Riflessioni

Per quelli di voi che hanno un cuore spezzato

Permettetemi di raccontarvi una storia. Max stava rompendo dopo 2 anni con una ragazza australiana che lo aveva tradito. Max si sentiva molto male, pensava al suicidio, aveva imparato ad avere le palle e a non pensare di uccidersi quando le cose iniziavano ad andare male. Questo non significa che non fosse difficile. Ogni giorno si sentiva la testa esplodere da tutto quello che gli sembrava senza senso. Mentre attraversava questa situazione incontrò però una ragazza coreana. “E’ carina” pensò. Era piena di energia e molto gioiosa. Saltava come un cazzo di bambino per ogni cosa che Max diceva. La invitò a uscire. Andarono al bar, poi a una sala giochi e passeggiò con lui per tutta la notte. Lei lo faceva sentire bene ed in pace con il mondo. Un’ mese dopo sono a casa di Max e guardano Shereck. Così fino al momento in cui Max la bacia.  La dopamina esplode nel suo corpo, tutto sembra ok. Nei mesi successivi fanno aventi e indietro fra casa di lei e casa di Max.  Fanno quasi tutto insieme, lui la amava, lei lo ama. Decidono di trasferirsi in una casa loro, pessima idea. Iniziano a litigare per le piccole stronzate. Chi pagherà per cosa, chi laverà i piatti, perché non sono mai insieme. Max si sentiva arrabbiato, lei depressa. Si lasciano e si riprendono spesso.  Vanno da innamorati pazzi all’ odio reciproco, ma c’erano ancora l’uno per l’altra. Si abbracciano e si baciano ancora, si coccolano e conversano; sono ancora insieme.  Poi il giorno nel quale l’ amato cane di Max stava morendo, quando lei gli serviva dippiù, era lì, al suo fianco. Lui la amava così tanto. Poi la notte dopo, Max le prese il telefono.

Jack: Ci dovremmo vedere più spesso

Lei: Si assolutamente

Jack: Ok ti aspetto stanotte?

Lei: Sei così dolce. Ti faccio un’ altro pompino questa sera.

Lei usciva con qualcun’ altro. Lo sentite anche voi il rumore del cuore che si rompe?

Fammi indovinare,  lo hai scoperto. Recentemente o allora. So cosa è successo e so come ti senti. So che vorresti strapparle la palle dalla sua morbida faccia. So che vorresti prendere un palo di 2 metri e impiccarcela . So che vorresti metterle le mani nella bocca per tirarle fuori il cranio dalla testa. Lo so, non sei pazzo. Ogni essere umano ha, almeno una volta, sentito la voglia di ucciderne un’ altro. Ma noi non lo facciamo, è questo che ci separa dagli animali. Non sei pazzo, hai il cuore spezzato. Hai sentito arrivare i messaggi? Hai sentito le chiamate?  Alla fine non importa. E da questo punto in poi potrà solo peggiorare. E’ difficile mangiare, dormire, respirare, è difficile vivere.  I flashback di voi che vi stingevate, poi lei che si scopa qualcun’ altro.  Sembra che la mente vada a fuoco mentre pensi cosa devi fare ora.  Pensavi fosse solo un’ amico, te lo aveva detto lei.  Proprio in questo momento la Violenza sembra cantare canzoni così dolci. Vuoi uccidere loro o te, ma non puoi. Non importa quanto pensi possano meritarselo. Non importa quanto possano meritarlo davvero. Tu non puoi lasciarti andare. I traditori sono così bassi, il genere peggiore di persone. Ma i killer sono molto peggiori. Tu ed io dobbiamo essere i bravi ragazzi, perché se ci abbassiamo al loro livello siamo peggiori di loro. Avveleneremmo la terra e ne faremmo nascere solo altri.  Non farti distruggere da questi stronzi. Se lo fai vincono loro.  La vita ti colpirà forte, e dopo ancora dippiù, e quando sarai a terra ti tirerà a calci. So che senti come se i tuoi polmoni stessero per collassare, come se la tua testa stesse per esplodere, come se il tuo cuore stesse per distruggersi, lo so, ma non me ne importa un cazzo. Alzati adesso.  Indovina, brutto stronzo, quali opzioni hai. Stai a terra sconfitto e distrutto. Continua a vivere all’ inferno se vuoi. Puoi credere di essere un perdente e che sei inamabile, che non sei tagliato per questo mondo. Oppure puoi arrampicarti fuori dall’ inferno. Farà male e sarà difficile. Vedi che non puoi fatecela ma continui ad andare, e fuori dal miracolo della tua stessa forza ce la fai e realizzi di non essere un perdente. Sei una bellissima creatura di Dio, dell’ universo o di qualsiasi cosa. Ma questa è una scelta. Ti senti bene all’ inferno o decidi di arrampicartene fuori? Non puoi continuare a flagellarti per le puttanate: uomini o donne che passano da cazzo all’ altro più veloce di quanto possano dirti: “ti amo”.  Sei stato quello affettuoso e carino, ma anche quello punito maggiormente. Perderai altro nella vita, ma finchè vai avanti non perderai mai te stesso, e finchè avrai te stesso vincerai, un giorno. La sopravvivenza è del più forte, e se non lo diventi sarai lavato via con i deboli, Ma non sei debole. Sei più forte di quanto immagini. Loro sono come dei parassiti che ti lasciano indebolito e malato, ma un parassita si rimuove. Calciali fuori dalla tua cazzo di vita e ti rimetterai.  Ci saranno lacrime, sudore e forse sangue, ma non farti fermare.  Ora è tempo diventare migliore. Continua ad arrampicarti. Vai fuori dall inferno, non ti appartiene

Di cosa parlo la prossima volta? Naturalmente tutto qua è rivolto a farti sentire meglio.

  • Stess (0%)
    0
  • Popolarità (17%)
    17
  • Depressione (83%)
    83

Voti totali: 6

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi