una cosa che si sta buttando nel grande blu! – Mi rimisi a dormire: un altro falso allarme. Stavo per addormentarmi quando mio cugino mi scosse. – Reisor! Ma è pericoloso buttarsi nel grande blu! Non avevi detto che c’erano gli scali? – Per la cronaca, mio cugino Fredod non solo dice stupidaggini, ma lui stesso è uno stupido.

– Si chiamano squali, testa di marmo! – gli risposi infastidito.

– Ma gli squali non mangiano i cosi? – chiese lui, (“cosi” equivale a umani se non l’aveste capito). Io alzai gli occhi al cielo.Sempre il solito ingenuopensai.

– No, Freddy, (soprannome di Fredod) se non ci sono squali allora gli umani non corrono rischi. Adesso fammi riposare – Mi rimisi sdraiato, ripiegai le ali dietro la schiena, mi misi comodo sul mio materasso e chiusi gli occhi. Indovinate un po’ chi venne di nuovo a svegliarmi? Esatto! Il mio caro vecchio cugino Fredod, che felicità! (sarcastico) E questa volta il mio caro cuginotto mi svegliò con la scusa più stupida che si potesse immaginare: – Reisor! non ci crederai mai! Una cosa ha preso una corda e ha legato un… un… come si chiamano? ah! sì: coni! sì, questa cosa ha legato un cono e lo sta portando in giro! – Capito? Mi aveva svegliato perchè una signora stava portando a spasso il suo cagnolino! – Freddy! Adesso basta! Voglio dormire! – gli urlai furibondo. A volte mi chiedo perchè ho un cugino così stupido. Un’altra domanda che mi faccio tutti i giorni è: perchè zio Grogo si illude che Fredod diventerà un bravo pilota di jet spaziali? È ovvio che non ce la farà mai! Poi per spiare gli umani potevano darci un nascondiglio migliore, dentro questo sasso volante che i terrestri chiamano Luna si sta stretti. Come mi piacerebbe tornare a casa, sul mio pianeta natale, Tisso, sarebbe un sogno che si avvera, invece sono bloccato da più di sei mesi con Freddy, e perchè questo? Solo perchè la nostra insegnante dell’Università ci ha dato il compito di studiare un pianeta! Appena torno a casa la strozzo la mia insegnante!! Non so per quanto io e Freddy continuammo a fare io dormo-lui mi sveglia-io dormo-lui mi sveglia … So che è stato per tanto tempo, che a me è sembrato infinito. Abbiamo fatto solo una pausa perchè a Freddy era venuta fame e anche a me, quindi ho preparato dei panini terrestri, che sono l’unico cibo a disposizione, e abbiamo fatto (come dicono gli umani) “merenda”, che a me a dire il vero sembra una parola stupida quanto mio cugino. Un’altro motivo per il quale voglio tornare a casa è che a casa mi aspetta la mia fidanzata, la più dolce creatura di tutta la galassia! Si chiama Creina, e io la adoro! Ha gli occhi più viola che io abbia mai visto, i suoi artigli sono sempre lucidati e splendenti, la sua pelle è di un verde acqua bellissimo e le sue ali sono così grandi e protettive che sembrano coperte! Ok, ok, lo ammetto, sono innamorato pazzo! Comunque, tornando dentro la Luna, anche mentre facevamo le pause Freddy continuava a parlare, parlare, parlare, parlare… non la finiva più! Poi visto che lui è stupido, si dimentica le parole e io devo continuare a correggerlo. Appena torno a casa strozzo anche lo zio Grogo per aver fatto venire Freddy con me! Ho sempre avuto il dubbio che Freddy facesse apposta a sembrare stupido, adesso però ho la conferma che è davvero stupido. Che senso ha fare il pazzo quando siamo solo io e lui e io non ascolto quello che dice? A volte mi viene la tentazione di prendere il mio jet spaziale e fare un giro sulla Terra, tanto con il mimetizzatore che mi hanno dato posso prendere le sembianze degli umani e fare un giro, purtroppo però nel compito che devo fare c’è scritto:

Stare nel nascondiglio e spiare il pianeta dal super cannocchiale. Mai andare sul pianeta se non in caso di emergenza.

Ma che divertimento c’è? Spero tanto che ci sia un’emergenza così posso uscire da questo buco nella Luna. Ho bisogno di fare un voletto, ho le ali tutte raggrinzite. Ero tornato a dormire per l’ennesima volta, e sembrava che Freddy non mi disturbasse più. Mi ero addormentato profondamente, stavo sognando di essere a casa, e nel sogno sembravo felice! Fino a quando Freddy non mi scosse fortissimo – Reisor! Aiuto! Un qualcosa viene verso di noi! – All’inizio pensavo che fosse un’altro falso allarme, quindi mi rimisi a dormire, ma visto che Freddy continuava a insistere mi alzai e guardai nel super cannocchiale nella direzione che mi indicava lui: era vero! Qualcosa si avvicinava a noi a velocità sorprendente! Non sapevo cosa fare, preso dal panico, cominciai a chiamare casa pensando che fosse un asteroide, ma mi fermai. E se si trattasse di una navicella di casa che ci diceva di tornare? Da lì non si vedeva esattamente cosa stava arrivando, poteva essere qualsiasi cosa! Provai ugualmente a chiamare casa, ma non rispose nessuno, il telefono era occupato. Non sapevo cosa fare, e (prevedibilmente) neanche mio cugino.

Cosa sta venendo verso Reisor e Fredod?

  • Un jet spaziale dal pianeta natale dei due cugini (57%)
    57
  • Un asteroide che li colpisce (14%)
    14
  • Il jet spaziale del peggior nemico di Reisor (29%)
    29
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

55 Commenti

  1. Ciao Fiore!
    Sono passata da Missione Astrolabio a due cugini extraterrestri per poi subito fare visita alle avventure tra la neve, ora che ho messo insieme i tasselli non posso perdermi le vostre storie, siete fantastici! Mi piace la tua storia, comunque, è introspettiva e non è una cosa da poco. Anche se in ritardo, seguo volentieri. 😉

  2. Bello il cambio di narratore improvviso! All’inizio del capitolo ero spaesato, credevo di aver sbagliato storia ahahah
    Bello anche il cambio di narratore nel bel mezzo del capitolo.

    Si vede che ti sei impegnata e che hai perso tempo sulla stesura di questo capitolo 😉
    Bravissima, ti faccio i miei complimenti, hai scritto un testo perfetto!

    Voto per “Voleva dire qualcosa in privato a Reisor senza che nessuno la vedesse.” 😀

  3. “Mentre Reisor, Fredod e Sara camminano i poliziotti hanno sospetti su di loro.”, non mi piacciono le storie in cui i protagonisti hanno vita facile ahahahah

    Ciao, è la prima volta che leggo questa storia, anche se arrivo un po’ in ritardo volevo dirti la mia 😀
    Sarò sincero, ti dirò che appena ho letto il primo capitolo ho pensato “Ma chi ha scritto questa cosa? Poteva impegnarsi di più, i discorsi sono tutti attaccati, non si capisce un granché”
    Poi sono finito nel tuo profilo ed ho letto la tua bio… Ci sono rimasto malissimo, perché se avessi saputo prima che ad aver scritto quella storia è stata una bambina di 11 anni non avrei pensato quelle cose!
    Anzi, a dirla tutta sono sbalordito dal modo in cui scrivi che, certo non è perfetto, ma per una bambina di 11 anni è una cosa straordinaria. Utilizzi termini che un normale bambino di 11 anni non capirebbe, presumo tu abbia letto molti libri prima di scrivere questa storia. Mi piace tantissimo la tua storia ed il modo in cui mi ci hai fatto immergere. Ti faccio i miei complimenti! 😀

    Da capitolo a capitolo già si notano dei netti miglioramenti. Continua così, mi raccomando, fra qualche anno non oso immaginare come scriverai!

  4. Sara schiaccia il pulsante e Reisor si trasforma.

    Ho perso un capitolo a causa della febbre ma rieccomi qui. Questi due capitoli sono meglio scritti ma rimane qualche incertezza qua e là sui vari avvenimenti.

    Ciao 🙂
    PS: se usi, “rispondi” mi arrivano le notifiche che hai risposto al mio commento.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi