ALLA RICERCA DI VIRGINIA

Dove eravamo rimasti?

Te la senti di affrontare questa avventura? Tuffati (letteralmente) in quest'avventura e ritrova la te stessa scomparsa! (100%)

Episodio II

  • “Uhmm, cosa è successo?”
    “…ed elli avea del cul fatto trombett…ah, ben risvegliata cara. Scusami, ero a leggere il mio passo preferito di Dante. È stato un riposo gradito?”
    “Dove mi trovo?”
    “Cara, questa è una stazione speciale riservata al collegamento dei luoghi incantati e ai confini della realtà”
    “Là c’è scritto che ferma ad Afragola”
    “Appunto. Adesso vieni con me che c’è una persona che devo presentarti, anche se già la conosci”
    “Oreghini bragiali gollane volere gombrare?”
    “No grazie, siamo a posto”
    “Chi era quello?”
    “Quello era un povero abitante di qualche regno, e dopo che il bambino l’ha dimenticato, come sta succedendo con te, vive in stazione a vendere cianfrusaglie o a spacciare ricordi”
    “Chi mai comprerebbe ricordi di un altro?”
    “Coloro che li hanno persi. Nessuno vuole vivere senza ricordi… Ehi Barbieeeeeeeeee!”
    “Scorreggiaaaa! Da quant’è che non ci vediamo?”
    “Uhm, fammi pensare…3012 anni, 5 mesi, 24 giorni e 38, 39, 40 secondi!”
    “Ne è passato di tempo, eh? E chi è questa ragazza che ti porti appresso?…Ah, sei Tu”
    “Si, stavo per presentarvi, Barbie questa è Virgi…”
    “So benissimo chi è lei, la traditrice voltagabbana”
    “Ma sei Barbie Detective! Oddiooo, da piccola impazzivo per te. Non ci credo che sei vera!”
    “In plastica e ossa, come puoi vedere! Allora ti ricordi che esisto? Strano, gli ultimi 7 anni affermerebbero il contrario”
    “Scusami Barbie, è che sono cresciuta, poi sai com’è con tutti gli impegni che ho avuto andando avanti con gli anni, la scuola, lo sport e gli amici…nulla di personale, davvero. Ancora amiche? “
    “Si, come no. Se sono qui ad aiutarti a trovare la te da piccola è solo perché è il mio lavoro, non farti strane idee”
    “Grazie Barbie, sei la miglior investigatrice del mondo.”
    “Non è vero. So che preferisci Perry l’ornitorinco a me! Ti vedo, sai, ogni volta che dici 《Perry qua, Perry là…》. Non ho parole, sono stata rimpiazzata da uno stupido cartone animato!”
    “Ma io…”
    “Adesso non c’è tempo per discutere, dobbiamo correre se non vogliamo perdere il treno”
    “Non te la prendere, Virginia, Barbie è un po’ così ultimamente… le cose con Ken vanno come vanno, a lavoro le situazioni non stanno ingranando. Vedrai che le passerà”
    “Mica ce l’ha con me?”
    Ciuf ciuf! Il treno 2407 diretto a Godomornöng è in partenza dal binario 5. Allontanarsi dalla linea gialla. Ripeto, allontanarsi dalla linea gialla.
    “Virginia, corri!”

    Prossima fermata: Regno dei ricordi del 2006. Questo viaggio è stato offerto da… GOL DI GROSSO! GOL DI GROSSO! ANDIAMO A BERLINO BEPPE!”
    “Non ci far caso, lo speaker fa sempre così. Alla stazione del 2002 inizia a rappare Lose Yourself.”
    “Scorreggia, questo veicolo è incredibile. Mutanti, temperature infernali, strani boati emessi si odono in lontananza, viaggiatori avvinghiati alle sbarre come Tarzan sulle liane…”
    “Si, è la nuova circumvesuviana. Tra qualche fermata dobbiamo scendere.”
    “Perché tutti mi fissano?”
    “Hai il prezzemolo tra i denti, cogliona! ”
    “Barbie, piantala! Non ascoltarla, Virginia. È che la notizia di una bimba scomparsa ha fatto molto scalpore qui, si è diffusa nei regni di tutti gli anni. In un certo senso sei…famosa”
    “Chi è quella specie di riccio?”
    “Quelli sono i capelli che tagliasti quando avevi tre anni e mezzo. Ricordi che sembravi un maschietto? Quelle invece sono le tue prime costruzioni.”
    “Oddio, ora le ricordo! Ero bravissima a giocarci.”
    “Un’altra cosa: guarda dal finestrino.”
    “Uhm. Che posti sono questi? Sembrano favole.”
    “Si, sono davvero ameni. Questi sono i regni dei tuoi ricordi dei primi anni di età. Guarda, quello è il 2003, e laggiù in fondo, quell’isola che sembra Ischia, quello è il 2005.”
    “Possiamo scendere a dare un’occhiata?”
    “Non subito, ma ti assicuro ci andremo.”
    Prossima fermata: Regno del Duemila…MA NOOOO! COME SI FA A PAREGGIARE COL PARAGUAY, DICO IO. STE MEZZE PIPPE DE…
    “Scorreggia, dobbiamo scendere”
    “Va bene, Barbie. Virginia, seguici”
    “Che anno è questo regno?”

    “ La nostra regina è tornata!”
    “Ode alla regina!”
    “ La bellezza della regina è cresciuta con i suoi anni”
    “Ode alla regina!”
    “La regina è in mezzo a noi giacché noi abbiamo peccato e lei è qui per espiare il marcio dal nostro regno”
    “Ode alla regina!”
    “Intoniamo insieme, fedeli, la solenne preghiera che preparammo per il ritorno della messia!”
    “Ma che…?”
    “Cos’è questo vociare indistinto?”
    “Sporgetevi dal precipizio e vedrete”
    “È un orda di persone che stanno in adorazione”
    “Esatto. Sono qui per osannarti e pregarti di salvare il regno. Per loro sei una divinità”
    “Cosa stanno facendo ora?”
    “Ah, ora non so… a giudicare dai suoni che emettono, le movenze dei corpi e l’anno in cui ci troviamo, direi che stanno ballando Waka Waka”
    “Tutti insieme…Tsamina mina eh eh
    Waka waka eh eh
    Tsamina mina zangalewa
    This time for Africa”
    “Siamo nel 2010!”
    “Avevi quasi nove anni…e qui ci sono tutti i ricordi di quel periodo.”
    “La piccola me si trova qui?”
    “Potrebbe essere ovunque purtroppo. È possibile perfino che si sia rintanata in regni di altri anni, per quel che sappiamo”
    “Virginia, la ricerca comincia da ora.  

Da che anno vogliamo cominciare a cercare la Virginia smarrita?”

  • 3. Dal 2010 stesso. (0%)
    0
  • 2. Dal 2016, quando ho cominciato ginnastica. (0%)
    0
  • 1. Dal 2007, primo anno delle elementari. (0%)
    0
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

2 Commenti

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi