QUESTIONE DI TEMPO

Arrivo!

Venerdì 14 Settembre 2019, ore 9:25 a.m. Mancano 12 ore al “buco”

Jean è un ragazzo di 21 anni cresciuto in Italia ma con origini francesi, è alto 1 metro e 82 cm, capelli neri corti e occhi verdi, di corporatura magra. Compiuti i 18 anni è partito per l’Inghilterra,  per cercare fortuna ma soprattutto per scappare dal suo piccolo paese natale e diventare indipendente.

Per i primi 2 anni ha vissuto con la sua migliore amica Mica in una casa condivisa con altre 3 persone. Matt, un ragazzo inglese di 29 anni e la sua ragazza Jodie, una biondina di 25 anni con la passione per la scrittura, e poi c’era Chiara, un’amica di Mica di cui Jean s’innamorò quasi subito.

Chiara aveva i capelli castani e gli occhi azzurri, era alta 1 metro e 68 ed era particolarmente amichevole con tutti, soprattutto con Jean, che lo vedeva più come un fratello che come un possibile compagno.

Mica tornò in Italia dopo 1 anno,  Jean e chiara rimasero a farsi compagnia a vicenda. Vissero insieme per 1 anno, 1 anno in cui Jean stava perdendo se stesso per il fatto che non riusciva a conquistare la sua amata. Tutto precipitò quando arrivò da loro Manuel, il migliore amico di Jean. Chiara e Manuel si misero insieme, e Jean non la prese bene, decise che era troppo e tagliò i rapporti con entrambi trasferendosi a ovest ossia dall’altra parte della città. Si trovò una casa per se ed un lavoro come chef che gli fruttava bei soldi.

<Oggi è il suo compleanno> sospirò Jean guardando la data sul suo Iphone. <Sono le 9 e mezza ed è venerdì, Dio … Sarà una giornata pesante questa!> disse Jean al suo collega Nick.

Nick:<Dai sopravviveremo anche questa bro> disse dando una pacca sulla spalla a Jean.

Il servizio del pranzo passò in fretta, erano le 14:30 e mancavano 7 ore al “buco”.

Jean:< ma ci pensi come saremo tra 10 anni?>

Nick:<Di sicuro più stanchi ahahah>

Jean: < o magari ricchi, chi lo sa>

Nick:<be non ci pensare troppo, dai la pausa è finita, rientriamo ora!>

La sera passò veloce come la mattina, il Jin&Tonic era un ristorante fusion ed era sempre molto affollato. Erano le 20:00 quando chiusero la cucina, Jean salutò i suoi colleghi e si avviò verso casa.

Ore 20:45. Jean è appena uscito dalla doccia, si veste ed esce per andare a prendere qualcosa da cucinare, esce di casa senza neanche portarsi il telefono dietro, solo le chiavi di casa e i 20 sterline. Amava camminare vicino al fiume dopo il tramonto, le luci della città si riflettevano sull’acqua e creavano un effetto magico.

21:00 ora X

Jean  è quasi arrivato al market quando d’un tratto davanti a lui non era più buio, c’era un alone di luce proprio davanti a lui e poteva vedere il market dietro illuminato dal sole come se fosse pieno giorno, senza che neanche se ne rendesse conto da notte era di nuovo giorno e faceva più caldo del normale, si spaventò ed inizio a guardarsi intorno, si era appena accorto che non aveva la minima idea di dove si trovasse.

C’era solo una strada e tutto il resto sembrava aperta campagna, non sapendo cosa iniziò a percorrere la strada nella speranza di trovare qualcuno. 

Dopo 20 minuti di camminata si ritrovò davanti ad una specie di casa, molto futuristica, era bianca ed aveva una forma ovale, tutta circondata di finestre ai lati ed una porta senza serratura. 

Incuriosito si avvicinò alla porta che scattò e scomparve sotto di lui, all’interno si accesero le luci e vide che il posto era molto accogliente, notò subito una specie di orologio digitale, tutto il resto per Jean scomparve e pensò di essere impazzito, ma dovette tornare in se perché sentì un rumore da fuori, come di una portiera ma non aveva sentito nessuna macchina arrivare, pietrificato rimase li, immobile. Lo sconosciuto entrò in casa e Jean non poteva credere ai suoi occhi!

L’orologio digitale diceva che erano le 14:46 del 28 Agosto dell’anno 2039.

Chi e lo sconosciuto?

  • Jean adulto (50%)
    50
  • Una ragazza mai vista (0%)
    0
  • Chiara (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

6 Commenti

  1. Jean non può tornare nel suo tempo; non in modo così semplice, almeno 😉

    Il capitolo ogni tanto presenta degli spazi enormi o delle lettere maiuscole dove non dovrebbero esserci. Credo che ci sia stato qualche problema tra il copia e l’incolla. Una rilettura prima di pubblicare aiuta ad eliminarli ^_^

    Per il resto: è una figata pazzesca! 😀

    Ciao 🙂

  2. Chiara!

    Ciao! Ben arrivato. La storia mi ha incuriosito. Ci sono degli errori nella punteggiatura ed ogni tanto cambi il tempo di riferimento; rileggi la prossima volta. Altro consiglio: usa i caratteri « » invece dei segni di maggiore e minore perché quelli mangiano 16 caratteri l’uno…

    Per il resto mi hai incuriosito parecchio e ti seguo 🙂

    Ciao 🙂

    • Ciao Antonio e grazie mille
      Sei stato il primo a commentare e forse anche il primo ad aver letto l’ episodio.
      Si lo so ci sono un po di sbavature naturalmente, ma tieni conto che è la prima volta che butto giû queste cose, fino ad oggi sono rimaste nella mia testa.
      Grazie ancora e spero di migliorare e di far vivere al lettore quello che sta , per ora, solo nei miei pensieri!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi