I PORTALI DEI TRE REGNI

IL DONO DEL SEDICESIMO COMPLEANNO

Ewan indossò il pigiama e si mise a letto. Nella mente continuavano a risuonargli le parole di nonna Clelia, da sempre interessata al mondo della magia e dell’esoterismo, secondo cui ogni persona della sua famiglia aveva un dono diverso che si tramandava per via matriarcale e si “attivava” al compiere dei sedici anni. Secondo Ewan quelle erano solo un mucchio di stupidaggini, eppure sentiva che quella sera sarebbe cambiato qualcosa. Aveva festeggiato il suo sedicesimo compleanno solo un’ora prima e nonostante fosse parecchio scettico sulle credenze della nonna, non poteva negare di sentirsi diverso dal solito. Il ragazzo decise di non pensarci più e s’infilò sotto alle coperte, mentre senza che se ne rendesse conto si addormentò profondamente. Mentre sognava, si accorse di essere in una radura. Nonostante fosse cosciente che si trattasse di un semplice sogno, le sensazioni che avvertiva erano piuttosto reali:riusciva a sentire il vento tra i capelli, il fruscì0 delle foglie e a percepire la strana atmosfera che aleggiava in quel luogo apparentemente normale. Mentre si guardava intorno decise d’imboccare un sentiero che lo condusse davanti a tre porte. Doveva ammettere che quella era la prima volta che sognava qualcosa di così strano. Intanto che era perso nei suoi pensieri udì una voce:

-Ciao Ewan Wilburg. Finalmente sei giunto nel mondo del Dove. E’ arrivato il momento di conoscere il tuo dono. Ai tuoi piedi ci sono tre chiavi che aprono tre porte diverse. Scegline una sola e una volta aperta vedi dove ti condurrà.

Il ragazzo si guardò intorno corrucciato. Non capiva da dove provenisse quella voce misteriosa, nè tantomeno se potesse fidarsi o meno, eppure ammetteva che la curiosità lo stava divorando ed era seriamente intenzionato a capirci qualcosa.  Alzò lo sguardo e studiò le tre porte davanti a sè: la prima era nera con la maniglia d’argento e con il disegno di un drago stilizzato che indossava una corona. La seconda era imponente, di legno massiccio e pareva medievale, mentre l’ultima era una normale porta bianca con dell’edera che gli cresceva sopra. Ewan si chinò a raccogliere le tre chiavi, ognuna con caratteristiche simili alla porta a cui era associata, poi ne scelse una e si diresse verso quella che aveva scelto…  

Quale porta aprirà Ewan?

  • La porta bianca (25%)
    25
  • La porta imponenete di legno massiccio (25%)
    25
  • La porta nera con il drago (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

3 Commenti

  1. Ciao e benvenuto 🙂 Direi un inizio classico, efficace ma forse un po’ frettoloso nella parte iniziale: quando si tratta di introdurre un qualche potere o un nuovo mondo secondo me è sempre meglio spendere qualche parola in più per passare da una fase di normalità ad una più fantastica. Attento ai refusi e alle ripetizioni, c’è qualcosina qua e là ma nel complesso il capitolo è scritto bene. Voto per la porta bianca, mi sembra quella che potrebbe riservare qualche sorpresa in più!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi