is it love colin

UNA PAZZA A NEW YORK , UNA CHITARRA IN TESTA.

Io amo la mia vita !
Sì sono un ottimista sempre , anche quando fuori c è un uragano ,uno tsunami o peggio la fine
del mondo io sorrido e mi dico che andrà tutto bene .
Oggi invece sono così euforica e contenta , perché?
Bhe , sto andando a New York per un nuovo lavoro e mi trasferito li .
Sono del Massachusetts si una ragazza delle campagne ma ho sempre adorato le grandi città e
i posti affolati mi fanno sentire viva , New York è sempre stata la mia città preferita ovviamente
dopo Londra quella nessuno la batte !
Mi godo il panorama che scorre ,paesaggio dopo paesaggio , edificio dopo edificio , insomma
sono arrivata nella Grande mela!
scendo dal taxi e prendo le mie valigie vedo
l indirizzo street aveniu mi guardo attorno deve essere qui ,infatti dal carrello all angolo vedo
l insegna verde busso al citofono dell enorme palazzo ,non messo tanto bene questo si ma
meglio di niente , vidi l ;annuncio un mese fa chiamai e diedi l anticipo di sei mesi di affitto ,
senza vedere la casa ,ma a me serviva un appartamento e dalle foto non sembrava male
diceva che doveva essere messo apposto giusti qualcosa ma cosa sarà!
Salgo le scale quando una gentile signora mi apre il portone la ringrazio e salgo al secondo di
piano dove dovrebbe essere il mio appartamento.
– tu sei Cassandra ?
Chiede la donna anziana
– oh..si Cassandra Hamilton ,lei deve essere la signora Rose ?
Chiedo quando parlammo a telefono o disse il suo nome ecco perché lo ricordo ancora .
– si viene da questa parte .
Mi porta al mio appartamento
-oh…in verità dovrai condividerlo con delle personeLa mia bocca forma una  non sapevo che dovevo condividere l appartamento con qualcuno
almeno spero siamo cordiali .
– eccovi qui ! Non c è nessuno in casa per ora ,quindi fai pure il giro .
Mi dice lasciandomi il passaggio per entrare in casa .
-bhe.non è .
Vorrei dire che è un totale caos ma mi trattengo , ci sono vestiti e scarpe perfino dei boxer !?
-male.
Finisco la frase con disgusto
-perfetto allora benvenuta Cassandra e buon divertimento .
Esce chiudendo la porta poggio la borsa sulla sedia l unico posto dove non c è nulla e faccio il
giro della casa , è molto grande ci sono tre stanze oltre la mia che già sono state occupate in
una c è roba maschile un serf dei poster di cantanti molto ordinata , in un altra c è roda gotica
femminile , molto disordine e tante cianfrusaglie.
L altra invece è chiusa a chiave entro nella mia che è di fianco a quella chiusa e noto che ha il
bagno condiviso con l altra bene ,spero solo che ci sia una donna nell altra stanza .
La mia stanza è usata come sorta di ripostiglio ci sono chitarre e una batteria oltre che un basso
postati su un lato , sfioro con le dita le corde della chitarra ho sempre amato la musica 
– chi diavolo sei ?
Sobbalzo e per paura picchio in testa la chitarra che stavo ammirando il ragazzo che ha urlato
contro di me un attimo fa ora si trova a urlare di dolore mantenendosi la testa dove l'ho colpito .
– mi dispiace !Mi scuso andando contro il ragazzo il quale si mette dritto e mi guarda con occhi di fuoco mi
prende per un polso e mi trascina letteralmente fuori dalla stanza
– come diavolo hai fatto a entrare ? Chi sei ?
La rabbia gli esce da tutti i pori , gli occhi neri e i capelli del medesimo colore lo fanno sembrare
un diavolo.
– punto primo non urlarmI in faccia , secondo di ho le chiavi . Terzo io ci abito.
Dico urlando mettendo le mani sui fianchi poi vedo un ragazzo entrare dalla porta e guardaci
entrambi e poi alzare gli occhi al cielo .
– ciao tu devi essere Cassandra, piacere Adam.
Mi porge la mano un bravo ragazzo molto educato direi , anche bello , alto ,biondo e muscoloso
.- piacere puoi chiamarmi Cassy
Gli accenno un sorriso mentre il troglodita alle mie spalle mi canzona gli lanciò uno sguardo
sbieco e lui si lecca le labbra.
– non farci caso Colin ha un bruttissimo carattere .
Dice di fronte al suo amico il quale lo spintona e va nella sua stanza .
– oh..l avevo capito .
Andiamo in salotto dove lui mi sposta dei vestiti sparsi sul divano per farmi sedere .
– Rose ci aveva detto che saresti venuta oggi ,ma non ci aveva detto quanto fossi bella.
Commenta facendo l'occhiolino scuoto la testa
– scusa era per smorzare l'atmosfera.
Rido di fronte al suo imbarazzo immagino che la stanza con i surf sia la sua visto che quella
chiusa a chiave era del troglodita.
-in quanti vivere qui?
Chiedo lui nel frattempo preparare un caffè

– in tre , io ,Colin e Dorys
Oh..una ragazza meglio magari andremo d'accordo .
– senti Adam ho visto che la stanza che dovrebbe essere mia è il vostro magazzino ..
Non finisco la fareste che il troglodita dice
– tu non toccherai nulla li dentro, domani ci penseremo noi a togliere tutto .
Prende il mio caffè dal bancone e lo beve .
– stasera dormirai nella mia stanza Cassy io starò sul divano

CIAO COME STATE ?

  • FATEMI SAPERE (0%)
    0
  • COSA NE PENSATE VI PIACE ? (0%)
    0
  • COSA SUCCEDRà NEL PROSSIMO EPISODIO ? (100%)
    100

Voti totali: 1

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

7 Commenti

  1. Ciao. Come ti hanno già fatto notare, la scrittura è immatura e la punteggiatura messa a caso. Non ti scoraggiare perché se hai la passione per la scrittura con un po’ di studio e molta lettura migliorerai di sicuro. Oltre “On writing” che ti ha consigliato Keziarica, ti sarebbe molto utile “Elementi di stile nella scrittura” di William Strunk, Dino Audino editore. Il manuale è importante anche per la grammatica e l’ortografia. Non arrenderti! Ho votato e ti seguirò. Fai un salto da me, te ne sarei davvero grata. In bocca al lupo.

  2. Ciao Nunzia e benvenuta su TI.
    Il tuo stile è chiaramente molto acerbo, immagino tu sia giovane, questo non è un male: se la scrittura ti piace puoi continuare a coltivarla e a migliorare sempre di più. Penso che tu scriva con il cellulare, altrimenti non si spigherebbe la formattazione praticamente assente. Metti a posto i margini, vai a capo con criterio. Non usare punti esclamativi e interrogativi insieme, lo so che si fa di solito, ma non quando si scrive un racconto. Ci sono un po’ di errorini di battitura e inconguenze: non so di che chitarra si tratti, ma se, come immagino, è una chitarra elettrica, dubito che una ragazza riesca a sollevarla e a darla in testa a qualcuno. Il racconto è precipitoso, come accade a chi non ha ancora molta esperienza nella scrittura. Facevo anch’io lo stesso errore, ma tanto tempo fa, visto che, da dove sto ora, vedo la sponda dei 50 🙂
    Le opzioni finali dovrebbero servire a far deviare la storia, devono riguardarla e dare modo a chi legge di scegliere dove andare, chi conoscere. Non servono a dirti cosa si pensa del tuo racconto. Quello lo si fa con i commenti. 😉
    Bene, detto questo, spero che tu abbia voglia di continuare, di metterti in gioco e di migliorare e far migliorare gli altri con in tuoi consigli e le tue osservazioni.
    Un altro consiglio che vorrei darti è quello di leggere, non solo qui o su WP. Fidati, come dice Stephen King, se vuoi fare lo scrittore devi leggere molto e scrivere molto. Il libro si intitola ON WRITING (sulla scrittura) se ti interessa. I miei sono consigli, fanne quel che vuoi. L’idea è carina e interessante, cerca di svilupparla al meglio. Mi raccomando, aspetto il secondo episodio e dico che nel prossimo episodio, la protagonista conosce anche la coinquilina.
    Buona scrittura e alla prossima!

    • si vero sono giovane e il mio stilo e decisamente acerbo , ammetto che di errori ne faccio in quantità , si scrivo spesso dal cell . diciamo che ho sempre scritto per una fascia di lettori più piccoli e di conseguenza non mi venivano fatte notare tante cose , devo dire che sono molto felice di aver ricevuto una critica costruttiva , sono pienamente d’accordo con te di sicuro userò le tue indicazioni e ne farò tesoro . grazie anche per avermi spiegato a cosa significano le domande a fine episodio , essendo che mi sono inscritta praticamente ieri sera , non sapevo ancora come funzionasse questa piattaforma . spero che continuerai a mandarmi commenti , di ogni tipo , così se nel caso avrò un attacco di errori me li farai notare ! grazie mille

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi