Tecnodroidi (2° Parte)

Dove eravamo rimasti?

Per l'epilogo, che fine volete far fare ai Visconti? Vengono Assimilati (100%)

Gran Finale!

Uno dei due AlienBeast mette delicatamente una “mano” sulla spalla di Giada. Nonostante il suo tocco sia gentile, i suoi unghioni fanno ben capire cosa succederebbe se non obbedisse… Viene portata a specchiarsi davanti ad uno dei monoliti. Anche se lei non capisce, qualcosa deve star succedendo perché l’AlienBeast sta osservando degli strani simboli che cambiano continuamente che appaiono e scompaiono sull’altro “braccio”. Quando ha finito, fa fare la stessa cosa a Kirat con Constantino in braccio. Poi i due AlienBeast parlano tra di loro, in una lingua sconosciuta. Circa un minuto dopo, uno degli AlienBeast si avvicina a Giada.

«Dobbiamo procedere alla Purificazione – dice – Non è nulla di pericoloso per te, ma ti prego di seguire attentamente le mie istruzioni»

Giada rimane stupida dal cambio di atteggiamento dell’AlienBeast: non sembra un ordine ma proprio una richiesta. Sta per chiedere qualcosa quando interviene la Signora Visconti:

«Ehi! Non vi permetto di mettere in pericolo il progetto Amedeus!» tuona con tutta l’autorità di cui dispone.

Gli occhi degli AlienBeast bruciano come fuoco. Si voltano verso di lei.

«Violi il nostro Santuario, profani le nostre Tombe e non vuoi che facciamo la facciamo il Rito della Purificazione? – tuonano minacciosi – Pensi davvero di poter pretendere qualcosa? Ringrazia che non ti portiamo al Giudizio! Ma guai a te se osi ancora aprire bocca!»

Senza aspettar risposta si voltano verso Giada che decide che è meglio tenersi per sé tutte le domande.

L’AlienBeast l’accompagna di fronte ad un altro Monolite.

«Entra» dice toccando la superficie che si muove come avesse toccato acqua.

Giada si avvicina. Le sue orecchie recepiscono un rumore e davanti ai suoi occhi compare la scritta: “Amedeus, Avvio in corso…”. Subito dopo è presa dalle convulsioni! Il resto non riesce a capirlo bene: gli AlienBeast dicono qualcosa di incomprensibile, il cubo che contiene il Fluido si agita e si apre lasciandolo fuoriuscire. Persone che si muovono. Kirat che dice qualcosa di incomprensibile. Recepisce la mente di Constantino. Con un enorme sforzo, riesce a gettarsi nel Monolite. Così come iniziate le convulsioni cessano. Si ritrova in un ambiente buio e luminoso allo stesso tempo. Sente qualcosa muoversi dentro il suo corpo, eppure non fa male, anzi… sente il solletico, sempre di più. Ride, ride tantissimo mentre da tutte le parti iniziano ad uscire bollicine. Quando lei è rimasta senza fiato, le bollicine smettono di uscire e si uniscono tra di loro. Si fondono in un liquido che poi prende forma. Due occhietti vispi guardano Giada. Una testa che sembra di un draghetto, piccole braccia, quattro piccole gambe ed un codino. A Giada sembra una versione piccola e “pucciosa” di un AlienBeast. Si guardano per un momento. Poi quella creaturina le dà un abbraccio e la spinge fuori. Il ritorno alla realtà è un po’ traumatico, come una persona che si sveglia di colpo. Giada vede Costance intrappolata in una specie di rombo, i Visconti giacciono a terra e la Governante sta abbracciando Kirat. I due AlienBeast stanno intorno al Monolite a cantare qualcosa che lei non capisce. Quando hanno finito, il monolite vibra e decolla velocemente.

«Che è successo?» chiede Giada.

«Hanno tentato di attivare Amedeus – risponde Kirat – ma a quanto pare le cose non sono andate come previsto. A quanto pare la loro contaminazione era già troppo avanti ed il contatto col Fluido ha accelerato la condizione»

«Quindi sono…?»

«Constantino non voleva perdere mamma e papà»

«Eh? Vuoi dire che…?»

«Ora sono Tecnodroidi»

I due si alzano. Nulla sembra cambiato.

Intanto gli AlienBeast si avvicinano a Giada.

«Grazie» gli dicono.

«Di cosa?» chiede lei

«Di aver permesso di vivere a » nome impronunciabile

Giada vorrebbe chiedere spiegazioni, ma un segno di Kirat le fa capire che non è il caso di far ulteriori domande.

***

Terra, ex Tenuta dei Visconti, un mese dopo

Giada è tornata a lavorare nella casa insieme alle due Mutate Classe Servant e la Governante. Costance è letteralmente scappata una volta liberata e Giada non ha più saputo che fine ha fatto. Le tre bambine continuano chiamare la gatta mamma, nonostante le sue proteste mentre Constantino passa parte del tempo con lei e parte coi suoi genitori. I Signori Visconti sono diventati Tecnodroidi Individuali. Benché siano identici a prima, il loro modo di comportarsi con lei e le bambine è diverso: ora li considerano esseri viventi invece che oggetti. Si chiederà sempre cosa significhi diventare Tecnodroidi ma sa che non vorrà mai sapere la risposta.

Kirat ogni tanto la viene a trovare per parlare con lei e qualche volta le fa ancora visitare le meraviglie Tecnodroidi, ma la tiene accuratamente lontana dalla Terza Coordinatrice. Giada sa che c’è qualcosa che si muove dentro la comunità Tecnodroide ma non fa mai domande: se Kirat vuole mantenere il riserbo, avrà i suoi motivi. Le piace invece incontrare i bimbi Tecnodroidi che ogni volta la festeggiano.

Tutto sommato la sua vita è decisamente migliorata.

Categorie

Lascia un commento

62 Commenti

  1. Avrei preferito un po’ più di tempo dedicato all’epilogo, ma per il resto un buon finale. Attento a qualche ripetizione di troppo, magari dai una ripulita al capitolo se intendi farne una versione riveduta. Anche io comunque apprezzerei una storia ambientata nello spazio, ma anche l’esperimento che intendi fare con le tre storie intrecciate mi attira, visto che anche io sto facendo qualcosa di simile, anche se per me il momento del crossover è mooolto lontano. Comunque se sono strettamente collegate sarei per pubblicare di seguito invece di intervallarle, per non rischiare di dimenticarsi tra una storia e l’altra. Ciao!

    • Ho idea di farlo, ma devo trovare una bella trama da dover dare in pasto a voi 😀
      Probabilmente farò prima qualcosa sulle Stazioni Orbitali (qui non le abbiamo viste e sono quelle che hanno più contatti con gli AlienBeast, quindi potrebbero essere una buona introduzione 🙂 ).

      Ciao 🙂

  2. Ciao a tutti! Spero che il finale vi piaccia e concluda come si deve la storia. Il mondo tornerà in storie future con nuovi protagonisti, ma tra un bel po’ perché prima ho altre storie da scrivere.

    Prossima settimana inizio un trittico di storie Fantasy tra di loro intrecciate; un esperimento che volevo fare da un po’ di tempo. Sono ancora indeciso se scrivere queste tre storie di seguito oppure se intervallarle con un’avventura ed una fiaba. Eventualmente fatemi sapere 🙂

    Ciao 🙂

  3. Penso che un bel finale karmico per i Visconti sia quello dell’assimilazione. Bel capitolo con tutte le risposte al posto giusto, per essere una storia che va avanti da un bel po’ non ti sei perso pezzi per strada e tutto è rimasto chiaro fino alla fine. Attendo la conclusione!

  4. La rivelazione che ci riporta all’asteroide mi è piaciuta molto visto che non si era ancora parlato di alieni in questa storia, ma sapevo facessero parte del tuo universo perché mi ero letto le tue note. Non avendo ancora recuperato quelle storie però non so se gli eventi di cui parli li hai effettivamente raccontati in una vecchia storia o se fanno solo parte della backstory, in caso indicami la storia 🙂
    Ah già, ho votato perché fluido reagisca 😀

    • Il primo incontro con gli AlienBeast è avvenuto nella Backstory che ho descritto nel file “Il Mondo” che ho pubblicato qui: http://ilcontastorie.altervista.org/zone-extramondo/
      (Altervista non permette i collegamenti diretti). Attualmente gli AlienBeast compaiono poco perché non sono integrati nella società umana ma effettuano scambi commerciali, diplomatici e, diciamo, di alcune conoscenze… tuttavia ora che è stato deciso che il Fluido arriva dagli AlienBeast… beh, una comparsata la faranno pure loro 🙂
      E comunque ho un piano per concludere in tre capitoli (sperando non mi sfuggano i caratteri…) 😉

      Ciao 🙂

  5. Nel prossimo capitolo saremo a metà storia, Direi che è un buon momento per attivare l’esperimento e vedere cosa succede… E magari avere qualche altra risposta, perché qui la situazione si sta facendo complicata.

    Ti faccio un appunto, eviterei l’uso di parentesi all’interno dei dialoghi, sicuramente rende l’idea della pausa ma non è proprio bellissimo da vedere 🙂

  6. Io voglio capire chi è Abel… e così ho votato per l’incontro. Veramente vai così veloce che mi perdo ogni volta; mi piaceva più la prima parte dove c’era un po’ di scambi tra Giada e gli altri personaggi. Comunque seguo!

  7. Eccomi, ho visto che è successo un po’ di casino con la fine della prima parte quindi ti rispondo direttamente qua 😛 Il finale della prima parte mi è piaciuto, specialmente la mezza rivelazione su Abel/Visconti che è messo in scena molto bene. Sono un po’ meno convinto da questo inizio, il riassunto iniziale non l’ho trovato molto necessario (lo avrei inserito a parte su uno spazio tuo e linkato nei commenti, per non rubare caratteri al capitolo) e le sequenze successive sono mooolto rapide per i miei gusti. Comunque hai fatto bene a fare un seguito immediato, meglio non sacrificare una storia con un finale affrettato (infatti anche la mia prossima sarà in più parti).

    Comunque, voto perchè Giada faccia a sua volta parte degli esperimenti. A presto!

    • Giada va per la maggiore ^_^

      La questione del riassunto è che volevo che, chi iniziava con questa storia, potesse comunque iniziare direttamente da qui senza doversi leggere l’altra (una cosa che mi hanno fatto notare in racconti precedenti). Le scene affrettate, hai ragione, ma volevo sbolognarmi il pericolo in fretta per partire con la questione principale e chiudere in questi dieci capitoli ^_^

      Ciao 🙂

  8. sono la prima a scegliere, evidentemente. Mistero dietro mistero: chi è Abel in realtà? Lo scopriremo nella prossima puntata? Non ho voluto mettere che non esiste, anche se fosse solo un alter ego di Visconti in qualche modo esiste.. Bravo Red! Velocissimo!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi