LA RIVOLTA DI CLODIA

L’INIZIO DELLA FINE

Era da poco le due della notte, e in una stanza di una locanda due uomini sulla ciquantina, ed una donna donna sui venti anni stavano discutendo a bassa voce.

I due uomini, uno vestito con una tuta mimetica capelli scuri baffi lunghi rivolti verso l’alto era il comandante dei cavalieri imperiali di Clodia, l’altro un nobile con una giacca rossa, calvo e al suo fianco una ragazza con delle treccine lunga su tutta la testa e indossava un vestito azzurro chiaro.

I toni si erano accesi, quando il nobile sbattè i pugni verso un tavolo gridando verso gli altri due individui.

<< Basta!, non ne posso più dei vostri tentennamenti, è ora di agire in fretta! Ormai l’imperatore è sorvegliato a vista e, non si fida di nessuno nemmeno di me che sono il suo primo ministro!>>.

Il comandante, accenno con un sbuffo, al nobile facendo un cenno di contrarietà

<<abbiamo provato ad avvelenarlo e lui, si è accorto del veleno, ed ora fa mangiare a un servo il cibo>>.

Poi tirò fuori da una tasca laterale la sua inseparabile pipa e se la mise in bocca, non era accesa ma aveva questo vizio. Quando era sotto stress.

<<e poi.. Gaszu ormai dovresti smettere di fare la parte del servitore fedele e premuroso, ormai tra l’imperatore ha iniziato a sospettare anche di te che lo vuoi uccidere!>>.

La ragazza si avvicinò ai due separandoli con entrambe le braccia tenendo le mani appoggiate al corpo dei uomini.

<<Gaszu, Gordon basta voi due a litigare pensate invece ognuno di noi pensi a un piano poi, il migliore verrà attuato,il mio sarebbe questo>>.

Tolse le mani dai due uomini e tiro fuori un papiro con una mappa accartocciata dalla tasca del suo vestito ceruleo.

<<Il mio piano è: quello di entrare nelle fogne dalla foresta di ponente e entrare di nascosto dalle scuderie c’è un passaggio sotterraneo che ci porterà dritto dritto all’interno del castello>>

si diresse verso una tavola e appoggiò il papiro.

<<questa è la mia idea ora ditemi la vostra…>>

<<Chun lee sei brava a rendere facile tutto questo ma in quanti saremo una decina o poco più, sarebbe una cosa migliore chiamare dei mercenari Griffith e la sua armata sarebbero la nostra arma migliore ed sarebbero disponibili ad allearsi a noi per una somma di denaro>>

Gaszu ribattè alla proposta della ragazza utilizzando le sue risorse monetarie

<<Il solo problema è che sono stati visti ad Thunder Canyon e poi la loro oppinione sarebbe una risposta incerta>>

Gordon contrariato dalle altre proposte si affrettò a dire la sua idea

<<No,no , e ancora no, troppo banali i cavalieri imperiali sarebbero in numero maggiore rispetto ai mercenari ed alla attacco suicida di poche persone il mio piano sarebbe quello di abbozzare un attacco dai tre regni di Antea, Obleon, e dal regno di Sahantes ed far si che circondino il nostro regno e che uccidano la famiglia imperiale>>.

All’improvviso si udi un rumore da dietro la porta, un tonfo di qualcosa o di qualcuno, Gaszu fece segno di far silenzio e si avvicinò alla porta aprendola e facendo cadere un ragazzo che stava origliando tutto.

<<Fatti vedere chi sei!!>>.

Il ragazzo cadde in ginocchio davanti all’uomo e poi alzo lo sguardo verso di lui

<<ahh chi si vede Tall! Che volevi fare? Fare la spia oppure vendicarti dell’imperatore?>>

Il ragazzo si rimise in piedi scrollandosi con le mani la polvere

<<io voglio vendicarmi di mio padre e lo farò con o senza di voi!>>

Gaszu si mise a ridere dando una pacca sulle spalle al ragazzino esile

<< allora quali dei tre nostri piani ti piacerebbe fare? Naturalmente Chun Lee sarà con te!>>

Chun Lee scosse la testa come a dir di no ma poi accodò a quello che aveva detto Gaszu e tutte gli altri aspettarono la risposta di Tall.

QUALE PIANO SEGUIRA' TALL

  • attacco dai tre regni di Antea, Obleon, e dal regno di Sahantes ed far si che circondino il nostro regno (25%)
    25
  • chiamare dei mercenari di Griffith e la sua armata (0%)
    0
  • di entrare nelle fogne dalla foresta di ponente e entrare di nascosto dalle scuderie c'è un passaggio sotterraneo che ci porterà al castello (75%)
    75

Voti totali: 4

Vota la tua opzione preferita

Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

4 Commenti

  1. I principali consigli te li ha dati AceStoryTeller. Io ti consiglio di usare i caratteri « » al posto dei segni maggiore e minore invece delle virgolette, semplicemente perché io quelle le uso per i pensieri. Per quanto riguarda la caratterizzazione dei personaggi, puoi approfondirli nel corso dei capitoli, quindi non farti troppo un cruccio (almeno inizialmente).
    Personalmente parlando, a volte ho avuto difficoltà a capire chi parlava.

    Ciò detto, ti seguo e voto il passaggio segreto ^_^

    Ciao 🙂

  2. Caro Andrea,
    Se mi posso permettere ti darei un paio di consigli. Il primo in assoluto che ti do è di fare attenzione alle doppie consonanti. Capisco che i veneti non le usino, ma bisogna fare lo stesso attenzione ( e in ogni caso c’è il correttore automatico).
    Poi ci sono la mancanza delle virgole, che vengono spesso sottovalutate. Esse ,poverine, hanno lo scopo far “riposare il lettore, che in mancanza di segni di punteggiatura si troverà costretto a leggere tutto quanto di seguito, assicurandogli una cianosi ed emicrania.
    Un’altra cosa da rimarcare è che qui i caratteri sono tiranni e contati. Molto contati. Ragione per cui elimina i segni <> per il discorso diretto e metti le “virgolette”.
    Vedo infine che non ti perdi granché nella descrizione dei personaggi. Magari è per dare maggior risalto alla trama, ma dei personaggi con un po’ di spessore possono rendere una storia più interessante perché il lettore riesce a immedesimarsi nel personaggio.
    Detto questo la storia sembra interessante e mi piacerebbe vedere come si svilupperà. Mi raccomando, revisiona sempre il testo una volta finito di scriverlo.
    Buona fortuna.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi