La spada e il simbolo sacro

Dove eravamo rimasti?

Quali terrificanti creature dovrà affrontare il gruppo? Ogre (75%)

Il combattimento

Harley

I freddi venti della notte facevano vibrare la tenda mentre cercavo di addormentarmi, quando sentii Mangnus e Aurora chiamare aiuto.Un po’ sbigottita mi tirai in piedi mentre Lila e Sheila facevano lo stesso. Non avendo tempo afferrai soltanto Fiamma,il mio spadone, e corsi fuori:

-Sheila, stai dentro la tenda, non uscire!-

Alla mia destra uscirono dalla loro tenda anche Chara e Kain, mentre percepii dietro di me Lila che mi stava seguendo. Lo situazione non era delle migliori: Aurora stava soccombendo sotto i colpi di due ogre, creature grosse e flaccide, dalla pelle verdastra e vestiti con scarni vestiti di pelle poco lavorata . Altri due stavano facendo rintoccare lo scudo torre di Magnus sotto i loro colpi, e un altra coppia veniva dritta verso ma e Lila.Spadone in pugno vidi Kain correre verso Aurora:

-Lila,soccorri Aurora questi due sono miei!-

Detto questo feci in modo che oltrepassare in modo sicuro entrambi gli ogre e poi mi lasciai andare all’ira.Quando la furia mi pervade non distinguo chiaramente quello che faccio ma sento la forza scorrere dentro di me. I miei occhi diventano completamente bianchi mentre i miei sensi si acutiscono.L’ogre più vicino a me cercò di colpirmi con il suo randello ma mi mancò.Sfruttando la sua perdita di equilibrio affondai la mia spada nella sua spalla ,da cui fiotti di sangue iniziarono a zampillare.Quando sono in ira l’odore del sangue dei miei nemici mi inebria rendendomi ancora più bramosa di averne altro.Il secondo ogre fu più preciso del suo compagno e mi colpii facendomi perdere la presa salda sul terreno coperto di brina e costringendomi a dover appoggiare lo spadone a terra per sorreggermi.Il mio fianco pulsava per il dolore ma prima che potesse infliggermi un altro colpo tirai su Fiamma sventrandolo dal basso verso l’alto.A questo punto senti un energia benevola risalire il mio corpo dal terreno: un dolce tepore che ti riempie di speranza, è questo che si prova ad essere curati con un incanalare energia.Lila ha questo potere: era riuscita a curarci tutti in contemporanea. Mi calmai e vedi che Kain era riuscito a sconfiggere a sua volta gli ogre si Aurora e che Lila l’aveva curata.Chara supportava Magnus mentre cercava di abbattere l’ultimo ogre rimasto. Corsi verso di loro per aiutarli ma prima di arrivare corpo a corpo il ladro lo finì con un attacco ai finchi.In quel momento Geralt uscì dalla tenda completamente coperto di sangue:

-Grazie per avermi aiutato!Mi sono dovuto occupare da solo dell’ogre dentro la tenda!-

Io e Kain ci scambiammo uno sguardo di intesa e poi guardammo contemporaneamente le carcasse lasciate sui nostri rispettivi cammini.Lila urlò:

-Harley!Non vedo più la sagoma di Sheila nella tenda!-

Mi voltai di scatto e corsi a controllare.Scostai la stoffa che faceva da porta e vidi che Sheila non c’era più.Non ebbi neanche il tempo per realizzare la cosa che sentì Chara urlare:

-Ragazzi guardate un gigante !-

Effettivamente in lontananza si distingueva una sagoma enorme.Il vento si era alzato e la neve iniziava a cadere sempre più fitta. Chara impugnò la sua balestra e sotto gli occhi increduli di tutto il gruppo sparò al gigante.Un enorme sfortuna si avventò su di noi perchè il quadrello andò a segno.

Il gigante stava venendo verso di noi !

  • Cazzo! Chara di merda – disse Geralt

  • Sei un idiota, imbecille di un elfo !- rincarai io.

In pochi secondi il gigante sarebbe giunto da noi, non c’era il tempo ne di nascondersi ne di fuggire.

Vidi Geralt bere una pozione e scomparire sotto il mio sguardo. Poco dopo Chara lo imitò e scomparì a sua volta.

Rimasti soli io, Lila , Kain, Magnus e un Aurora ancora mal concia, fummo costretti a far fronte al gigante :

-Vi stavo proprio cercando, siete stati carini a farvi trovare subito!- Sghignazzò.

– Devo farlo io ,facendovi anche molto male, oppure fate i bravi e vi legate da soli?-

Io pensai che la cosa migliore fosse assecondarlo e chiesi a Lila di legarmi:

-Harley non voglio legarti!-disse lei.

-Devi farlo!- risposi ammiccando ai fidati pugnali nascosi nei miei stivali.

-Fate quello che dice la vostra leader che e meglio!- esclamò il gigante. Senti in lontananza Geralt che metteva la mano davanti al bocca di Chara.Forse me lo sono immaginato, ma sono sicura sia andata davvero così. Tutti noi acconsentimmo a farci legare tranne Magnus:

-Perchè dovrei piegarmi a te Gigante ?- disse fiducioso.

Con un movimento veloce della mano il gigante schiaccio Magnus contro la parete rocciosa.Pensammo di averlo perso,ma quando il bestione ritrasse la mano, vedemmo che per sua enorme fortuna era ancora tutto intero, ma sull’orlo dello svenimento.L’enorme creatura ci prese con le sue grosse mani e ci mise in quello che pensai essere una sacca.Le ultime parole che sentimmo furono:

  • Tu invece cammini, ciccione!-

Nel prossimo capitolo saremo quasi tutti imprigionati dentro delle celle, ma in qualche modo riusciremo ad evadere.Come?

  • Un aiuto estreno ci farà evadere (0%)
    0
  • Chara e Geralt, essendo ancora liberi , corrono a salvarci. (60%)
    60
  • Harley usando i pugnali nascosi riuscirà ad aprire la porta della sua cella. (40%)
    40
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

22 Commenti

  1. Nove mesi… un parto… non mi ricordo un cavolo!

    Il capitolo presenta diversi problemi: un cambio di punto di vista senza motivo (prima Harley parla di sé in prima persona e poi in terza), diversi errori nelle frasi (Che sia farò della mia vita ?) e saltano frasi qua e là. Magari una rilettura la prossima volta giova 😉

    Per quanto riguarda Lila, purtroppo anche di lei mi ricordo poco, voto la sua conversione 🙂

    Ciao 🙂
    PS: riassuntino?

    • Ciao! Ecco il “riassuntino”
      Harley, barbara di nobili origini, insieme al suo gruppo, formato da Chara, ladro pieno di sè, Geralt, ranger scorbutico, Kain, guerriero ubriacone e Magnus, scudo umano, sono stati ingaggiati da un contadino per salvare le sue tre figlie rapite da un mago malvagio per scopi ignoti. La nostra storia inizia quando il gruppo ritorna dal contadino per riportargli due delle sue tre figlie. Lì incontrano Lila, una chierica di Sarenrae, che chiede di unirsi a loro. Il nuovo gruppo fortamtosi continua la ricerca dell’ultima figlia seguendo gli indizi che portavano al monastero del freddo. Si uniscono anche le due sorelle appena ritrovate. Durante un accampamento, grazie ad un dardo lanciato da Chara, il gruppo viene scoperto e rapito da un gigante che era sulle loro tracce. Chiuse nelle celle, Harley e Lila vengono liberate da Chara e Geralt che erano riusciti a non essere stati presi perché diventati invisibili. Prima però Lila riceve una visita da Kadol, il mago responsabile del rapimento delle tre sorelle, che la interroga. Dopo essere state liberate, Harley e Lila, insieme a Geralt e Chara esplorano il castello alla ricerca del resto dei compagni. Trovano e liberano anche altre tre donne rinchiuse in altre celle. Da lì il gruppo si divide, Harley e Chara iniziano a combattere contro degli ogre, mentre Lila, Geralt e le donne appena liberate, entrano in uno studio dove trovano tutto il loro equipaggiamento. Geralt raggiunge i combattenti portandogli le loro armi. Lila, insieme alle donne rimane nella stanza, e viene raggiunta di nuovo da Kadol che subito disintegra una delle tre donne. Tenendo in ostaggio le altre 2, obbliga Lila a portargli i suoi compagni indifesi.
      Lila raggiunge gli altri, e riesce a liberare anche Magnus e Kain, e subito dopo rivela tutto ciò che era successo nella stanza di Kadol. Il gruppo prova ad elaborare una mezza strategia ma il mago aveva già ucciso gli altri due ostaggi scrivendo con il sangue delle vittime “è colpa tua” riferito a Lila.
      Perse di nuovo tutte e tre le sorelle il gruppo, una volta uscito dal castello, continua il viaggio verso il monastero. Una volta raggiunto, Lila, durante un combattimento, si accorge di aver perso i suoi poteri per via dell’accaduto con le tre donne.
      Ora nell’ultimo capitolo Harley racconta al resto del gruppo, il suo passato, nella stanza dedicata a tutti gli dèi del pantheon, dove il gruppo ha deciso di riposarsi.

  2. Eccomi qua! Da giocatore di ruolo non potevo esimermi 🙂

    L’inizio è stato molto interessante, anche se un po’ riassuntivo, ma due dei personaggi sono già stati inquadrati. Una domanda: avete intenzione di narrare anche il punto di vista degli altri personaggi o vi “passate la palla” da l’una all’altra?

    L’unico errore che ho trovato è stato un a-capo mancato 😉

    Ciao 🙂
    PS: votato Troll

  3. Ritengo l’inizio di questa storia molto interessante e promettente, soprattutto il personaggio di Chara mi dà da pensare che possa rivelarsi un ottimo elemento all’interno della storia.
    In poche righe a lui dedicatogli si riesce a scrutare un personaggio profondo e complesso, decisamente degno di nota.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi