Onkos

Sintomi

<<Ehi Kalos…..Kalos>>

Mi svegliai di scatto sentendo la voce preoccupata di Filia: <<non puoi immaginare cos’è successo, il popolo di Evimeria è in pericolo, è comparso un nuovo Onkos dal portale degli Astheneia nelle Terre d’Inverno, pare abbia un potere oscuro estremamente forte e stia convertendo interi villaggi del nord! Ma…ma…Kalos cosa ti prende?>>.

-Io a quelle parole a differenza di molti sentii un fuoco accendersi nel petto, non potevo credere che dopo almeno sessant’anni di pace più totale finalmente qualcosa avrebbe potuto spezzare quella noia insopportabile.

<< Mark ti senti bene?>> mi disse papà nel tragitto per arrivare a scuola, gli risposi: <<Si, certo>> cercando di sorridere , non so perché mentii forse ero consapevole della sua faticosa giornata di lavoro, mi chiese se mi fosse accaduto qualcosa poiché avevo una faccia particolarmente pallida, lo rassicurai tagliando subito il discorso e di conseguenza anche le prediche sul mio calo di peso improvviso causa secondo lui della mia “alimentazione poco proteica “ oggetto di frenetiche discussioni a casa mia da qualche tempo. Arrivammo davanti scuola e dopo uno sbrigativo saluto e con già dieci minuti di ritardo entrai nella palestra per la lezione di “massacro muscolare” o per tutto il resto della popolazione studentesca “P.E.”,dopo aver fatto il riscaldamento ed una corsa sfiancante arrivò il momento della tortura maggiore “l’arrampicata sulla corda”, cercai di nascondermi tra i miei compagni e per fortuna riuscii a posticipare una decina di minuti la guerra tra me e quella corda, fui il penultimo ad essere chiamato, iniziai ad arrampicarmi il primo metro lo feci con maestria ma ogni singolo movimento successivo lo sforzo si faceva pian piano più pesante, mi sentivo le braccia formicolare e iniziò a girarmi la testa, sentivo gli occhi uscire dalle orbite e vedevo innumerevoli puntini bianchi come mille minuscole lucciole, le mie mani prive di forza lasciarono la corda.

-L’unica cosa che ricordo e un soffio d’aria che mi mosse i miei capelli.

<<Filia, hai preso tutto quello che serve per il viaggio>> le dissi conoscendo la sua “memoria ferrea” ma selvaggiamente mi rispose: <<se ti serve qualcosa te la prendi>>, d’altronde Filia non è dicerto la curatrice più famosa di Evimeria per la sua gentilezza ma per “ben altre doti” tra cui il carattere forte come quello di un leone ma meschino come quello di una serpe. Uscii dalla locanda dove soggiornavamo da quasi una settimana, ci trovavamo nel villaggio di Archi una località di montagna a sud dove eravamo venuti a riposarci dopo delle guerriglie di poco conto sulle Coste Oxy, mentre giravo nella piazza per comprare delle provviste sento un vecchio pazzo allarmato per un Astheneia (esseri oscuri e malvagi la cui pericolosità e divisibile in quattro fasce “C”,”B”,”A” ed “S”) che dal Portale è arrivato fino a qui, cosa insolita che nessun Froura (guerrieri messi a disposizione dall’alleanza dei villaggi di Evimeria per la difesa dell’regno) lo abbia fermato in precedenza e la zona era indifesa, forse quel pazzo faceva bene a preoccuparsi, di conseguenza pensai: -quale occasione poteva essere migliore di questa per racimolare un po’ di monete?-, Salii su uno sgabello e urlai: << signore e signori, non fatevi prendere dal panico ci sono io a servirvi Kalos “il sanguinario”, ovviamente un onesto lavoro richiede un onesto risarcimento>>. Odio quel nomignolo ma avvolte i nomi di guerra sono utili per far monete, infatti la voce si sparse a macchia d’olio e non ci mise molto il capo villaggio ad arrivare, dopo una lunga contrattazione arrivammo al modico prezzo di 20 monete d’oro, ritornai alla locanda per dire a Filia che saremmo partiti con un giorno di ritardo, presi la mia spada compagnia di numerose battaglie e mi incamminai verso il bosco dove era stato avvistato l’Astheneia. Il fitto bosco era estremamente silenzioso e buio illuminato solo da qualche spiraglio di luce che passava attraverso i folti rami degli alberi, dopo dieci minuti di cammino iniziai a sentire dei rumori provenire  verso ovest dove sapevo esserci l’abitazione di un pastore ,mi diressi li velocemente e man mano che mi avvicinavo sentivo delle urla sempre più forti ed intense che chiedevano aiuto, arrivai davanti la vecchia casa aprii la porta solcata da un artiglio, come se un grosso animale l’avesse graffiata, aprii la porta e vidi l’inferno, il sangue del corpo del pastore  maciullato era ovunque ,le viscere erano rivoltate a terra e la gamba era stretta forte in mezzo ai denti di quella bestia umanoide, nera e asomatica che come tutti quelli della sua specie era capace solo di sbranare poveri innocenti come fossero galline in preda ad una volpe assetata di sangue. Provai un enorme soddisfazione nel porre fine a quella disgustosa scena, tagliando di netto la testa a quel mostro troppo impegnato a divorare quel poveretto per notare la mia presenza.

Dove vi spinge il desiderio? cosa farà Kalos? e cosa sarà successo a Mark?

  • Kalos scoprirà da dove proveniva l'Astheneia? (100%)
    100
  • Altre informazioni su Mark ? (0%)
    0
  • Esplorazione di Evimeria ? (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

1 Commento

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi