The Blue Rose

Dove eravamo rimasti?

Che accadrà? Emily scoprirà qualcosa sulla madre (50%)

Il tè dei suoceri

Passarono l’intera mattinata a chiacchierare allegramente anche se Emily si sforzava di ricordare cosa fosse successo prima della scomparsa della madre, ma questo le procurava solo un gran mal di testa. Una voce la portò via da quel dolore “volevo sapere se le andrebbe prendere una tazza di tè con me” le sorrise la sovrana, donna con occhi grandi marroni, bellissimi capelli biondi, alta e snella. Sembrava che il tempo non potesse intaccare la sua bellezza “volentieri Maestà” sorrise lei di rimando “ottimo allora avviamoci” fecero un inchino veloce e poi si incamminarono uscendo sul retro della reggia dove ettari ed ettari di verde si aprivano davanti a loro.  Si accomodarono al tavolino allestito nel gazebo. “vedo che aveva già organizzato tutto maestà”

“è mia abitudine prendere il tè nel pomeriggio” le sorrise dolcemente accomodandosi a sedere, Emily fece lo stesso e la guardò “sai è passato molto tempo dall’ultima volta che ti ho vista, non dal ballo” appoggiò una mano sulla sua in modo gentile ed educato “ma da quando eri sono una bambina e devo dire che sei cresciuta molto e sembri in perfetta forma, anche senza tua madre” Emily la guardò accennando un piccolo sorriso “la ringrazio Maestà, mio padre è stato molto bravo a crescere i suoi due figli” seguì un lungo momento di silenzio dove le due si fissarono semplicemente negli occhi “io so dov’è tua madre.” La giovane ebbe un lieve sussulto, ma restò comunque in silenzio.

<<8 anni prima

Una bambina dai capelli castani si alzò dal letto, perché non riusciva a prendere sonno e si affacciò in corridoio dove sentiva dei strani rumori venire dal corridoio, si avviò furtivamente verso quel suono e vide che c’era della luce che veniva dalla camera dei genitori. Si affacciò di poco e vide che il padre teneva una lettera in mano ed era seduto sul letto a piangere disperato. Fece per entrare, ma una mano lo fermò. Si voltò di scatto e dive il fratello che scuoteva la testa. La prese in braccio e la portò in camera con se. Quella fu solo la prima di tante notti dove i due si addormentarono insieme.

“Emily.” La ragazza sbatté velocemente gli occhi per ritornare alla realtà “mi scusi.. mi è tornato in mente un ricordo della mia infanzia..” tolse velocemente la mano da quella di lei e bevve un sorso del proprio tè buono.. sa di limone e menta “prego continui”

“eravamo amiche fin dall’infanzia e lo siamo tuttora” la regina si ricompose“le stavano strette tutte quelle buone maniere, quelle attenzioni ed ossessioni che le dava tuo padre” Emily la interruppe “lei alla fine se ne è andata quindi mio padre faceva bene ad avere dei dubbi” si guardarono negli occhi, la regina aveva un’aria quasi colpevole e lei, dal canto suo, aveva una faccia con dei lineamenti più duri, come di rabbia“sa maestà, mia madre per me è morta lo stesso giorno in cui ci ha lasciato” la regina s’immobilizzò senza staccare il suo sguardo “ricordo la sofferenza di mio padre, era un dolore tremendo. Sono sicura che non si meritava questo” Prese un altro sorso di tè “quindi lo faccio per lui quando le chiedo gentilmente di dirmi dove io possa trovare quella donna che un tempo ha incrociato il suo cammino  prima che provasse a distruggere la mia famiglia con il suo abbandono” finirono di bere il tè ed in lontananza videro una figura avvicinarsi a loro“si trova al panificio in città” Emily si morse il labbro “per tutto questo tempo.. era così vicina”

“mia amata” esordì la voce della figura che le aveva appena raggiunte “madre” fece un veloce inchino e le due dame si voltarono a guardarlo “ciao Thomas, sei arrivato giusto in tempo abbiamo appena terminato il nostro tè” rispose sorridendo la regina “bene io vi lascio soli” si sorrisero e facendo un inchino la regina si congedò. Appena si fu allontanata a sufficienza Thomas si voltò a guardare la fanciulla “Emily, va tutto bene?” la giovane annuì lentamente, mentre fissava un punto imprecisato “cosa c’è che non va?” si sedette di fronte a lei prendendo le sue mani, ma lei restò immersa nei suoi pensieri “mia madre non è una persona così terribile” la guardò intensamente “ti prego..” Emily sbatte gli occhi e li fissò nei suoi “la regina mi ha appena detto dove si trova la mia” sembrò che un silenzio durasse una vita “voglio andare da lei.” Thomas sussultò e le strinse le mani “non voglio scappare, voglio solo che soffra per il fatto di averci abbandonato” lui le accarezzò dolcemente una guancia e la guardò ancora “ti accompagnerò domani”

“non voglio distrarti dai tuoi doveri da sovrano”

“tranquilla. Non voglio lasciarti andare da sola. Sarò sempre al tuo fianco!” si sorrisero entrambi e poi si presero per mano ancora una volta avviandosi verso la reggia. Rimasero in silenzio finché non furono di fronte alle loro famiglie. La carrozza partì ed i due continuarono a guardarsi fino a quando potettero, per tutto il viaggio lei rimase in silenzio a guardare il cielo scuro, non c’era nulla. ne la luna ne le stelle. Solo il buio, come quello che aveva dentro di se.

Che accadrà?

  • scoprirà una cosa dolorosissima (0%)
    0
  • bacierà finalmente Thomas (0%)
    0
  • vedrà la madre (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

5 Commenti

  1. Mi spiace che il racconto non sia stato molto seguito, però l’ho trovato dolce e delicato, mi è veramente piaciuto.

    L’unico consiglio che posso darti è quello di controllare meglio l’ortografia del racconto, ogni tanto ci sono alcuni errorini ma per il resto hai un’ottima mano!

  2. Ho recuperato la tua storia in questi giorni, e mi dispiace un mondo vedere che nessuno ti supporta adeguatamente.

    Mi piace come scrivi, anche la storia mi interessa, per cui continuo a seguirti in questo racconto e con i successivi spero 🙂

    • Ciao! Mi fa molto piacere che ti stia piacendo la storia. mi sono divertita molto a scriverla. è sempre un buon passatempo per me.
      Purtroppo ogni capitolo può essere massimo di 5000 parole, sennò sarebbero molto meglio i capitoli.

      sfortunatamente (o fortunatamente) questa storia ha almeno 25 capitoli…quindi ci sta che per continuarla scriverò “The Blue Rose 2” sennò lascerei un sacco di persone in sospeso.

      Grazie ancora molte per il tuo commento e il tuo apprezzamento, sperando che anche gli altri capitoli ti possano piacere!

      a presto! 🙂

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi