L’Altro Fratello

Dove eravamo rimasti?

Marco era già a letto e... Era crollato come un bambino a causa della battuta di pesca del mattino precedente (100%)

Calma come un monaco del Tibet

Marco era già a letto ed era evidentemente crollato nell’aspettarmi.
Lo guardai: il suo bel viso regolare era rilassato e la sua espressione serena, decisi di non svegliarlo.
Mi misi dalla mia parte di letto e non potei fare a meno di sentirmi frustrata: ci tenevo a stare con lui quella sera.
Con mille pensieri in testa, soffocando la voglia di uscire dalla camera con una scusa banale, finalmente mi addormentai.

Venni svegliata da una scia di baci sul collo e le mani di Marco che vagavano sotto al mio babydoll.
Mi voltai verso di lui, aveva in faccia un sorriso eccitato, lo baciai ancora assonnata e mi strusciai sulla sua evidente erezione,
“Vuoi davvero dirmi che ieri sera mi sono perso tutto questo?”,
sorrisi maliziosa e mi avvicinai ancora di più,
“Che dici, ti va di recuperare?”.
La sua bocca coprì di nuovo la mia e le sue mani trovarono la mia eccitazione togliendomi il respiro, facemmo finalmente l’amore, e mentre mi stendevo su di lui esausta e sudata, mi sentii bene e spazzai via in un lampo le tentazioni della sera prima.

Arrivammo in spiaggia più tardi del previsto, Marco andò a fare colazione al bar di fronte, io invece mi tuffai, impaziente di fare il primo bagno in mare della stagione.
Vidi Lorenzo, poco lontano da dove mi ero tuffata e in poche, rapide bracciate mi raggiunse e gli sorrisi,
“Buongiorno”
“Buongiorno a te, sicura che quel bikini sia legale?”
Guardai il mio costume, era azzurro e semplice, mi piaceva la forma che dava al mio seno e non mi sembrava particolarmente provocante. Glielo feci notare.
“Si, su un’altra sarebbe un semplice bikini, hai ragione. Ma tu dovresti essere consapevole di avere un fisico già vistoso di suo. Tu, con quello addosso, faresti perdere la ragione anche ad un santo Bimba”
Mi diede fastidio. Mi diede davvero molto fastidio. Sebbene fosse irrazionale provai un moto di rabbia nei suoi confronti, gli voltai le spalle e mi avviai a passo deciso verso l’ombrellone.

Marco era coinvolto in una conversazione col ragazzo del bar e Lorenzo mi seguì, lo guardai arrabbiata e decisi di prendere di petto la situazione:
“Ma che problemi hai? Mi hai messo in imbarazzo anche ieri sera, durante la cena ti avevo giudicato come una persona gentile e piacevole ma a questo punto non so davvero cosa pensare”
Mi spiazzò con una risata pieni polmoni.
“Bimba scusami, dico davvero, ma è più forte di me! Non riesco a resistere a quel faccino imbronciato, anzi in realtà non riesco a resistere ad un sacco di cose che riguardano te, ma non te le elencherò, altrimenti rischierei di metterti di nuovo in imbarazzo, no?”
Non ci stavo credendo.
Chi era questo idiota?
Mi stesi sull’asciugamano e mi misi le cuffie nelle orecchie tagliando fuori il resto del mondo, con la speranza di riuscire a ritrovare un briciolo di calma grazie all’ultimo album di Ed Sheeran.

Il fine settimana proseguì senza ulteriori intoppi, solo qualche occhiata di tanto in tanto e indifferenza reciproca la maggior parte del tempo.

La domenica sera entrambi i fratelli ripartirono, contrariamente a quanto pensassi non ero turbata dalla partenza di Marco, gli ultimi giorni avevano creato dentro di me abbastanza caos, avevo bisogno di riprendermi da quello scontro verbale e mentale con Lorenzo. 

La settimana di solitudine passò liscia come l’olio, le mie occupazioni principali furono abbronzarmi e mangiare (beate ferie!), io e Marco ci sentimmo tutti i giorni e un paio di sere finimmo a fare sexting piuttosto spinto: ora mi mancava davvero! 

Il venerdì mi fece una sorpresa arrivando diverse ore prima del previsto e venendo a prendermi in spiaggia, 

“Sei abbronzatissima Piccola! Mi sei mancata un sacco!”

“Anche tu mi sei mancato! Ma qui c’è troppa gente e io non voglio dividerti con nessuno adesso”

Arrivammo a casa velocemente e il tragitto fino alla camera lo percorse Marco per tutti e due, portandomi in braccio preso dalla smania di toccarmi.

Lo feci sdraiare sul letto e decisi di fargli sentire tutta la nostalgia che avevo provato nei suoi confronti a modo mio, presi in mano la sua erezione e me la feci sparire tra le labbra. Lo succhiai avidamente, appagata dai suoi gemiti e per completare l’opera lo cavalcai portando entrambi all’orgasmo.

Quella sera, dopo la doccia, andammo a cena fuori e Marco ordinò per entrambi, come faceva la maggior parte delle volte. Difficilmente sbagliava.

“Tesoro, mi sono scordato di chiedertelo, se Lorenzo ci raggiungesse anche questo fine settimana sarebbe un problema per te?”

“No no, tranquillo, va bene” 

Non so come riuscii a rimanere impassibile mentre dentro di me tornavano tutti i flash del weekend precedente: perchè aveva deciso di tornare?

La mattina dopo Marco si svegliò molto presto per andare a pesca, io invece scesi in spiaggia prendendomela comoda.

Lorenzo parcheggiò davanti ad un passo carrabile senza curarsene minimamente e, già in costume e infradito, venne diretto all’ombrellone. Proprio quando pensavo che non si sarebbe nemmeno degnato di salutarmi si abbassò e mi baciò la guancia, strappandomi un sorriso.

Come si dimostrerà Lorenzo con Lara?

  • Continuerà a provocarla (76%)
    76
  • Non tornerà sugli stessi argomenti e si dimostrerà cambiato, dando a Lara una visione tutta nuova di lui (10%)
    10
  • Si scuserà per il comportamento della settimana precedente (14%)
    14
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

64 Commenti

  • …credo che Lara dovrebbe fare un salto di qualità nella storia, potrebbe cominciare a sognare, progettare e provocare
    e poi chi può dire che i due fratelli non fossero d’accordo?
    Lara li stupirà e si prenderà quel che vorrà dai due furboni
    🙂

    • Ciao! Beh, scusa per la risposta appena appena in ritardo (più di un anno, accipicchia!) ma mi ero un po’ persa.
      La storia avrà un seguito e quindi un termine, ovviamente la tua opzione è interessante e ci farò un pensiero!
      Ringrazio chi mi ha letta fino ad ora e chi continuerà a farlo nonostante il tempo trascorso!

      Besitos

      Vale

  • Ciao ValeC,
    sono arrivata alla tua storia attirata dalla tua presentazione personale: corrisponde un po a quello che è successo a me ultimamente e mi ha colpito!
    Fino a qualche tempo fa non avevo letto mai niente di Eros, ma devo dire che invece trovo molto interessante esplorare la parte più sensuale
    dell’amore. Il tuo racconto mi piace perché sono
    inttecciati a doppio filo i due elemento, e c’è l’elemento tentatore a scombinare gli equilibri. Io dico che il ragazzo chiede scusa: diamogli una possibilità, anche se ha fatto parecchio l’idiota finora 🙂 Buon fine settimana!

    • Ciao Artelisa,
      Sono contenta che ti stia piacendo!
      Non ho ancora avuto il piacere di leggerti ma mi rifarò al più presto.
      Mi piace l’opzione che hai scelto, in effetti anch’io avevo pensato a quella, come alternativa vincente.
      Vorrà dire che dovrò spremermi per trovare un buono spunto anche con le altre 🙂
      Buon weekend anche te!

  • Ciao Vale,
    sono stata indecisa sulla scelta, poi ho letto il commento di Laney e sono d’accordo sul lupo e sul pelo 😉
    Uno che si è dimostrato così sfacciato fin da subito con la ragazza del fratello difficilmente farà dietro front all’improvviso.
    Di questo capitolo ho apprezzato l’esplorazione emozionale di Lara, che non si lascia sedurre dal fisico del fratello ma lo giudica per quel che è (leggermente str…?!?!?)…anche se immagino che la cosa non finirà qui…
    Aspetto incuriosita ulteriori evoluzioni 😉

    • Ciao Cinzia,
      Beh direi che siete stati tutti attratti dal gioco della provocazione che Lorenzo ha intavolato dallo scorso capitolo, ammetto di essere rimasta leggermente sorpresa perchè comunque spesso si tende a cercare anche il “buono” nelle persone, e pensavo che avrebbe attirato un po’ di più 🙂 ma è stata una sorpresa piacevole perchè mi spronerà a mettere ancora più in moto la fantasia.
      Ovviamente che Lorenzo è un po’ str*** lo puoi gridare! 😉
      A presto!

  • Ottimo capitolo. Per certi versi il tuo racconto mi ricorda un libro che mi hanno regalato mesi fa dal titolo “Ti sento”, di Irene Cao. Credo si tratti di una trilogia, comunque io ho solo quello. C’è una normale routine con il fidanzato ufficiale e questo tizio intrigante e un po’ prepotente che la desidera. Un bel gioco che si conclude come doveva concludersi. Anche questo mi pare abbia le stesse premesse, è scritto bene, con il giusto ritmo e vedo che non ti sei sottratta alle scene hot. Seguo con interesse l’evolversi del rapporto di Lorenzo e Lara. Naturalmente ho votato per provocazioni ad oltranza 🙂 A presto.

    • Ciao Hannock,
      Grazie per voto e commento, non ho avuto il piacere di leggere questo libro ma conosco la Cao e mi piace molto il suo stile di scrittura quindi esserle paragonata (seppur lontanamente o vagamente!) è solo un piacere!
      Dovrò mettere in moto la fantasia doppiamente perchè ammetto di aver pensato che avrebbe vinto la “redenzione” di Lorenzo, ma mi piace mettermi alla prova! 😉
      A presto, che sia con Lara o con Bastiano 🙂

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi