Giochiamo

Dove eravamo rimasti?

Cosa farà Cayde il giorno dopo? Incontrerà Sky a scuola e cercherà di parlarle (75%)

Parole

La mattina dopo non avevo per nulla voglia di andare a scuola. Avevo passato la notte in bianco, tormentato da pensieri su quel ragazzo. Vladimir Reed, uno spavaldo sbruffone, incapace di formulare una frase sensata ed un pensiero che non porti ad un guadagno personale.

“Felice lei…” pensai fra me e me, mentre preparavo le mie cose ed uscivo di casa.

Arrivato a scuola andai alla mia classe, non incontrai nessuno per la strada. Con me in classe non avevo nessuno degli amici del mio gruppo, ma in classe vi era comunque un buon equilibrio. Mi divertivo spesso, ma quel giorno tutto mi sembrava più grigio.

Alla seconda ora suonò la campanella della ricreazione, ed io uscii di classe per andare a prendere qualcosa alle macchinette.

Lí incontrai Sky e Vladimir.

Mi fermai un attimo prima di avvicinarmi, la vista di quel ragazzo mi infastidiva al punto di provocarmi dolori alla pancia.

Non ho mai ammesso la mia gelosia a Sky, ma penso lei sapesse benissimo che avevo l’impulso di dare un pugno a Vladimir ogni volta che lui la sfiorava.

Era una gelosia inutile, immotivata, superflua.

Un semplice riflesso della mia mente che non mi faceva allontanare da una persona che, alla fine, non era mai stata mia.

Sky sorrideva, ma sembrava leggermente a disagio con lui, aveva un’espressione leggermente triste.

Girai i tacchi e mi avvia verso la classe, quando ad un tratto sentii qualcuno mettermi un braccio sulla spalla.

Mi voltai subito e vidi Vladimir, con un braccio sul fianco di Sky ed uno sulla mia spalla.

“Hey, bello! Che mi racconti?” esclamò, spostando lo sguardo su di me e facendo un sorriso provocatorio.

Strattonai il suo braccio e lo allontanai subito.

“Che vuoi?” dissi, guardandolo fisso negli occhi con sguardo omicida.

“Hey amico, sta calmo, volevo solo parlare”

“Non sono tuo amico e non voglio parlare con te”

Sembrava non voler rispondere, quindi mi girai nuovamente ed andai in classe.

Sentii poi un suo urlo provenire da dietro di me.

“Che c’è, sei troppo una checca per parlare con uno come me?!”

Mi bloccai nel mezzo del corridoio, sospirai e mi girai ghignando.

Sky era vicina a Vladimir, ma si era allontanata di poco sentito l’urlo.

“Vladimir…siamo persone civili. O almeno, uno di noi lo è. Quindi ti darò due minuti per parlare.”

“Sky me lo ha detto sai? Lei mi dice tutto”

“Beh anche a me dice tutto, ma evidentemente questo non lo sapevi. E comunque, c’è qualche problema? Mh?” risposi in maniera calma e pacata, mentre cercavo di mantenere la calma e non rompergli la faccia a suon di pugni.

“Il problema è che lei non è tua, arrenditi e lasciala stare, verme” disse con tono freddo e serio, fallendo però nell’intimidirmi.

Aprii bocca per parlare, ma venni bloccato dalla voce di Sky.

“Io non sono di nessuno, Cayde è un mio amico e decido io con chi parlare.”

Risi alle parole di Sky, mentre ormai i ragazzi del corridoio si erano fermati per guardare la scena.

“Amico? Sarebbe un parolone. Ad ogni modo bello, non c’è da arrendersi. Provo qualcosa per lei perché il mio cervello non ha nulla da fare, non ostacolerei mai un cuoricino dolce come il tuo.” dissi ridacchiando e congiungendo le mani in segno di scusa.

“Cayde… Mi dispiace per ie-” provó a dire Sky, ma la interruppi subito.

“No, no, sta tranquilla. Sai che c’è? A me non dispiace, anzi, mi fa piacere che le cose stiano andando bene con l’idiota” ribattei, sorridendo ed indicando Vladimir con un’alzata di pollice.

“Stai iniziando a darmi fastidio, sgorbio.” disse Vladimir con tono minaccioso.

“Uh sisi… e che farai? Dimostrerai a tutti come il tuo cervello sia troppo piccolo per parlare e non utilizzare la violenza?” sorrisi, facendo poi il gesto di lasciar cadere un microfono invisibile, seguito da un fragoroso “uoh” dei ragazzi attorno a me.

Sky era triste, ma sinceramente in quel momento stavo facendo finta che non mi importasse. Vladimir stava invece digrignando i denti, colpito dalla mia offesa di fronte a tutti.

Mi girai e dissi alzando di poco il tono di voce: ”Quando la cosa sarà ufficiale mandatemi un messaggio”

Cosa succede a Cayde?

  • Torna tranquillamente in classe e la sera esce con i ragazzi (100%)
    100
  • Viene bloccato e portato via da Sky per parlare (0%)
    0
  • Vladimir gli dà un pugno nonostante la figuraccia (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

1 Commento

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi