ORIGINI

OCCHI DI RAME

Il bosco stava cambiando colore al ritmo dell’autunno iniziato da pochi giorni, l’umidità, alle sette del mattino, brillava sull’erba colpita dalla poca luce che filtrava dalle fronde degli alberi. Gli odori del bosco avevano un effetto rilassante su Luca e lo preparavano a una nuova e intensa giornata di lavoro. Gli piaceva correre ma non sopportava farlo sulla strada, amava sentire il fruscio delle fronde degli alberi, lo scricchiolio dei rametti sotto i piedi e per questo non ascoltava mai la musica utilizzando gli auricolari come molti suoi amici.  Aveva percorso sei chilometri degli abituali dodici, l’esatta misura della distanza tra casa sua e il posto di lavoro dove, nello spogliatoio, aveva pronti gli abiti e tutto il necessario per farsi una doccia.

Fermò la sua corsa, gli era sembrato di sentire un lamento o qualcosa di simile provenire a destra tra gli alberi. Attese alcuni secondi e lo sentì nuovamente, forse era un animale. Guardò l’orologio indeciso se proseguire o andare a verificare, avrebbe fatto tardi al lavoro rimettendoci un permesso, ma era curioso per natura e il lavoro poteva anche aspettare.

Attivò il GPS sul telefono e salvò la sua posizione, abbandonò il sentiero conosciuto e si addentrò tra gli alberi seguendo quel suono con attenzione a passo lento per evitare di fare rumore. Non conosceva bene quel posto, ci passava solo in mezzo per stare un po’ a contatto con la natura e non era mai uscito dal sentiero battuto. Certamente non si sarebbe allontanato di molto, ma la sicurezza non era mai troppa e non aveva voglia di perdersi nel bosco e fare una figuraccia con i suoi colleghi. Camminò per alcuni minuti seguendo il suono che si manifestava alternato a silenzio per parecchi secondi, ma era sulla strada giusta e in quel momento lo aveva sentito decisamente più forte della volta precedente. Era circondato dagli alberi e da alti cespugli di more e altre bacche che non conosceva, avanzò in direzione di un albero storto che sembrava voler cadere da un momento all’altro e che era alto più di venti metri. Si accorse che a piegarlo era stato l’impatto con qualcosa di grande e pesante che qualcuno doveva aver rimosso, si capiva dalla spaccatura del tronco che aveva il diametro di una novantina di centimetri.

Eppure non ricordava di aver letto nulla sui giornali locali, di recente.

Il lamento si manifestò nuovamente e Luca si rese conto che doveva essere particolarmente vicino a lui, osservò bene attorno a sé e trasalì alla vista del corpo appoggiato a un albero qualche metro dietro di lui, non lo aveva notato mentre gli passava accanto per osservare da vicino l’albero spezzato.

Si avvicinò, si trattava di una persona. Era appoggiata con la schiena al tronco di un albero e indossava una tuta molto simile a quelle utilizzate dai piloti dei caccia militari, solo che il colore era diverso, nera con delle fibre che riflettevano la luce in modo strano. La testa era protetta da un casco dello stesso colore della tuta che non permetteva in alcun modo di vedere il viso ed era inclinata verso la spalla destra, segno di svenimento. L’altra cosa che lo colpì furono le scritte nella zona del torace, assomigliavano agli ideogrammi giapponesi ma non aveva mai visto nulla del genere su internet, e sicuramente non erano  scritte arabe.

Il militare non indossava armi e decise di tentare di sfilargli il casco e provare a capirne la nazionalità. Forse, pensò, era meglio che chiamasse le forze dell’ordine, ma non voleva essere estromesso da quella scoperta di cui si sarebbe potuto vantare con amici e colleghi di lavoro.

Cercò la fibbia per lo sgancio ma non riuscì a trovarla e si accorse che il casco copriva completamente anche il collo del militare. Rovistò ancora con delicatezza, il torace dell’uomo si alzava e abbassava lentamente, finché i polsi di Luca finirono stretti nelle mani guantate del tizio.

«Ektra uhmn trsenar!»

A quelle parole, Luca trasalì cadendo all’indietro sul sedere. Non aveva mai sentito quella lingua e la voce era femminile.

La visiera del casco sparì e lo stesso si aprì a metà rivelando il viso di quella che era una donna militare sui trent’anni. Luca si trovò a fissare due occhi di rame, come quello nuovo e lucido. I suoi occhi grigi, a confronto, erano una schifezza. Lei lo fissò alcuni secondi, non c’era paura in quello sguardo, poi si toccò un punto sotto l’orecchio destro parzialmente nascosto dai capelli talmente chiari da sembrare bianchi, ma non lo erano e avevano striature azzurrine percepibili solo contro luce.

«Vattene da qui!» la donna ora parlava italiano.

«Ora ti capisco!» sorrise Luca «Sei ferita, devo portarti in ospedale».

«No!» urlò la donna «Devi andartene, è pericoloso per te!»

Luca ignorò la richiesta e si abbassò per prendere in braccio la ragazza, aveva capito che non riusciva ad alzarsi da sola. Lei si dimenò per alcuni secondi, ma quando si trovò sollevata da terra gli si aggrappò al collo.

Era straordinariamente leggera.

«Ti prego non portarmi in ospedale».

Luca deve portare la ragazza in ospedale anche se lei non vuole?

  • Decide prima di portarla a casa per trovarle qualcosa di normale da farle indossare e poi deciderà cosa fare. (0%)
    0
  • No, la porterà a casa sua rispettando la richiesta e cercherà di conoscerla meglio. (43%)
    43
  • Sì, ma nel farlo si accorgerà che non ha documenti di riconoscimento addosso. (57%)
    57
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

82 Commenti

  1. Come ti hanno già detto un finale un po’ affrettato, ma penso che su questa piattaforma sia meglio arrivare alla fine piuttosto che lasciare una storia incompleta, in fondo siamo qui anche per divertirci e questo fa parte del gioco.
    Comunque al di là della fretta il finale mi è piaciuto, è aperto ma comunque conclusivo e non ti fa sentire la necessità di un seguito, inoltre la battaglia finale pur essendo un po’ striminzita funziona piuttosto bene. Alla prossima storia allora!

    • Buon giorno, tutto bene grazie.
      Sono impegnato nell’emergenza Covid-19 in questo periodo e non ho molto tempo per scrivere. Non ho fatto in tempo nemmeno a finire un racconto per Thriller Cafè con scadenza ieri.
      Ancora un po’ di pazienza e arriverà anche il prossimo episodio.

  2. Mi piace l’idea che gli “sperimentatori” abbiano un fine molto concreto come indagare sulle loro stesse origini, anche se c’è da dire che l’interferenza della fazione nemica ha di per sé compromesso la riuscita di questo esperimento che quindi potrebbe non avere molto senso portare avanti in segretezza… Comunque dai lo spiegone si è fatto attendere ma devo dire che l’ho apprezzato. Per il prossimo capitolo voto un qualche tipo di arma!

  3. La fazione alleata la facciamo comparire nel capitolo 9, intanto la base è stata colpita da qualcosa 🙂

    C’è una cosa che non ho capito: ma interferire nell’esperimento non ne causa automaticamente il fallimento, visto quello che si erano proposti gli sperimentatori? A parte questo, molto interessante (e dannatamente devastante!).

    Ciao 🙂

    • Grazie per aver letto anche questo capitolo.
      Infatti quel nerd di Luca chiarisce subito il concetto di esperimento fallito, ma Mcral non è della stessa idea.
      Questi personaggi che si ribellano alla trama… Che barba!
      Devastante è che devo per forza terminare la storia al decimo capitolo, io andrei avanti ancora per un po’.

  4. Sì, resterà a casa di Luca per la notte. Dopo aver introdotto Demoni ed Ologrammi, direi che qualche spiegazione ci sta. Ma è meglio stare a casa 😉

    Ok, non me lo aspettavo che fosse un esperimento. Mi aspettavo un sacco di cose ma non un esperimento. VAI! 😀

    Ciao 🙂

  5. Direi che una cattura potrebbe far luce sui misteriosi nemici. Non sono un grande fan delle “guerre nel futuro” visto che questo concetto ci ha regalato serie e film non proprio esaltanti (a parte Terminator, dai) ma spero che avrai qualcosa di buono da raccontare sul tema, anche perchè i viaggi nel tempo sono sempre affascinanti. A presto!

  6. Evviva, un po’ di azione.
    Cosa difficilissima da scrivere, tanto che io ho imparato a saltarla con esiti che lasciano a desiderare.

    Vedo una progressione di misteri che ingigantiscono la curiosità, però alla fine dovranno avere una spiegazione verosimile, a meno che tu non voglia scrivere qualcosa del tipo di Lost. In tal caso ti abbandonerei subito.

    Alcune note

    “Luca seguì il gesto e notò i tre esseri con una tuta simile a quella della ragazza.”
    Se hanno la tuta simile a quella della ragazza, come mai il narratore li chiama esseri e non soldati o persone?

    “Li avevano trovati.”
    Lo trovo astratto. Sarà che detesto il narratore onnisciente, ma secondo me avresti fatto meglio a descrivere la scena e lasciare al lettore il capire che sono stati trovati. Lo so, hai usato 4995 caratteri e sei stato costretto a comprimere, ma lì è talmente astratto che potevi continuare con “li avevano trovati, ma lei se ne liberò”.

    “Mcral s’incamminò verso l’interno del bosco, Luca la bloccò prendendola per un braccio.
    «Chi sei?».
    La soldatessa inspirò profondamente.”
    Ormai è una coprotagonista, non la puoi più chiamare con un sinonimo.

    Ho votato: Ci prova ma viene interrotta

    • Grazie per i consigli!
      Effettivamente tendo sempre a superare il limite e poi, in revisione, a tagliare ciò che mi sembra superfluo.
      Lost? Cos’è Lost? Sì e no ho visto la prima stagione e non mi piaceva.
      L’azione non è difficile da scrivere, bisogna prenderci la mano e usare solo un punto di vista.

  7. Può sembrare presto per le spiegazioni, però… le storie hanno solo dieci capitoli, quindi a meno che l’identità di Mcral non sia proprio il più grande mistero in questa faccenda direi che almeno un piccolo chiarimento si può avere, senza raccontare tutta la verità. Mi fa un po’ strano poi che Luca di fronte al mondo congelato pensi solo alla quantità di energia che serve, ma è comunque un personaggio abbastanza bizzarro anche lui!

  8. Davanti all’auto si forma qualcosa mai visto da Luca.

    Ciao! Questo racconto mi ha catturato subito! Questo Luca è particolare nel suo modo di comportarsi, almeno agli occhi di Mcral; noi sappiamo che è guidato dal suo desiderio di notorietà… che sarà puntualmente infranto }:)

    Ciao 🙂

  9. Luca sembra un po’ troppo ingenuo se pensa che otterrà notorietà da questa storia, se ha mai visto un film con una trama simile dovrebbe sapere cosa succede a chi ha a che fare con governi e fuggitivi strambi 😛 Però mi piace che sia mosso dalla fama di notorietà. Per il prossimo capitolo voto per gli inseguitori!

    • Grazie per aver letto e commentato, in effetti mi sono lasciato un po’ prendere dall’entusiasmo per questa nuova scoperta e non ho passato il giusto tempo per revisionare il testo come faccio solitamente nei concorsi, equivale a circa una decina di revisioni prima di quella definitiva.
      Il secondo episodio presterò più attenzione perché so fare di meglio.
      Grazie ancora.

  10. Ciao e benvenuto! La tua storia ha un inizio piuttosto classico, ma mi incuriosisce che al posto di un incontro con un personaggio evidentemente alieno qui abbiamo una militare probabilmente impegnata in qualche esperimento o forse non del tutto umana, un elemento che aiuta il lettore a fare ipotesi invece di orientarsi subito sulle risposte più scontate. Per il prossimo capitolo anche se il richiamo dell’avventura si fa sentire credo che la cosa più sensata da fare con una persona ferita e sconosciuta sia portarla in ospedale, anche se non penso ci arriverà 🙂

    • Grazie per aver commentato,
      di solito metto i personaggi subito in una situazione di azione, ma qui dovevo in qualche creare una sorta di prologo che rompesse la normale routine di un personaggio preciso.
      Cosa accadrà lo vedremo più avanti, lascerò qualche altro giorno per le votazioni e poi scriverò il secondo capitolo.

  11. Davvero una bella storia , anche questo ultimo capitolo mi è piaciuto, dinamico e scorrevole come sempre. E un messaggio da portare al mondo . Bravo Cristiano.
    ….a quando una nuova storia??

  12. Dapiz ha detto:

    Come ti hanno già detto un finale un po’ affrettato, ma penso che su questa piattaforma sia meglio arrivare alla fine piuttosto che lasciare una storia incompleta, in fondo siamo qui anche per divertirci e questo fa parte del gioco.
    Comunque al di là della fretta il finale mi è piaciuto, è aperto ma comunque conclusivo e non ti fa sentire la necessità di un seguito, inoltre la battaglia finale pur essendo un po’ striminzita funziona piuttosto bene. Alla prossima storia allora!

  13. ha detto:

    […] ORIGINI – Il racconto breve di Cristiano Virgini su THe iNCIPIT theincipit.com […]

  14. Red Dragon ha detto:

    Ed ad un anno di distanza, la storia si conclude!
    Yeah!

    Il finale è un po’ accelerato ma ci sta perché i caratteri sono quelli. Mi sento soddisfatto e ci leggiamo alla prossima storia ^_^

    Ciao 🙂

  15. ha detto:

    […] ORIGINI – Il racconto breve di Cristiano Virgini su THe iNCIPIT theincipit.com […]

  16. Aomame ha detto:

    Finalmente!
    Bentornato. Bel capitolo. sono stata un po’ indecisa nella scelta delle opinioni ma voto per l’ultima battaglia che solo Luca potrà affrontare.
    A presto spero
    Ciao

  17. anche questo capitolo è molto intrigante , si Luca dovrà affrontare l’ultima battaglia (sperando che sia
    l’ultima ),voglio sapere come va a finire!

  18. Red Dragon ha detto:

    A meno di seguiti, il prossimo capitolo è ll’ultimo, quindi… Sì, anche se dovrà affrontare l’ultima battaglia!

    Ye!

    Ciao 🙂

  19. Buona sera, sono finalmente riuscito a trovare il tempo per scrivere il penultimo episodio.
    Grazie in anticipo a chi vorrà leggerlo.

  20. Aomame ha detto:

    Aspetto il prossimo episodio. Tutto bene? 🤔

    • Buon giorno, tutto bene grazie.
      Sono impegnato nell’emergenza Covid-19 in questo periodo e non ho molto tempo per scrivere. Non ho fatto in tempo nemmeno a finire un racconto per Thriller Cafè con scadenza ieri.
      Ancora un po’ di pazienza e arriverà anche il prossimo episodio.

  21. Basilissa ha detto:

    Sono catturati da una fazione amica. 🙂 Storia interessante vediamo come andrai avanti. Ti seguo.

  22. ha detto:

    […] ORIGINI – Il racconto breve di Cristiano Virgini su THe iNCIPIT theincipit.com […]

  23. Dapiz ha detto:

    Hai parlato di una battaglia in corso, quindi mi sembra il momento giusto per far intervenire la cavalleria. Non è facile scrivere un intero capitolo d’azione senza che appaia troppo compresso, ma direi che ci sei riuscito. Alla prossima!

  24. Red Dragon ha detto:

    Io continuo a votare un aiuto inaspettato, ma visto quello che dice Mcral, voto: Sono catturati da una fazione sconosciuta a Mcral, ma amica.

    Ciao 🙂

  25. Aomame ha detto:

    Tecnologia bio adattiva! speriamo di arrivarci, perché sarebbe davvero utile. Dall’episodio mi sembra di capire che sta per scoppiare una guerra, per questo ho votato la fazione amica. Buona lettura a tutti.

  26. Aomame ha detto:

    Wow 😯 bella storia. Mi piace molto l’idea che il pianeta Terra sia un esperimento. E se fosse davvero così? Di sicuro potremo dare delle risposte…chissà!
    Ti seguo allora, fino alla fine del mondo 😂

  27. Dapiz ha detto:

    Mi piace l’idea che gli “sperimentatori” abbiano un fine molto concreto come indagare sulle loro stesse origini, anche se c’è da dire che l’interferenza della fazione nemica ha di per sé compromesso la riuscita di questo esperimento che quindi potrebbe non avere molto senso portare avanti in segretezza… Comunque dai lo spiegone si è fatto attendere ma devo dire che l’ho apprezzato. Per il prossimo capitolo voto un qualche tipo di arma!

    • Grazie per aver letto anche questo capito.
      Di solito non sono molto da spiegone, nel senso che le spiegazioni le faccio fare alle azioni, ma qui era necessario visto che siamo ormai vicini alla fine.
      Vediamo chi vince il sondaggio, l’arma o la cattura?

  28. CAMELIA ha detto:

    Interessante la teoria della religione come mezzo per mandare a monte l’esperimento. Voto per la fazione di Mcral perché mi piacerebbe conoscere i suoi compagni..
    Alla prossima!

  29. Red Dragon ha detto:

    La fazione alleata la facciamo comparire nel capitolo 9, intanto la base è stata colpita da qualcosa 🙂

    C’è una cosa che non ho capito: ma interferire nell’esperimento non ne causa automaticamente il fallimento, visto quello che si erano proposti gli sperimentatori? A parte questo, molto interessante (e dannatamente devastante!).

    Ciao 🙂

    • Grazie per aver letto anche questo capitolo.
      Infatti quel nerd di Luca chiarisce subito il concetto di esperimento fallito, ma Mcral non è della stessa idea.
      Questi personaggi che si ribellano alla trama… Che barba!
      Devastante è che devo per forza terminare la storia al decimo capitolo, io andrei avanti ancora per un po’.

  30. I nemici sono arrivati e li catturano, sono curiosa di leggere come si evolverà la storia in questa situazione . Riusciranno i nostri eroi a uscire dai quai ??
    A prossimo capitolo!

  31. Dapiz ha detto:

    Andiamo al nascondiglio nel bosco e incassiamo un po’ di risposte. L’idea dell’umanità come esperimento è sempre affascinante, se ben gestita, quindi sono curioso di vedere cosa ti sei inventato per noi poveri umani e per Luca 😉

  32. Red Dragon ha detto:

    Sì, resterà a casa di Luca per la notte. Dopo aver introdotto Demoni ed Ologrammi, direi che qualche spiegazione ci sta. Ma è meglio stare a casa 😉

    Ok, non me lo aspettavo che fosse un esperimento. Mi aspettavo un sacco di cose ma non un esperimento. VAI! 😀

    Ciao 🙂

  33. Rossella Spada ha detto:

    Ormai siamo giunti al settimo capitolo, dunque qualche spiegazione ci sta.
    Al prossimo capitolo.

  34. Rossella Spada ha detto:

    Secondo me riuscirà ad entrare nel nascondiglio segreto, dove troverà Mcral ferita intenta a medicarsi.
    Quante ne sta passando Luca😂
    Comunque io continuo a pensare che una storia d’amore, dopo tante peripezie, ci stia tutta… forse sono io ad essere troppo romantica.
    Aspetto il tuo prossimo capitolo.

  35. Red Dragon ha detto:

    No, spiacente: serve un apparecchio fantascientifico per aprirlo. Indi tornerà a casa… e lì troverà una sorpresa 😉

    Povera ragazza…

    Ciao 🙂

    • Grazie per aver letto il nuovo capitolo.
      Ahaha, povera Mcral. Se esistesse davvero alla fine della storia verrebbe a cercarmi per pigliarmi a sberle.
      Ho ancora 5 capitoli per farla torturare a dovere da quella palla al piede che le ho rifilato.

  36. Franco Migliori ha detto:

    Non c’è la voce “No, sarà catturato, mutilato e trasformato in un mutante assassino dai nemici di Mcral”, ma la clicco lo stesso.

  37. Dapiz ha detto:

    Direi che una cattura potrebbe far luce sui misteriosi nemici. Non sono un grande fan delle “guerre nel futuro” visto che questo concetto ci ha regalato serie e film non proprio esaltanti (a parte Terminator, dai) ma spero che avrai qualcosa di buono da raccontare sul tema, anche perchè i viaggi nel tempo sono sempre affascinanti. A presto!

  38. Rossella Spada ha detto:

    Luca riuscirà ad allontanarsi, ma resterà isolato da Mcral.
    Molto adrenalitico questo tuo 4 capitolo, letto tutto d’un fiato.
    Una storia d’amore ci starebbe tutta, ovviamente con tutte le complicazioni che essa porterebbe. Vedremo cos’hai in mente!.
    Al prossimo capitolo.

  39. Red Dragon ha detto:

    Si, ma resterà isolato da Mcral!

    Mi è piaciuto come sei riuscito a descrivere questo capitolo: calmo ed adrenalico allo stesso momento 😀

    Ciao 🙂

  40. Franco Migliori ha detto:

    Evviva, un po’ di azione.
    Cosa difficilissima da scrivere, tanto che io ho imparato a saltarla con esiti che lasciano a desiderare.

    Vedo una progressione di misteri che ingigantiscono la curiosità, però alla fine dovranno avere una spiegazione verosimile, a meno che tu non voglia scrivere qualcosa del tipo di Lost. In tal caso ti abbandonerei subito.

    Alcune note

    “Luca seguì il gesto e notò i tre esseri con una tuta simile a quella della ragazza.”
    Se hanno la tuta simile a quella della ragazza, come mai il narratore li chiama esseri e non soldati o persone?

    “Li avevano trovati.”
    Lo trovo astratto. Sarà che detesto il narratore onnisciente, ma secondo me avresti fatto meglio a descrivere la scena e lasciare al lettore il capire che sono stati trovati. Lo so, hai usato 4995 caratteri e sei stato costretto a comprimere, ma lì è talmente astratto che potevi continuare con “li avevano trovati, ma lei se ne liberò”.

    “Mcral s’incamminò verso l’interno del bosco, Luca la bloccò prendendola per un braccio.
    «Chi sei?».
    La soldatessa inspirò profondamente.”
    Ormai è una coprotagonista, non la puoi più chiamare con un sinonimo.

    Ho votato: Ci prova ma viene interrotta

    • Grazie per i consigli!
      Effettivamente tendo sempre a superare il limite e poi, in revisione, a tagliare ciò che mi sembra superfluo.
      Lost? Cos’è Lost? Sì e no ho visto la prima stagione e non mi piaceva.
      L’azione non è difficile da scrivere, bisogna prenderci la mano e usare solo un punto di vista.

  41. Dapiz ha detto:

    Può sembrare presto per le spiegazioni, però… le storie hanno solo dieci capitoli, quindi a meno che l’identità di Mcral non sia proprio il più grande mistero in questa faccenda direi che almeno un piccolo chiarimento si può avere, senza raccontare tutta la verità. Mi fa un po’ strano poi che Luca di fronte al mondo congelato pensi solo alla quantità di energia che serve, ma è comunque un personaggio abbastanza bizzarro anche lui!

  42. Red Dragon ha detto:

    Siamo al capitolo 3 quindi No, Luca dovrà aspettare di essere pronto 🙂
    Qui è successo tanta di quella roba da lasciarti spiazzato, ma per le spiegazioni aspetterei il capitolo 5: facciamolo tentennare ancora per un capitolo 🙂

    Ciao 🙂

  43. Red Dragon ha detto:

    Davanti all’auto si forma qualcosa mai visto da Luca.

    Ciao! Questo racconto mi ha catturato subito! Questo Luca è particolare nel suo modo di comportarsi, almeno agli occhi di Mcral; noi sappiamo che è guidato dal suo desiderio di notorietà… che sarà puntualmente infranto }:)

    Ciao 🙂

  44. Rossella Spada ha detto:

    Molto intrigante anche questo secondo capitolo.
    Per la terza parte voto per gli inseguitori di Mcral.
    A presto!

  45. Dapiz ha detto:

    Luca sembra un po’ troppo ingenuo se pensa che otterrà notorietà da questa storia, se ha mai visto un film con una trama simile dovrebbe sapere cosa succede a chi ha a che fare con governi e fuggitivi strambi 😛 Però mi piace che sia mosso dalla fama di notorietà. Per il prossimo capitolo voto per gli inseguitori!

  46. Franco Migliori ha detto:

    Ciao Cristiano,
    seguo la tua storia che inizia a essere interessante.
    Noto solo una ambiguità: Luca portò la donna nel suo appartamento per recuperare le chiavi della macchina.

    Voto per l’arrivo degli inseguitori.

  47. Cecy 3 1 ha detto:

    Mi pare un bellissimo e intrigante incipit, spinge il lettore a sapere come andrà a finire la storia… Bravo!!
    Ho scelto la terza opzione.

  48. HOPE ha detto:

    Ottimo incipit! Io ho scelto la seconda opzione, buon proseguimento!

  49. Franco Migliori ha detto:

    Benvenuto anche da parte mia.
    Il tuo primo capitolo è infarcito di “non”. Il consiglio è di scrivere di cose che ci sono e fatti che avvengono.

    Ho scelto:
    No, la porterà a casa sua rispettando la richiesta e cercherà di conoscerla meglio.

    • Grazie per aver letto e commentato, in effetti mi sono lasciato un po’ prendere dall’entusiasmo per questa nuova scoperta e non ho passato il giusto tempo per revisionare il testo come faccio solitamente nei concorsi, equivale a circa una decina di revisioni prima di quella definitiva.
      Il secondo episodio presterò più attenzione perché so fare di meglio.
      Grazie ancora.

  50. Dapiz ha detto:

    Ciao e benvenuto! La tua storia ha un inizio piuttosto classico, ma mi incuriosisce che al posto di un incontro con un personaggio evidentemente alieno qui abbiamo una militare probabilmente impegnata in qualche esperimento o forse non del tutto umana, un elemento che aiuta il lettore a fare ipotesi invece di orientarsi subito sulle risposte più scontate. Per il prossimo capitolo anche se il richiamo dell’avventura si fa sentire credo che la cosa più sensata da fare con una persona ferita e sconosciuta sia portarla in ospedale, anche se non penso ci arriverà 🙂

    • Grazie per aver commentato,
      di solito metto i personaggi subito in una situazione di azione, ma qui dovevo in qualche creare una sorta di prologo che rompesse la normale routine di un personaggio preciso.
      Cosa accadrà lo vedremo più avanti, lascerò qualche altro giorno per le votazioni e poi scriverò il secondo capitolo.

  51. ha detto:

    […] ORIGINI – Il racconto breve di Cristiano Virgini su THe iNCIPIT theincipit.com […]

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi