Cthulhu, Moh e le benzodiazepine

“E’ un triste mondo malato”

Luca fu svegliato dalla litania, che filtrava attraverso la porta a soffietto della camera. Non capiva il significato della maggior parte delle parole, ma una, la più gettonata, era comprensibile: Allah.

Si mise seduto sul letto massaggiandosi le tempie e controllò la sveglia sul comodino: 4:00 AM.

Deciso ad affrontare il suo “coinquilino”, andò in soggiorno.

Mohamed, Moh come lo chiamava lui per farlo incazzare, stava inginocchiato nell’esiguo spazio libero tra il porta TV dell’Ikea, dal nome impronunciabile di uno sconosciuto gerarca nazista, e il divano in finta pelle appartenuto all’inquilino precedente. Indossava la sua divisa: jeans, maglietta con la faccia di Bart Simpson e un giubbotto imbottito di esplosivo.

«Moh, sto cercando di dormire, cazzo!»

«È la preghiera del mattino» disse l’uomo, sempre rivolto verso la pianta disidratata di Ficus nell’angolo.

«A parte che è l’ora sbagliata…» gli fece notare Luca.

«”Lui” ascolta sempre…»

«Anche se non alzi la voce.»

«Che ne sai tu…»

«Di un campo di grano?»

«Stai rovinando la mia preghiera, infedele!» urlò Mohamed. Si alzò di scatto e, una volta davanti a Luca, premette il pulsante del telecomando che stringeva in mano. Continuò a premere, nonostante non accadesse nulla.

«Come te lo devo spiegare? Sei morto Moh, fattene una ragione… e quello è il telecomando del televisore.»

«Non è vero, se fossi morto sarei in paradiso a godermi le mie ricompense come un vero martire della Jihad!»

«Guarda, apprezzo la tua incrollabile fede e neanche voglio importi la mia visione del mondo, ma sei un fantasma» disse Luca. Allungò la mano, che attraversò il corpo di Mohamed per sbucare dall’altra parte, senza incontrare nessuna resistenza se non quella dell’aria.

«Questa è opera del diavolo!»

«Cristo, ho la casa infestata da un terrorista scemo…»

«Tu sei scemo!» ribatté l’altro offeso e tentò nuovamente di farsi esplodere.

Luca liquidò la conversazione con un gesto della mano, solo allora notò il divano vuoto.

«Dov’è finito?»

«Non faccio da balia a quel “coso”, forse lo sa il tuo Dio.»

«Forse si sta divertendo con le tue vergini» controbatté Luca al limite della sopportazione. «E poi, te l’ho già detto, dovresti cambiare approccio nel relazionarti con…»

In quel momento la porta dell’appartamento si spalancò. Un nano dalle fattezze mostruose entrò nell’appartamento. La pelle verdastra era piena di escrescenze e due occhi gialli spuntavano dalla testa a forma di polpo. Agitava i tentacoli, che circondavano la bocca zeppa di lunghi denti.

«Adesso torni, Cthulhu?» lo rimproverò Luca. «Non sarai stato di nuovo al cinodromo, vero?»

«Come osi parlare così di fronte al Grande Cthulhu!» disse nella sua lingua fatta di gorgheggi, che Luca aveva iniziato a comprendere.

«Sì, sì, come vuoi… io però non ho i soldi per coprire la tua parte di affitto questo mese. Vuoi tornare a dormire in stazione? Ti ricordo che l’ultima volta hanno tentato di bruciarti vivo.»

La creatura lanciò un urlo che fece tremare le pareti.

«Riempirò i mari con il sang…» Cthulhu si accorse dello sguardo di Moh fisso su di lui. «Non dirmi che stava di nuovo pregando, non ha capito di essere morto?»

«A quanto pare no…»

«Ehi,» intervenne Mohamed, «cosa sta dicendo la bestia? Lo sai che non capisco la lingua oscena di questa immonda creatura.»

«L’immonda creatura sopprimerà la stirpe umana in modo atroce.»

«Niente… un battuta sulle vergini» disse Luca e aggiunse «comunque la cosa importante e che io» enfatizzò le ultime due lettere, «ho avuto una dura giornata di lavoro e gradirei dormire qualche ora, quindi non fate casino… grazie.»

Fece dietrofront ma prima di tornare in camera, entrò in bagno, non sarebbe mai riuscito ad addormentarsi senza un aiuto. Prese le ultime due pastiglie di Tavor dall’armadietto sopra il lavabo, le ingoiò con un po’ d’acqua e si passò una mano tra i capelli.

Il successo tardava ad arrivare mentre i primi capelli bianchi non si erano fatti attendere, e lui viveva ancora in quel pulcioso appartamento sub-subaffittato in nero. Resistette alla tentazione di prendere uno Xanax e tornò nella minuscola camera da letto.

Si infilò sotto le coperte e non dovette attendere molto l’arrivo del Morfeo farmacologico, squattrinato, senza sogni ne incubi.

**

«Svegliati, essere inferiore!»

Sentì il grido vibrare sul suo corpo e aprì gli occhi. La mostruosa faccia di Chtulu era a pochi centimetri dal suo viso, Luca scattò indietro terrorizzato. O almeno così pensò. In realtà, rimase fermo con uno strana smorfia sulle labbra.

«Ha chiamato il tuo capo, devi correre al lavoro… tutta la Terra brucerà in un olocausto di estasi e libertà nell’ora della mia venuta.»

«Mmm… grazie e… ok? Credo» rispose Luca intontito dal brusco risveglio.

Indossò i vestiti rimasti sul pavimento e si fiondò verso l’uscita. 

Come sarà la giornata di Luca al lavoro?

  • Normale, il suo lavoro funziona così. (56%)
    56
  • Leggera, non c'è nessuna urgenza, quello del capo è solo mobbing. (22%)
    22
  • Intesa, per questo il suo capo vuole che si sbrighi. (22%)
    22
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

183 Commenti

  1. Ciao Gray,
    e così siamo giunti al termine ;-(
    Non sono sicura di aver colto tutte le citazioni fatte in questo ultimo capitolo, però sono contenta di esserci arrivata, e di aver seguito tutta la tua storia, così ironicamente surreale.
    E, grazie, per non aver detto che era tutto un sogno o il frutto di allucinazioni!
    E’ stato un bel viaggio, divertente, movimentato e pieno di fantasia, e spero di leggerti di nuovo 😉
    A presto!

  2. Mossad, storie d’amore, libertà dagli schiavisti, intrighi nazionali e internazionali, ku klux clan, nazisti dell’illinois, anelli, Svetlane, psicofarmaci e donne blu, signori dell’oscurità e fondamentalisti islamici, dittatori obesi e fast food desueti assorbiti dalle multinazionali, pornoattori e spogliarelliste. Esponenti dell’ A-team ergastolati. Ho solo sentito la mancanza di una scimmietta nell’armadio.

    a presto

  3. Ciao Gray…
    Noo…è morto lo Slavo!!!! Sono ufficialmente in lutto 😉
    Altro bel capitolo denso di avvenimenti, citazioni e personaggi (anche tu hai un “Colui che non deve essere nominato” ah ah ah!).
    Lino deve essere punito in modo esemplare, ovvio…e chi sarà l’artefice della punizione?
    Aspetto il gran finale 😉

  4. Vorrei davvero vedere la punizione esemplare, chissà se potrebbe essere legata all’impossibile promesso da Cthulhu ai suoi “cugini”.
    «È che…non ho più certezze» è il mio highlight personale ^^
    Non so cosa tu ci riservi dopo la matrice, ma sono curiosa di scoprirlo, francamente era durissima mantenere il ritmo dopo un incipit come il tuo, ci sei riuscito alla grande, manca solo il delirio finale

  5. Prendiamo di petto la situazione…scontro frontale fra Lino e lo Slavo!!
    Ah ah ah…la perizia del RIS dopo la sparizione della Delorean è stata proprio forte 😉
    Forse il povero Luca avrebbe avuto più successo in un numero di lap dance però…
    L’unica cosa che voglio dirti è: ti prego di non far finire questa storia in una nuvola onirica dove si dice che era tutto frutto delle benzodiazepine…non potrei sopportarlo!!!
    Per me i tuoi personaggi sono vivi e vegeti e…. vividi, soprattutto Moh 😉
    Alla prossima!

  6. Insieme.
    Non vorrei tarpargli le ali, ma temo che Luca non ha un grande futuro nello “Stand Up”^^
    Comincio a chiedermi se non ci sia una morale da ricercare nel fatto che ormai tra tutti i tuoi personaggi quello più sensato e razionale sembra essere il fantasma di un terrorista, fanatico fondamentalista e pure imbranato (si è ucciso accidentalmente e non se ne è manco accorto).
    Alla prossima

  7. MI ha fatto morire dal ridere, stravangante assurdo, l’avevo letto inizialmento, ma tutto di seguito è meglio, non perdi il filo dei divangamenti.
    Personaggi assurdi, ma dentro il proprio profilo, come Moh, che reiterando il suo stile, ovviamente senza risultato, fa sbellicare. Scene casuali che strizzano l’occhio all’attualità, alla cinematografia e alle vicende storiche
    Volevo avvertiti l’innesco del 5 non è fatto bene, il capitolo non si è ancora autodistrutto!! 🙂
    Alla prossima!!

  8. Ah ah ah 😉
    Veramente esilarante il finale di questo episodio!! Gustoso anche il resto, ovviamente, ma il finale è una chicca 😉
    Vere citazioni da maestro…alla fine in qualche modo la Delorean ce l’hai infilata eh?!?!??
    Io voglio ovviamente sapere qualcosa della lettera prima di andare da “Tua madre”.
    Ciao, e che la Forza (o lo Sforzo?) sia con te!

  9. Capitolo “molto visivo” 🙂 nel senso che è facile immaginare di trovarsi lì dove sono i protagonisti.
    Ho due dubbi.
    Primo: dopo aver inghiottito un’intera scatoletta di farmaco anti-panico, come fa a essere così pimpante?
    Secondo (scusami, mi sarà sfuggito qualcosa): “Tua madre” si riferisce a cosa? La lettera è firmata “Tuo padre” :D.
    Voto ultima divagazione

  10. Sono in minoranza assoluta ma volevo un’ultima divagazione.
    Sei riuscito a metterci anche la fantomatica lobby ebraica che, lo sanno tutti gli illuminati complottofili del magico mondo-web, governa il mondo, il Burghy e anche la lettera ritorno al futuro mixata a “sono tuo padre”.
    Il fritto misto è quasi completo, mi aspetto anche la crema per gli ultimi tre capitoli 🙂

  11. Ciao Gray Smit,
    Mi rendo conto di aver commentato qualche tuo capitolo dopo averlo letto in ritardo ma ho realizzato che nessuno dei miei commenti è stato effettivamente pubblicato. Ora… Sebbene non sia in grado di ricordare quello che ti avevo scritto sono quasi sicuro si trattasse di una cosa tipo: “Wow”. Che vuol dire tutto e niente, ma in questo caso è più un tutto!
    Probabilmente questa è la storia più folle e assurda che abbia letto, dai personaggi alla trama, passando per le improbabili citazioni ed un umorismo che mi ha fatto morire dal ridere da solo davanti al telefono (cosa già successa questa settimana con un altro racconto, credo che la gente inizi a farsi delle cattive opinioni su di me!!! XD).
    Sperando che questo nuovo tentativo non fallisca un’altra volta, inizio a contribuire allo sviluppo della storia ed opto per andare subito al “Tua Madre” ma ci spieghi la storia della lettera!

    Buona serata, ciao! 🙂

  12. Andiamo subito al “Tua Madre”, ma ci spieghi la storia della lettera. Lì incontreremo anche Chutulu? 😉

    Questo capitolo è stato fantastico: la citazione finale mi ha fatto piegare in due dalle risate 😀

    Quindi Moh ormai ha capito di essere uno spettro ed inizia a “prendersela comoda”, eh? 😉

    Ciao 🙂

  13. Ed eccoci qua, di fronte ad un altro capitolo davvero esilarante
    Bellissimo l’incontro Svetlana/Moh a suon di urlo reciproco 😉
    Cthulu che aveva pura della pistola puntata alla testa ha stupito anche me a dire il vero….
    Nel prossimo scopriamo il potere dell’anello, no?!?
    A presto!

  14. Bé, certo, entrambi.
    “Moh si sforzò di sorridere e di nascondere la cintura esplosiva.”, è la mia frase preferita e c’è tutta l’evoluzione di Moh.
    Ma Cthuluh teme davvero una semplice pistola o recita per divertirsi? In ogni caso ti ringrazio per aver utilizzato i miei titoli di fantomatici anime classed X, pensi che possa diventare un mestiere? XD
    Ciao
    P.S. So di non essere originale ma Frankenstein Jr è uno dei miei film preferiti, mi sa che anche tra i cattivi del tuo racconto ce ne sono che hanno un cervello chiamato A.B. Normal 🙂

    • Ti ringrazio io per aver condiviso quei titoli… nel caso diventasse un mestiere però voglio una percentuale 😀
      Moh è diventato protagonista a furor di popolo, in molti lo volevano più “attivo”, e, ad essere sincero, non mi aspettavo tutto questo “amore” per il fantasma di un terrorista.

      P.s.
      Anche il salto dalla finestra deriva da un tuo commento, così almeno quel pezzo adesso è funzionale alla storia 😉

  15. Ciao Gray,
    fantastico il flash back, meglio ancora della Delorean, bravo!
    Un fuhrer che si chiama Lino Rino lo vorrei proprio vedere guarda!!
    Nel prossimo episodio si vedrà in azione la compagnia per portare alla distruzione dell’anello?!?
    Evvai Moh!!!
    Ovviamente chiama lo Slavo: il capo richiama all’ordine il sottoposto 😉

    Ps. Perdono per il ritardo, fra il mio ritardo nello scrivere e la manutenzione del sito sono indietrissimo con le letture ;-(
    Ora non riesco neanche a pubblicare, e ho già perso una settimana!!!! Qualcuno ha avuto il mio stesso problema?

  16. Non je la facio più 😆

    ————————
    «Comincio a pensare che incontrare solo atei sia una specie di condanna per i miei peccati» mormorò tra sé Mohamed.
    ————————
    😆 😆 😆 😆

    Quindi le cose sono più complicate di quello che sembra (certo che affidare la salvezza del mondo ad un fantasma aspirante suicida mezzo scemo… siamo proprio alla frutta, come si suol dire 😉 ).

    Voto Lo Slavo 😀

    Ciao 🙂

  17. Quando il telefono di Luca suona è il dispotico Slavo che chiama, questo ormai è chiaro!
    maledetti nazisti! Che il Caso ce la mandi buona!
    Da spirante suicida Moh ora si è così attaccato all'”esistenza” che anche quella di fantasma gli sembra irrinunciabile: ah, l’incoerenza umana!
    Continuo a ridere approfittando del ritardo nel processo di autodistruzione 😉

  18. Ciao Gray,
    posso sapere se Kakami Okatsu ha fatto qualche film?!? No, perché da oggi è il mio regista preferito 😀
    Mi hai fatto schiantare anche con la porno diva impacchettata che ispira visioni da cambio degli armadi e con la coniugazione di “fare a sapere”!!!!
    Sempre psichedelicamente visionario, complimenti!!
    Ti faccio continuare come vuoi (un po’ stile “tema a piacere” a scuola, che era il mio preferito) e sul flashback mi era venuto in mente la Delorean, ma Befana mi ha preceduto!!!!
    Quindi fai tu anche su quello…poi se mi viene in mente altro te lo faccio sapere …

    A presto!

  19. Ciao Gray Smith!
    Ho finito di leggere appena adesso i quattro episodi…ma dimmi la verità: dove te le sei andate a pescare??? XD
    Moh è proprio l’idiota che sembra, l’hai dipinto benissimo 😉 mentre Cthulu non so ancora come prenderlo, magari andando avanti con gli episodi capirò meglio. Ho il sospetto che le benzodiazepine costituiscano il fulcro centrale della storia…
    _____
    “Ash nazg durbatulûk, ash nazg gimbatul, ash nazg thrakatulûk, agh burzum-ishi krimpatul.” Si rammaricò di non conoscere il francese, forse quella era un’avvertenza d’uso.
    ——–
    Hahaha! Mi ha spezzato! Un classico sempre bello da scrivere 😉
    E Kakami Okatsu? Ha! Questa me la sono scritta persino io!
    Ciao, alla prossima!

  20. Non c’è tempo per avvisare nessuno: scappa!!!!
    Già l’inizio del capitolo con il battibecco Moh-Cthu è godurioso.
    Comincio a immedesimarmi in Luca: abbiamo gli stessi referenti culturali da Alf a Platone 😉 Se poi Moh è tornato dal futuro su una DeLorean…
    Mi inchino dinnanzi al delirio del tuo genio o alla genialitàd el tuod elirio, scegli tu 🙂
    A presto

    P.S. Maz il regista è il cugino “classed X” del grande maestro? Fa film tipo “Il mio vicino-stallone Totoro”, “Porco sulla scogliera”, eccetera?

    • Ahahah i titoli dei film sono fantastici!
      Ciao befana,
      forse Toshiro è solo un omonimo del grande maestro… ma non escludo parentele alla lontana 😉
      Mi sono meritato un inchino? Non esageriamo… mi imbarazzo sempre quando succede, soprattutto per strada 🙂 Poi finisce che mi viene il delirio di onnipotenza insieme a quello “geniale” 😀

  21. Sei ispirato, vedo; le citazioni si sprecano: da ALF ai tentacoli nei film giapponesi, il tutto messo in salsa da farti piegare in due dalle risate 😀

    Sono indeciso tra l’arrivo del KKK ed il flashback di Moh… scegliendo a caso, scelgo il flashback 😉

    Ciao 🙂

  22. Ciao Gray, di bene in meglio!
    Mi è piaciuto davvero anche questo episodio, ricco di trovate “geniali”, prima fra tutte l’aliena blu (ha cambiato colore?) che sta in una lampada, oppure in un anello (ti giuro sono scoppiata a ridere leggendo la famigerata ballata elfica!!!) e porta un nome da Slavia.
    Che dire? Complimenti e….ma perché Cthulhu cercava Luca?!?

  23. La terza è una domanda oltremodo legittima 😛

    Per il resto…continuo a leggere con gusto questo
    Raccontocentrofuga in cui buttare dentro tutto e vederci tutto niente o chissàcosa.
    Delirio puro. Me gusta.
    Se passi da Londra ne fumiamo una insieme 😀

  24. Perché Cthuhu lo cercava?
    Svetlana, fantastico. E la versione gore di Home sweet home, fantastico. Ma quello che preferisco è il finale con la speranza disattesa di Moh e i due che lo attraversano.
    L’anello l’avevo riconosciuto subito: ma la popò halo stesso effetto del fuoco, fa riapparire le scritte elfiche?
    Dobbiamo temere che un replicante dalle fattezze di Schwarzenegger arrivi all’inseguimento di Svetlana? 😉

    • Ciao befana,
      quanti “fantastico”, grazie!!
      Sai che non sapevo del fuoco per le scritte elfiche (come ho scritto a Maria, non sono molto esperto), altrimenti lo avrei aggiunto di sicuro il dettaglio della popò :)… in realtà pensavo mi chiedessi come fa a starci tutta la scritta 😀
      Non prometto niente, ma a qualcosa dal futuro ci avevo pensato 😉

  25. Ah ah ah
    Questo folle racconto deve essere letto il Lunedì mattina.
    Riduce il disagio postdomenicale.
    Cito, tra le altre, giusto un paio di cose divertenti: il signor Lino o Rino(?) che ostenta fieramente la sua alcolica violenza domestica, il grande impero delle macchina e l’arabo folle.
    Perché poi cthulhu cerca Luca?
    Non amo molto i ?! o i !? ma forse è dovuto a qualche mio recondito trauma infantile.

  26. Ciao Gray (spero tu non sia di quelli che sono sempre “grigi/grey” di lunedì 😀 )
    tanti elementi in questo capitolo: una scritta in grammelot (?) che vuole parere francese arabeggiante … una donna dagli occhi a mandorla che si chiama “asiaticamente” Svetlana…, 🙂 🙂
    Facciamo precipitare gli eventi…
    a presto

  27. Uffa… il mio voto con sorpresa è in minoranza e poi sono arrabbiata perchè non mi finziona più la barra spaziatrice e faccio fatica ascriveree invece volevodirti che mi piace ancora il tuo racconto chesulla “Slavia dove sta” ho riso davvero, che sei bravo… che palle adessocomefaccio senza la barra spaziatrice?
    😉

    • Ciao AmoMarta,
      Un giorno di questi mi piacerebbe visitare la Slavia, dicono tutti che è un bel posto 😀
      “mi piace ancora” grazie, siamo solo al secondo… hai tempo per ricrederti 🙂

      Spero tu abbia risolto i problemi con la barra spaziatrice, vedila positivamente, risparmi caratteri per i prossimi capitoli…

  28. Ciao Gray Smit,
    un cinese alto due metri chiamato Lo Slavo?!?!? Un capo fantastico 🙂
    E Lino/Rino?? Esilarante!
    Esilarante tutto il capitolo veramente…la storia è ancora tutta da scoprire e, per quanto mi piacerebbe far trovare al povero Luca una sorpresa nell’uovo di cacca, mi attira molto il night club “Tua madre”…perciò io andrei lì.
    Alla prossima!

  29. Trova qualcosa nel bagno, me sembra l’opzione che fa più “trama della storia” mentre le altre continuano a esplorare e illustrare la vita e il mondo di Luca.
    Ma “Lo Slavo” parla con la “elle” da barzelletta sui cinesi?
    Ancora un capitolo molto suggestivo e divertente anche se confesso che non ho capito dove Cthulu “guardi” la gara di nuoti-ricostruzione allegorica della defenestrazione dell’anarchico Pinelli, né cosa c’entri. Ma gli agenti che prendono posizione e i giudici che come da regolamento danno le spalle sono davvero un tocco di classe.
    Spero che lo paghino bene, ma non cvi credo troppo 😉

    • Ciao befana,
      Sì, Lo Slavo non solo parla ma a quanto pare scrive come i cinesi delle barzellette 🙂
      Hai ragione, la battuta è fuori contesto (avevo pensato alla scena come un intervallo) e la gara di tuffi è in televisione… o forse nelle loro teste 😀
      Comunque sono contento che qualcuno abbia colto il riferimento, e abbia apprezzato il capitolo… e no, non lo pagano bene 😉
      Grazie

  30. Ciao!
    Ahah! 😀 Incipit fantastico! Ho riso tantissimo!
    Ti seguo assolutamente. Bravo!
    “«Ha chiamato il tuo capo, devi correre al lavoro… tutta la Terra brucerà in un olocausto di estasi e libertà nell’ora della mia venuta.»
    «Mmm… grazie e… ok? Credo» rispose Luca intontito dal brusco risveglio.” Meravigliosa questa scena! Mi sono piegata in due dal ridere.
    Alla prossima!
    PS: Voto “Normale” 😉

  31. Ok. Questo è un trip purissimo. Roba non tagliata. Sarcasmo irriverenza ritmo e convivenza. Non so che ti sei fatto, ma probabilmente ci riforniamo dallo stesso spacciatore. Voglio vedere fin dove hai il coraggio di spingerti, prima che qualcuno chiami un’ambulanza e ti facciano indossare una camicia per abbracciarti da solo.
    Ovviamente seguo 😀

  32. Ciao Gray, benvenuto anche da parete mia!
    Incipit davvero divertente, adoro il surreale e Moh è già il mio beniamino: il fantasma di un terrorista che cerca di farsi esplodere col telecomando del televisore è meraviglioso!!!
    Seguo solo se mi prometti che avrà lo spazio che merita 🙂
    Anche io voto per il mobbing…in fondo tutti i capi ne fanno un po’, chi più, chi meno…
    Saluti,
    Cinzia

    • Ciao Cinzia,
      Moh un beniamino, ecco neanche questa me l’aspettavo… ma non preoccuparti, avrà il suo spazio, anzi, sarete voi a deciderlo (come mi sento interattivo quando scrivo queste cose 🙂 )
      Per adesso le opzioni sono tutte in parità, mescolarle sarà complicato…
      Grazie per il benvenuto e l’entusiasmo 😉

  33. Mi sembra naturale che il capo gli faccia mobbing.
    Uno che vive in una topaia infestata da Chtulu e dal fantasma di un terrorista scemo che non si è nemmeno accorto di essere trapassato, eppure non solo non sceglie il suicidio ma anzi conserva persino la voglia di scherzare: come trovare un eroe più eroico?
    Molto molto godibile, hai tutta la mia attenzione

    • Ciao befana profana,
      il ragionamento sul mobbing non fa una piega… però un po’ mi dispiace per Luca, vista la situazione “domestica”. La “lettura” che fai di lui mi affascina, non avevo visto tutta questa eroicità nel protagonista…
      Grazie, anche per le riflessioni, cercherò di fare buon uso della tua attenzione, merce rara di questi tempi 🙂

  34. Ciao e benvenuto in The Incipit!
    Penso sia una cosa normale per lui, anche un turno all’improvviso, perciò così ho votato.
    Sono le benzodiazepine a fargli vedere fantasmi e mostri verdi in casa? Ad ogni modo devo dire che il fantasma del terrorista che si fa saltare col telecomando ogni due per tre è fichissimo. So di non usare un modo molto tecnico per recensire il tuo incipit – cosa che invece di solito faccio – ma hai una buona dose di umorismo, scrivi in modo chiaro e ho odiato solo un paio di cose per cui direi che mi limiterò a “fichissimo” e a seguire volentieri questa tua storia.
    Le due cose che ho idato sono: la prima virgola, prima frase, quella che hai ficcato in modo assolutamente folle tra “litania” e “che”, considerando che sai usare la grammatica non l’ho sopportata; un refuso è un refuso, ma una chiazza su una buona tela mi stressa subito 😉 , la seconda cosa che ho odiato – e non ci si potrà far più nulla purtroppo – è la sinossi. Ma che ti presenti con tre citazioni??? La sinossi è fondamentale. Vabbè… ma mi piace troppo il terrorista fantasma e anche l’atteggiamento di Luca, quindi ti seguirò fino alla fine del viaggio. Bravo.

    • Ciao Amomarta,
      grazie per il caloroso benvenuto e per i complimenti… “fichissimo” lo aggiungo alla sinossi 😉
      Sono contento di non essere l’unico a trovare divertente questa “cosa”, e che la brutta virgola all’inizio non ti abbia fatto desistere… cercherò di farci attenzione, anch’io odio le macchie su una tela. (Tutto mi aspettavo, tranne che a essere folle in questo capitolo fosse la virgola nella prima frase 🙂 )
      Non ho in mente una trama ben precisa, e questo è il motivo della sinossi, mi piacerebbe farmi guidare dalle scelte dei lettori… grazie ancora.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi