Il Regno di Anthea e il segreto dell’Ombra Argentata – seconda parte –

Dove eravamo rimasti?

Torniamo al bel capitano. Nel prossimo capitolo sarà... Arrabbiato (83%)

Il primo amore del capitano

I pensieri si arrovellarono nella mente di Iru come fili invisibili. La confusione iniziale si tramutò in rabbia, pronta a esplodere.  

Represse un urlo in gola, trattenendo le lacrime.

Cercò di regolarizzare il respiro.

Inutile.

“Capitano…”.

La voce roca dello stregone lo riportò al presente, ricordandogli di essere un vigliacco, dentro una caverna.

“Si è svegliata”.

Un vigliacco dentro una caverna con una donna semicosciente.

“Azuleya è defedata e gracile. Il temporale l’ha raffreddata”. La sua voce gli risuonava estranea, come se a parlare fosse un altro uomo.

Continuava a pensare al tentativo di suicidio di Myr.

“Nelle profondità di questa grotta c’è una sorgente termale. La vostra dama ha i brividi” spiegò lo stregone indicando una strettoia buia.

Iru annuì. Trasportò con delicatezza Azuleya, strisciando tra rocce scivolose e lottando contro l’umidità pungente.

Lo stregone, dietro di lui, saltellava con insolita agilità. “Eccola” sussultò indicando una piccola falda acquifera.

Iru spogliò Azuleya.

È sempre stata così poco attraente? Le sue gambe sono sempre state così scheletriche? I suoi seni sono sempre stati così cadenti?

Si vergognò dei suoi pensieri. Si vergognò soprattutto di aver desiderato per un attimo stringere i fianchi snelli di Myr.

“Perché l’avete riportata in vita?” chiese con garbo lo stregone, mentre esplorava con la punta del mignolo l’interno del suo orecchio carnoso.

“Azuleya è stata la prima e unica donna che ho amato”. Iru si sforzò di risultare calmo, “Ho infranto il mio giuramento di castità per lei. Questo deve pur significare…”

“Credo sia normale idealizzare la prima scopata” sentenziò lo stregone succhiandosi il mignolo sporco di cerume.

Iru si irrigidì sconcertato.

“Non preoccupatevi. A Borgo Fiorito si dice sempre una sottana nuova scaccia quella vecchia”.

Iru provò l’impulso di picchiare quel lumacone rugoso. Non lo fece. Per calmare i suoi istinti, si limitò a mordere l’interno delle guance fino a sentire il sapore del sangue.

Si concentrò su Azuleya, evitando discussioni. La immerse con estrema gentilezza nell’acqua tiepida, recuperando dalla memoria le frasi più dolci mai lette nei poemi cavallereschi.

“Parlando di nuove potenziali sottane che potreste esplorare, le Dryad sono amanti passionali. Io e Bombariel lo abbiamo sperimentato direttamente con la nostra insegnante di magia, la Somma Alesi… Ah, che ricordi… eravamo così giovani e attraenti” esclamò allegro lo stregone.

Il furore di Iru si tramutò in nausea. L’immagine raccapricciante di tre corpi nudi, rugosi e flaccidi, intersecati tra loro, occupò la sua mente stanca.

“Avete detto Alesi? Era la nonna di Myr. Mentre Bombariel, se non sbaglio è lo speziale mascherato che ha incontrato Belladish” disse incredulo.

Il vecchio annuì. “Tutti gli speziali sono stregoni e tutti gli stregoni sono speziali” spiegò. “Tornando alle Dryad… molti uomini ne sono affascinati. Pure mio nipote ne è rimasto ammaliato. Ma nulla di serio” continuò il vecchio con convinzione, sventolando le mani per enfatizzare il concetto. “Ora preferisce ragazze più selvagge”.

“Voi sapete qualcosa di importante… parlate!” ringhiò Iru stringendo l’elsa della spada.

Lo stregone sorrise. Si avvicinò al suo viso, investendolo con un pungente alito dolciastro.

“Come desiderate capitano. Parlerò. L’Ombra l’avete creata voi. O meglio, è stata creata dalla magia di Alesi il giorno in cui provaste a resuscitare questa biondina smunta con la faccia da cavallo. Sono passati cinque anni da quel giorno. Cinque lunghi anni…” il vecchio si fermò, passando la lingua livida sulle labbra rugose. “Le forze oscure generatesi si sono accresciute, rafforzate ed espanse fino a formare l’Ombra Argentata”.

Iru si sentì sul punto di strangolarlo.

“Non capisco come sia possibile” ruggì avvampando di livore.

“Voi non capite mai nulla, capitano. Non è una novità”.

Nel prossimo capitolo morirà un personaggio...

  • in seguito a suicidio (13%)
    13
  • ucciso (75%)
    75
  • di morte naturale (13%)
    13
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

91 Commenti

  1. Ciao Caterina,
    mi aspettavo un incontro con palpiti e singhiozzi, ma hai riservato ai tre solo il finale. Forse approfondirai nel prossimo episodio… 😉 trovo sempre un colloquiale che mi convince poco, soprattutto nella prima parte, ma sono le mie fisime da ignorante del fantasy, non prestarci troppa attenzione. Direi che potrebbe scoprire qualcosa di più sull’Ombra, mi pare che sia l’opzione più gettonata.
    Ti aspetto al settimo e vediamo che succede…
    alla prossima!

      • No, no, un momento. Non è corretto dire che non mi piace il tuo stile, non ti seguirei, fidati. Il fantasy non è un genere che seguo, quindi non ne conosco i canoni. Il fatto di aver trovato troppo colloquiale il dialogo con lo stregone non significa che non mi piace il tuo stile, significa che mi ha convinto poco quella parte, non te la prendere, non mi piace fare apprezzamenti quando qualcosa non è di mio gusto, tutto qui. Mi rendo conto che possa risultare antipatico, ma è più corretto. Detto questo, non fraintendermi le mie sono solo considerazioni su questo capitolo. Sarò felice di continuare a leggerti, ci mancherebbe. Sono sicura che porterai avanti il tuo racconto con il massimo dell’impegno e io, se vorrai, continuerò a commentarti con il massimo della sincerità. 😊

        • Comunque per rispondere solo alla critica dello “stile troppo colloquiale nella prima parte”, non c’entra il genere fantasy o meno, ma solo la coerenza di rappresentare lo stregone così come è.
          È come se in un film ambientato nell’alta società, dove tutti sono altolocati, arrivasse un delinquente dei bassi fondi. Lo sceneggiatore non può farlo parlare come gli altri. Per lui deve cambiare registro, usando un lessico più gretto e basilare. Non può certo metterlo a fare bon ton e punto croce o fargli bere il the con il mignolo alzato. Sarebbe fuori contesto.
          Quindi fantasy o meno, il mio è solo rispetto per i personaggi. Il vecchio è laido e fa schifo. Parla come una fogna e usa un registro che nessun altro dei miei personaggi ha. Forse solo la lupa in alcuni momenti. Sono coerente con la sua psicologia e la sua costruzione linguistica. Se lui è in scena, tutto sarà “colloquiale”.
          Comunque sono sicura che tutte queste cose, una bravissima scrittrice come te, le conosce già, quindi nel caso, scusami se ti ho spiegato l’ovvio.

          • Ciao Caterina,
            forse la mia osservazione è stata troppo frettolosa e non mi sono spiegata bene, Una critica poco costruttiva è una critica sterile, che non porta a nulla, perciò cerco di argomentare meglio: Il “colloquiale” era riferito alla parte dialogica del testo. Non mi riferivo alla caratterizzazione dei personaggi che, giustamente (e ci mancherebbe), deve essere fatta a modo e rispettando l’ambiente che li circonda e il loro trascorso. Mi riferivo a frasi quali:
            “L’ho messa incinta il giorno stesso in cui l’ho incontrata”.
            “E poi si è pure ammalata!”
            … lo so che sono frasi che ci stanno, ma le vedrei più in un dialogo tra due persone in un contesto diverso, un condominio, un bar, una situazione che non riporti a un ambiente fantastico come quello che tu proponi. Ho notato questo anche in altri racconti e l’ho segnalato, proprio come a te. Non è una questione di stile, solo a me è parso fuori luogo. Spero di aver chiarito le mie intenzioni e prometto che argomenterò meglio le mie critiche in futuro.
            Alla prossima!
            p.s. la bravissima scrittrice non sa nemmeno punteggiare, tanto per dire 😉

  2. Penso che il corso naturale del racconto ci porti a scoprire di più sulla situazione di Belladish, anche se al momento questa pare quasi una vicenda secondaria rispetto a scoperte e rivelazioni varie che che ci sono state nei capitoli scorsi. Per il momento questa seconda parte della tua macro-storia sta seguendo le regole non scritte di molte trilogie cinematografiche, con un capitolo introduttivo, uno di approfondimento in cui si disvela il passato dei personaggi e uno risolutivo; dal momento che la conclusione della vicenda sembra lontana penso che ci sarà anche una terza parte, giusto?
    Comunque mi ha divertito molto la battuta del capitano sul “debosciato senza carisma”: a quanto pare per quanto sia bello e aitante la competizione con gli altri membri della specie maschile la sente anche lui 😀

  3. Per ora voto l’ombra, Belladish un’altra volta dai😊 sai già che penso che il capitolo sia scritto molto bene e che sono innamorata del vecchio e laido stregone❤ mi piacerebbe che i capitoli fossero più lunghi, i tuoi finiscono sempre troppo in fretta. Iru è veramente nei guai… non vorrei essere in lui! Non so che debba temere di più tra Myr e Belladish. Lo scoprirò nel prossimo capitolo.

  4. Io ho votato a caso (identità dello stregone).
    Capitolo decisamente ben fatto: si sono scoperte alcune cose ed altre rimangono nel mistero. Son sempre più curioso,
    “La maledizione che vi colpisce è una condanna alla solitudine. Siete destinati a distruggere ogni forma di vita.” Questa è una rivelazione importante. Metto le mani avanti: non fare come fanno alcuni che concludono la storia uccidendo tutti perché così avevano detto prima, eh?
    Io invece avrei una mezza idea su cosa potrebbe rompere, mitigare o modificare la maledizione, ma credo che ci dovranno essere un paio di altre rivelazioni, prima di poterla formulare 🙂

    Ciao 🙂

  5. Scoprirà altre informazioni sull’Ombra Argentata! Finalmente è arrivato il momento, sono curiosa di leggere la reazione di Myr nel vederlo e di sapere cosa sia successo al gruppetto in queste ore.
    Le informazioni del vecchio sull’Ombra non lasciano presagire nulla di buono per Iru e Myr, il loro destino sembra segnato. Ma forse la roscia ha qualche rimedio… chissà. Alla fine hai deciso di scrivere una terza parte o concludersi con questa?

  6. Ciao Cate, Io adoro la tua vena ironica e il fatto che, nonostante Iru sia il tuo personaggio preferito, ogni tanto lo fai sembrare un babbeo senza nessuna pietà. Così come lo stregone mescola nudo e un po’ schifoso realismo con sapienza e conoscenza. Insomma i tuoi personaggi sono simpatici perché sono eroi molto umani. Invece la storia dell’incontro e successiva vita di Azuleja e Iru non m’è piaciuta tanto, m’è sembrata un po’ tirata via, per arrivare ad ammazzarla alla svelta.
    Comunque scrivi bene, brava brava!!

  7. Leggendo la prima parte ho pensato che il capitano fosse il personaggio più debole del tuo racconto, ma in questo seguito gli hai dato una caratterizzazione davvero buona e in parte scomoda, una scelta che è sicuramente da lodare e che sta contribuendo a cambiare il tono della storia in una maniera che mi piace davvero molto. Forse questa evoluzione da fantasy quasi fiabesco e un po’ trasognato a qualcosa di più crudo e concreto avrebbe meritato più caratteri e tempi più distesi, ma va bene lo stesso. Sulla scelta di uccidere Azuleya così presto ho qualche perplessità: è un momento che avrebbe funzionato benissimo nei pressi del finale, mentre risolverlo a metà della storia potrebbe non lasciarti abbastanza spazio per introdurre, sviluppare e concludere la seconda parte del racconto. Comunque apprezzo sempre le scelte inaspettate e coraggiose :).
    Per il seguito vado sul classico e aspetto qualche rivelazione da parte dello stregone. A presto!

    • Grazie per il bel commento, come al solito mai banale. Avevo pensato dall’inizio di far fuori Azuleya a metà racconto, perché avevo bisogno di una svolta per Iru. Il capitano deve chiudere con il suo passato per cercare finalmente di risolvere i casini che ha combinato.
      Hai ragione nel dire che servono più caratteri. Quelli non sono mai abbastanza.
      Grazie per aver scelto lo stregone! Tutti (cioè i quattro gatti che commentano) si sono presi bene per la ragazza rossa.
      Per me lo stregone, invece ha una simpatia unica e dopo il capitano è il mio preferito.

  8. Quando votavo la volta scorsa non mi aspettavo proprio che la vittima sarebbe stata Azuleya. Sono contenta che abbia vinto l’uccisione, perché simboleggia una chiusura volontaria di Iru con quel capitolo della sua vita. Una qualsiasi altra morte, peggio ancora se per suicidio, non avrebbe avuto lo stesso effetto catartico. Speriamo si sia finalmente liberato dai demoni!
    È vero, è un capitolo difficile, tante cose da dire e troppo poco spazio… ma più dettagli emergeranno nei prossimi, vero?
    Il modo in cui la coppia si è conosciuta ha lasciato tutti basiti, bisogna assolutamente riparlarne!
    Per il prossimo voto lo stregone, secondo me è il momento che riveli come conosce Iru (anche se forse non è questo che hai in mente).

    • Innanzitutto ti ringrazio. Sapevo che questo capitolo non convenzionale avrebbe avuto un’accoglienza più tiepida.
      Ci sta.
      Tu hai seguito le fasi di lavoro e sai che avevo le idee chiare. Poi da lì ad avere la capacità di scriverle è un’altra cosa… ma ci stiamo lavorando.
      Sono contenta che riesco a stupirti. Mi stupivo anche io da sola quando ho creato il primo incontro tra Iru e Azu. Però non cambierei nulla, nella trama. Lo stile… quello si può sempre migliorare.
      Il capitano sta crescendo come personaggio e, come tu ben sai, è il mio preferito.
      Spero di essere all’altezza dei prossimi capitoli e di avere la capacità di sbrogliare la matassa.
      Grazie di cuore.

  9. Ciao Cate!
    Finalmente so come iru ha conosciuto azuleya…mi aspettavo qualcosa di romantico, invece sono rimasta di sasso! Comunque a me piace molto avere sempre sorprese, quindi sono soddisfatta. Mi piace continuare il viaggio nella tua storia attraverso i tuoi occhi, rispettando più possibile la storyline che hai in testa.
    Voto per la fanciulla con i capelli rossi.
    A presto!

  10. Gneeeee! 🙁 Mi è dispiaciuto tantissimo! 🙁
    Capisco la posizione ma mi dispiace uguale 🙁

    Migliori di capitolo in capitolo (anche il termine medico al posto del più classico “sputare” ci è stato benissimo): è una cosa bellissima 🙂
    Per il prossimo capitolo non so che votare e quindi tiro a caso… roll… roll… Il ragazzo con gli occhi scuri incontrato da Myr a capitolo due 🙂

    Ciao 🙂

  11. Ciao Caterina,
    non sono certa di aver capito bene: la cameriera sedotta era Azuleya? O si sono conosciuti al sanatorio? Abbi pazienza, ma sono un po’ rimbambita 🙂
    Se devo essere sincera, questo è il capitolo che ho apprezzato meno, forse perché non ho capito bene cosa è successo, non so. Anche “espettorò” mi è risultato fuori posto, in una scena struggente, avrei visto qualcosa di più poetico (tieni conto che se mi lasciassi andare riempirei i miei racconti di fronzoli, quindi prendilo come giudizio del tutto personale).
    Insomma, il capitolo è ben scritto, non fraintendermi, solo mi è piaciuto meno rispetto ai precedenti.
    Voto per la ragazza incontrata da Bell.
    Alla prossima!

    • Espettorò è un termine medico. Deformazione professionale. Per me la medicina è poesia, forse perché ci ho dedicato tanto studio e oltre dodici ore di lavoro giornaliere.
      Tranquilla, ci sta che il capitolo non ti sia piaciuto. L’opinione personale è soggettiva.
      La cameriera dei ricordi è Azuleya. Ho scritto “si stese al suo fianco (di Azu) meditando sul giorno in cui si erano conosciuti”. Pensavo fosse sottinteso che avrei parlato dei due.
      Nei capitoli a seguire verrano date altre informazioni. Non volevo esagerare con l’infodump.

  12. I pensieri del capitano sono molto credibili e di sicuro mettono in chiaro la differenza tra un amore idealizzato ed un sentimento più reale, ma spero anch’io che la questione non si risolva così facilmente… Anche perchè se in passato fu così motivato a volerla salvare da provocare la nascita dell’Ombra spero che Azuleya non gli piacesse solo perchè aveva le tette più grosse 😛 A proposito della rivelazione sull’Ombra, devo dire che è l’unica parte del capitolo che non mi ha convinto troppo: è una scoperta importante e penso che avrebbe meritato un po’ più di spazio, anche per poterne esplorare meglio la dinamica. Son sicuro che ce ne parlerai più nel dettaglio, ma personalmente avrei preferito che sul finire del capitolo la cosa fosse appena suggerita, per poi rimandare le spiegazioni vere e proprie ad un altro momento, dandogli anche più enfasi. Ma si tratta di gusti 🙂

  13. Ciao Caterina,
    qualcuno resterà ucciso. Chissà di chi si tratta… Un capitolo irritante, sia per i modi del vecchio stregone unto che per i pensieri di Iru, che sicuramente vorrà tornare con la bella e giovane Myr, ma proprio pecca di poca grazia ritraendo la sua bella con tratti tanto squallidi. L’ho già detto, non so se a te o ad altri, ma suscitare emozioni nel lettore è cosa buona, perciò… solo, attenta a non esagerare con i tratti oscuri, rischi di far passare i buoni dall’altra parte, almeno agli occhi di chi legge.
    Alla prossima!

  14. Tutto dannatamente interessante!

    Voto morte naturale, anche se mi dispiace che muore qualcuno 🙁

    Ancora non ho capito chi è il vecchio ma a quanto pare son tutti legati. Ho azzeccato la nascita dell’Ombra Argentata 😀
    E come immaginavo, Iru ha idealizzato una donna che ora vede in modo diverso. Povera Azuleya: morta, riportata in vita dopo cinque anni e… si trova con un amato che non l’ama più…

    Ciao 🙂

  15. Come sai, mi aspettavo dal vecchio una parlata in linea con la solenne formalità di tutti gli altri personaggi… e invece pare proprio che la sua saggezza gli faccia saltare i convenevoli 😂 Mi ricorda Alesi, deve essere stata questa la caratteristica a unirli (in tutti i sensi)!
    Ammetto di essermi un po’ irritata leggendo i pensieri di Iru sul povero corpo di Azuleya. Dunque tutto si riduce a questo? Gran bella lotta, fra una morta e una giovane piena di energie! In fondo so che c’è di più, nel suo cuore. Però deve smetterla di spiare dal buco della serratura ed entrare in scena.
    Voto “ucciso” per il prossimo, non sapendo chi mai potrebbe suicidarsi e non volendo la morte naturale del ragazzo che ha seguito Bell, magari innamorato di lei…
    Aspetto con ansia l’aggiornamento, prevedendo una reunion 😍!

    • La reunion ci sarà a capitolo 6 (spoilerino).
      Comprendo l’irritazione nei confronti di Iru. È naturale. Anche per me sarebbe così… se non lo conoscessi un po’ meglio di tutti voi.
      Capisco i suoi errori, senza giustificarli e, in fondo, è Il personaggio a cui voglio più bene. Forse proprio per i suoi innumerevoli sbagli e le sue continue esitazioni. Il suo cuore è tormentato tra passato e presente. È il personaggio più incasinato di tutti (anche se nei casini ci si mette da solo e meriterebbe ogni tanto di essere preso a sberle).
      Il vecchio per me è il top. Non avrei mai creduto di amarlo così tanto, in virtù proprio della sua trivialità. E credo che riceverò molte critiche per il suo potente eloquio, ma in tutta sincerità, non cambierei una virgola per non snaturarlo.
      Ma del resto i personaggi sono tutti diversi e ognuno di loro parla a suo modo.

  16. Ciao! 😁

    Dopo tanto sono tornato a leggere. Ed è stata una piacevole sorpresa trovare la tua storia (che per la cronaca ho letto tutti i 3 capitoli in un colpo). Al solito la qualità è invariata se non migliorata, e la storia diventa sempre più interessante. Aspetto il prossimo episodio.

    Vediamo dove ci porti 😉

  17. C’è da dire che anche i titoli più noti che hai citato non brillano per originalità, il che è inevitabile visto che ogni volta che un titolo di un certo tipo fa successo poi ne nasce una serie di epigoni… Per me trovare il titolo giusto è qualcosa di molto difficile e credo di non esserci riuscito quasi mai, ma per la tua storia penso che qualcosa di più breve come “L’ombra argentata” o “La tetrade sacra” avrebbero potuto essere più catchy in virtù della loro brevità, pur senza rinunciare all’essere descrittivi ed evocativi… Non dico che sarebbero stati titoli migliori eh, ma solo che in generale un titolo breve ha più probabilità di catturare l’attenzione di uno lungo, ma sono comunque scelte stilistiche e non regole vere e proprie. Se ti interessa approfondire su internet trovi diversi articoli che ti parlano proprio di come scegliere un titolo 🙂
    Poi vabbè penso che anche il fantasy vada fino a un certo punto come genere, credo che alle persone piaccia scriverlo ma un po’ meno leggerlo… su altre piattaforme che ho visto prima di approdare qui era un genere praticamente inesistente

  18. Arrabbiato!
    Non so più come dirtelo: la tua storia mi sta proprio prendendo bene. C’è il mix che piace a me: sovrannaturale sì, ma con un particolare approfondimento sui sentimenti, le personalità e i rapporti tra personaggi. Belladish, che dire…più andiamo avanti, più è interessante!
    Brava come sempre. A presto!

  19. Mi piace come in questo seguito il racconto e i sentimenti dei personaggi coinvolti si stiano facendo più vividi e in parte crudi, non solo per la violenza esplicita ma anche per quello che si agita nella testa dei nostri eroi. Nel prossimo capitolo spero di ritrovare un capitano molto arrabbiato 🙂
    Anche a me spiace che il tuo racconto non sia molto seguito, può darsi che in parte sia dovuto al fatto d’essere un seguito e in parte ad un titolo che almeno a parer mio non è particolarmente accattivante e che non mette in mostra la personalità che invece la tua storia ha… la scelta dei titoli è una scienza a sè, diciamo però che io tenderei a evitare termini un po’ scontati come regni o segreti.
    A presto!

  20. Ciao Caterina,
    riesci sempre a rendere vividi i paesaggi intorno ai personaggi, ha ragione Valentina quando dice che la tua storia meriterebbe maggiore visibilità. Avrei solo evitato l’imprecazione “porca notte mannara!” perché risulta quasi comica in un contesto che dovrebbe essere drammatico, Bell si accorge di aver sbranato una persona, forse ill ragazzo che l’ha seguita…
    Per il prossimo capitolo mi piacerebbe vedere un Iru arrabbiato e sono curiosa di “vedere” l’incontro tra Bell e Myr.
    Alla prossima!

    • Ciao! Grazie di essere passata. Io credo che il genere non sia congeniale a tutti, forse anche per quello siete quattro gatti a leggere. Ma va benissimo così.
      Bell è una ragazza abbastanza volgare (lo ha già dimostrato a capitolo 8, della prima parte).
      L’imprecazione può risultare involontariamente comica (e ci sta e lo capisco) alle orecchie di una ragazza del 2019, che parla in un modo completamente diverso dai miei personaggi, che hanno un’impronta più epico-cavalleresca.
      Basta pensare che Myr e Iru si danno solo del “Voi”, pur essendo di fatto innamorati e pur conoscendosi da dieci anni.
      Quindi comprendo e capisco la critica, però secondo me, e forse mi sbaglio pure, nel caso sono pronta a cambiare idea, va tutto filtrato da un punto di vista molto diverso dal nostro.
      Giustamente non è nemmeno giusto che un lettore faccia questo. Alla fine deve godersi un testo, quindi magari la prossima volta inventerò imprecazioni più reali, cercando però di non snaturare troppo i personaggi.

  21. Non sono riuscito a capire se l’uomo mascherato e Bombariel sono la stessa persona o meno…

    Ok, in ogni capitolo riesci a sorprendermi. Mi ha fatto schifo la descrizione della ferita ed è giusto così. Sono sempre più incuriosito. Tanti misteri e curiosità sui nuovi personaggi. Ed a quanto pare non c’è solo l’Ombra, visto che hanno parlato di Orchi. È bellissimo ^_^

    Voto Arrabbiato perché non mi sembra ancora il caso di fare sfoggiò alla violenza 😉

    Ciao 🙂

  22. Ero convinta che sul carretto ci fossero Myr e il ragazzo misterioso, invece… altri personaggi! Ognuno ha un mistero da svelare: il vecchio è familiare a Iru, il ragazzo che ha incontrato Bell conosce Myr e la soccorritrice di oggi sembra avere un passato e una provenienza oscuri. Molta carne al fuoco. Forse il giovane e la giovane sono parenti, ma chi può dirlo, a questo punto? 😆
    I tuoi capitoli sono sempre scritti bene e interessanti, non so davvero come tu non abbia più pubblico! Mah. La descrizione della ferita mi è piaciuta particolarmente, immagini vivide e a tratti disturbanti. Anche se come sai non avrei ritenuto necessario l’avviso.
    Battito di cuore per Myr e Bell, che finalmente si ricongiungeranno ❤︎

    Voto “arrabbiato”, per continuare con l’umore finale di Iru.
    Brava brava.

    • Grazissime Vale. Guarda a me sembra fin strano che ci sia qualcuno a leggere le mie storielle strampalate (a cui però sono molto affezionata).
      Sei sempre sagace e arguta e alcune cose che hai scritto, effettivamente potrebbero essere giuste, ma non ti svelo ti più.
      Anche secondo me l’Avviso a inizio storia è stato fin troppo eccessivo.
      Ma capiscimi. Oggi una cliente mamma-pancina mi ha chiesto se ci sono rischi di omosessualità per il suo bambino, dato che il cane maschio gli monta la gamba.
      Da questo dedurrai che ho avuto una giornata difficile. Dover affrontare altre pancine 2.0 su THe iNCIPIT, ossia la mia isola di pace, perché ho scritto “cose un po’ crude”… anche no. Quindi mi tutelo in anticipo.
      Vale ti saluto.
      Come sempre, un super grazie.

  23. Ho letto insieme i primi due episodi e devo dire questa ripresa della tua storia mi piace di più della prima parte. I sentimenti dei personaggi sono definiti con pochi ma efficienti dettagli, con quest’avvio fulminante sei riuscita a rimettere tutti in pista. Brava!

  24. Hai presentato lo stregone in poche righe ma sei riuscita a renderlo davvero simpatico, è un personaggio che già non vedo l’ora di rivedere. Anche il disastro causato da Myr e la sua disperazione sono resi davvero bene, è stato uno sviluppo decisamente inaspettato e farsi sorprendere per un lettore è sempre bello. Non mi aspettavo si tornasse a parlare di Belladish così in fretta, voto per ritrovarla confusa in modo tale da avere proprio tutti i nostri protagonisti in una gran brutta situazione!

  25. Confusa. In tutto ‘sto casino, la troviamo in stato confusionale.

    Se devo essere sincero, sono rimasto così 😮 Non mi aspettavo che Myr potesse creare una tale tempesta di fuoco! Ho l’impressione che il ragazzo sia una chiave di volta in ciò che sta per succedere 🙂

    Ciao 🙂

  26. Mi piacerebbe vedere uno stato d’animo di Belladish nuovo, voto per lo spavento. Questo ragazzo misterioso è un suo parente? Magari suo fratello?
    Molto bella la descrizione della confusione di Myr quando sente il nome della vecchia compagna. Finalmente sta per tornare! 😍
    Iru ha il cuore diviso: prima stava con Myr e pensava ad Azu, ora è con Azu ma pensa a Myr… chissà che il giovane dagli occhi scuri non metta un po’ di pepe in questo triangolo. Credo che gli uomini ogni tanto abbiano bisogno di una bella sveglia.

    • Azuleya è appena tornata in vita. Il suo corpo è sempre stato debole, infatti è morta giovane. È gracile e si è spenta per problematiche respiratorie (ho spiegato tutto nella prima parte).
      Nella frenesia degli ultimi capitoli è stata sballottata a destra e manca. Non ha fatto in tempo a resuscitare che si è trovata a montare uno stallone in fuga su un sentiero di montagna in piena notte (hai mai fatto trekking a cavallo? Io sono una sportiva allenata e questa estate credevo di morire dalla fatica mentre galoppavo in salita).
      Aggiungici il temporale che ha portato un abbassamento generale della temperatura.
      Tutte queste condizioni destabilizzerebbero qualsiasi essere umano.
      Una persona defedata come Azuleya in particolar modo.

  27. Aspettavo questo sequel. Dalla Spagna con furore eccomi qui a leggere. In questo momento odio Iru, sono sincera. Credevo amasse Myr quanto lei ama lui, ma forse mi sbaglio…o forse no, ho un dubbio.
    Come sempre ottima narrazione. Apprezzo il punto di vista del capitano ma la mia testa resta sulla povera Myr (forse mi ci riconosco ahahah).
    A presto!

  28. Bentornata! Anche io come Valentina apprezzo che questo seguito ci offra il punto di vista del capitano, specialmente alla luce di un gesto che può apparire romantico ma che potrebbe giustamente attirargli odio o disprezzo da parte di chi contava su di lui per la salvezza del regno. Bello anche l’espediente dei mannari per darci un inizio d’azione, quasi in medias res, e uno stacco netto rispetto al finale della prima parte pur essendo di fatto immediatamente conseguente. Per ora “ti dò retta” e voto perchè il capitano non riconosca immediatamente il vecchio. A presto!

  29. Il sequel più atteso dell’estate (almeno da me) non si è fatto attendere.
    Ti ringrazio per aver ripreso la narrazione dall’ultima scena dell’epilogo della prima parte, senza balzi temporali. Tutti noi ci chiediamo come abbia reagito Myr e se mai perdonerà Irruentox. Spero che il perdono, che immagino arriverà, venga guadagnato.
    Apprezzo il fatto che tu abbia voluto aprire questo secondo racconto con un focus sul Capitano. Il primo verteva molto più su Myr e sui suoi sentimenti; ora abbiamo l’occasione di approfondire un altro punto di vista.
    Secondo me salterà presto fuori Bella ad aiutare la povera Dryad. Sbaglio?
    Per il prossimo voto il “No”, mi intriga il mistero.
    Aggiorna presto, ti prego!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi