QUESTIONE DI TEMPO

Dove eravamo rimasti?

Quali sono le brutte notizie Jean non può tornare nel suo tempo (50%)

Bentley

Sono le 15;17 del 28 Agosto, è domenica e siamo nel 2039!

Jean ragazzo:” Come non posso tornare??” Jean è fuori di se, mille pensieri in testa, era tutto surreale.

Jean adulto:” Capisco come ti senti, ma cerco solo di essere realista, le probabilità che tu riesca trovare un altro ‘buco’ sono davvero basse, e poi.. anche se lo trovassi… non è detto che questo ti riporti nel tuo tempo !”.

Jean guardava la sua versione più vecchia con aria irritata, poi ragionò un secondo e cercò di dire qualcosa ma Chiara attaccò il marito prima che lui potesse aprire bocca.

Chiara:” Ma che dici, non vedi che lo stai spaventando? Facciamo così, tu rimani qui e continui il tuo progetto io lo porto a casa e vediamo di fare qualche ricerca insieme a Natalie ok?”

Chiara era irritata forse più del Jean 20enne, il marito invece era stupito da quell’attacco improvviso.

“Hai ragione, scusami tanto..” disse al se stesso più giovane sentendosi in colpa. 

Jean 20enne:”Aspettate un attimo… questo non è successo anche a te?.. Voglio dire come funziona?”

Chiara: “Non disperare, lo scopriremo presto, ti sto per presentare l’ esperta in materia!” Disse con uno strano sorriso in volto. 

“Proprio la migliore” Esordì il Jean 40enne con un sorrisetto ambiguo.

Chiara si avvicinò al marito per salutarlo con un bacio, Jean non sapeva ancora come reagire a questo però un po’ gli aveva fatto male vedere quella scena. 

” Dai vieni, ti piacerà Natalie vedrai!” disse Chiara. 

Jean annuì e iniziò a seguirla, guardando se stesso, non sapeva se avrebbe dovuto salutare o meno, era troppo strano, e così lo evitò e basta seguendo Chiara. 

La porta si era aperta automaticamente, una volta fuori Jean guardò meglio quella casa , alzò gli occhi e si chiedeva come fosse il secondo piano e poi notò una specie di logo proprio sopra la porta, una cosa che non aveva notato prima ‘JM STUDIO’ . La ”J’ formava la gamba della ‘M’ come a formare un unica lettera. Le sue domande non facevano che aumentare, era spaventato, ma anche eccitato in un certo senso.

“Sali in macchina o vuoi restare a guardare la porta?” Lo riprese Chiara scherzosamente.

“Si, scusa” Jean si voltò, vide la macchina e salì, senza dire nulla.

Chiara:” Joy accenditi e portaci a casa, per favore!”

L’auto fuori sembrava come quelle del 2019 ma dentro era molto diversa, il volante era scomparso e al suo posto c’ era uno schermo di più o meno di 15 pollici, si era acceso e mostrava l’ itinerario con tanto ti timer, data, velocità del vento e non si sa cos’ altro, poi Jean notò il contachilometri, diceva 70 km|h, poi guardò fuori dal finestrino, erano già partiti ma era stato così silenzioso che non se n’era nemmeno reso conto. 

Joy:{ La destinazione è confermata, ora di arrivo stimata 16:02} 

‘Ancora quella ‘siri’ del futuro’ pensò Jean! 

L’auto era una Bentley ma non aveva idea di quale modello, guardava fuori dal finestrino e vedeva il tutto muoversi molto rapidamente, forse anche troppo, e prima di rendersene conto si trovarono in una galleria, con tutte le altre macchine che andavano alla  stessa velocità e nella stessa direzione, nessuno sorpassava nessuno e non c’era nessun rumore, sembrava come se si fosse fermato il tempo.

“Tutto okay?” Chiese chiara prendendogli la mano, lo guardava con quesi suoi occhi ed era davvero bellissima.

“Beh.. si, credo… Non so cosa pensare sinceramente” Jean guardò nuovamente lo schermo, stavano viaggiando a 250 km|h ed erano ancora nel tunnel, si chiedeva quanto fosse lungo .

Jean:”Quante case avete?’

Chiara” Oh.. beh.. due! Una qui e l’altra in Italia, la casa delle vacanze diciamo”

Jean:” E prima dove eravamo allora?”

Chiara” Quello è il tuo studio, vai li  quando hai qualche lavoro  importante da fare”

Jean:” Studio? Sembra importante… Non ci capisco niente! Io e te non ci parliamo da un anno ormai e ora scopro che siamo sposati e che a quanto pare sono ricco, tutto questo è folle!”

Chiara:” Ci siamo ritrovati… o ci ritroveremo comunque, senti lo so che hai tante domande, ma vedrai che sistemiamo tutto, se c’ è un modo per farti tornare a casa lo troveremo!”

Ma Jean non riusciva a stare calmo, arrivò di nuovo la luce, erano usciti dal tunnel e vedeva solo un immensa autostrada davanti a se.

Jean:”Non siamo in Inghilterra vero?’ 

Chiara:” No no, tra poco arriveremo in città e capirai subito dov siamo!”

Sono le 15;57 del 28 Agosto 2039

Dov'è Jean?

  • Usa (0%)
    0
  • Nuova Zelanda (50%)
    50
  • Giappone (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

6 Commenti

  1. Jean non può tornare nel suo tempo; non in modo così semplice, almeno 😉

    Il capitolo ogni tanto presenta degli spazi enormi o delle lettere maiuscole dove non dovrebbero esserci. Credo che ci sia stato qualche problema tra il copia e l’incolla. Una rilettura prima di pubblicare aiuta ad eliminarli ^_^

    Per il resto: è una figata pazzesca! 😀

    Ciao 🙂

  2. Chiara!

    Ciao! Ben arrivato. La storia mi ha incuriosito. Ci sono degli errori nella punteggiatura ed ogni tanto cambi il tempo di riferimento; rileggi la prossima volta. Altro consiglio: usa i caratteri « » invece dei segni di maggiore e minore perché quelli mangiano 16 caratteri l’uno…

    Per il resto mi hai incuriosito parecchio e ti seguo 🙂

    Ciao 🙂

    • Ciao Antonio e grazie mille
      Sei stato il primo a commentare e forse anche il primo ad aver letto l’ episodio.
      Si lo so ci sono un po di sbavature naturalmente, ma tieni conto che è la prima volta che butto giû queste cose, fino ad oggi sono rimaste nella mia testa.
      Grazie ancora e spero di migliorare e di far vivere al lettore quello che sta , per ora, solo nei miei pensieri!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi