PERSO TRA IL TEMPO E LO SPAZIO

Dove eravamo rimasti?

DOVE SI RITROVERANNO JACK E MORGANA? Nella stiva di una caravella (73%)

L’INCONTRO

Jack schiacciò il bottone e si ritrovarono in un battito di ciglia in un luogo freddo e buio. L’odore nell’aria era quello di legno bagnato e grano. Jack capì all’istante dove si trovava, cioè nella stiva di una caravella probabilmente attorno al 1450. Jack e Morgana si precipitarono fuori dalla stiva. Il sole splendeva alto nel cielo e a giudicare da ciò che vedeva si trovavano a Genova attraccati al Porto Antico. Prima di scendere Jack diede una pillola a Morgana. Era una piccola pillola verde che le dava l’abilità di capire qualsiasi lingua. Morgana prese la pillola e i due cominciarono a girare per la nave. Essa sembrava vuota, probabilmente i marinai avevano scaricato le merci e ora si trovavano in giro per la città. Scesero dalla nave e cominciarono a girare per la città in cerca di tracce lasciate dallo zygon. Si diressero verso piazza San Matteo e il palazzo ducale. Lì avrebbero incontrato sicuramente qualcuno che aveva notato qualcosa. Arrivati in piazza Jack e Morgana si divisero. Cominciarono a chiedere a varie persone se avessero notato qualcosa di strano, fino a quando una vecchia signora, che fino ad allora era rimasta ad osservare da lontano, si avvicinò. Cominciò a dire “Ho sentito che cercate un uomo. Ne ho visto uno che potrebbe essere quello che cercate. Era esattamente come voi: strani abiti e una fretta di andare via. È andato in quella direzione” I due ringraziarono la vecchia signora e si diressero nella direzione indicata. Camminarono per qualche minuto prima di giungere davanti a un’osteria. Pensarono non ci fosse un posto migliore per nascondersi. Chiesero al barista se avesse visto un uomo che assomigliasse alla loro descrizione. Disse che un uomo simile aveva preso una camera tre settimane prima ma era qualche giorno che non si faceva vedere. Non ci pensarono due volte e andarono a vedere se la stanza potesse appartenere davvero allo zygon. Appena entrarono videro che nella camera non c’era nessuno, ma le pareti erano tappezzate di foto e articoli vari scritti in zygano (lingua parlata sul pianeta zygon). Tutti sembravano parlare di una sorta di setta “GLI ETERNI”. Non volevano stare lì troppo a lungo e quindi decisero di prendere tutte le ricerche e andare via. Si chiesero dove potesse essere lo zygon, fino a quando Morgana ebbe un colpo di genio. Lo zygon doveva aver preso le sembianze della vecchia signora per sviarli, in fondo era l’unica che sosteneva di aver visto uno strano uomo. Tornarono a piazza San Matteo in cerca di quella vecchia ma sembrava essersene andata. Decisero di sedersi e consultare le ricerche prese nella camera. Gli articoli avevano datazioni diverse che coprivano un lasso di tempo di novecento anni. Tutti gli articoli e le foto parlavano degli “ETERNI” e delle loro apparizioni nei secoli. Quello che si evince è che gli “ETERNI” sono un gruppo di immortali zygon e darilliani. Questo sembrava strano a Jack perché i due popoli si sono sempre odiati. Ora Jack era ancora più motivato a trovare lo zygon. Voleva spiegazioni e le voleva in fretta. L’unico posto dove avevano una possibilità di trovare lo zygon era la nave. Tornarono lì e stranamente era ancora vuota. Non poteva essere possibile che fosse ancora vuota e quindi pensarono di usare ancora lo spettrometro. La nave si rivelò una scialuppa di salvataggio zygon, che probabilmente apparteneva alla nave trovata a Salem. Salirono e tornarono dove si trovava la capsula che li aveva portati lì. Trovarono lo zygon proprio di fronte e Jack fece l’unica cosa che gli venne in mente cioè cacciare il suo revolver sonico e . . . . . .

Cosa farà allo zygon

  • lo catturerà (75%)
    75
  • lo lascerà scappare (0%)
    0
  • lo ucciderà (25%)
    25
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

17 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi