40 anni fa

Dove eravamo rimasti?

Allora, come va con Franco? "Bene, è simpatico e ci sa fare. Meglio di te, devo ammettere" (80%)

NUOVO INIZIO? O NO?

“Bene! Anzi, ti dirò, in alcune cose è meglio di te”.

Brivido freddo lungo la schiena, poi velocemente schizzato verso l’inguine.

“Cosa intendi dire? In cosa è meglio di me?”

“Ma cosa vuoi? Mi inviti a uscire dopo mesi, io accetto e poi mi chiedi del tuo amico?”

Mentre parlava guardavo il movimento delle sue labbra, molto erotico,  e al tempo stesso mi meravigliavo di quanto fosse migliorata nella proprietà di linguaggio in italiano. 

“Per prima cosa non so se lo devo considerare più un amico. Già il fatto che ti abbia vista di nascosto…”

“Nascosto da chi? Da te, ovviamente. Ma siamo usciti sempre in modo del tutto normale. Non c’era alcun bisogno di informarti. Non stiamo più insieme, ricordi?”

“Che vuol dire sempre? Quante volte vi siete visti da quando sei tornata?”

“Mamma mia quante domande! Ma siamo qui per mangiare o mi hai invitato per farmi un interrogatorio?”

“Scusa, ma immaginarti con Franco mi rende geloso”.

“Bene, sono proprio contenta. Così impari!”

“Va bene, vuoi farmela pagare. Lo capisco. Ti chiede di nuovo scusa, sono stato un idiota. Dovevo accontentarmi di ciò che avevo invece di…”

Mi interruppe con rabbia: “Accontentarti? Cioè stare con me voleva dire accontentarsi? Chi altro volevi conquistare? L’americana? O qualche altra povera illusa?”

Non l’avevo mai vista così adirata, neanche quando le avevo detto che era finita.

Prima che potessi rispondere proseguì: “OK, ti farò contento. Cos’è che volevi sapere? Sì, ci sono andata a letto. E mi è anche piaciuto. Va bene così?”

Si interruppe solo perché arrivò il cameriere con i primi. Ma avevo perso del tutto l’appetito.

Mentre infilzavo stancamente un rigatone con la forchetta,  notai che invece Veronika mangiava con gusto. 

Il suo viso era tornato normale e i suoi occhi avevano perso la freddezza di qualche minuto prima.

Pensai che il silenzio era meglio, almeno per un po’.

“Ve bene, non ti farò altre domande su Franco”, dissi nell’attesa dei secondi piatti.

“Ah, guarda, non c’è problema. Non ho niente da nascondere”.

“Dimmi almeno se posso sperare?”

“In cosa?”

“Che stasera non sia un episodio isolato. Che usciremo di nuovo e magari cercheremo di migliorare le cose”.

“Cercheremo? Sei tu quello che deve fare penitenza. Io non ho problemi a uscire con te, se non fai il deficiente immaturo”.

“Quindi ci vedremo di nuovo ma comunque continuerai a uscire anche con lui?”

“Quello è un problema mio, non tuo”.

“Eh no, cara mia. Come faccio a uscire con te sapendo che scopi… scusa, che vai a letto con un altro?”

“Dovrai accettarlo se vuoi avere qualche possibilità. Mica mi devo fidanzare, né con te, né con lui. Ho ventun anni, voglio godermi la vita, finché posso”.

Capii che era meglio cambiare argomento se volevo salvare la serata e mantenermi una porta aperta.

Ma mi resi conto che mentre parlavano di altri argomenti,  non riuscivo a evitare di immaginarla nuda, come l’avevo vista tante volte nel recente passato, ma stavolta in compagnia di Franco, intenta in effusioni amorose.

E a malincuore notai che il pensiero mi aveva provocato un problema all’interno dei calzoni, che erano improvvisamente diventati stretti sul davanti.

Per fortuna al momento di uscire dal locale l’inconveniente fu superato.

In macchina, mentre guidavo verso la casa dove alloggiava, feci casualmente scivolare la mano destra dalla leva del cambio alla sua mano sinistra, che era appoggiata sulla coscia, quasi completamente scoperta. Mi lasciò fare, anzi rispose, stringendomi la mano a sua volta.

Parcheggiata l’auto spostai nuovamente la mia mano, ma stavolta la posi direttamente sulla coscia. Non indossava calze e la sensazione della pelle fresca fu inebriante.

Ma durò un attimo.

“Ora basta, devo andare” disse Veronika spostando la mia  mano e aprendo lo sportello per scendere”.

“Aspetta un attimo”,  implorai. E mi avvicinai per un bacio che non davo per scontato. Ma il bacio ci fu, accettato da lei con un trasporto che mi rese felice per la prima volta quella sera.

Poi uscì dall’auto ed entrò nel portone dopo averlo aperto con la chiave.

“E ora?”, mi chiesi mentre guidavo verso casa.

"E ora?" Come procederà la storia?

  • Da brava e furba ventunenne tedesca rimarrà con il piede in due staffe prima di decidere (100%)
    100
  • Veronika sceglierà il protagonista (Che presto avrà un nome) (0%)
    0
  • Veronika sceglierà Franco. Più gentile e più abile sessualmente (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

76 Commenti

  • Ciao dottore,
    Mi è parso in questo ultimo episodio che stessi piuttosto malinconicamente scorrendo le pagine di un diario, come se nel frattempo, dopo questo finale sia successo ancora qualcosa… Chissà, probabilmente non lo sapremo mai.
    Ora vuoi scrivere un giallo: bene, lo aspetto, (un giallo è obbligatorio provarlo…)
    Nell’attesa che spero non sia biblica ti saluto e ti ringrazio per la tua storia.? ciao

  • Ciao Dottore@51!

    Bene, complimenti per essere approdato alla decima! Gli alti e bassi sono stati superati, i due hanno una idea sufficientemente aperta del matrimonio per riuscire a ricucire, e questo è un bene, forse significa che dopotutto hanno scelto la persona giusta. Mi è sembrata una storia raccontata durante una sera tra amici, quando l’orario favorisce un po’ di quiete, e i discorsi si fanno a mezza voce, più intimi. Ben fatto!
    Mi chiedo cosa abbia provato Remo mentre riceveva il consiglio “stalle vicino”; io avrei sorriso, e mentalmente gli avrei detto “ma vai a cagare…” (roba molto lombarda ?).
    Ciao alla prossima!

  • E si arriva a un finale/non finale della vita di tutti i giorni.
    Ci sono cose dette e cose non dette, ma alla fine si continua sempre.
    Ho avuto l’impressione che questi ultimi capitoli si siano un po’ intristiti nel registro narrativo.
    Il nostro novello dottore si era presentato energico, pimpante, almeno nella prima parte, per poi ammansirsi.
    Non è una critica, beninteso! Anzi, ho l’impressione che dia un taglio alla storia di “rassegnazione” alla vita di coppia. Ci si abitua tanto all’altro da non avere più la forza di opporvisi, qualsiasi cosa accada.
    Non so, questa è la chiave di lettura che ho trovato in questi ultimi capitoli. Fammi sapere cosa ne pensi 🙂

    Trovi la lettura dell’ultimo capitolo sempre su Youtube:
    https://youtu.be/annLD94y0Qk

    Alla prossima storia!

    • Grazie della visita e della letture, innanzitutto!
      Hai avuto la sensazione giusta: una storia iniziata nel 2018 e poi sospesa per tre anni e mezzo, non può non risentire dei cambiamenti avvenuti nel frattempo, pandemia inclusa…
      Ha colto al volo le sensazioni, bravo!
      Può darsi che torni sulle gioie e dolori della vita matrimoniale (qualcosa di romanzabile è avvenuto 20 anni fa) ma la momento sto per iniziare un giallo su The Incipit. Spero di ritrovarti presto qui..

  • Ciao dottore51!
    Non sono psicologo nella vita, ma questa Veronika è un bel tipetto… piace ai napoletani, ma anche i greci non la disdegnano (sempre se il capo villaggio era greco); con tutti quei topless non ho dubbi che la tensione fosse palpabile. ?
    Davvero piacevole leggere, sai raccontare; l’eros è sullo sfondo e tutto è più immaginato che altro. Va bene così secondo me. Bravo.
    Ho scelto per le conoscenze nuove di entrambi: in ogni caso son casini!

  • Non vedo il mio commento, ergo lo rifaccio: fatico a vedere una fine della storia con le tre opzioni che hai suggerito per il seguito…voto la 2, ma mi sa che dovrai scrivere una Quarant’anni fa 2

  • Ciao, voto che “tutti e due…”
    questa specie di diario di bordo di una vita fila via liscio che è un piacere, e anche se somiglia sempre meno a un vero erotico non delude perché evocativo di fatti e circostanze davvero piacevoli.
    Unica segnalazione per me è questa: riguardo la partita avrei scritto “Allo zero a zero finale…”
    buona domenica, e alla prossima!?

  • Ciao Dottore51!
    Penso che sarà lei a dirlo, anzi la immagino che si diverte a guardare le facce dei futuri suoceri?! Tutto fila molto liscio tra i due ragazzi, buon per loro. La tua scrittura fila parimenti, vediamo se Veronika è davvero per il matrimonio tradizionale, o altro.
    Ciao a presto!

  • Andiamo spediti al capitolo 8)

    Concordo pienamente sulla questione di erotismo-porno.
    Credo col tempo si stiano perdendo i due concetti, anzi, fondendo in qualcosa che risulta decisamente più vago e volgare. L’erotismo è un accenno, è mentalità, è visione.
    Sempre ben scritto e interessante.

    Aspetto il prossimo!

    Trovi la lettura sempre su Youtube:
    https://youtu.be/JIUe8DYyF1w

    Alla prossima!

    • Ti ringrazio della visita e del commento. Secondo me l’eros è dove uno lo vede o lo avverte. Ammetto che la mia storia non brilla per eroticità, ma d’altro canto non era da inserire fra le storie “rosa”, mi pare.
      Abbi fede, qualcosa accadrà a rendere più caldo il rapporto.
      Corna? Tradimenti? può darsi…

  • Ciao, direi matrimonio civile, visto che anticipavate i tempi.
    Il fatto della stampa per quelli che coltivano la stessa passione secondo me faceva parte del gioco.
    Certe passioni non rimangono nascoste a lungo, spesso degenerano, anche se non credo sia il caso tuo.
    Alla prossima e auguri per il matrimonio!??

  • Ciao Dottore51!
    Scelgo il foreplay, un piccante “medio”. Remo teme i napoletani, il suo impegno per scongiurare brutti incontri alla leggiadra tedeschina (tedescona) è divertente ma deve risultare anche faticoso. Sono curioso di vedere come prosegue. La lettura è piacevole, bravo!
    Ti auguro una buona settimana ciao!

  • Ho trovato questo capitolo abbastanza divertente e spensierato, nonostante i problemi che vengono trattati. Ovviamente si parla di una questione di “fedeltà” e rispetto, che spesso terrorizzano le coppie di tutto il mondo. Una lettura decisamente gradevole, provocatoria nel finale.
    Sono curioso di scoprire quale sarà il voto finale dei lettori! 😀

    Trovi la lettura del 7 capitolo sempre su Youtube:
    https://youtu.be/oK-Mrv9LFxw

    Alla prossima!

  • Ciao voto per le foto, che in quegli anni erano davvero una novità eccitante, non inflazionata dai media come oggi.
    Il tuo racconto-diario fila liscio spedito, e siccome ce l’hai tutto bene in testa credo che presto arriverà a conclusione. Finalmente ho trovato uno veloce a pubblicare come me, benissimo, così non dimentico nulla di quello che hai scritto… ciaooo 🙂

  • Bella storia e poi mi piace come scrivi, chiaro, pulito, ottima punteggiatura. Per il seguito ho visto un 100% di opzione 1 e pure a me piace. Ma per te che scrivi la numero 2 dà più gradi di libertà e possibilità di scriverci a lungo. Ciao

  • Capitolo 5)
    Neanche il tempo di recuperarti, ed ecco saltare fuori un nuovo capitolo 😀
    Ma sono abbastanza sicuro di riuscire a rimanere al passo, ormai!

    Altro capitolo interessante sulle dinamiche di coppia. Ci si ritrova davanti a delle possibilità incisive, perché separarsi alle volte significa lasciarsi andare, ma non sempre perdersi.

    Mi tengo il sesto capitolo per domani 😀

    Trovi la lettura sempre su Youtube: in questo episodio ero forse un po’ giù di tono, ma è il fine settimana 😀
    https://youtu.be/-4hcVcindBw

    Mi farò perdonare alla prossima!

  • Capitolo 5)

    Ti ringrazio per le belle parole. Spero di riuscire a continuare con la stessa linea, allora 😀

    Per l’intro, io non la trovavo così grigia, ma ogni autore riesce a vedere le proprie cose, le proprie riflessioni. Intanto vediamo come si evolve la situazione tra questi amanti.
    Al prossimo ti recuperò 😉

    Trovi il capitolo su Youtube:
    https://youtu.be/0s1yPVZOuQo

    Alla prossima!

  • Ciao dottore51!
    Uno scannatoio! Il romanesco è la sua espressività. La risposta orgogliosa e opportuna “gira il match”, come si dice. Voto per Pisa, per vedere i due protagonisti con problemi di routine i nuna storia non convenzionale e ti auguro buona notte!
    Ciao!

  • Capitolo 4)

    Triangoli: sono una componente della vita!
    La storia prosegue, e noi riusciamo a vedere i sentimenti che crescono. Ma la gelosia non sempre è una questione di amore, più di possessione. Dipende sempre dal geloso, però.
    Vedremo cosa ci racconterai in questo tuffo nel passato.
    Mi preparo per il prossimo, visto che manca poco a raggiungerti 😉

    Trovi la lettura sempre su Youtube:
    https://youtu.be/hT-MIY21SJo

    Alla prossima!

    • Assolutamente d’accordo sulle considerazioni sulla gelosia. Può anche essere benefica, talvolta. O estremamente melefica, come la cronaca ci ammonisce. Ma lì si esce dal fisiologico per entrare nel campo delle malattie della mente.
      Grazie, stai leggendo benissimo (non solo la mia storia).
      A presto.
      Ho chiesto ed ottenuto di cambiare l’introduzione. La redazione di The incipit la cambierà in giornata. Era datata e troppo negativa.

  • Ciao dottore, non sei se capita solo a me ma leggendo sono pervaso da una strana malinconia. È come se ogni frase sottolineasse la mancanza di qualcosa, un vuoto che stai cercando di colmare con fatica, forse inutilmente. Forse quello che ho letto nella presentazione mi ha condizionato, e non riesco ad agganciare il giusto sentimento che ti ispira. Comunque la lettura è piacevole e ti faccio i complimenti!? Ciao

    • Capisco cosa intendi, e ti ringrazio per averlo esternato. In realtà la presentazione/trama risale al 2018, scritta in un periodo non troppo positivo. Quando ho ripreso il racconto, di recente, avevo ed ho in mente qualcosa di leggero con una spolverata di sesso.
      Vorrei cambiare la fuorviante introduzione e ho chiesto alla redazione se posso farlo, proprio ieri. Ma non ho ancora ricevuto risposta. Oltretutto è impossibile in 10 capitoli da max 5000 battute l’uno riassumere una vita. Magari i primi anni sì…
      Grazie per la visita e il commento!

  • Capitolo 3)

    Proseguono le avventure del nostro medico in erba.
    Ripensamenti che fanno storcere il naso, più per la mancata moralità che per altro… ma so’ regazzi, no? Devono pur fare esperienza.
    E proprio questo incontro potrebbe rivelarsi interessante per la crescita del personaggio.
    Cerco di raggiungerti, ovviamente. A poco a poco!

    Trovi la lettura del capitolo sempre su Youtube:
    https://youtu.be/AU-_smUq_fE

    Al prossimo episodio!

  • Buongiorno @dottore51!
    Ho completato i cinque capitoli, e devo dire che la figura del protagonista è piuttosto goffa nel cercare di riguadagnare punti nei confronti di Veronika; sia lui che Franco fanno i loro calcoli, difficile parteggiare per l’uno o per l’altro, almeno questo mi trasmette il racconto, nel senso che chi parla in prima persona lo fa schiettamente, evidenziando i propri errori e quindi in fondo mettendosi sullo stesso piano dell’ex amico.
    Una bella lettura dove le scene che giustificano la scelta del genere non sono eccessive né volgari, anzi, il buon eroe senza nome (per ora) si prende anche in giro.
    Complimenti, segnalo solo in questo episodio “Ti chiede di nuovo scusa, sono stato un idiota” il chiedo è diventato chiede.
    Voto per la furba Veronika, e le auguro buona continuazione fino alla prossima!

  • Sono un nuovo iscritto e pertanto ho letto i quattro capitoli tutti insieme, anche perché il genere che hai scelto mi piace. Inoltre la narrazione in prima persona è la mia preferita come scrittore, e la cosa vale anche come lettore. Questo modo di scrivere ha un pregio: ti fa entrare nel pathos della vicenda con una emozione più forte che negli altri modi di scrivere( esempio terza persona, molto più fredda e staccata). Automaticamente tifo per il protagonista, non potrebbe essere altrimenti. Spero che Franco alla fine riceva una giusta lezione. Voto la prima opzione ma con un seguito: Franco ci sa fare ma con te la vita è più avventurosa.
    Cosa non va, mi dicono le istruzioni. Niente di grave, se non una dimenticanza ( nel terzo capitolo hai dimenticato un pezzo di frase, poi lo cerco) e in alcuni casi la punteggiatura è sì buona, ma non perfetta. Se vuoi ti faccio degli esempi, Ciao…seguirò la storia con molto interesse.
    Frase: Quindi una domenica sera mi appostai in vista del portone del palazzo in cui Veronika ( qui dovevi scrivere viveva, o lavorava), seduto nella macchina…
    Ciaociao…a rileggerci

    • Gentilissimo, grazie. In effetti avevo notato quel paio di refusi, nella parte scritta parecchio tempo fa. Ma l’editing è impossibile, qui, tranne che immediatamente dopo.
      Mi fa piacere ti piaccia.
      Sto per postare il seguito: ho avuto molti feedback in un paio di giorni, molto bene.

  • Buonasera @dottore51!
    Bentornato allora sul sito. Ho letto il quarto capitolo, stasera recupero gli altri tre. Situazione di svantaggio per il narratore, almeno apparente. La sua prosa è piacevole, complimenti, così come i dialoghi; io voto “che ti importa…”, credo sia quello che risponderei io. Se lei ha accettato di uscire forse la situazione con Franco non è come il suo ex amico vorrebbe lasciar intendere.
    Vediamo come va; intanto buona continuazione!

  • Prima di tutto ben tornato.
    La vicenda mi piace, mi piacciono i corteggiamento difficili, infatti voto “bene è simpatico…” .
    Tifo per lui, speriamo ce la faccia.
    La prosa è giusta, moderna, misurata, poi quando si arriverà al dunque vedremo come si piegherà. Intanto complimenti e a presto (spero!)?
    Ciao ?

  • Ciao, apprezzo molto che questa storia abbia un certo gusto rétro. La trama preannuncia sviluppi interessanti, quel “nonostante tutto”. Tanto per cominciare, direi che il nostro protagonista si sia bruciato l’occasione, ma sono certa che s’inventerà qualcosa.

  • Ho votato per il “Torna in Germania”.
    Penso che fare l’amore e subito dopo dare una brutta notizia sia la peggior cosa da fare, chiunque ne uscirebbe offeso; poi penso sia un comportamento più affine a una 20enne, vediamo!

  • Voto: Cerco di riconquistarti.
    Come va? Perdonami, solo per pignoleria, vorrei farti presente che l’episodio non ha rispettato l’opzione votata 😉

    • Ciao Alessandra e grazie per la visita.
      In realtà mi sono trovato con tre voti, uno per ogni opzione. Sono quindi andato avanti tenendomi il più possibile aderente alla realtà. Vedremo se qualcosa cambia dopo questo secondo capitolo…

  • Salve! L’inizio di questa storia mi piace molto e non vedo l’ora di continuare a leggere. Ho votato per il rimanere a lungo perché ho immaginato che aveste parlato tanto per conoscervi ancora. Chissà, magari c’è stato il cosidetto colpo di fulmine che vi ha permesso di passare una serata migliore dopo la festa. Credo che non ci sia nulla di meglio che chiacchierare a lungo con la persona che si ama, la comunicazione è fondamentale. Ma lo saprò solo leggendo

  • Ciao e benvenuto in The Incipit,
    è un piacere leggere nuovi autori anche molto validi come te. Davvero un bel incipit e una buona penna. Sarà perché abito vicino alla brutta fontana afflitta dal guaino? ahahah, comunque mi piace e ho votato che non resti ( vivi con i genitori) e torni a casa, ma sappiamo entrambi che almeno il numero di telefono fisso lo avrai preso, no? 😉
    al prossimo episodio.
    (e non ti scoraggiare, i lettori qui sono lenti ma arrivano.)

    • Grazie Aless(andra),
      Un commento già il primo giorno, mi fa piacere. Mi dispiace invece di non avere corretto alcuni refusi dovuti alla scrittura automatica, ne ho trovati almeno tre. Ma non si può più fare editing, ora, mi pare.
      Avrei dovuto e potuto scrivere più e meglio, ma è un inizio in un campo nuovo.
      Sai la cosa buffa é che parto da fatti di vita vissuta e magari può capitare nel sito di entrare nell’effetto sliding door: come sarebbe andato se….
      Vedremo. Intanto grazie per il commento e il voto.
      Ho letto i primi 4 capitoli del tuo Fort Island, domani completo la lettura, mi piace molto!

  • Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

    Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

    Chiudi