I lupi di metallo

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo capitolo ci sarà una battaglia e ovviamente morirà qualcuno (perché sono una brutta persona). Chi? Flossie (67%)

La battaglia

Il giorno dopo Jake era sul campo di battaglia, una prateria dietro al castello dei Lupi d’Oro, e gridava ordini a destra e a manca. Aveva una spada in mano, ma non gli sarebbe servita a molto: era circondato da 20 dei suoi sudditi, che ricacciavano indietro i nemici, ovvero i Lupi d’Argento. Gli avversari non avevano una strategia precisa: erano dispersi per la prateria e uccidevano ogni Lupo d’Oro che gli capitava davanti. Ogni volta che un lupo veniva ferito, quello si polverizzava. In quanto a Flossie, lei se la cavava egregiamente: incoccava frecce a ripetizione, che non mancavano mai il bersaglio. Jake si girò verso un falco dagli occhi d’oro e gli spiegò dove posizionarsi. Poi tornò a girarsi verso Flossie. Stava incoccando l’ennesima freccia, quando un grosso lupo grigio le saltò addosso. Jake non sarebbe certo intervenuto, se non avesse notato un agghiacciante particolare: il lupo aveva gli occhi rossi come il sangue. Il ragazzo scavalcò con un salto la linea di lupi che lo divideva dalla battaglia e corse verso sua cugina. Mentre attraversava la prateria gli tornarono in mente le parole che Rowl gli aveva detto il giorno prima sui lupi con gli occhi rossi.

“Sono le forme più antiche di noi Lupi d’Oro e d’Argento. In pratica sono i nostri nonni. Sono straordinariamente forti e non amano essere comandati. Sono quasi tutti morti, tranne uno, che è schierato con noi.”

Flossie si dimenava, ma il lupo la teneva ferma con una zampa, mentre alzava l’altra per colpire. Jake colpì il lupo con la spada, ferendolo ad un fianco. In verità aveva mirato alla pancia, ma andava bene anche il fianco. L’animale ululò. Non si polverizzò ma il ragazzo ebbe lo stesso il tempo di prendere Flossie sulle spalle e trascinarla verso il castello, barcollando. Dei tagli profondi le attraversavano tutto il corpo e Jake sentiva il sangue inzuppargli la maglietta. Doveva asolutamente portarla al castello, così avrebbe potuto curarla. Ma andava lentissimo, e sentiva le zampe del lupo con gli occhi rossi che correvano verso di lui. Mancavano solo dieci metri al cancello del castello. Cercò di affrettare il passo, con scarsi risultati. Improvvisamente qualcosa di pesante gli balzò addosso e Jake cadde a terra. Flossie rotolò fuori portata. Il ragazzo era a pancia in su sull’erba e guardava l’animale dagli occhi rossi che lo sovrastava. Quello alzò una zampa artigliata e Jake non ebbe la forza di spostarsi. Ma riuscì a conficcare la spada nella sua pancia, prima di vedere la zampa che si abbassava sulla sua faccia.

***

Jake si svegliò in piena notte, sudato e tremante. Si guardò in torno: era nella sua camera, ad Houston. Si tastò la faccia e tirò un sospiro di sollievo: nessun taglio. Si ricordava benissimo il sogno che aveva fatto, e tutto ciò non era normale: di solito i sogni si dimenticano. E se… E se quello non fosse stato solo un sogno? Cercò a tentoni la cordicella dell’abat-jour sul comodino, la tirò, e nella camera i diffuse una luce tenue e spettrale. Jake guardò il comodino: c’erano due biglietti. Ne prese uno: sulla carta bianca c’era una scrittura ordinata. 

Ciao Jake, volevo solo dirti che sto bene. Sono “morta” e poi mi sono svegliata nella camera qui accanto. Se vuoi capire meglio, leggi l’altro biglietto. Anch’io ne ho trovato uno sul mio comodino. 

Flossie

Jake prese subito il secondo biglietto e lo aprì:

Il lupo dagli occhi rossi è morto, grazie a te. La battaglia è finita. I Lupi d’Oro hanno vinto… Ecco cosa succede a chi muore nei giochi dei lupi di metallo. Ci rivedremo, forse l’anno prossimo, forse tra due anni, ma ci rivedremo. 

Rowl

Categorie

Lascia un commento

59 Commenti

  1. Questo capitolo mi è piaciuto un sacco! ?
    Mi ha fatto sorridere quando Rowl ha “tappato” la bocca a Jake, sei brava a creare certe scene.
    Cambiando argomento…
    Sul serio?! Morire?! È stato difficilissimo scegliere! Alla fine ho scelto Flossie, è stata quella meno presente nella storia, e gli altri due sono troppo simpatici per rinchiuderli nell’Ade.
    Non vedo l’ora di sapere come finisce! ?
    Ciao, ci vediamo!

  2. Ma che cattivo, far morire qualcuno nell’ultimo capitolo! Ok, sono cattiva pure io e non ti dico chi ho scelto (comunque, mi pare di capire che al momento le scelte sono due perché le dà al 50%).
    Hai chiuso il capitolo in grande stile, con i lupi dagli occhi dorati assiepati al cancello e una decisione importante sui giochi. Per il decimo capitolo, sono sicura che farai ancora meglio. Ottimo capitolo, ben scritto con descrizioni che arriano chiare e vivide. Brava 🙂

  3. Ciao Camostilla, ma lo sai che sei davvero brava?
    Ho letto la tua storia con piacere e attenzione, e devo dire di essere stato colpito da come il tuo racconto ti entra dentro, presentandoti i fatti, i pensieri e tutte le splendide ambientazioni della storia.
    Ho votato che i lupi d’oro si mettono in viaggio, ma sinceramente adesso ci sto ripensando: è così che vorrei che la storia continuasse?
    Il tuo stile di scrittura è molto simile a quello di Rick Riordan, e se continui così tra poco lo potrai raggiungerlo in bravura!
    Se hai voglia vieni a leggere il mio racconto, mi farebbe felice!

  4. Le armi e gli addestramento di questo tipo mi hanno sempre affascinato. Mi hai ricordato lo scudo dei Falworth (film antichissimo che non credo abbia visto nessuno qui) c’era un addestramento simile. Essendo un film d’epoca niente pc. Tutti muscoli come per il tuo povero personaggio. La storia mi piace 🙂 Voto per l’arrivo di un membro dei lupi d’argento.

  5. Appena mi è arrivata la notifica, mi sono “fiondata” nel racconto e penso di essere la prima a leggere e commentare. Il capitolo mi ha ricordato le lezioni dei grandi saggi, da Mago Merlino passando per i maestri tibetani. Gli allievi devono sempre superare molte prove prima di arrivare alla consapevolezza. Interessante il lupo dai poteri soprannaturali con un nome da rubare (Rowl). Il tuo è un testo che si presterebbe molto bene a un gioco di ruolo, ti faccio i miei complimenti. Ho trovato qualche refuso, per esempio “core” invece di “corre” e qualche incertezza nella punteggiatura. A parte queste piccole cose, è un bel fantasy con descrizioni ben fatte e dialoghi credibili. Bravo.

  6. Rieccomi…
    Bello questo capitolo, mi hai fatto ridere in alcune parti, sei davvero brava. ?
    Mi sembra un ragazzino molto capace di comandare a bacchetta, e quindi voto per molto capace di comandare ma non di combattere… anche perché così sarebbe divertente vederlo mentre impara poco alla volta… (ho pensato subito all’addestramento di Mulan, la scena più divertente del film)?

  7. Strano, invitante, misterioso, non so dire altro, ci sono molti misteri che sono sorti in questo primo capitolo, questo è già un buon inizio. 🙂
    Questa storia ti rispecchia, l’ho capito da subito, conoscendoti la farai diventare una delle migliori.
    Ciao, camosilla, ci vediamo. 🙂

  8. Ottimo inizio, tipico inizio da fantasy 🙂 A proposito… ma perchè mi sembra che la cugina sia una sirena? ahahahahah niente, sto straparlando 😛

    Per quanto riguarda la votazione… parto dal presupposto che non esista il “neutro”: o sei bianco o sei nero (in questo caso oro o argento…) ma non so perchè mi immagino questo lupo come una sorta di cattivone, o comunque qualcuno con le intenzioni non proprio chiare… per questo voto neutro, perlomeno è quel che dice al protagonista…

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi