Ovunque tu sia

Dove eravamo rimasti?

Che messaggio gli diede? Haley si trova nel mondo in "mezzo" (100%)

Il diario

<< Haley si trova nel mondo di mezzo…>>

Lasciai cadere la bottiglia, Haley viva? Lo sapevo, me lo sentivo.

Stetti per domandargli cosa intendesse quando il nonno si mise accanto a me:

<< che succede? >> domandò

<< quest’uomo ha detto che Haley è viva…>>

<< Aidan va a casa…>>

<< ma…>>

<< ora! >>

Non lo vidi così arrabbiato da molto tempo, mi allontanai ma invece di tornare a casa  mi nascosi dietro il muro degli spogliatoi: non sentii cosa si dissero ma capii che litigarono.

Quando il nonno se ne andò, tornai dall’uomo: cosa significava quel discorso?

<< di cosa parlavate?  >>

<< leggi il diario. >>

<< Aidan! >>

Mi girai sentendo la voce del nonno, l’uomo non c’era più quando mi rigirai: si era volatilizzato.

Per la prima volta in un anno e mezzo mi sgridò mettendomi in punizione.

Pensai a quello che mi disse “leggi il diario”, Haley scrisse un diario ma non sapevo dove si trovava.

A cena mentre mangiammo l’osservai, mangiò senza parlare, ancora arrabbiato: provai comunque a sfidare la sorte.

<< nonno, sai dove si trova il diario di Haley. >>

<< in cantina, ho messo tutto lì. >>

 Dopo mangiato sarei andato a prenderlo: ho sempre voluto leggerlo, ma lei lo nascondeva quando non ero nella stanza.

Io e lei non avevamo segreti, ci raccontavamo tutto, ma quel diario mi ha sempre infastidito: ammetto di aver cercato di leggerlo più volte ma lei me lo impedì.

Ci misi molto a trovarlo, perché ogni volta che prendevo in mano qualcosa mi perdevo in flashback.

Tornai in camera mia in fretta e l’aprii:

12 settembre

Sono molto delusa, non posso credere a quello che è successo oggi. Ero sola in classe durante l’intervallo, stavo finendo un esercizio di matematica quando Sean è entrato insieme ai suoi due amici. È venuto da me e ha preso il quaderno dicendomi di voler copiare, non è la prima volta perciò non gli ho detto nulla. Aidan però è entrato per chiamarmi, quando l’ha visto col quaderno hanno iniziato a litigare. Ho cercato di fermare Aidan ma uno degli amici di Sean, che uscì dall’aula per chiamare la maestra, è tornato accompagnato dalla signorina Smith. Dato che lui era sopra Sean l’hanno sospeso. Quest’ultimo si è proclamato innocente, affermando che lui non ha alzato le mani essendo pacifista: e tutti gli credono. Aidan invece non lo ascolta nessuno quando si tratta di Sean. Ho provato a dirgli che è stato Sean ad iniziare spingendolo, ma mi hanno risposto che è normale che stia dalla parte di Aidan. Anche il nonno l’ha messo in punizione, per una settimana non potrà uscire. 

Tutti dicono che è una testa calda e che si comporta in questo modo solo per attirare l’attenzione, ma nessuno lo conosce come me: non è un santo ma è un bravo ragazzino.

È generoso, altruista, coraggioso, esuberante e avventuroso,  e si anche testa calda ma è Sean a fargli uscire i suoi difetti.

Quel ragazzino è molto furbo indossa sempre una maschera in presenza di adulti, ma sono sicura che un giorno pagherà per tutto.

Ora devo andare, è ora di preparare la cena: per oggi è tutto.

 

 

12 marzo

Caro diario,

prima di raccontarti cos’è successo oggi, voglio dirti chi era mio padre.

 Mio padre era un pompiere, aveva aiutato molte persone tutti sull’isola lo conoscono. Il sindaco, il padre di Sean, gli aveva dato anche una medaglia per il coraggio: Aidan la tiene nel suo cassetto. Lui e mamma si conoscevano fin da bambini e si amavano fin dalla prima volta che si sono visti. Ci ha sempre detto che il giorno in cui siamo nati è stato il giorno più bello della sua vita, pari solo al giorno del matrimonio. Quando mamma morì avevamo quattro anni, si ammalò di una brutta malattia e se ne andò dopo solo pochi mesi. Ricordo che papà cambiò, divenne triste, non era più se stesso. Smise di lavorare, e iniziò a ignorarci: tanto che il nonno fu costretto a trasferirsi da noi per occuparsi di entrambi. Papà e Aidan erano molto legati, l’ha sempre considerato il suo eroe, passavano molto tempo insieme. Il cambiamento di papà lo colpii molto, soffrii molto per la sua assenza.

Poi un giorno papà tornò come prima, come se nulla fosse. Ci portò al parco e poi a prendere un gelato, sembrò che tutto fosse tornato come prima. Il mattino dopo però quando entrammo in camera sua lo trovammo a terra, ingoiò molte pillole. Il nonno ci disse che lo fece perché era molto triste per la morte di mamma. Aidan si rifiuta di accettare che si è ucciso, dice che è morto a causa di un incidente, tutti lo assecondiamo per rispetto in confronto a papà.

Ora che sai chi era, ti racconto cosa è successo oggi.

Sean, guarda caso, è andato in giro per il giardino della scuola, a cantare una filastrocca su papà. Non ho mai visto Aidan così arrabbiato come oggi, si sono azzuffati e gli ha pure rotto il naso. Quando siamo tornati a casa, per la prima volta nella mia vita, l’ho visto piangere: nemmeno il giorno del funerale di papà l’ha fatto.

Non ha voluto sfogarsi con me, come sempre.

Cosa trova nella prossima pagina Aidan?

  • Il giorno prima dell'incidente (0%)
    0
  • Uno scritto strano insieme a una chiave (67%)
    67
  • Il giorno peggiore della vita di Haley. (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

4 Commenti

  1. Ciao! È un bel racconto che fila liscio e sicuramente andando avanti diventerà molto più intrigante:) il mondo di mezzo? Chissà!

    Scusa se ti dico ciò; spero che lo prenderai come un consiglio dato da un’amica che vuole aiutare, ma forse dovresti dare una veloce ripassata ai tempi verbali perché spesso sono errati. Ti faccio qualche esempio di questo ultimo capitolo:
    “Non lo VIDI così arrabbiato da molto tempo” lo cambierei con “non lo VEDEVO così arrabbiato da molto tempo”, “A cena mentre MANGIAMMO” questo non si può sentire:) “a cena, mentre MANGIAVAMO”, o ancora “si AMAVANO fin dalla prima volta che si SONO VISTI” anche in questo caso i verbi non coincidono, ci starebbe meglio la frase “si AMARONO fin dal primo momento in cui si VIDERO”. Una letta ai verbi potrà cambiare di gran lunga il livello del tuo racconto, che comunque promette bene! Seguo e spero nel prossimo capitolo di sapere quale è stata la giornata più brutta di Hailey 🙂 ciao!

  2. Si trova nel mondo in “mezzo” cosicché il nostro protagonista la deve salvare. Volevo votare viva, ma poi mi sono chiesto che razza di avventura potrebbe venir fuori. Con questa scelta invece abbiamo una via; e poi una virata sul fantasy l’apprezzo 😉

    Ciao 🙂