Elisabeth e il segreto di Stephen Black.

Dove eravamo rimasti?

Che cosa trova nel cassetto? Il simbolo che Stefano ha come tatuaggio (75%)

Il simbolo

Un piccolo foglio con il simbolo che Stefano aveva sul braccio, occupava il fondo del cassetto.

Lo tirai fuori mettendo da parte gli altri oggetti, non poteva essere solo una coincidenza: doveva significare qualcosa.

Mi ricordai che aveva un libro contenente simboli di tutte le civiltà, ci fu un periodo in cui lo lesse solo quello.

Ricordai che aveva la copertina blu, non era difficile da trovare in teoria.

Ci misi solo mezz’ora per trovarlo, e fu solo per pura coincidenza, si trovava sotto a una grossa enciclopedia che feci cadere rischiando di rompermi un piede.

Il simbolo era celtico ed era formato da vari intrecci in senso simmetrico da nord a sud e da est a ovest: rappresenta l’eternità, la fedeltà e l’unità.

Non avevo la minima idea di cosa significasse con mio padre, e da quel che sapevo non era un emblema che identificasse gli stregoni: sapevo che lo si vedeva solo dagli occhi.

Sinceramente non avevo prestato attenzione ai suoi occhi, come mio solito: avevo sempre la testa fra le nuvole, infatti papà mi rimproverava spesso.

La voce di Elymir mi riportò alla realtà, intascai il biglietto e rimisi il libro al suo posto velocemente: uscì dall’ufficio senza essere vista.

Avevo passato tutta la notte sveglia senza rendermene conto, lui mi disse di prepararmi: il funerale si sarebbe svolto poche ore dopo.

Dal momento che non eravamo religiosi, non sarebbe durato molto, solo il tempo per la cremazione.

Dopo essermi cambiata raggiungemmo le pompe funebri, durante il tragitto non feci a meno di pensare a quel simbolo: sperai di incontrare quel ragazzo.

Non appena raggiungemmo l’ingresso mi bloccai, tornandomi in mente il vero motivo della mia presenza lì.

Elymir si fermò dandomi il tempo di prendere coraggio, feci un grosso respiro e tornai a camminare.

La bara si trovava al centro della stanza, sopra di essa erano adagiati molti fiori colorati, se fosse stata un’altra occasione non sarei riuscita ad evitare un complimento: sia per il loro aspetto che per il profumo.

Oltre a noi due erano presenti anche molte persone dell’università, tra professori e studenti: ma tra questi Stefano mancava.

Mentre Elymir parlava mi avvicinai alla bara, avrei fatto qualunque cosa pur di sentire di nuovo la sua voce o anche solo abbracciarlo.

Passai la mano sul legno pensando ai momenti felici e a tutto quello che mi aveva insegnato: c’era così tanto che volevo chiedergli e dimostrargli.

Il responsabile arrivò in quel momento, Elymir mi spostò per permettere di portare il feltro al forno crematorio.

Una strana sensazione mi fece girare, accanto all’ingresso scorsi Stefano: ci scambiammo uno sguardo veloce finche non uscì dalla stanza.

Senza pensarci lo seguì ignorando chiunque, corsi fuori dall’impresa guardandomi intorno: di Stefano nessuna traccia.

Un umano non poteva sparire così velocemente.

Elymir mi raggiunse in quel momento, mi domandò se stessi bene e se volessi tornare a casa: scossi la testa e tornammo dentro.

L’ora dopo camminavo con in mano l’urna, Elymir mi suggerii di metterla nel suo studio finche non avremmo avuto l’occasione di spargere le sue ceneri in Irlanda, la sua nazione d’origine.

Giunti a casa aprii la porta.

Cosa trovano non appena aprono la porta?

  • Entrambe le due possibilità sopra. (100%)
    100
  • Un uomo sconosciuto (0%)
    0
  • La casa sottosopra (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

18 Commenti

  1. Mi dispiace ma Jihr non ce lo vedo a fermarsi: lo uccide! Se poi questo significa che gli altri maghi lo faranno fuori o meno, dipende da te 😉
    Prossimo capitolo, ultimo capitolo: spero non vorrai far finire tutto a schifio e di vedere presto il seguito 😉

    Ciao 🙂

  2. Anche se sono stato tentato, per una volta evitiamo Jihr e facciamo un Troll. Jihr farà la sua ricomparsa quando lei potrà far qualcosa di più di “mamma! aiuto!” 😀 😉

    Riesci sempre a ben dipingere i rapporti tra queste persone 🙂

    Ciao 🙂

  3. Porca misera!
    Non glielo disse 😉

    A parte qualche errorino qua e là, questo capitolo mi ha appassionato molto 🙂

    Ciao 🙂
    PS: Secondo me stai andando troppo veloce e la gente non fa in tempo a votare. Prova ad attendere 2 o 3 giorni prima del prossimo capitolo (io attendo una settimana).

  4. Sono tuo fratello (becca, incarta e porta a casa).

    Il capitolo ha diversi problemi di punteggiatura (due punti mancanti o che ci sono dove non dovrebbero essere), inoltre la frase:
    —————————
    Pochi minuti dopo qualcuno mi toccò la spalla, pensando fosse di nuovo quell’uomo gridai:
    <>
    —————————-
    ha poco senso 😉

    Per il resto non mi aspettavo la morte del folletto: avrei voluto sapere qualcosa di più su di lui 🙁

    Ciao 🙂

  5. Ciao Lea,
    Il fantasy non è per tutti; non lo è per me,per esempio. non credo sarei in grado di scriverlo perché pur avendo molta fantasia non riesco a volare così in alto da inventare mondi troppo nuovi.. vorrei tanto! Quindi a volte provo a leggere chi ne sa più di me e magari ad imparare qualcosa di nuovo. Per ora seguo il tuo e vediamo che succede 🙂

    Ps-un piccolo ‘aiuto’… quando usi il passato per la prima persona singolare, non usi “ì’, ma “ii”. Quindi io annuii, riuscii, sentii ecc.. ciao, buona scrittura e alla prossima!

  6. Ciao!
    Il Fantasy mi appassiona e il tuo racconto m’incuriosisce perché sono abituato alle vicende di umani, stregoni, elfi, folletti e orchi in ambienti tutt’altro che moderni, ti seguirò sicuramente!
    Ho votato per il tatuaggio, perché dietro ad ogni simbologia equivale un significato atavico e concreto.
    Alla prossima!

  7. Ciao! Complimenti per il capitolo, mi piace molto il modo che hai di scrivere, e mi piace l’idea di un fantasy ambientato in Italia! Se posso darti un consiglio cerca di stare attenta alle ripetizioni, tipo quando hai scritto “notai un tatuaggio sul suo braccio quando allungò il braccio”, anche se credo siano errori di sbadataggine più che altro (a me capita un sacco di volte 😂)! Io comunque ho votato per il tatuaggio di Stefano! Alla prossima!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi