The Blue Rose

Dove eravamo rimasti?

Emily andrà a cavallo? si (100%)

verrò

Il maggiordomo le aprì il portone e fece un piccolo inchino, mentre lei guardava davanti a se vide la schiena del padre e, in un battito di ciglia lui si era voltato e le stava sorridendo.

“Buongiorno figlia mia” le disse il duca

“buongiorno padre” disse lei baciandogli una guancia.

“buongiorno duchessa” Emily si voltò verso la voce maschile, fece un piccolo inchino dicendo “Buongiorno Vostra Altezza” lui fece lo stesso, e poi le baciò la mano.

“le andrebbe un’uscita a cavallo con me?”

“ne sarei onorata” gli sorride “sono meravigliosi i suoi cavalli, potrei sapere come si chiamano?”

“certo questa nera è luna e lui è pegaso” disse il principe volgendo un sorriso alla fanciulla “quale desidera?”

lei ci pensò un attimo e gli disse “monterò pegaso” sorrise avvicinandosi al cavallo

“va bene duchessa” le sorrise e lei lo guardò per un attimo negli occhi e, poi, ricambiò il suo sorriso, quindi  montarono. Dopo aver salutato il Duca  i ragazzi diedero un lieve colpetto ai fianchi dei cavalli e cominciarono la loro passeggiata.

Quando Emily e il principe furono scomparsi dalla vista del duca egli rientrò e vide il figlio avvicinarsi “secondo te è giusto? Hai già dato la tua risposta, senza che loro si conoscessero. Non le lasci via di fuga” disse George mentre il padre lo superava “impareranno a conoscersi con il tempo. Emily sarà di nuovo felice” disse il duca e, prima di chiudersi in studio, disse “loro si sposeranno”.

Il principe si accostò al cavallo della Duchessa e, mentre passeggiavano nel bosco, disse “mi scusi duchessa, ma mi è sfuggito il suo nome” lui voltò un attimo il viso verso di lei

“Emily e il suo se posso chiederglielo vostra Altezza?” rispose lei continuando a guardare avanti.

“io sono Thomas” continuò a guardarla sorridendole.

“principe Thomas, le andrebbe di scendere e camminare?” tirò di poco le redini per fermare il cavallo, e girò di poco la testa nella sua direzione. Lui la guardò intensamente, mentre si fermava “certamente” le sorrise dolcemente ed insieme scesero, e prendendo le redini, cominciarono a camminare

“posso permettermi di farle un’altra domanda duchessa?”

“Naturalmente” accennò un piccolo sorriso

“La volevo invitare alla mia festa di persona che si terrà stasera” Emily abbassò lo sguardo senza rispondere nell’immediato e poi sussurrò un no incerto “ne sono addolorato duchessa”
“mi scuso per averle causato dolore vostra altezza” poi aggiunse “ma ora siamo insieme, da soli, questo potrebbe aiutarla ad alleviarlo?” girò di poco il capo e vide un piccolo sorriso comparire sul suo volto “certo duchessa l’allevia, ma non del tutto” la guardò incrociando il suo sguardo. Emily gli guardò le labbra, erano perfette, sottili e rosee. Alzò di poco lo sguardo e guardò i suoi occhi, color nocciola e a forma di mandorla, perfetti anche quelli. Sembrava non avere difetti. Si fermarono alla fine del sentiero, davanti a loro c’era un’immensa radura, immersa tra le folte chiome degli alberi, con al centro un lago e per tutto il suo perimetro c’erano dei bellissimi fiori. La luce del sole filtrava dalle foglie e rendeva l’atmosfera incantata. I due si avviarono verso il lago, guardando il paesaggio con stupore. Lasciarono  cavalli, che si misero a brucare l’erba.
“è meraviglioso, potrei venirci per sfuggire alle grinfie di mio fratello” disse Emily sorridendo, sentendosi finalmente libera e felice “potrebbe venirci anche lei Altezza” lui spostò lo sguardo dal paesaggio a lei “è un invito a uscire insieme più spesso?” le donò un sorriso, fermandosi vicino al perimetro del lago. Fece un piccolo sorriso e  si fermò ad ammirare il piccolo lago. La superficie era così limpida che ci si poteva rispecchiare.

“le andrebbe di fare due passi in acqua?” lui sorrise e per tutta risposta si tolse gli stivali, tirando su di poco l’orlo dei pantaloni ed immerse i piedi nell’acqua del lago, subito dopo Emily fece lo stesso, per poi cominciare a camminare uno di fianco al altro.

“il ballo sarebbe stasera duchessa, potrebbe cambiare idea?” chiese tenendo le mani unite dietro la schiena.
“non lo so principe, ma credo di doverla ringraziare per il suo dono, rose blu … rare e magnifiche” accennò un sorriso.
“meravigliose proprio come lei duchessa” si fermò e la guardò.
“ io non assomiglio a una rosa blu. Ci sono molte ragazze migliori di me, più adatte a lei” si fermò a sua volta “perché fa tutto questo?”

“bella e anche intelligente” sorrise “perché voglio che voi diventiate mia sposa, ed ho già chiesto il permesso a vostro padre, il duca Gustavo” il principe si chinò di poco  per prendere una pietra dal fondo del lago, era a forma di cuore, tutta bianca e levigata. Gliela porse.

“e lui cosa vi ha risposto? “Emily osservò la pietra senza muoversi, lui la guardò intensamente mentre diceva “ha detto di sì” lei alzò di poco il braccio prendendo la piccola pietra dalle sue mani con titubanza, mentre lui aggiungeva “glielo chiedo nuovamente duchessa: vuole venire alla mia festa?” i due si guardarono negli occhi e lei sussurrando disse “verrò.”

Che accadrà?

  • Emily scapperà (0%)
    0
  • Emily si arrabbierà con la famiglia (0%)
    0
  • Emily andrà al ballo (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

5 Commenti

  1. Mi spiace che il racconto non sia stato molto seguito, però l’ho trovato dolce e delicato, mi è veramente piaciuto.

    L’unico consiglio che posso darti è quello di controllare meglio l’ortografia del racconto, ogni tanto ci sono alcuni errorini ma per il resto hai un’ottima mano!

  2. Ho recuperato la tua storia in questi giorni, e mi dispiace un mondo vedere che nessuno ti supporta adeguatamente.

    Mi piace come scrivi, anche la storia mi interessa, per cui continuo a seguirti in questo racconto e con i successivi spero 🙂

    • Ciao! Mi fa molto piacere che ti stia piacendo la storia. mi sono divertita molto a scriverla. è sempre un buon passatempo per me.
      Purtroppo ogni capitolo può essere massimo di 5000 parole, sennò sarebbero molto meglio i capitoli.

      sfortunatamente (o fortunatamente) questa storia ha almeno 25 capitoli…quindi ci sta che per continuarla scriverò “The Blue Rose 2” sennò lascerei un sacco di persone in sospeso.

      Grazie ancora molte per il tuo commento e il tuo apprezzamento, sperando che anche gli altri capitoli ti possano piacere!

      a presto! 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi