Travolgente come un mare in burrasca.

Emozioni rosse.

A volte ritornano, è impossibile cacciarli via. Quegli amori così impossibili, sognati, mai vissuti. E ti ritrovi in un letto con la musica a palla a pensare a lui, bello, affascinante, che ti ha fottuto la mente, ma rimane soltanto l’euforia di un ricordo o di una fantasia perché altro più non c’è mai stato.

Sei consapevole del fatto che non può funzionare, ma allo stesso tempo vuoi provarci; le sfide ti piacciono. E più è difficile e più lo sogni, e più lo sogni più ti convinci che devi farlo. Si,sto parlando del rintracciarlo, dello scrivergli, del cercarlo almeno su Facebook e chiedergli l’amicizia. Non sei innamorata,no, ma ti ha attorcigliato la ragione. Quel suo essere misterioso,impenetrabile, schivo, e allo stesso tempo simpatico e solare ti ha rapita. Rimani li a pensarlo, a pensare come sarebbe potuta andare tra di voi se solo ci fosse stata l’occasione, se solo tu avessi risposto si alla sua proposta di uscire qualche tempo prima e se solo lui te l’avesse richiesto almeno un’altra volta. Hai sempre organizzato tutto nella tua vita e hai sempre avuto l’impressione di avere tutto sotto controllo. Sei la tipa che decide di fare un viaggio, un’uscita, una visita almeno due settimane prima. Sei ordinata, precisa, sempre puntuale. Lui no. Lui è dannatamente il contrario di te. L’hai capito nel momento in cui dopo il vostro primo incontro è cambiato tutto: ti ha incasinata e ti tiene prigioniera nella tua mente, ora selvaggia e burrascosa dove lui fa da padrone. Il tuo tutto è mutato, quella tua ordinata vita è stata stravolta. Non ragioni più lucidamente quando entra in gioco lui. Ti fai travolgere dai sentimenti che sono così scombinati, insistenti, forti e confusi che neanche tu sai definirli.

Hai immaginato tante volte un vostro prossimo incontro, le parole, gli sguardi,ogni possibile svicolo di conversazione. Lui che ti guarda e tu che vedi le stelle provando quelle emozioni rosse di una calda estate. Hai immaginato ogni possibile scenario, opzione e situazione…

Anche se scommetto che questa no, non l’avevi prevista. Non te l’aspettavi per niente proprio oggi. Eppure eccolo, lo riconosci subito, come potresti non farlo? 
Ti dai una rapida guardata e sistemata ai capelli. Il costume che indossi è nuovo, perfetto, quello che ti piaceva un sacco e ti sta alla perfezione. Proprio una fortuna averlo messo. E pensare che l’intento era quello di flirtare con qualche bel ragazzo abbronzato e muscoloso in spiaggia, ma poi arriva lui e ti dimentichi addirittura il tuo nome. 
Sei li come una scema, imbambolata a fissarlo da lontano, e intanto il tipo con cui stavi parlando e che ti aveva offerto una Coca-cola al bar ti sta chiedendo per la terza volta se ti senti bene. Sistemi tutto con un lieve e appena impercettibile “scusami” e abbassi la testa sperando di non arrossire. Hai notato che infatti lui si sta avvicinando, ti ha vista e procede a passo spedito. 
La vostra storia, anche se credo non si possa definire così, è stata scoordinata: vi siete conosciuti in quella stessa spiaggia dove lui lavorava, ci ha provato palesemente e con sicurezza ti ha chiesto il numero di telefono. È stata quella sua sopravvalutazione di se che ti ha fatto perdere la testa. Non avevi ancora mai avuto a che fare con l’irrequietezza e ribellione che traspariva dal suo sguardo. Vi siete incontrati ancora qualche volta, sempre lì. Poi più nulla. Ogni tanto un messaggio di routine con gli auguri per qualche ricorrenza, ma niente di più.
Purtroppo ci eri cascata dentro con tutto il corpo e nel momento meno opportuno, lui saltava fuori, prepotente, nella tua testa. 
Hai aspettato tutto l’anno sperando in un incontro e sognando il sapore delle sue labbra. Ovviamente tu non sai che questa cosa è stata reciproca, ma ora è arrivata l’estate e hai fatto di tutto per capitare casualmente nel posto da lui più frequentato. 
Eccolo, con quel sorriso sfacciato e aggressivo che ti aveva convinta a dargli corda la prima volta. Ti saluta sorpreso: non si aspettava di rivederti. Vuole abbracciarti, gli sei mancata, e l’altro ragazzo, ormai arreso al non ottenere la tua attenzione, vi lascia soli. Eh già, siete voi due, soli. La sabbia brucia, l’acqua del lago è mossa dalle scie dei motoscafi, il cielo è limpido e il sole dona un bel tepore. È tornato tutto come era sempre stato.
Ti senti in paradiso, finalmente bene e in pace. Quanto tempo avevi aspettato questo istante.

L'emozione predominante nel prossimo episodio.

  • Sorpresa che lascia senza fiato. (33%)
    33
  • Amore prepotente. (33%)
    33
  • Rabbia repressa. (33%)
    33
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

3 Commenti

  1. Ciao
    Decisamente più scorrevole questo capitolo.
    Il significato di queste due frasi non mi è chiaro: “Lui non è normale, ma nemmeno tu lo sei.” vuoi dire che il loro comportamento è fuori dalle righe? Fino adesso non traspare.
    e
    “Siete due naufraghi in un mare di emozioni.” perché naufraghi?
    Lui.
    PS vieni a trovarmi.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi