A piedi scalzi

La fuga

Squilla il cellulare.

È Paolo, finalmente. Non lo sento da ieri, ero preoccupata.

«Ciao amore.»

«Mi hanno beccato, Anny, devo sparire, subito!»

La voce trabocca ansia e il panico è contagioso, anche per telefono. Non credevo che questo momento sarebbe davvero arrivato, ma sono pronta.

«Dove sei?»

«In taxi, sotto casa tua.»

Lo stomaco si accartoccia ancora un po’.

«Adesso? Ma devo prendere la mia roba…»

«Maledizione, Anny, ne abbiamo parlato. Dovevi preparare lo zaino mesi fa!»

«Lo so.» Forse non sono così pronta.

«Ormai è tardi, piglia quello che puoi, ma muoviti!» Enfatizza l’ultima parola, come se non capissi che non abbiamo tempo.

«Arrivo.»

Chiudo la comunicazione, prendo la borsa e mi precipito di sotto. Le gambe mi tremano, quasi cado dalle scale. Mentre afferro al volo scarpe e giubbotto, la voce di mio padre sovrasta quella della TV:

«Dove vai?»

«Fuori.»

«Se esci ancora con quel delinquente non azzardarti a tornare!»

«Ok.»

«Non scherzo Annalisa!»

Abbiamo appena avuto la conversazione più lunga della settimana. Non mi mancherà.

In strada c’è il taxi che aspetta.

Correndo a piedi scalzi inciampo in una radice, la borsa mi sfugge di mano e tutto ciò che possiedo si rovescia sul terriccio umido. L’alluce pulsa mentre cerco di recuperare le mie cose senza cedere al pianto.

«Sbrigati, maledizione!»

Alzo su Paolo uno sguardo appannato: il taxi fermo, luci e motore accesi, la portiera destra aperta, sul sedile posteriore lui che si agita, mi chiama, si sporge, impreca, mi chiama ancora; ma non scende dall’auto, non viene ad aiutarmi.

«Anny, vuoi che ti lascio qui?»

Quasi non riesco a respirare... che cosa gli rispondo?

  • Perchè invece non lasci entrambi? Potresti provare ad andare per la tua strada. (63%)
    63
  • Torna a casa da tuo padre, cara. Non mi sembri tagliata per la vita da ricercata. (0%)
    0
  • Il ragazzo non pare un granché, ma se proprio devi (e se lo ami) vai con lui. (38%)
    38
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

49 Commenti

  1. Ho recuperato la tua storia. Mi cattura dal primo capitolo. Hai una scrittura interessante.
    Ogni capitolo è un piccolo colpo di scena interessante.
    Sei molto abile nel costruire dialoghi credibilissimi e realistici.
    In racconti così brevi, non amo molto il cambio di punto di vista, anche se in questo era super funzionale a capitolo 4, per farci capire le dinamiche della storia.
    Il capitolo 5, con l’introduzione di Lady Cocca- Maria è una bomba. Potresti scrivere anche una sceneggiatura thriller visto il talento che hai nel creare suspance.
    Ps: nell’ultimo capitolo ho votato per Francesco! È ora che torni in scena.

    • Grazie Caterina! Questa è un racconto che avevo iniziato molto tempo fa e poi abbandonato. Mi spiaceva però non dargli un finale… Grazie mille per i complimenti e soprattutto per aver avuto la voglia di leggere anche a storia già avviata, mi fa molto piacere. Nel weekend dovrebbe uscire il prossimo capitolo, staremo a vedere 😉

    • Maria sta simpatica anche a me, nonostante la sua imprevedibilità (o proprio per quella)…
      La bionda in realtà mi serviva solo come diversivo: si sapeva che doveva arrivare Maria con una pistola e ho provato a depistarvi 😉 però non si sa mai, magari rispunta!
      Grazie della lettura e a presto

  2. Io voto la schedina SD. All’inizio ho pensato a un’arma di un delitto, ma poi l’idea mi è parsa troppo lugubre…
    Bravissima per la caratterizzazione dei personaggi! Questo ragazzo mi è sembrato già più simpatico di quello di prima, ma dalla tua domanda finale non si lascia presagire nulla di buono. Non riesco a credere che non sappia della “particolarità” della spilla… Ma allora non poteva darla ad Anny semplicemente e scomparire?
    P. S. Non preoccuparti di aggiornare troppo tardi… Qui nessuno scappa via 😉
    A risentirci!

  3. Voto che Anny va con il ragazzo… anche se mi è già profondamente antipatico, mi pare che questa sia la cosa che ad Anny verrebbe da fare istintivamente. 😉
    Complimenti! Già dalla prima riga ero senza fiato. In poche parole hai caratterizzato benissimo i tre personaggi che mi sono apparsi subito “vivi”, forse anche perché sono dei tipi di persone che ormai conosciamo già, sia grazie ai libri che grazie alla cronaca. Non vedo l’ora di leggere il seguito 🙂
    A risentirci!

  4. Indecisa, imbranata, una frana insomma 🙂
    Ciao e e benvenuta, Berenice.
    Incipit breve ma intenso, senza fronzoli e che va diritto al punto, In poche righe, sei riuscita a mostrare gli “ostacoli” che Annalisa deve superare. Un fidanzato delinquente, o presunto tale, un padre con cui non ha rapporti e, infine, la propria insicurezza nel prendere decisioni.
    seguo con piacere…

  5. OOOOOhhhh finalmente qualcuno che la pensa come me: immagini! scena! cinema! sììììì!!! basta con i panegirici di righe e righe infinite per raccontare chissà cosa, tu sì che mi hai mostrato una scena! Deus grazie! 🙂 🙂
    detto ciò, seguo, mi piace – si era capito – brava.
    Voto per “va con lui”… magari lo ama. E poi non è questo il punto. Una come lei ha bisogno di spazio, sì, ma questo ancora non lo sa. Ora ha prima di tutto bisogno di tempo. E questo tempo se lo prende con lui, perchè è l’unica voce fuori dal coro della sua vita che non la stressi ma la incuriosisca davvero. Anche se non è la voce che desidera seguire davvero, ma neanche questo sa ancora.
    Se sarai brava a creare l’arco del personaggio, la nostra protagonista cambierà e imparerà – sia pure a sue spese – che per fare scelte al bivio ci vogliono le idee chiare. Quelle che ancora non ha ma presto avrà 😉
    seguo curiosa.

    • Ciao AmoMarta,
      grazie per il commento, mi ha fatto davvero piacere.
      Essendo la prima esperienza su The Incipit non so ancora bene come gestirla: ho una trama in mente, ma lo scopo del gioco è fare scegliere ai lettori, quindi cerco di non affezionarmici troppo 🙂 Magari Annalisa stupirà anche me!
      A presto,
      Berenice

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi