Due Sorelle

Dove eravamo rimasti?

Gelosie e rivalità, chi vincerà? Paolo lascia la nuova fiamma e torna con Virginia (50%)

Trittico

Paolo

Anche oggi ho visto Virginia che mi seguiva, come fa da diverso tempo ormai. Mi fa tenerezza poverina, si vede lontano un miglio che soffre, è gelosa da morire. Si apposta sotto casa mia o sotto casa sua, mi segue nei bar che sa frequento di solito fingendo di capitare lì per caso, qualche notte l’ho beccata a rimanere per ore fuori al freddo per spiarci in casa, sperando di vedere chissà che, o sperando forse si sbagliarsi e che io uscissi per parlarmi. Mi cerca spesso al cellulare, ma io o non rispondo, o se rispondo taglio corto e sono piuttosto freddo con lei. Mi dispiace che stia soffrendo, ma era ciò che un po’ speravo.

La verità è che stata lei la prima a lasciarmi, dopo avermi fatto innamorare di lei, e in seguito si è messa anche fra me e Sofia, anche se con Sofia avrebbe dovuto capirlo che non era una cosa seria. Con Sofia ci stavo per poter frequentare ancora casa sua, per vederla ogni giorno o quasi, per starle comunque vicino. Ho sempre sperato che tornasse da me, perché chi mi è sempre piaciuta, chi mi è entrata dentro, sottopelle direi, è proprio lei. E sarà lei per sempre, solo che lei ancora non lo sa.

Ci tengo a tenerla ancora un po’ sulla corda, sono certo che non mollerà la presa tanto facilmente. La conosco molto bene, fin da quando eravamo bambini in fondo, so che quando vuole qualcosa è testarda e non molla fino a che non riesce ad averla. Sarà così anche con me, o perlomeno glielo lascerò credere. Lei a giocato con me? Bene, ora sono io che gioco con lei. Ho temuto quando sua madre si era ammalata, perché allora l’ho sentita veramente distante, preoccupata, concentrata solo sul benessere di sua mamma. Ma poi per fortuna lei si è ripresa, tant’è che Virginia era tornata all’università per terminare gli studi. L’ho sempre tenuta d’occhio da lontano, ho le mie “spie” fra i miei amici, e sapevo sempre dov’era e cosa faceva. Così quando Elettra mi ha annunciato che sarebbe venuta a lavorare in città per uno stage di sei mesi, ne ho approfittato. Elettra ed io siamo quasi fratello e sorella, lei era stata data in affido ai miei genitori quando eravamo bambini, siamo praticamente cresciuti insieme. Abbiamo condiviso l’infanzia, i giochi, le litigate, mamma e papà. Quando è arrivata qui, le ho spiegato la situazione e lei si è prestata ben volentieri a fingersi la mia attuale fidanzata. Dietro le tende le sera spiavamo Virginia che ci spiava, un gioco reciproco, e ridevamo della sua gelosia. Un po’ cattivelli, lo ammetto… ma talvolta ci vuole un po’ di cattiveria, con certi caratterini. A maggior ragione perché a quella donna io ci tengo veramente. Mi è spiaciuto non poterlo dire a Sofia, avevo paura che la ragazza si tradisse e rivelasse tutto alla sorella. In fondo le due sono molto legate, e probabilmente la lealtà verso sua sorella alla fine avrebbe prevalso. Vedendola soffrire di gelosia si sarebbe lasciata scappare la verità, e allora addio progetto di recuperare il mio amore! Perché io voglio riavere Virginia, tutta e sola per me. La voglio sposare, costruire con lei il mio futuro, avere dei figli e crescerli insieme.

Devo giocare bene le mie carte, per portare a termine il mio progetto. Elettra rimarrà qui ancora un paio di mesi, ma non voglio tirare troppo la corda, non vorrei che alla fine Virginia si rassegnasse e decidesse che io non le interesso più. Devo fare in modo che continui a desiderarmi, per potermi poi offrire a lei, come se fosse stata lei a scegliermi. Psicologia pura!

Sofia

Povera Virginia, si sta struggendo veramente per Paolo, che nel frattempo se la gode con un’altra donna. All’inizio ero contenta, mi stavo vendicando di lei, ma ora mi sembra che Inia abbia capito di aver sbagliato e sia pentita di averci fatto soffrire. Perché sono sicura che anche Paolo abbia sofferto, quando lei se l’è ripreso rubandolo a me. E forse è anche giusto che sia andata così, forse Paolo non era la persona giusta per me, ora ho incontrato un altro ragazzo con il quale sto molto bene, abbiamo un po’ gli stessi gusti e interessi ma anche cose che ci piace fare ognuno per conto proprio. Spero che questa storia continui, io ho imparato a viverla con leggerezza maggiore di quanto non facessi con Paolo, e forse così eviterò di ripetere gli stessi errori.

Virginia

Basta, non ne posso più! Non ne posso più di stare fuori al freddo la notte sperando di incrociare Paolo, di seguirlo nei bar fingendo di capitare lì per caso, non ne posso più di questa gelosia che mi rode. Voglio un po’ di pace! Ho capito di aver sbagliato, prima nel “rubare” Paolo a Sofia, poi nel lasciarlo nuovamente per uscire con altri ragazzi, e ora che lo rivorrei lui sta con un’altra. Forse è la lezione che dovevo imparare, che nella vita non tutto si può avere e soprattutto non si possono obbligare le persone ad amare chi vogliamo noi. Devo dirglielo, devo trovare il modo di dirgli che mi dispiace, che mi pento di aver fatto soffrire sia lui che Sofia, e che ho imparato la lezione. Poi lo lascerò andare. Per sempre.

Ohi ohi ohi, siamo arrivati al dunque! Riuscirà Paolo a sposare Virginia? Ne siamo proprio sicuri?

  • Alla fine finalmente Paolo e Virginia scoprono le carte e si sposano. (0%)
    0
  • Sofia scopre la trama di Paolo e la rivela a Virginia (0%)
    0
  • Virginia si scusa e lo lascia andare per la sua strada, convinta che ami Elettra (100%)
    100
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

56 Commenti

  1. Ho scelto l’opzione della nuova fidanzata perché mi piacerebbe che ti cimentassi in un approfondimento psicologico. Non devi farlo però facendo dire alle sorelle che sono gelose, devi mostrarlo attraverso i loro gesti, le loro azioni.

  2. Ho votato per Virginia che rivuole Paolo per sé perché avevi iniziato dicendo che si sposavano, e quindi una svolta ci doveva essere. Però francamente spero ancora in un ulteriore ribaltone, Virginia è decisamente antipatica!

  3. Vedo che anche tu hai scelto, come me, di alternare le voci narranti. Io me ne sono pentito, ma ormai sono in ballo, perché trovo difficile portare avanti la trama cambiando punto di vista. Tra l’altro i cambi di pdv le trovo noiosi. Spero che tu non ti penta come ho fatto io.
    Gli anni di età si scrivono in lettere, i numeri si usano solo per le date e le ore.
    Ti seguo (e ho votato per Paolo).

    • Pentita no, è solo più difficile. In realtà le voci dovevano essere solo due, ma visto che poi le scelte devono essere tre diventava difficile trovare una terza possibilità. La mia idea originale era una storia raccontata totalmente prima da una delle due sorelle, poi la stessa storia vista dall’altra parte. Ma in questo gioco non funziona.
      I numeri so come si scrivono, in questo caso essendo il titolo è un po’ come fosse una data. Non volendo ingarbugliarmi con conti di anni, ho messo direttamente gli anni delle protagoniste. Che poi cambieranno in altre pagine…

  4. Ciao, leggendo che questa bambina di 14 anni e già in grado di giudicare chi bacia bene mi sono chiesto cosa mi sono perso…
    La storia può andare ovunque, fai tu, le ragazzine sono simpatiche, continuiamo a sentire loro, è presto per dar voce agli altri. Il
    Sarà un piacere seguirti; alla prossima dunque. ciao🙋

  5. Ciao!!!
    Mah, ti dirò: io avrei detto che entrambe dicessero una parte della verità, ma questa opzione non c’è e così ho votato per nessuna delle due e capire meglio l’antefatto. Mi parevano entrambe sincere. Una storia che mi ha scosso i nervi, sai? Non sai da che parte stare, da quella di Sofia o dalla parte di Virginia? Davvero non lo so…
    seguo!!

  6. Intrigante e curioso incipit… anche se ammetto di aver fatto un po’ di fatica a seguire qualche frase a causa della lunghezza (però capisco che è una scelta stilistica e probabilmente una mia difficoltà).
    Seguo volentieri la storia per vedere come si evolve!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi