I lupi di metallo

Dove eravamo rimasti?

Chi c'è tra l'erba? Flossie (71%)

Il ritorno di Flossie

Jake raccolse un tizzone ardente dal fuoco e si avvicinò lentamente al punto in cui aveva sentito il rumore. I vestiti erano pesanti e lo limitavano nei movimenti: se nell’erba ci fosse stato un lupo sarebbe stato in netto svantaggio. Fece un altro passo, ma calpestò una foglia secca, che scricchiolò sotto il suo peso. Un missile argentato gli passò vicino alla spalla, strappandogli la maglietta, subito seguito da una serie di imprecazioni.

– Flossie?- Chiese Jake riconoscendo la voce. Una sagoma nera saltò fuori dall’erba e, con una rapida mossa, lo atterrò. Finalmente il ragazzo riuscì a vedere il suo assalitore in faccia: sua cugina gli premeva un piede sul petto, una freccia incoccata, l’arco teso.

Quando Flossie lo vide abbassò l’arma. – Jake? Sei tu? 

L’interessato si rialzò. – Certo che sono io. Ci siamo separati da qualche ora e già non mi riconosci più? Che ci fai qui, piuttosto?

Lei rimise la freccia nella faretra e si andò a sedere vicino al fuoco. Jake la seguì. – È una lunga storia. Non ci crederai mai.- Disse la ragazza. – Mi sono risvegliata in una stanza bianca, tutta vuota, tranne per tre cose: una finestra, un secchio con una sostanza grigia e un lupo. Il lupo parlava! Mi ha fatto bere la sostanza grigia, poi si è presentato: si chiamava…

– Rowl? – La interruppe Jake.

Flossie lo guardò stupita. – No, era una lupa, si chiamava Light. 

Jake non poté fare a meno di ridere. – Light? Come la Coca-Cola?

Anche Flossie sorrise. – No, scemo. Comunque Light mi ha spiegato dei due partiti: i Lupi d’Oro e i Lupi d’Argento, e io faccio parte di questi ultimi, ma tu sembri sapere già tutto. Poi mi ha detto di buttarmi dalla finestra.- 

– Mi è successa esattamente la stessa cosa. Poi sei precipitata qui da qualche parte e hai scoperto di avere i… poteri, giusto?- 

– Giusto. – Convenne la ragazza.

– Tu sai perché li abbiamo?- Flossie non rispose. Il ragazzo ripeté la domanda. Niente. Jake aveva capito cosa stava succedendo: sua cugina lo faceva spesso. Stava pensando, e quando Flossie pensava si chiudeva in sé stessa, come in un guscio. Non c’era verso di farla uscire. Jake fissò le fiamme che crepitavano bruciando il legno. L’aria della notte lo faceva rabbrividire e i vestiti fradici accentuavano la sensazione. 

– Credo che sia un potere dei Capitani, come mi ha chiamato Light.- Disse infine Flossie. 

– Anche Rowl mi ha chiamato chiamato così.- Ricordò Jake. Ci fu un attimo di silenzio. Era chiaro a cosa stavano pensando entrambi: ai due lupi, che li avevano aiutati a comprendere quel mondo sconosciuto. Rowl non aveva trattato Jake come un re, però nemmeno come un completo idiota.

– Rowl è stato gentile con te?- Chiese Flossie d’un tratto. 

Jake esitò un attimo. – Sì.

Ci fu una specie di risata rauca. Flossie, velocissima, incoccò una freccia. Il ragazzo invece non aveva niente con cui difendersi, quindi disse:- Voglio una spada. – Non apparve nulla.

– Le armi non si possono evocare.- Spiegò una voce maschile. Jake si girò di scatto, ma non vide niente.

– Fatti vedere!- Gridò il Capitano dei Lupi d’Oro. Con un balzo, Rowl spuntò dall’erba. 

– Non mi hai riconosciuto. – Lo rimproverò il lupo. Un’altra sagoma uscì dall’erba: era un’altro lupo bianco. Flossie la guardò con tanto d’occhi. – Light?- Domandò. – Da quanto ci spiate?

La lupa rise. – Siamo scesi sulla terra con voi, quindi circa… tre ore.

Jake rimase a bocca aperta: fino a quel momento si era ritenuto abbastanza sveglio da scovare un lupo da 47 chili nascosto nell’erba. Questo abbassava parecchio la sua autostima. 

– Come avete fatto?- Chiese Flossie. – Non potete essere sopravvissuti ad una caduta del genere, non senza una qualche magia.

Light si era seduta e guardava Flossie dritta negli occhi. – Non siete gli unici ad avere dei poteri sapete? Non sottovalutateci.

Rowl annuì. – Possiamo fare cose straordinarie.

Jake alzò un sopracciglio, scettico. – Per esempio? Fare pipì alzando la zampa ai piedi delle fontanelle?

Lo sguardo di Light si fece più duro. – Ragazzino, non essere insolente. Ti ricordo che abbiamo i denti più affilati dei tuoi.

Il ragazzo alzò le mani in segno di resa. -Okay, okay, non te la prendere. Allora fateci vedere queste cose straordinarie.

Rowl sorrise. Avete mai visto un lupo sorridere? È parecchio inquietante. I due lupi cominciarono a risplendere, uno di una luce argentea, l’altro di una luce dorata. 

Che poteri hanno i due lupi?

  • Sono telepatici (13%)
    13
  • Possono obbligare qualcuno a fare qualcosa, anche contro la sua volontà. (25%)
    25
  • Possono trasformarsi in tutto ciò che vogliono. (63%)
    63
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

59 Commenti

  1. Questo capitolo mi è piaciuto un sacco! ?
    Mi ha fatto sorridere quando Rowl ha “tappato” la bocca a Jake, sei brava a creare certe scene.
    Cambiando argomento…
    Sul serio?! Morire?! È stato difficilissimo scegliere! Alla fine ho scelto Flossie, è stata quella meno presente nella storia, e gli altri due sono troppo simpatici per rinchiuderli nell’Ade.
    Non vedo l’ora di sapere come finisce! ?
    Ciao, ci vediamo!

  2. Ma che cattivo, far morire qualcuno nell’ultimo capitolo! Ok, sono cattiva pure io e non ti dico chi ho scelto (comunque, mi pare di capire che al momento le scelte sono due perché le dà al 50%).
    Hai chiuso il capitolo in grande stile, con i lupi dagli occhi dorati assiepati al cancello e una decisione importante sui giochi. Per il decimo capitolo, sono sicura che farai ancora meglio. Ottimo capitolo, ben scritto con descrizioni che arriano chiare e vivide. Brava 🙂

  3. Ciao Camostilla, ma lo sai che sei davvero brava?
    Ho letto la tua storia con piacere e attenzione, e devo dire di essere stato colpito da come il tuo racconto ti entra dentro, presentandoti i fatti, i pensieri e tutte le splendide ambientazioni della storia.
    Ho votato che i lupi d’oro si mettono in viaggio, ma sinceramente adesso ci sto ripensando: è così che vorrei che la storia continuasse?
    Il tuo stile di scrittura è molto simile a quello di Rick Riordan, e se continui così tra poco lo potrai raggiungerlo in bravura!
    Se hai voglia vieni a leggere il mio racconto, mi farebbe felice!

  4. Le armi e gli addestramento di questo tipo mi hanno sempre affascinato. Mi hai ricordato lo scudo dei Falworth (film antichissimo che non credo abbia visto nessuno qui) c’era un addestramento simile. Essendo un film d’epoca niente pc. Tutti muscoli come per il tuo povero personaggio. La storia mi piace 🙂 Voto per l’arrivo di un membro dei lupi d’argento.

  5. Appena mi è arrivata la notifica, mi sono “fiondata” nel racconto e penso di essere la prima a leggere e commentare. Il capitolo mi ha ricordato le lezioni dei grandi saggi, da Mago Merlino passando per i maestri tibetani. Gli allievi devono sempre superare molte prove prima di arrivare alla consapevolezza. Interessante il lupo dai poteri soprannaturali con un nome da rubare (Rowl). Il tuo è un testo che si presterebbe molto bene a un gioco di ruolo, ti faccio i miei complimenti. Ho trovato qualche refuso, per esempio “core” invece di “corre” e qualche incertezza nella punteggiatura. A parte queste piccole cose, è un bel fantasy con descrizioni ben fatte e dialoghi credibili. Bravo.

  6. Rieccomi…
    Bello questo capitolo, mi hai fatto ridere in alcune parti, sei davvero brava. ?
    Mi sembra un ragazzino molto capace di comandare a bacchetta, e quindi voto per molto capace di comandare ma non di combattere… anche perché così sarebbe divertente vederlo mentre impara poco alla volta… (ho pensato subito all’addestramento di Mulan, la scena più divertente del film)?

  7. Strano, invitante, misterioso, non so dire altro, ci sono molti misteri che sono sorti in questo primo capitolo, questo è già un buon inizio. 🙂
    Questa storia ti rispecchia, l’ho capito da subito, conoscendoti la farai diventare una delle migliori.
    Ciao, camosilla, ci vediamo. 🙂

  8. Ottimo inizio, tipico inizio da fantasy 🙂 A proposito… ma perchè mi sembra che la cugina sia una sirena? ahahahahah niente, sto straparlando 😛

    Per quanto riguarda la votazione… parto dal presupposto che non esista il “neutro”: o sei bianco o sei nero (in questo caso oro o argento…) ma non so perchè mi immagino questo lupo come una sorta di cattivone, o comunque qualcuno con le intenzioni non proprio chiare… per questo voto neutro, perlomeno è quel che dice al protagonista…

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi