La fine di tutto

Dove eravamo rimasti?

lo scontro con il guardiano non verrà raccontato, bensì si parlerà del primo incontro tra Oge e Eci (100%)

Passato... Presente... Futuro

Mentre Eci dava supporto al suo amato si ritrovò a riflettere su quanto era cambiato lo stile di combattimento di Oge dopo che l’aveva conosciuta. All’inizio lui utilizzava solamente le catene per combattere e con la poca energia che aveva allora era già tanto se riusciva a plasmare un pugnale. Però non gli serviva in realtà tanto erano potenti quelle catene che ti afferravano e mentre ti prosciugavano le forze ti trascinavano a lui…

***

La cacciatrice di taglie Eci si aggirava per la città con l’intento di reclamare la taglia di un assassino detto Oge l’oscuro. Oltre all’elevata taglia, la ragazza era stata attirata dal fatto che non bisognava catturarlo vivo, era tassativo ucciderlo. Così dopo dieci giorni era riuscita a localizzare la posizione di questo criminale dopo averlo localizzato durante il giorno lo seguì fino a quando il sole calò. In fondo le sue tecniche d’acqua erano al suo apice proprio quando la luna era alta in cielo e quel giorno era anche piena.

Appena la lune arrivò nel punto più alto la Eci attaccò. Veloce come e precisa come l’acqua invocò la sua magia e creò molteplici spade ghiacciate che scagliò contro l’avversario, il quale non schivò. Ogni colpo lo trafisse e lo scaglio all’indietro fino a che non si ritrovò appeso ad un muro e crivellato di colpi. Solo allora Eci scese a terra. Per sicurezza scagliò molte altre lame fino a che non esaurì il ghiaccio. 

«É questo il massimo che sai fare? Non sei la prima che vuole distruggermi e non sarai di certo l’ultima.» Eci sentì una voce provenire dal corpo di Oge, il quale grazie al suo dono dell’immortalità non aveva ancora lasciato quel mondo, ma invece si preparava ad un crudele contrattacco. 

«Catene portatemela qua» dal terreno apparvero moltissime catene d’ombra che alla velocità della luce circondarono la ragazza e la legarono. Nel momento in cui questo avvenne però Eci venne invasa dalle emozioni di Oge… In quei lunghissimi minuti capì chi lui era in ogni sua sfaccettatura e mentre le catene di quel ragazzo la trascinava a sé capì di esserne in qualche modo innamorata… Ora doveva solo riuscire a sopravvivere

***

  • il nostro campione è stato eliminato come da programma. Ora i due si stanno avviando verso questa sala, cosa vuole fare?

La figura non si mosse neanche ad osservare il suo servitore, ma continuando ad accarezzare l’elmo disse. «Nosirp fa quello che devi fare, saprò da me quando hai concluso il lavoro. »

Dicendo questo La figura sul trono si alzò e sempre tenendo l’elmo tra le mani diede le spalle al suo servitore e se ne andò. 

Nosirp la guardò andarsene con il suo lunghissimo vestito nero e sospirò. Aveva fatto una promessa, l’avrebbe mantenuta. Si alzò e si sedette sul trono, con la sua enorme lama conficcata nel terreno davanti a lui. 

***

«Eci, fermati!»

urlò Oge. Erano arrivati davanti a quel portone senza trovare traccia del ghiaccio nero. Quel castello però nascondeva qualcosa. Oge grazie alla vista lo percepiva. Tutto qui era sinistro e quel portone nero lo era anche di più. Ogni fibra del suo corpo gli intimava di andarsene. 

«Amore mio, siamo a pochi passi dall’obiettivo. Dobbiamo farlo.Fallo per me… » disse lei correndo ad abbracciarlo. Il ragazzo percepì il calore del corpo di lei attraverso i vestiti. Lei era la sua luce, doveva e voleva farsi guidare. Qualsiasi cosa ci fosse stata dall’altra parte l’avrebbero affrontata assieme e avrebbero vinto… Questo era il suo amore…

***

«Padrone, i pezzi sono tutti al loro posto, in poco tempo dovremmo riuscire ad entrare». 

«Eerf stai zitta. Non ti ho interpellata.» una imponente figura con un armatura cristallina e una corona di ghiaccio in testa con al suo fianco una figura femminile stava in cima alla vallata ad osservare il castello. Quello che stava per accadere doveva essere fermato. C’era in ballo troppo per fermarsi proprio ora. «Eerf andiamo» dicendo questo si mosse verso il castello mentre dalla sua schiena fece capolino un ala scheletrica….

Quale sarà la parola chiave del prossimo capitolo?

  • Morte (0%)
    0
  • Tradimento (0%)
    0
  • Fine (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

9 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi