ALLA RICERCA DI VIRGINIA

EPISODIO I

esti non sono i soliti temporali…aspetta sono stata io!)

Puf!

“Ehilà!”

“Ahhhh! Chi ha parlato?”

“Ehi, da questa parte…di fronte a te?”

“Ma che mi sta succedendo? Che cosa sei? Ho paura! MAMMAAAA!”

“Shhhhhh! Non urlare che tanto non ti possono sentire”

“Penso che sto per svenire!”

“Calmati, Virginia, calmati! Ti farebbe piacere sapere che quello che sta accadendo è tutto frutto della tua immaginazione e, compreso questo dialogo, tutto questo è un sogno?”

“Quindi tutto questo è un sogno?”

“Assolutamente no. Hai ingerito una polpetta fatta di carne di renna maledetta morta 3000 anni fa…”

“Penso debbano fare un’ispezione sanitaria da Ikea”

“…e facendo una scorreggia hai liberato finalmente il mio spirito. Hai capito?

“Ho capito solo che in qualche modo devo aver ingerito la colla che passa a Nairobi per sentire una cosa così”

“Sei solo scioccata, ma capisco, è normale”

“Non c’è niente di normale nel parlare con una…scorreggia” (Oddio ho davvero detto una cosa simile)

“Ascoltami, è tutto vero! La mia anima di renna plurimillenaria ti guiderà attraverso la missione che dovrai svolgere”

“Ehm…già sto in missione in un certo senso”

“Che? Oh…che puzza!

 “Ho mangiato carne avariata di 3000 anni… pensavi che sparassi coriandoli? E non guardarmi”

“Ma sono uno spirito etereo ed incorporeo sprovvisto di occhi per…”

“Non guardare!”

“Sissignora”

“Virginia? Virginiaaa? Aria chiama Virginia, tutto bene?”

“Ceeeeerto. Perché me lo chiedi?”

“Sei rannicchiata sul water da dieci minuti cantando A Ram Sam Sam con la voce di Mara Maionchi”

“Sto parlando con una scorreggia”

“Sono il tuo spirito guida…”

“Sei uscito dal mio culo”

“Sono la coscienza che ti salverà…”

“Puzzi più del 614 a prima mattina”

“Ok sarò anche una scorreggia ma ho dei sentimenti io! E poi chi odorerebbe dopo 3000 anni senza una doccia?!?”

“Senti, facciamo così: ti credo. Ti ho liberato e tutto, pace e amore. Adesso io torno di là e continuo a vivere la mia vita ignorando o dimenticando cosa sia successo negli ultimi venti minuti”

“Non puoi”

“Certo che posso, ora mi alzo… ok stronzo, se hai messo la colla sul water ti picchio”

“È un incantesimo. Non ti potrai alzare finché non ti libero”

“E allora liberami o chiamo l’acchiappascorregge”

“Prima ascoltami. Sei scomparsa e non riusciamo a trovarti, in nessun modo”

“Che significa sono scomparsa? Sto qua, no?”

“La versione bambina di te è scomparsa. Vedi, esiste un mondo alternativo, un misto tra Alice nel Paese delle Meraviglie e il Sottosopra di Stranger Things, dove risiede la versione puerile di te. In questo luogo la te bambina ha il compito di preservare tutti i ricordi e le affezioni legate alla tua infanzia. Tuttavia, è qualche settimana che lei è scomparsa: di solito fa i capricci per qualche giorno e poi ritorna, ma stavolta sembra essere proprio sparita.”

“E che succede se la me piccola sparisce?”

“Quando per un paio di giorni lo si trascura, il regno comincia a rovinarsi e con esso tutto ciò vi è dentro.”

“Ma è terribile…io amo i ricordi. Lei ama i ricordi. Com’è possibile che lo stia trascurando?”

“È per questo che sono venuto da te. Gli abitanti dei tuoi ricordi d’infanzia stanno chiedendo il tuo aiuto per sopravvivere. Nessuna conosce la te bambina meglio di te stessa, ed è per questo che scongiuriamo il tuo supporto”

“Che succede se non la troviamo? Se lei non torna a badare al regno?”

“Purtroppo…ah, questa è la parte più difficile da dire”

“Cosa? Quale parte?”

“La parte in cui ti dico che il regno sta cadendo a pezzi, e che se non troviamo e ripariamo il mondo entro il compimento del tuo diciottesimo anno di età, tutti i ricordi dei tuoi primi anni d’età svaniranno per sempre, e sarà come se non li avessi mai vissuti”

“No, no, questo assolutamente no. Oddio, non ci capisco più niente. Cosa posso fare perché non accada?”

“Devi venire con me, nel Regno, a cercare la piccola te stessa. Solo tu puoi ritrovarti.”

“Ho paura. Ma come faccio ad andare?”

“Non devi temere, fortunatamente sono arrivato giusto in tempo e per ora non c’è da preoccuparsi, ma dobbiamo fare in fretta. E non ti preoccupare per la tua famiglia, il tempo scorre diversamente nel Regno, non si accorgeranno nemmeno della tua assenza. E poi non sei una che proprio ci mette 5 minuti per una missione quindi non si sorprenderanno più di tanto se ci impiegherai un po’ di più.”

“Un’ultima domanda. Come entriamo nel Regno? C’è un portale fatato, un passaggio segreto da qualche parte, un incantesimo che ci teletrasporti?

“Ah, quello. Sì, no, beh dobbiamo entrare dal gabinetto e tirare lo sciacquone”

“Cosa?”

“Tanto è pulito ora, guarda tu stessa.”

“Non mi importa se è pulito. Non la metto la testa nel cesso. Ho pure fatto lo shampoo…uff”

“Dai che sarà divertente! Faremo tipo come in Trainspotting”

“Tra-che?”

“È un film troppo fico su uno che si tira in vena pure la farina dell’Md, te lo devo far vedere poi…”

“Ma tu non eri una renna morta 3000 anni fa?”

“No, è che avevo l’abbonamento Netflix e dovevo pure ammazzare il tempo in questi millenni…ma ora bando alle ciance, l’orologio corre. Virginia?”

“Dimmi”

W.V.

Te la senti di affrontare questa avventura?

  • Tuffati (letteralmente) in quest'avventura e ritrova la te stessa scomparsa! (100%)
    100
  • Imbastisci una guerra contro la vendita da parte di Ikea contro le polpette di renna risalenti all'era mesozoica (0%)
    0
  • Ho troppa paura e sta succedendo tutto troppo in fretta. Tiferò per voi affinchè la troviate. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi