My name is Fox, Marck Fox

Cap. 1 – Notte fonda

La sveglia su comodino indica le 03. 12, Marck è sveglio ma per lui è normale: non dorme quasi mai. Accanto a lui, invece Nadine dorme e emette un sommesso respiro.

È coricata su un fianco e lui alla flebile luce di una lampadina le guarda la schiena dal colore di pesca che sparisce sotto le coperte. “Forza è tempo di lavorare hai dato la tua parola”.

Invece nello stesso momento il cellulare inizia a vibrare, controlla il numero è Scarlett la sua segretaria.

“Buonanotte Capo …… è possibile disturbarla?”

Marck intuisce subito dalla voce un tantino troppo civettuola ma decide di stare al gioco “Certo lo sai che io dormo pochissimo”

E Scarlett continua “Ma per il solo fatto che lei non dorma ….. non significa che sia Libero e la si possa contattare.”

E riprende “ Si da il caso che oggi Modine, già quella bella donna che lei ha magistralmente scagionato da un’ingiusta accusa di omicidio oggi, ….. si oggi ha chiamato 3 volte cercando di lei. E la poverina si capiva che era preoccupata quando io rispondevo che lei non era rintracciabile perché in operazione segreta. Preoccupata ma della preoccupazione …… si quella giusta!”

“Perciò Capo ……….  senza farla troppo lunga ….. vuole che consegni al Capo supremo la domanda di ferie per il giorno di domani che compilerò e firmerò per lei? Se si però mi deve inviare tutte le sue conclusioni sul caso Il Capo supremo aspetta la soluzione come lei aveva promesso ……. sempre che ci abbia già lavorato …. sul caso!.”

Marck ridacchia Scarlett sa tutto e quel poco che non sa lo intuisce alla grande perciò alza bandiera bianca e le dice “ Si, fai tutto come hai detto e vedrai che la relazione riguardante l’indagine e l’indicazione del colpevole te la invierò domani mattina presto.”

Scarlett riprende “Siamo alle solite non ha ancora iniziato l’indagine ……. Ok come vuole e ….. salutami la pratica che ti sei portata a casa, …………… casomai si svegliasse!”

La voce era un po’ piccata ma come darle torto, anche Scarlett era stata fra le sue braccia.

Ma presto lei lo aveva lasciato perché era ed è un uomo che non ama i legami (lei diceva  donnaiolo o molto peggio). Marck sa che poi avrebbe voluto chiedere il  trasferimento in un altro ufficio, lei lo aveva informato, preparato la domanda, ma mai presentata, perché non sarebbe riuscita ad abbandonarlo alla sua vita dissipata (così diceva lei), in realtà perché nonostante tutto gli voleva bene. Inoltre lui sa che lei esercita ancora un fascino irresistibile su molte persone e a volte ne approfitta.

Poi lei si era dimostrata molto professionale e dopo un piccolo periodo i loro rapporti di lavoro erano continuati “quasi” come se nulla fosse successo. Non c’era alcun dubbio era una grande donna.

Dopo aver posato il cellulare Marck si avvicina al volto di Nadine e le dà un bacio in fronte, lei non si sveglia, non apre gli occhi  ma sussurra un flebile “Siiii”.

“Ora però doveva proprio iniziare dovevano essere controllate tutte le carte, perché aveva il vago sospetto che alla prima lettura gli fosse sfuggito  qualcosa!”.

Gli era stato assegnato il caso che lui aveva denominato “Fortuna mortale”. Si trattava dell’omicidio del signor Barrimor, noto esponente della vita politica di New York, molto amico del sindaco che aveva fatto pressioni sui grandi capi della Cia per ottenere la soluzione in brevissimo tempo.

Così era stato scelto lui e per rimediare ad alcune sue “furberie” sul lavoro aveva dovuto accettare e promettere che avrebbe risolto il caso in 2 giorni, perciò doveva trovare la soluzione per domani.

Cosa può significare la denominazione dell'indagine "Fortuna Mortale"?

  • Un caso di omicidio legato alle misteriose vie della dea bendata? (100%)
    100
  • Un caso di omicidio legato a un'imprevista eredità? (0%)
    0
  • Un caso di omicidio per scambio di persona? (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

14 Commenti

  1. Ciao Volpe, questo capitolo ha un inizio molto intrigante, mi piace molto la minuziosa descrizione dell’atmosfera della serata…..odori, suoni, luci sono tutti descritti nei minimi dettagli…sembra quasi di percepirli.
    Inoltre la forte personalità e la gelosia di Modine nei confronti di Scarlett trapela molto chiaramente.
    Ora, aspetto di vedere come proseguirà l’indagine……..ovviamente ho votato per Parigi…..
    ciao!

    • Ciao ClodB, come avevo promesso Modine entrerà adagio adagio, ma con piede deciso, nella storia .
      La incontreremo ancora e come hai intuito le due donne inizieranno una sottile, ma cruenta battaglia a colpi di stiletti con i manici tempestati di pietre e gioielli.
      Per il resto, Parigi sarà un sogno da vivere insieme.
      Ciao e a presto.

  2. Ciao volpe, beh devo ammettere che leggere il tuo racconto mi fa pensare molto a James Bond e a tutta le letteratura sullo spionaggio, come per esempio John Le Carré di cui ho letto credo tutto o quasi. Di questo capitolo mi è piaciuta la leggerezza con cui hai saputo trattare l’argomento del rapporto fra Modine e Marck, lasciando intendere più che descrivendo. Bravo, continua così. Sono curiosa di scoprire dove ci porterà questa nuova indagine…

    • Ti ringrazio per aver pensato anche solo lontanamente di paragonarmi a Ian Fleming e John Le Carrè, altri mi hanno detto che nell’ispettore Fox hanno visto dei comportamenti simili a quelli mantenuti dal mitico Ispettore Callaghan. Tutti troppo buoni.
      Certo il titolo, molto pretenzioso, richiama direttamente a James Bond, ma in ogni caso la seconda indagine dell’ispettore Fox, che si svolgerà a Parigi, vuole proprio essere un richiamo alle epiche schermaglie tra spie. Ti segnalo tra l’altro che per la soluzione del caso sarà importante visualizzare abitazioni. vie e luoghi della capitale francese (aiutandosi con una cartina o con google maps). Tutte le vie e le abitazioni sono reali e per capire le possibile vie di fuga vanno controllate anche geograficamente. Buona Lettura.

  3. Ciao CloB, sono contento che tu segua lo svolgimento della storia.
    In quanto alle tue sollecitazioni ti confermo che la continuazione del racconto assegnerà una piccola parte a modine, che comincerà a mostrare carattere e idee del personaggio che si dimostrerà ben diversa dalla bella svampita.
    Invece la tua ultima domanda ricomprende le indicazioni che i lettori dovrebbero effettuare per indirizzare la continuazione della storia. Restiamo in attesa ….. ma qualcosa bolle già in pentola.

  4. Ciao Volpe, mi fa piacere vedere che effettivamente la figlia fosse la colpevole, a mio avviso, era la più indiziata.
    Mi è piaciuto molto, anche, il “carattere/impertinenza” (se così si può dire) di Marck che ben si evidenzia durante il Breefing.
    Ora aspetto di scoprire di più su Modine e spero quindi che il Capo affidi una nuova avventurosa missione a Marck
    Ciao.

  5. Rimango della mia idea che la colpevole sia la cameriera. Costretta a sottostare ai desideri del signor Barrymor contro la sua volontà, accetta suo malgrado in quanto ha il figlio da mantenere agli studi, ma ovviamente si sente ricattata. Può essere che Barrymor le abbia fatto altre richieste più pesanti alle quali lei non vuole sottostare. D’altro lato è la persona che più ha accesso alla biancheria, cuscini e federe, visto il suo lavoro in qualità di cameriera di casa, e che più facilmente di altri potrebbe far sparire le prove. I figli e la moglie mi sembrano più banali come colpevoli… ma non si sa mai! A te l’ultima parola, ovviamente… Ciao Volpe.

    • Ciao Blinda, poi verrò a leggere anche il tuo racconto. Cosa posso dire a te e agli altri lettori per indirizzarvi verso l’assassino, c’è una situazione più che un indizio che ha portato L’ispettore fox a portare le indagini su una strada ben precisa: questo non è un delitto premeditato, o forse lo è solo in parte, ciò che ha reso necessaria e immediata l’esecuzione è una causa fortuita, la vincita. Questo fatto ha però reso più difficile la creazione di alibi, che non esiste per nessuno, tutti erano nella casa ufficialmente a dormire ma nessuno ha un testimone e quindi tutti potevano colpire ma ha anche impedito di organizzare e avere il tempo necessario per nascondere in maniera efficace le prove.
      Meditate gente …. meditate.

  6. In questo capitolo, si mettono in luce molto chiaramente tutti gli eventuali colpevoli con i relativi moventi e dopo un’attenta rilettura sono quindi propensa a pensare che la figlia possa essere la maggiore indiziata, visti i gravi problemi finanziari in cui versa (il padre non voleva essere più il suo fiduciario).
    Aspetto di leggere il seguito della storia, ne sono molto incuriosita.

    • Ciao ClodB, sono contento che tu sia tornata e colgo l’occasione per rispondere alla sollecitazione che mi hai rivolto con il primo commento. la figura di Modine aveva inizialmente solo un piccolo spazio nella storia . Ma vista la tua richiesta ho deciso di aggiungere all’inizio della prossima indagine solo poche righe, un cameo, per tratteggiare meglio figura e personalità …… e chissà forse si porranno le basi per iniziare una “piccola” rivalità tra Modine e Scarlett.
      A presto.

  7. I dialoghi e i piccoli dettagli rendono la storia intrigante e maliziosa, come per esempio la descrizione di Nadine e la maliziosa telefonata di Scarlet.
    Rimango quindi in attesa di leggere il prossimo capitolo per vedere nei dettagli come evolverà questo misterioso caso di omicidio.

    • Ciao ClodB, ti informo che per capire meglio il rapporto tra Scarlett e l’ispettore Marck devi attendere la continuazione della storia e più precisamente l’inizio e lo svolgimento dell’indagine internazionale a Parigi.
      Psicologia e caratteristiche del carattere della bella impiegata ti saranno molto più chiare ……. e forse il suo aiuto sarà necessario per risolvere il caso.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi