Fantasmi del passato

Dove eravamo rimasti?

Cosa farà Claire? Verrà interrotta dall'arrivo del direttore (50%)

L’evento

“Signorina Wilk, cosa ci fa qui per i corridoi invece di lavorare?

Corra nel suo ufficio!”

Impaurita dall’arrivo del direttore, Claire si voltò velocemente dimenticando ciò che era accaduto precedentemente, o meglio, quella era la sua intenzione.  Il rumore dei suoi tacchi echeggiava nella sua mente nella strada di ritorno al suo ufficio. Finì di lavorare alle 20:00, sfinita.                                                            Tornò a casa ed ordinò del sushi online per poi crollare in un sonno profondo e gettare alle spalle la giornata.

Quella notte verso le 5:00 si alzò con lui in mente, aveva bisogno di qualcosa che la riportasse a lui, così riprese tra le sue mani la lettera che le scrisse, emanava ancora il suo profumo. La lettera la custodiva come un piccolo gioiello, era l’unica cosa che aveva di lui, la riposò e tornò a letto col suo profumo sulla pelle, il suo ricordo era perenne però doveva dar conto anche alla sua testa e così, riprese a dormire.

Alle 7:00 al suono della sveglia si alzò, probabilmente sarebbe stata la giornata più importante della sua vita, alle 9:00 sarebbe iniziata la sua prima sfilata in una delle più grandi città del mondo. Guardandosi allo specchio, si promise di tralasciare quanto accaduto e dedicarsi unicamente alla sfilata e disse tra sé

“Claire, ce la puoi fare, dai il meglio di te stessa”.

Si era preparata per tutto, anche per la presenza di Steve, d’altronde non poteva mancare essendo uno dei suoi superiori.

Era la prima volta che si trovava in un tale contesto, le numerose presenze superarono le sue aspettative, uomini e donne ben vestiti che attendevano la nuova stella della “Executive lux”, così era definita dai suoi superiori. Tutti erano lì a sostenerli, avrebbe voluto anche la sua famiglia ma sapeva di potercela fare.

“Benvenuti, io, Claire, ringrazio ognuno di voi per la presenza, buono spettacolo e a dopo!”

Tra un applauso ed un altro i vari modelli tra vestiti, giacche ed infine abiti da sposa, sfilavano uno dopo l’altro e la soddisfazione sul viso di Claire era evidente.                                                          Mancava l’ultimo passo, il discorso finale, per poi poter dire di aver realizzato il suo sogno.                                                        Elegante come non mai, sfilò anche lei la passerella sotto i numerosi applausi, sui visi leggeva tanta  ammirazione nei suoi confronti.                                                                                               Con un sorriso a trentadue denti concluse la sua sfilata finché tra i numerosi volti, scorse quello più importante, Steve, come le sue aspettative; mentre rientrava nei camerini sentì dei passi dietro di sé finché venne tirata dal braccio destro. Sì voltò ed era lui, la mente le diceva di lasciarlo via, il cuore di assecondarlo, quei due secondi tra il voltarsi e l’ignorarlo furono lunghissimi, ancora una volta davanti alla stessa scelta: testa o cuore.

Cosa avverrà tra di loro?

  • Claire non lo farà parlare (67%)
    67
  • Claire ascolterà cosa lui vorrà dirle (33%)
    33
  • Non si vedranno più (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

7 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi