Blitz, Storia di mondi speciali

Dove eravamo rimasti?

Che cosa farà Elizabeth (Litz)? cercherà di contattare il fratello (80%)

È piano geniale?

Accampamento Trikrunt 18 aprile 2530

Elizabeth

Respirai profondamente, ieri non ero riuscita a contattarlo, dovevo ancora capire come funzionasse quel potere, ma non avevo tempo. Forse era proprio la tensione ad impedirmi di riuscirci. Per calmarmi ero tornata alla radura, quella dove io e Connor ci eravamo dati il primo bacio e quella, lo notai in quel momento, in cui mio fratello mi tradì e mi consegnò alla regina. Pensarci mi fece arrabbiare, stinsi con forza il ciondolo che mi aveva regalato, lo tolsi e lo scagliai lontano. Le immagini di quel giorno si susseguivano nella mia mente, c’era qualcosa che non tornava. Perché regalarmi quel ciondolo per poi abbandonarmi? Corsi verso il punto in cui lo avevo lanciato, il ciondolo a forma di sole si era aperto e al suo interno trovai un bigliettino arrotolato, lo aprì lentamente e lo lessi con le lacrime agli occhi: “Lontani ma sempre vicini, chiamami se hai bisogno, la profezia deve completarsi, non si può evitarla, ma solo affrontarla. Ti voglio bene bambi, tuo Josè.” Avevo capito cosa. Rimisi la collana, chiusi gli occhi e lasciai che la mia mente fosse invasa da tutti i momenti passati con lui.

-“Josè… Josè mi senti?”-

-“Oh sorellina non aspettavo altro che questo momento, ti devo spiegare tante cose…”-

-“No, non ora. Non c’è tempo, ho bisogno del tuo aiuto, ora capisco quello che hai fatto e il perché e ti perdono. La regina vuole una guerra e noi dobbiamo evitarla. Sarebbe un massacro, questo popolo non sa nemmeno cosa è un arma! Devi fare una cosa per me. Voglio che t’infiltri tra le guardie della regina e che liberi Elf, è un mio amico, ci aiuterà. Cerca di entrare nelle grazie della regina, mi dovrai riferire tutto, io ti raggiungerò il prima possibile, devo fare propaganda tra i popoli e trovare seguaci senza farmi scoprire. Sconfiggiamo la regina e vinciamo! Mi aiuterai?”-

-“Certo che ti aiuterò bambi, e sono già tra le guardie della regina, lo sono dal giorno della tua consegna, e conosco Elf, ti ho sempre tenuta d’occhio. Ti voglio bene, fai attenzione.”-

-“Te ne voglio anche io. Tranquillo starò attenta.”-interrompo la conversazione mentale con Josè e corro a controllare la situazione all’accampamento.

-“Connor ci sono riuscita, ho parlato con mio fratello, abbiamo il nostro infiltrato.”-lo abbracciai speranzosa.

-“Cosa facciamo adesso?”- mi chiese ansioso.

-“Dobbiamo farvi conoscere dal mio popolo, se gli elfi e gli umani vi conoscessero, non farebbero mai una guerra contro di voi; ma la regina fa credere a tutti che siete degli invasori, dobbiamo fargli cambiare idea. Io e te abbiamo molta strada da fare, dobbiamo metterci subito in cammino.”- affermai decisa.

-“Non sarebbe meglio portare qualche guardia?”-

-“No, se vogliamo convincerli che siete buoni non porteremo nessuna guardia.

Passarono tre giorni e tre notti e finalmente i due giovani arrivarono all’accampamento degli elfi, parlarono con la regina e la convinsero ad aiutarli. Le sue truppe però erano già partite per l’accampamento just drane!

 Era già da un giorno che Elizabeth non riusciva a contattare il fratello ed aveva paura che gli fosse successo qualcosa di brutto. La regina invece aveva deciso di usarlo come esca convinta che lui le sarebbe stato fedele, non immaginando il tradimento che l’attendeva.

Passarono altri giorni, Elizabeth, Connor e la regina degli elfi arrivarono vicino all’accampamento.

-“Bene, ora dobbiamo dividerci.”- Litz era ansiosa, non le piaceva per nulla essere tornata in quel posto, ma doveva farlo per salvare il popolo del suo amato e per evitare una guerra inutile.

-“Regina, lei vada dalle sue truppe e gli impedisca di unirsi all’esercito della regina. Io e Connor cercheremo un modo per entrare, dobbiamo parlare con i nostri infiltrati. Tenga questo, lo prema solo se ha davvero bisogno d’aiuto.”- La regina annui e si diresse all’interno dell’accampamento scortata dalle guardie di Hyra.

Connor

Seguivo Litz in completo silenzio, speravo che andasse tutto per il verso giusto. Stavamo per entrare in un ingresso sotterraneo quando sentimmo delle grida. Litz corse a vedere. Erano Antoine e Rose, corremmo a liberarli e i due ci spiegarono cosa era accaduto e dell’imbroglio che la regina gli aveva teso, successivamente si scusarono con Litz e ci offrirono il loro aiuto.

-“Un diversivo ci farebbe comodo, potete distrarre le guardie in qualche modo?”- chiesi loro.

I due annuirono e corsero a creare scompiglio con i loro poteri.

-“Non distrarti Connor! Seguimi.”- non l’avevo mai vista così agitata e nervosa.

Entrammo in un passaggio segreto e ci ritrovammo in un lungo corridoio a senso unico. Lo percoremmo ma all’improvviso sbucò una guardia con un prigioniero. non avevamo un posto dove nasconderci. Vidi Litz sorridere e corrergli incontro, forse erano gli infiltrati?

Dopo vari abbracci e presentazioni, Josè ci spiegò il piano della regina, e noi il nostro. Non volevamo ucciderla, solo imprigionarla. Ci separammo.

-“Elf aveva una faccia strana, forse lui sa qualcosa di quello che accadrà!”-

Cosa succederà adesso?

  • filerà tutto liscio (33%)
    33
  • la regina degli elfi li tradirà (11%)
    11
  • succederà una catastrofe (56%)
    56
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

55 Commenti

  1. Secondo me alla storia avrebbe giovato meglio un seguito. Ci sono un sacco di personaggi che sono comparsi per poi non servire a niente. Tuttavia mi è piaciuto come sei riuscita a concludere le cose e ti aspetto per la prossima storia 🙂

    Ciao 🙂

  2. Ciao. La storia fin da subito secondo lo stile come è impostata ti rapisce subito, e questo mi ha quasi fatto fare fuori la metà della storia in un colpo, non ho resistito.

    Unica cosa, una mia piccola curiosità sul nome del campo JUST DRANE JUST DRAUNE: sbaglio o è la rivisitazione del motto dei terrestri su The 100? Perché mi ci ha fatto pensare subito, non per altro 😉

  3. Lei nulla, ma arriveranno Rose ed Antonie… e sarà un casino! Sperando non ci scappi il morto 😉

    >mi credi davvero così crudele?
    No, ma una volta ho letto una storia analoga e qualsiasi scelta facevi, qualcuno crepava… rimango prevenuto 😉

    Ciao 🙂

  4. >Cosa ti aspetti che accada?
    Che si incontrino! Quindi voto sì 🙂

    Il fratello gli ha detto “mi dispiace” però le ha dato una collana e gli ha detto “Questo è per ricordarti che qualunque cosa accada saremo sempre insieme, gli opposti che si completano”. Questo mi fa intendere che c’è qualcosa di diverso dal semplice “consegnarla”.

    Sono sempre più curioso 🙂

    Ciao 🙂

  5. Il genere young adult scritto da una persona che è davvero “young” più sicuramente riservare delle sorprese 🙂 Raccontare la storia partendo direttamente da due mondi e due punti di vista molto diversi è originale ed è sull’originalità che ti consiglio di puntare, perchè tra adolescenti con poteri e futuri distopici si fa presto a cadere nel già visto. Cerca di caratterizzare tutto il tuo mondo e i tuoi personaggio al meglio, in modo che siano davvero tuoi, poi lo stile e la tecnica verranno col tempo e l’allenamento!

  6. Un testo davvero particolare che ha potenzialità per affermarsi nel genere fantascentifico. La grammatica è ottima soprattutto data l’etá della nostra autrice. Consiglio di enfatizzare bene i dettagli, anche se piccoli, per avere un punto di vista, da parte del lettore, più completo garantendo un’esperienza a 360 gradi. È ancora presto per un giudizio finito, sono curioso di sapere come si evolverà la storia e quali abilitá vanta la nostra autrice nel saper far mutare la trama!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi