LOOK AT ME

Dove eravamo rimasti?

cosa farà la protagonista? Prenderà l’ascensore fingendo che non ci sia (75%)

Fa che non mi abbia visto

…Peccato che nel momento in cui si aprì l’ascensore lui era lì. Il mio capo. Con la cravatta allentata,la giacca  appoggiata sulle spalle e puzzava di scotch.

Non era più l’uomo forte di prima,ora emanava insicurezza. Anche se,dal fondo dei suoi occhi scuri veniva la luce…

Feci finta di non averlo visto. La puzza di scotch mi dava alla testa,e non ero nemmeno entrata. 

Respirai profondamente,ed entrai nell’ascensore.

Cercai di convincermi che lui non fosse lì,che la sua mente mi avesse giocato un brutto scherzo. 

Preso il telefono e scrissi ai miei amici per organizzarci per la serata,avevo bisogno di distrarmi. 

“Ti metto tanto in soggezione?” Sentii questa voce provenire dall’angolo dell’ascensore. Era lui.

“No.” Stavo convincendo me stessa

“Allora perché non saluti neanche il tuo capo?”Chiese ghignando 

Gnegnegne molto simpatico 

“Perché è il mio capo fino alle 7. Dopo quest’ora diventa una persona come tutte le altre,una persona che non conosco.” Non ero mai stata così brutale,ma lui era ubriaco e non volevo problemi.

“O forse hai solo paura di guardarmi negli occhi?” Esordì avvicinandosi a me

In effetti i suoi occhi erano il nulla ma al contempo tutto. Non ne si vedeva il fondo eppure brillavano.

“Non vedo nulla di strano” mentii spudoratamente. 

Lui si avvicinò sempre di più a me,non c’era più spazio nell’ascensore. 

Fortunatamente si aprirono le porte dell’ascensore e notai di essere libera. 

Volevo solo andare a casa ed uscire. 

21:30 p.m.

Con le mie amiche raggiunsi un pub che avevano scelto loro. 

Stasera volevo solo liberarmi la mente,e dimenticare anche il mio nome.

Il tempo scorreva come l’alcol, mi girava la testa, era questo il mio scopo. 

Un ragazzo,non avevo chiesto nemmeno il nome, si avvicinò a me, puzzava di alcol peggio di me, magari era la distrazione che cercavo. 

Uscimmo fuori, mi tremavano le gambe e girava la testa,c’era una mano sul mio fianco ma non volevo neanche sapere di chi fosse. 

Mi girai era un’altra persona.

Gli occhi non mentono mai. 

Chi è questa persona

  • Una delle sue amiche (33%)
    33
  • Il ragazzo conosciuto dentro (50%)
    50
  • Il suo capo (17%)
    17
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

4 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi