La Stella del Cielo

L’arrivo

Non posso ancora crederci: sono sulla Moon Star, la nave overcraft che mi porterà nel più immenso paradiso naturale esistente, là dove io e le altre modelle sfileremo per i prossimi giorni. L’evento più importante sarà la sfilata finale, dove verrà esposta la Stella del Cielo, il più famoso e prezioso gioiello esistente. Si dice che sia una stella caduta dal cielo. Non l’ho mai visto ma tutti i giornali ne parlano. Come parlano di Diva: colei che lo indosserà durante la sfilata. Diva è assolutamente irragiungibile: poche persone sono riuscite ad avvicinarla. Siamo così distanti che se scoppiassimo, lei non si accorgerebbe nemmeno del botto… Mi chiedo se siano solo malelingue o se c’è un fondo di verità. Oh, non avrei mai creduto che quella passeggiata in riva al mare mi avrebbe aperto le porte della moda… soprattutto non credevo mi avrebbero presa per questo incredibile, indicibile evento! Sono emozionatissima! Sto saltellando!

L’organizzazione è stata chiara: devo seguire ogni loro direttiva, senza fiatare. Hanno detto che devo portare solo il vestito del viaggio e gli effetti personali che entrerebbero in una quarantottore. E così ho fatto. Nessuno qui sulla nave conosce il mio lavoro: agente operativo di sicurezza internazionale. Se sapessero l’Agenzia per cui lavoro, probabilmente qualcuno mi butterebbe a mare. Ma non sono qui per lavoro… sono in vacanza! Come? Certo che ho portato “alcuni strumenti indispensabili”: non viaggio mai senza. Ma non sono qui per lavoro… l’ho già detto? Allora credeteci!

L’unico problema che trovo sono le compagne di viaggio: mi trattano come fossi una pezza da piedi! Non mi considerano solo perché sono appena arrivata e non ho i loro modi da “puzza sotto il naso”. Beh, meglio sole che male accompagnate… che poi sola non sono: due modelle sono diverse dalle altre. Oh, eccone una: lei è la Gazza Ladra, dai capelli corvini lisci e lunghi, la pelle dorata e gli occhi a mandorla. Il suo è un nome d’arte… cioè, così era chiamata quando faceva la ladra ed adesso lo usa come nome d’arte. Ha ai polsi due bracciali. Uno di essi è un rilevatore perché lei sta ancora scontando la sua pena. Una pena alternativa, visto che fa la modella, ma parte dei suoi incassi finiscono alle vittime dei suoi furti. È sempre accompagnata da almeno due ragazze… credo siano poliziotte, in realtà. Lei è gentile con me; anche adesso mi sorride e mi saluta. Ciao! Abbiamo parlato un po’ del suo lavoro, sia prima che dopo. Tutto sommato non è male.

L’altra… eccola: capelli biondi ricci e mossi, occhi di un azzurro sconfinato, decisamente maggiorata e perenemmente nuda! Non l’ho praticamente mai vista con un vestito addosso! Senso del Pudore uguale Zero! Eppure è l’unica che mi ha elargito consigli su come mi dovrei comportare, su chi sono le persone importanti e come mi devono muovere nel paradiso in cui stiamo andando. Già perché è pieno di animale e molti sono curiosi ma tutti sono protetti. Fargli male sarebbe… sconveniente! Oh, mi saluta. Ciao!

Non sto più nella pelle!

***

Stiamo arrivando: la nave entra nello speciale porto che ci accoglierà. In prima fila ci sono la Gazza Ladra, con indosso un vestito ultra attillato, e poco dietro la Nudista con indosso una semplice vestaglia troppo piccola per lei… ma come fa? Segue tutta la truppa ed io praticamente per ultima. I miei occhi si lustrano degli enormi alberi e dei variopinti uccelli che sembrano cantare il benvenuto. Sono emozionatissima! Davvero emozionata! Troppo emozionata! Scivolo e cado! Do una sonora culata! Intorno a me un sacco di risate.

“Ma quanto è goffa”

“Ma si può essere più tonte”

“Certo che è proprio stupida”

Tra poco mollo una sberla a qualcuno!

«Ti sei fatta male?»

A parlare è stata una ragazza… oddio! Se non fosse impossibile le darei 16 anni! Capelli rossi corti spettinati, occhi verdi grandi, mi sorride mentre mi aiuta ad alzarmi.

«Tutto a posto» rispondo io.

Accanto a lei vi è un’altra ragazza: capelli neri corti ed occhi marroni coperti da un paio di occhiali. Anche lei era lì per aiutarmi.

«Ciao – dico dopo un attimo – Scusate io… non credo di avervi visto prima»

«Normale – mi risponde l’Occhialuta – Io ho viaggiato sull’elicottero dello staff di Diva»

«Lavori per Diva?!» diciamo insieme io e la Ragazzina.

«Certo! Ma preferisco… Scusatemi ma devo andare: se non mi trova, sai le sfuriate» e dicendo ciò si allontana.

«Io invece sono rimasta tutto il tempo in cabina: anche se ho 18 anni devo ancora studiare e sono indietro… terribilmente indietro»

«Ehi! Venite – ci chiama la Nudista – L’albergo è da quella parte!»

Chiamalo albergo: è l’unica costruzione imponente di tutta l’isola: interamente in pietra, dotato di una piscina interna e pieno di piante ed animali che possono entrare ed uscire a loro piacimento. Mi ricorda più un castello… ma mi dicono che le stanze sono favolose. Chissà cosa mi aspetta nei prossimi giorni.

Sono emozionatissima! Saltellando seguo la Nudista, mentre dietro di me, ridendo, mi segue la Ragazzina.

Nel prossimo episodio conosceremo meglio le nostre protagoniste. Ed inoltre...

  • Parliamo di Diva (23%)
    23
  • Parliamo della Stella del Cielo (38%)
    38
  • Uno strano incidente notturno (38%)
    38
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

183 Commenti

  1. Ciao Red,
    che vacanza movimentata per la tua protagonista !
    Bel finale, che conclude perfettamente questo fantasy dalle atmosfere degne di una spy story facendo il punto della situazione e regalandoci un lieto fine.
    Devo dire che mi dispiace dovermi separare da questo team di ragazze, e spero anch’io di poterle incontrare di nuovo.
    Corro a leggere il prossimo racconto ! 🙂

  2. Spero che il finale vi abbia soddisfatto ^_^
    Non so ancora se scriverò altre storie con loro come protagoniste. Finora non ho idee, quindi no.
    Con la prossima storia torniamo dai Mutati Maggiori per chiudere ciò che avevamo lasciato in sospeso. Se ci riesco, la pubblico stasera/stanotte, altrimenti tra una settimana.

    Ciao 🙂

  3. Ciao! 🙂
    Il particolare sulla doppia /tripla/quadrupla vita dei mutazoidi (“mutazoidi” e non “mutazioni”, caro correttore automatico…) mi ha davvero stupito, ma al contempo mi è parso molto funzionale: così sappiamo che non sono “fiocchi di neve speciali” che si divertono ad avere una doppia vita, ma è proprio la loro vita a essere doppia. Rispetto all’animorfa: pensavo che potesse essere solo o umana o scimmia, (un po’ come gli animagi in Harry Potter? 😉 ), e quindi la versione “puma” mi ha veramente sorpreso… Ma può trasformarsi solo in animali terrestri? Altrimenti basterebbe diventasse un alieno e potrebbe comunicare direttamente con la Stella.
    Ho votato che è la protagonista a prendere in mano la situazione, mentre le altre provano a passarle il disgregatore. Chissà se poi non è l’alieno stesso a salvare le protagoniste…
    A risentirci!

    • > (“mutazoidi” e non “mutazioni”, caro correttore automatico…)
      Oh, che cavolo!

      Sui Mutazoidi era proprio quello che volevo far notare ^_^

      L’animorfa è in via teorica in grado di trasformarsi in diversi animali, ma solo animali che conosce 😉
      In realtà ha un limite alle trasformazioni, specie per quelle che richiedono aumento o diminuzione della massa 😉

      Ciao 🙂

  4. Fa il suo ingresso sulla scena la Gazza Ladra! Perché mi sta simpatica e perché mi sembrerebbe strano se non avesse alcun ruolo mentre ci avviciniamo alla fine.
    Ma dove si può nascondere una pistola, con un abito da sfilata? Sotto grandi balze? Non saprei. E io che sono sempre a lamentarmi che quando metto i vestiti non ho le tasche… 😉
    E bravo per i continui ribaltamenti di situazione!

    Unica nota: “La Stella del Cielo sfoggia dal suo collo e sembra più luminosa del solito”. Credo che “sfoggiare” non possa essere usato in modo intransitivo. Una persona sfoggia qualcosa, mette in mostra / ostenta qualcosa. Ma un qualcosa non credo si sfoggi da sé. Però non sono andata a controllare.

    P.S. A me le notifiche arrivano, per fortuna.

  5. E io che non capivo perché non pubblicavi, e alla fine erano le notifiche che per un motivo misterioso non mi arrivavano… :/
    La storia è davvero bellissima, hai più personaggi ma sono tutti (tutte) caratterizzate al meglio! 🙂 Grazie per aver fatto in modo che la protagonista chiamasse le compagne ancora per soprannome, così ce l’ho fatta a non perdermi e a riconoscerle tutte…
    Bellissima l’Animorfa e la Mutazione!
    Io voto la Gazza Ladra, anche se non riesco ad immaginarmi che faccia tutto da sola: magari con l’aiuto di qualcun altro? Tipo Mi e Au?
    Ma Diva è ancora viva? O sono i famosi attimi prima di morire dove si parla ancora?
    Ciao! 😀

  6. Ho dovuto tagliare una parte di spiegazione da parte di Comodore. Praticamente lui aveva minato lo scoglio, esploso nel terzo capitolo, al fine di far affondare la nave del ritorno (ed uccidere tutti), recuperando e nascondendo la Stella del Cielo prima dell’evento e facendo finta che è andata perduta. Poi, dopo che gli animali gli hanno dato l’idea del “cappio” ha incaricato qualcuno di uccidere Diva e prendere la Stella del Cielo. Dato che in entrambi i casi, Serena gli ha mandato a monte i piani, stava pensando ad un modo per sbarazzarsi di lei, quando Virgin gli fornisce l’occasione.
    Naturalmente, se il suo piano andasse in porto, guarda caso la Stella del Cielo rifarebbe la sua comparsa dopo un tempo sufficientemente lungo (e vorrebbe reiterare il procedimento).

    Se qualcos’altro non vi è chiaro, ditemelo che ve lo spiego ^_^

    Ciao 🙂

  7. Non so perché, ma ho scelto il pitone.
    “Voto per la Ragazzina, perché una sedicenne che si sente dire “Rimani qui” vorrà dimostrare che è in grado di fare qualcosa da sola”, ho detto l’altra volta. E infatti… 😉
    Un bel capitolo, bravo! Mi è piaciuta anche l’atmosfera notturna.

  8. Non mi è entrato nel testo ma Mi ed Au dormono ora con una persona ora con un’altra. Erano da Diva quando è stata aggredita e sono corsi a dare l’allarme. Il resto si scoprirà nei prossimi episodi 😉

    In questo capitolo non mi è entrata la “spiegazione” dei Mutazoidi. Vedremo nei prossimi 🙂

    Ciao 🙂

  9. Ciao red,
    la storia è sempre più intrigante. La scena del combattimento si riesce ad immaginare bene e il nostro agente è un tipetto muscoloso se riesce ad avere la meglio su un energumeno! Per me la ragazzina è uscita dalla stanza un attimo dopo dell’agente e sarà lei ad aiutarla.

  10. Ciao red,
    la storia è sempre più intrigante. La scena del combattimento si riesce ad immaginare bene e il nostro agente è un tipetto muscoloso se riesce ad avere la meglio su un energumeno! Per me la ragazzina è uscita dalla stanza un attimo dopo dell’agente e sarà lei ad aiutarla.
    Ps Muta

    • Ci proverò… purtroppo i caratteri sono tiranni, ma vedo se riuscirò ad inserire le spiegazioni. Altrimenti te lo metterò nei commenti anche a te 😉

      La Ragazzina si farà trovare in camera perché è stata bonina bonina, nevvero? 😈 😉 😀 😛

      Ciao 🙂

  11. Voto per la Ragazzina, perché una sedicenne che si sente dire “Rimani qui” vorrà dimostrare che è in grado di fare qualcosa da sola. Sperando che sia in grado di portare davvero aiuto e non finisca troppo nei guai 🙂

    “Sembra avere la meglio, ma è una finta: Belle si fracassa un vaso in testa”. Perdonami, comicità involontaria :’D Il resto della scena di “combattimento” è molto preciso, invece; per caso pratichi qualche arte marziale?

  12. Rieccomi, Red. Ho votato per qualcosa di misterioso, mi piace il mistero.
    Certo che Diva non poteva che avere un viso a diamante 😀
    Carinissima la “rottura della quarta parete” con il ‘lo sto facendo di nuovo’ per sdrammatizzare, contestualizzare e al tempo stesso trarsi d’impaccio da una possibile pesantezza della descrizione. Comunque a me le descrizioni sembrano opportune, forse te l’ho anche già scritto, mi pare possano coerentemente far parte del carattere della protagonista. E sono anche d’accordo con la protagonista sul fatto che non sia molto opportuno legarsi al collo il gioiello più prezioso dell’universo 😀
    Ciao, ti auguro un buon weekend!

  13. Ahiahiahi, ma questa Diva sa tutto! Lei può! E la sera è arrivata, ma la nostra protagonista non ha ancora scoperto COME Diva lo sappia. E allora cosa voto? Mi unisco alla maggioranza per qualcosa di pericoloso! Nemmeno tu volevi il tranquillo, lo sappiamo 😉

    Note da correttrice di bozze per-cui-ti-chiedo-scusa-ma-non-posso-farne-a-meno:
    – “Qualcuno gli ha addestrati a rubare” (LI)
    – “In caso contrario, ne sarei molto contrariata”
    – “devi sempre guardarti le spalle: c’è sempre qualcuno pronto a farvi le scarpe ed al minimo errore sei fuori” (è tutto alla seconda singolare – devi, sei – e poi c’è farVI. Non è sbagliato in sé, ma suonava un po’ strano).

    Tocco di classe che mi ha fatto sorridere: “occhi grandi di un azzurro intenso, naso piccolo… lo sto facendo di nuovo, vero?”. Poi però l’hai ripetuto in modo esattamente uguale e allora la seconda volta mi è piaciuto meno.

    Comunque ironia e mistero sono gli ingredienti di questo racconto, che tu stai portando avanti in modo interessante! Vediamo come continua 😀

    • Grazie di avermi fatto notare gli errori. Sì, anch’io avrei voluto modificare la seconda volta che usai la frase, ma non ce l’ho fatta.

      Mi sa che farà un bel po’ l’enplain il Pericoloso (e, sì, il tranquillo l’ho messo solo perché c’era il bisogno di una terza opzione).

      Ciao 🙂

  14. Ciao red
    mi son persa un capitolo! La mia sensazione attuale è che di misterioso c’è già molto…soprattutto la rivelazione di Diva sulla identità dell’agente segreto…come faceva a saperlo? Scelgo l’ opzione qualcosa di pericoloso…chissà cosa ti inventerai?
    A presto

  15. “La direzione ci crede e fa aumentare la sorveglianza, però…”. Voto questo perché credo sia praticamente impossibile che non ci fosse nessuno ad assistere alla scena. Se stavano provando una sfilata e dei servizi, e se dici cose come “accorriamo tutti”, significa che anche altri occhi possono confermare l’accaduto. Comunque credo sia anche il momento per Diva di entrare in scena! 😀

    Animali veri? Robot? (Vedo che ho lo stesso dubbio di FueGod). Misterioso e divertente, come al solito.

  16. Mi è piaciuta di più la seconda parte, perché non sono riuscita a capire granché la prima, con quelle descrizioni dettagliate tutte d’un botto, una dopo l’altra, con gli stessi termini a ripetersi. (Per esempio: “seno a coppa di champagne perfettamente tonico, sederino a cuore capovolto”. E subito dopo ancora: “sederino a cuore capovolto, seno tondo perfettamente tonico”). E la protagonista che ha tutto luminoso (volto, occhi, sorriso). Poi scusa ma “culo tondo” è veramente brutto.
    Capisco che tutto questo sia in linea con i personaggi, donne che si studiano a vicenda, ma non sono riuscita tanto ad apprezzare il fatto che queste descrizioni siano state fatte tutte insieme: mi viene solo da confondere le varie ragazze.

    Insomma, all’inizio pensavo che non avessi riletto prima di pubblicare e mi sembrava strano e decisamente non da te. Poi la seconda parte, dal cambio di argomento in poi, è stata per me il vero capitolo: un po’ di mistero, un po’ di azione e un po’ di divertimento… Senza volti a cuore e seni sodi in giro 🙂

    Ho votato per un incontro con Diva, ma probabilmente non ho speranze di vittoria. A prestissimo!

  17. Buongiorno Red Dragon, piacere di conoscerti.
    Ho letto ambo i capitoli e sono stato attratto dalla fantasia del tuo incipit, curioso di vedere dove ci porterà 🙂
    A me, le descrizioni fisiche delle varie modelle, hanno prima confuso e poi fatto ridere 🙂 Ci ho visto un che di patologico nella mente della protagonista XD, come poi le fa notare anche la nudista!
    Opto per strano incidenti con gli animali.

    Ciao, alla prossima!

  18. Ciao Red, all’inizio mi sono un po’ persa tra sederini a cuore capovolti, visi a triangolo e occhi a mandarla, e mi sono sentita come fossi in uno spogliatoio femminile. Ma ci sono uomini in questa storia?
    Parliamo di prove generiche e primi problemi
    Alla prossima

  19. Strani incidenti con animali… e non penso al mitico pitone di Ilona Staller…
    Un capitolo peperino, descrizioni, ahm, interessanti, sembra quasi di avere davanti agli occhi le… oh, sì… dicevo, insomma… che poi il gatto… ma… di cosa parlavamo?
    😀 😀 😀
    Scherzo! Si delinea una comunità sensuale!
    Gli animali della riserva nascondono qualcosa che, immagino, scopriremo presto.

    Ciao, a presto

  20. Rieccomi, Red. Ho votato per ‘strani incidenti’.
    Gatto bianco e gatto nero, lei stessa che balza da un ramo all’altro… uhm. Un’ambientazione che un po’ mi ricorda l’isola di un certo dottore…
    Ho trovato divertente e interessante la parte iniziale di descirizione dei personaggi, la ritengo coerente con la mentalità delle protagoniste, molto attente all’esteriorità, oserei pensare.
    Ciao, buona giornata!

  21. Ciao Drago, credo che questa sia la prima volta che ti leggo e non me ne sono pentita. Considera che la fantascienza non mi attira, ma visto che mi leggi sempre ho pensato che è arrivato il momento di scoprire come scrivi e come lo fai 😉
    Devo dire che sei bravo, sintassi e fantasia da vendere, il plot è interessante e anche divertente. Mi permetto di darti un consiglio che prenderai per quello che è, il consiglio di una eterna esordiente: è stimabile il fatto che ti sia informato sulle forme anatomiche umane, ma se questa info è fine a se stessa distoglie dall’evoluzione della trama e ti ruba inutilmente le battute.
    Comunque bravo, ti seguo.

  22. Ciao Red
    Ti confesso che mi sento “geometricamente” confusa 🙂
    Mi riferisco alla descrizione delle ragazze nella prima parte.
    Scusa l’ignoranza ma com’è un corpo a pera, con le spalle larghe (tipo pera abate rovesciata)? e un corpo a rettangolo che finisce con un sedere a cuore capovolto?
    Trovo molto più scorrevole e efficace la seconda parte.
    Intanto ho votato la Diva, visto che la riproponi come opzione anche in questo episodio.
    al prossimo

    • Feci la ricerca su internet quando dovevo descrivere caratteristiche diverse dai soliti capelli ed occhi. Un corpo a pera (chiamato anche triangolo) ha la parte di sotto più grande di quella di sopra. Indipendentemente dalla forma le spalle possono essere più o meno larghe. Anche se le spalle larghe sembrano un corpo a clessidra, non allargano il petto l’intero petto ma solo la parte superiore. Purtroppo non riesco a ritrovare il disegno. Rettangolo è un corpo i cui fianchi, vita e petto sono tutti alla stessa grandezza. Anche in questo caso il sederino può essere di diverse forme dato che riguarda la forma dei glutei e non dei fianchi. Cuore capovolto significa che i glutei sono più larghi in basso che in alto.

      Ciao 🙂

    • Beh, le descrizioni mi servivano:
      – un po’ di esercizio di stile: sono tutte femmine, tutte modelle, tutte con capelli ed occhi simili… qualcosa doveva esserci a differenziarle.
      – un po’ per far vedere come di solito guarda la gente la nostra protagonista (“smetti di guardare la gente come se volessi fare un identikit!”)
      – forse, dipenderà dai voti, qualcosa di questo potrebbe essere un indizio successivo… forse.

      Ciao 🙂

  23. Ciao Red! 🙂
    Ammetto che, lette le prime righe, ho pensato: eh? E questo cosa dovrebbe essere?
    Ma andando avanti ho dovuto ricredermi: anche se riassunta in poche parole (delle modelle si preparano per una sfilata di moda) la trama sembra banale, raccogliendo i piccoli dettagli qua e là la storia lo è tutt’altro. Quindi, abbiamo un agente segreto “in vacanza”, insieme a una buffa compagnia e un oggetto prezioso… Che presto verrà rubato? Complimenti per l’idea più che originale… 😉
    Complimenti anche per le protagoniste: ognuna con il proprio carattere, già delineato. Ho l’impressione che, se si arriverà al furto, ci sarà da indovinare il colpevole tra una lista contenuta di nomi, e per questo non vedo l’ora di conoscerle meglio!
    A risentirci!

  24. Credo di essere stata l’unica, per ora, ma ho votato per la Stella del Cielo.
    In bocca al lupo per questa tua nuova storia, che seguirò con piacere 🙂 Ti chiedo però già in anticipo di perdonarmi se perderò qualche capitolo: leggo tutto, alla fine, ma a volte capita che legga due capitoli insieme.
    La storia sembra intrigante, e lo stile è leggero e divertente 🙂

  25. Il capitolo è scritto molto bene, anche se non sono ancora riuscita a inquadrare la protagonista per il resto è Ok. 😉
    Ho votato l’incidente notturno, in tutto questo parlare di moda ci vuole di azione e movimento , no? 🙂

    Ho notato un piccolo refuso, un cosa minuscola. In questa parte: “Già perché è pieno di animale e molti…”. Quell'”animale” non dovrebbe essere sotituito da “animali”?

    Per il resto è bellissimo, anche se non sono proprio una fanatica di moda (anzi, non capisco proprio le prsone a cui piace :P) credo che questo racconto potrebbe avere una piega inaspettata, qualcosa che sconvolgerà la storia. 😀
    Ciao, buona giornata!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi