Fantasmi del passato

Dove eravamo rimasti?

Cosa scoprirà Claire riguardo la stanza 102? La stanza 102 sarà il luogo dove lei e Steve si rincontreranno (53%)

La lettera

5 Aprile 2015

Un terribile temporale si stava abbattendo su New York mentre Claire si stava recando al Red C0ffee, attraverso il finestrino del taxi lasciava penetrare il suo sguardo perso nel vuoto, tormentato dal passato, tormentato da Steve. Nella sua mente fluivano numerosi pensieri, a partire dal primo incontro. Aveva soltanto sedici anni quando lo conobbe, il suo cuore fu dominato da una passione improvvisa, da un sentimento mai provato prima come quello sentito nei film. Aveva bei ricordi di quei tempi, non poteva negarlo, con Steve aveva conosciuto il primo amore ma nonostante tutto arrivò una fine anche per loro due. Steve si era trasferito in America e lei, non poteva tollerare la lontananza ma in fondo al suo cuore, sapeva che sarebbe rimasto sempre l’unico vero amore.

“La ringrazio, buona giornata.”

Scese dal taxi ed entrò nel locale dove la sua amica la stava aspettando.

“Oggi sono andata al colloquio e fin da subito ho notato qualcosa di diverso, la stanza dove mi hanno attesa era la 102, tu sai che ricordo ha per me. Sento una strana sensazione, che sta per accadere qualcosa, ho timore di lui e di tutto quello che lo circonda”


“Ti conosco molto bene e so che soltanto seguendo il tuo cuore, potrai avere le rispose attese.”

Chiuse il portone di casa e si stese sul letto. Lo sguardo fisso al soffitto, vuoto, bianco, com’era la sua mente, un tunnel senza via d’uscita; si fece coraggio e andò a lavoro. Arrivò nel suo ufficio intorno alle 16:00, sistemò le cose necessarie, finché sulla sua scrivania ritrovò una lettera con sopra inciso: 1 0 2
Ancora quei tre numeri, ancora lui. Tremava per il timore, una lacrima dopo l’altra cadeva su quella busta, lasciando incidere sempre di più un solco profondo come il suo dolore.

                                                                    Roma, 20 novembre 2015

Ti volevo augurare buon compleanno.

Probabilmente questa lettera non la leggerai in questo giorno, ne passerà di tempo.

Ricordo ancora il nostro primo incontro, eravamo soltanto degli adolescenti, eppure avevamo colto ogni momento, ogni situazione che si presentava, sempre insieme, l’uno al fianco dell’altro. Mi chiedo sempre se tu ogni tanto rendi vivi quei momenti, a me sono ancora impressi. Oggi, siamo distanti, nonostante tutto volevo ringraziarti, io sono sempre qui, ad aspettarti, come 102 giorni fa, quando ci salutammo per l’ultima volta. Se nel tuo cuore c’è ancora un piccolo spazio per me, rinuncia alla razionalità, io, sono qui che ti aspetto.

Con affetto,

Steve 

Cosa farà Claire dopo aver letto la lettera?

  • Cancellerà la lettera dal suo cuore (0%)
    0
  • Chiederà informazioni su di lui ai suoi colleghi (57%)
    57
  • Andrà a cercare Steve (43%)
    43
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

7 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi