Requiem per un Amore

Amore

Ho sentito dire che l’amore è cieco, che il morso delle frecce di Cupido ci impedisce di vedere con chiarezza. Per me non è così. Ho sempre pensato che , alla nascita, siamo tutti ciechi e solo quando arriva l’amore iniziamo a vedere. Spesso ci si dimentica la differenza tra “guardare” e “vedere”. La gente comune si limita a guardare. Persone come gli artisti e gli innamorati, sono loro che vedono davvero.

Sotto certi aspetti, gli esseri umani mi hanno sempre affascinato; ad esempio, alcuni di loro sono in grado di produrre opere strabilianti, altri invece sono capaci di atti ai limiti della crudeltà. E poi c’è il loro forte attaccamento alla Speranza, anche quando questa si rivela falsa. Tutto ciò è meraviglioso.

Li studiavo. Ne facevo caricature buffe. Mi divertivo ad immaginare cosa passasse nelle loro teste così piccole. Qui ci si annoia facilmente. Gli altri passano il tempo a lavorare o a giocare agli scacchi, non sono interessati agli umani quanto lo sono io. Shiho dice che osservare le persone è un passatempo da rammolliti. Ma Shiho non ha mai sperimentato la sofferenza, l’ha solo inflitta. Shiho non sa cosa significa che essere innamorato. Non ha idea di cosa significhi essere invaghito di una umana.

So che è un amore destinato a morire.  So che non ho alcuna speranza. Non mi resta che crogiolarmi nel mio dolore.  Ma Lei è così bella ed è grazie a Lei che ora posso vedere davvero.  

Se per un umano è difficile dimenticare un amore non corrisposto, per uno Shinigami è praticamente impossibile. Questo perché  l’esistenza di uno Shinigami è molto diversa da quella umana: mangiamo raramente e non dormiamo mai, la nostra vita è scandita dal lavoro di psicopompo e dalla noia. Se qualcosa ci ossessiona, ne veniamo divorati senza via di fuga.

 L’opinione di Shiho è  che mi piace solo perché mi ricorda una creatura demoniaca, con la sua chioma bianca e i suoi occhi rossastri. Ha una strana malattia che la rende allergica alla luce, per questo non esce quasi mai. Ha pochissimi amici. In molti la ritengono strana perché è un’appassionata di occulto. Ha provato più volte a evocare un Dio della Morte.

C’è solo un problema…

Di quale problema si tratta?

  • Il protagonista si vergogna del suo orrido aspetto (20%)
    20
  • Gli Shinigami non possono scendere sulla Terra (60%)
    60
  • La ragazza ha un pretendente (20%)
    20

Voti totali: 10

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

8 Commenti

  1. È scorrevole questo capitolo. Sono sincera, lo trovo un po’ ridondante e scontato quando parli della differenza tra guardare e vedere. Nel senso, sono concetti piuttosto ovvi e già espressi in queste modalità.
    Sono sicura che potresti esprimere in maniera più originale gli stessi pensieri, perché la capacità di scrivere non ti manca.
    Mi hai incuriosita.
    Conosco gli shinigami dall’anime di Death Note. Hai preso ispirazione da lì?
    Stiamo a vedere cosa scriverai nei prossimi capitoli.

  2. Mi hai incuriosita! Ho votato “gli Shinigami non possono scendere sulla Terra” non perché non voglia che lui la incontri ma perché voglio che sia difficile ahah 😅 L’ostacolo del pretendente è troppo comune alle storie d’amore, per cui lo eviterei in questa, visto che si basa su una premessa così fuori dal normale. Stesso discorso per l’orrido aspetto, anche se è già più in tema vista la diversità del protagonista…
    Seguo la storia, a presto spero! 🙂

  3. Ciao, nonostante le premesse non siano delle più originali, sono curiosa di sapere come svilupperai il topos dell’amore contrastato.
    C’è un piccolo refuso “Shiho non sa cosa significa che essere innamorato”, mi pare ci sia un che di troppo.
    Gli Shinigami giocano a scacchi? Buono a sapersi.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi