IL MONDO DEGLI SPERDUTI

Dove eravamo rimasti?

cosa farà Vittoria? Vittoria si nasconde e cerca di valutare la situazione (83%)

L’AMICIZIA É MAGICA

Vittoria, non sapendo più cosa fare, scappò terrorizzata. Mentre correva vide un tronco cavo e pensò che fosse perfetto per nascondersi. Corse così veloce che quando arrivò non aveva quasi più il fiato . Così si nascose al suo interno e, ansimando, pensò: “Cosa posso fare? Vivrò tutta sola qui per sempre o farò amicizia con i bambini?”. Vittoria pensò di spiarli per capire se si poteva fidare di loro. Arrivò alla casetta e trovò una finestra aperta da cui si vedeva benissimo l’interno. Vittoria si accosto al bordo della finestra e sbirciò dentro la casetta. I bambini erano due maschi e cinque femmine. C’erano i due maschi che stavano giocando a calcio e due bambine piccole che gattonavano per tutta la stanza mentre la altre tre le rincorrevano. Vittoria pensò: “Ma se giocano tutti insieme non devono per forza essere cattivi”. Una delle tre bambine andò a sbattere contro un bambino che giocava a calcio e subito i due si misero a litigare. Poi arrivò una bimba che a Vittoria sembrava la più grande e gli disse: “Tra bambini e normale litigare ma adesso fate la pace”.

Vittoria si rassegnò. L’unica cosa che poteva fare era presentarsi. Raccolse tutto il coraggio che aveva dentro di sé e si recò di nuovo in quella casetta sconosciuta. Appena rientrò, rivide subito i bambini che si erano rimessi a giocare. Allora Vittoria inizio a balbettare e, senza sapere cosa dire, si mise a piangere disperata. Una dei bambini si avvicinò e le disse:” Non piangere, non ti faremo del male”. Vittoria, sentendo quelle parole, smise di piangere e, timidamente, si presentò. Allora anche i bambini si presentarono uno a uno. La più grande era Matilde: alta e snella, aveva dieci anni ed era lei che si prendeva cura di tutti. Poi c’era Vanessa, anche lei alta, robusta e anche molto simpatica, che aveva nove anni. Sergio, con la pelle scura e un po’ testone, aveva sei anni, mentre Giorgio, di cinque anni, amava i giochi con la palla. Poi c’era Valentina, che amava molto gli animali, di quattro anni. Le due piccoline erano Greta e Cecilia, che amavano dire le parole a caso: Cecilia aveva due anni, mentre Greta ne aveva uno. I bambini invitarono Vittoria a giocare con loro e, mentre giocavano a palla bomba, Vittoria chiese a Matilde: ”Ma voi come siete arrivati qui?”. Matilde inizio a narrare la loro storia. ”Siamo arrivati qui attraversando una porta magica che si è aperta nell’ascensore del palazzo Holl Street.” È la stessa cosa che è successa a me”, disse Vittoria. A un certo punto, la terra inizio a tremare e tutti iniziarono a spaventarsi perché in lontananza videro dei draghi che stavano attaccando la Laguna delle Sirene. Matilde disse: ”Tutti alla Magic’s Room!!”. ”Cos’è la Magic’s Room?“ urlò Vittoria impaurita. “Lo vedrai”, risposero Sergio e Giorgio in coro. Allora rientrarono in casa. Vittoria non ci aveva fatto caso, ma nel mezzo della stanza c’era una un grande tronco d’albero in cui sembrava essere scavata una porticina. Matilde schiaccio un punto dell’albero e la porta si aprì…

Che cosa succede dentro la Magic’s Room?

  • Prendono le armi che ci sono nella Magic’s Room e vanno a sfidare i draghi (50%)
    50
  • I bambini si nascondono dai draghi e intanto si raccontano cosa è accaduto loro (50%)
    50
  • I bambini restano chiusi lì per qualche settimana (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

27 Commenti

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi