Onkos

Dove eravamo rimasti?

Pronti per il gran finale? cosa accadrà a Mark ? dipenderà tutto da Klos Kalos libererà Mavros e combatterà l'oncos? (73%)

Mano Per Mano

Appena entrati nei sotterranei ci dirigemmo verso le celle dove erano rinchiusi i cittadini, iniziammo a liberarli e chiesi dove fosse Tharros, mi dissero che si trovava in una stanza in cima alla torre, mentre gli altri si occupavano di loro io andai a cercarlo, nel castello erano rimasti pochi astenia poiché la maggior parte erano stati attratti dallo scontro, cercai di evitarli passando di soppiatto da una stanza all’altra per non farmi notare e dopo svariate rampe di sale arrivai in cima, un’astenia era posizionato davanti ad una porta e supposi fosse la stanza giusta, mi avvicinai verso di lui e approfittai di una sua distrazione per atterrarlo, scassinai la porta e trovai Tharros lì completamente incatenato in modo da impedirgli tutti i movimenti, lo liberai , andammo a recuperare la sua spada e poi ci riunimmo agli altri. Facemmo fuggire le persone attraverso i sottopassaggi e li chiudemmo. Sentimmo un grosso frastuono provenire dall’esterno così ci affacciammo alla balconata e dalla la cima del vulcano si vedeva marcare un esercito di astenia che distruggeva tutto ciò che incontrava incurante degli ostacoli, in fondo a quell’ armata di mostri ne vidi uno diverso dagli altri, circondato da fumo nero e con il volto coperto da una grande maschera a quattro facce poste sui quattro lati, ma la cosa che inquietava di più era il comportamento, non era dominato dall’istinto come gli altri ma sembrava quasi umano, camminava a testa alta e non assumeva atteggiamenti animaleschi come i suoi compagni, ma era come se si ponesse in una posizione superiore ad essi, senza ombra di dubbio era l’Onkos. Arrivo un generale e ci riferì che la riconquista della città era riuscita e che i froura si stavano già schierando per contrastare l’imminente scontro. In un istante il tempo si fermò e improvvisamente la luce scomparve, sentivo alle mie spalle una sensazione che incuteva tristezza, ansia e paura ed una voce infida e sghignazzante che mi sussurrò:<<Che onore conoscere il quarto Cavaliere Massimo>>, di scatto mi allontanai, mi trovai difronte un essere inquietante, la sua presenza trasmetteva sensazioni negative e come se non bastasse lo scambio scattoso tra le sue facce provocava un serio turbamento. Io e Sofos iniziammo ad attaccarlo ma i nostri colpi di spada finivano sempre a vuoto:

Onkos:<<Sapevo che saresti venuto da me cavaliere viaggatore d’altronde è il tuo ruolo, no?>>

Io:<<Ma cosa vai blaterando>>

Onkos:<<Ma come l’ordine dei Cavalieri Massimi tiene ancora allo scuro la tua identità! Come vieni nominato ora, lo sbranatore, il distruttore o lo squartatore? Non hai detto a questa fanciulla chi sei?>>

Filia:<<Kalos! Ma cosa sta dicendo, dimmi che sta mentendo vero?>>

Onkos:<<Te lo spiego io mia cara, per l’equilibrio di un regno serve la saggezza per guidare e ispirare gli animi, la forza per lottare e difendersi dalle avversità ed il coraggio necessario per intraprendere tutte le imprese, ma non basta tutto ciò manca ciò che mantiene l’equilibrio tra il bene e il mare, ovvero la giustizia che sia buona o cattiva essa ha il compito di mantenere eque le parti e senza dimora è condannata a essere nomade per dirigersi dove non c’è equilibrio >>

Io:<< bravo hai compreso esattamente il mio ruolo e di conseguenza capirai che non potrò proprio risparmiarti? >>

Onkos:<<io ti ucciderò così il bene non potrà più essere ristabilito e Evimeria cadrà nelle mie mani>>

Io:<< Dovresti ripassare un po’ i manuali di storia caro mio, sai cosa succede quando si uniscono le quattro spade sacre, no? Sarò felice di mostrartelo>>

Tutti noi prendemmo le distanze dal mostro, gli sciamani guardiani crearono un’ arma dalla potenza di fuoco straordinaria proprio per situazioni come queste, la divisero in quattro spada in modo che solo i meritevoli potessero usarla, così unimmo le punte delle nostre spade e alla formula sofos, dynami, tharros kai kalos  un esplosione si scagliò contro l’Onkos distruggendo quasi la metà di di Mavros. Le spade si polverizzarono e noi andammo verso il cadavere inerme dell’ Onkos, alla sua morte erano scomparsi anche tutti gli astenia così con sorriso sulla faccia alzammo le braccia al celo e urlammo di gioia.

Sentii una sensazione strana e un dolore intenso, guardai il mio petto e vidi la punta di una spada, la mia bocca gocciolava sangue e un ghigno urlava vittoria.

<<Signora mi spezza il cuore dirle questo, durante la rimozione del tumore e stata toccata una vena, non la posizione di questa non ci ha permesso fermare l’emorragia. Ci perdoni>>

Adesso anche se in un mondo lontano lontano, finalmente Kalos e Mark camminano insieme mano per mano.

Categorie

Lascia un commento

52 Commenti

  1. A causa di problemi con il sito ho dovuto necessariamente cambiare account, vi chiedo di aiutarmi a crescere anche con questo imprevisto. Il quarto episodio sarà pubblicato sul l’account di Giuseppe Marotti ×💖💖

  2. Ciao! La premessa della tua storia è molto interessante, ma ti faccio un paio di appunti: il primo è di stare attento alla punteggiatura, specialmente alle virgolette, che hanno un uso specifico ma che in questo capitolo sono piazzate in maniera un po’ “casuale” < tipo così, dove non servirebbero 😀
    Il secondo appunto riguarda un tranello in cui cascano molti autori di fantasy, ossia lo sciorinare tutta una serie di informazioni su nomi, mostri luoghi e personaggi perché ci piace parlare del mondo che creiamo ma che non sono strettamente necessarie per la trama allo stato attuale. Anche per questo motivo per il prossimo capitolo voto per lo stare con Mark!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi