Il tombino maledetto.

Dove eravamo rimasti?

Che facciamo, eh? No, dico: che facciamo? Ma se invece provassimo a spingerci dentro il Fato Beffardo? (100%)

Tafferugli

Davide si girò di scatto e dette una spallata al Fato Beffardo che con un grido di disperazione finì dentro la centrifuga del terrore. Pezzi di fato volarono per tutta la stanza come usciti da un frullatore.

Marco vomitò.

Davide vomitò.

Il Rinocestruzzo  rise molto. Poi vomitò.

“E adesso, che facciamo?” chiese Marco, abbastanza provato da tutto quel vomitare.

“Ma piuttosto come mai te fai le magie?!” chiese con una punta di malcelato sospetto Davide “Cos’è che non mi racconti? Cos’è che nascondi?”

“Ma cosa vuoi che nasconda, neanche sapevo che lo sapevo fare. Ho aperto bocca e la formula è uscita per conto suo. Se mi chiedi di rifarlo così, a freddo, neanche so da dove cominciare.” Marco non sapeva bene dove guardare, in imbarazzo come era, decise allora di fissare il televisore non sintonizzato. “non so davvero che dirti”

“Se mi è consentito prender parte al dibattito, da par vostro, suggerisco di intraprendere un viaggio per poter tornare indietro a casa. Ognuno, certamente e fuordidubbio, alla sua.” disse il Rinocestruzzo.

“Sarà, ma io non mi fido” disse Davide. “Di nessuno di voi due, fra l’altro” e così dicendo si girò e fece per tornare dal tunnel da cui erano arrivati “Me ne torno a casa, che è per di qua”.

Fece un passo e crollò il soffitto, evidentemente destabilizzato dall’incantesimo di poco prima. Davide si congelò, sfiorato dalle pietre che cadevano, fortunatamente senza farsi niente.

Si girò a fissare Marco “Bel lavoro…”

“Eh, ma cosa vuoi eh, ma non vi ho salvato la vita?” disse Marco

“Ma se la spallata gliel’ho data io!” rispose Davide

“Ma il portale chi lo ha aperto????” urlò Marco

“Suvvia, gentiluomini, direi che dobbiamo decidere cosa fare.” e così dicendo il rinocestruzzo gli si fece vicino. “Dobbiamo seppellire le asce di guerra e decidere, come un sol uomo, il da farsi per uscire da questa fastidiosa situazione”.

E ora, cosa succede PER DINDIRINDINA?

  • il Rinocestruzzo li picchia tutti e due e poi trova una soluzione. (100%)
    100
  • Marco e Davide fanno pace e trovano una soluzione. (0%)
    0
  • Marco e Davide se le danno di santa ragione. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

17 Commenti

  1. “Ma sei scemo? Io vado a casa!” è quello che direbbe qualcuno di sensato, ma non si è mai sensati quando si ha il mondo davanti 🙂
    Tutti nel tombino! E di corsa, pure!

    Ci sono degli errori nel capitolo, nulla che renda impossibile la lettura, ma saltano delle lettere qua e là.

    Ciao 🙂

  2. Uhm se il tombino è “maledetto”.. vuol dire che purtroppo i due ragazzi lo scopriranno a loro spese? Sciuramente la curiosità stimola ad andare a controllare cosa succede ma a scendere… forse solo 18enni un po’ troppo spavaldi lo potrebbero decidere così.. alla leggera! Vediamo quindi…

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi