Tecnodroidi (2° Parte)

Dove eravamo rimasti?

Nel prossimo capitolo qualche spiegazione in più (forse) e visiteremo un luogo in cui solo i Tecnodroidi vanno. Ma... cosa succederà? Troveranno le spiegazioni sul perché Giada è legata a Costantino (67%)

Dentro

Le bambine sono subito corse da Giada non appena lei si è rimessa in piedi. La gatta ne abbraccia una con un braccio, una con l’altro e la terza con la coda. Sorride.

«Ma a che gli servirebbe trasformarmi in questa “cosa”?» chiede dopo un attimo.

«Non ne ho la minima idea – risponde Kirat – A loro potrebbe servire per rimuovere la contaminazione e continuare a vivere, senza dover divenire Tecnodroidi. Ma a te, proprio – scuote la testa – Tuttavia, la tua condizione influenza indirettamente anche noi. Per capirci qualcosa di più e veder di far qualcosa per salvare te e Costantino, abbiamo deciso di fare un controllo approfondito e, mi dispiace dirtelo, sarà molto invasivo»

***

Terra, Comunità Tecnodroide, Centro Nevralgico n.1.273.472

Giada e Kirat stanno discendendo con un ascensore. La gatta è nervosa: agita la coda.

«Ti sto portando in uno dei nostri innumerevoli centri nevralgici – spiega Kirat cercando di distrarla – Pur avendo una tecnologia distribuita, esistono diversi centri di controllo, coordinatori ed altro che possono prendere velocemente decisioni, essendo vicini. Non ci piace di solito mostrarli ad altri perché… beh, diciamo che è intimo. Ma per te abbiamo deciso di fare un’eccezione perché solo qui possiamo operare in sicurezza»

La porta si apre. Un lungo corridoio illuminato da tubi luminescenti in Metallo Vivente compare davanti a loro. Kirat guida Giada, la quale nota tantissimi apparecchi, occhi ed altra roba che non riesce a distinguere, seguirli, osservarli e scrutarli. Giungono davanti ad una parete formata da cavi e tubi che inizia ad aprirsi, come fossero fauci. Dentro vi è la Coordinatrice di Terzo Livello. Giada stringe la mano di Kirat. Lei guarda la Coordinatrice che si scansa. Le passano accanto ed entrano in un qualcosa di mutevole e pulsante. A Giada sembra si stare all’interno di un cuore. Poi vede davanti ai suoi occhi formarsi una sorta di uovo che si apre rivelando diversi lacci e connettori. Il respiro di Giada si fa affannoso mentre apre la bocca. Kirat si mette davanti a lei.

«Calmati Giada – le dice – Non farti venire un collasso dalla paura. Non c’è niente di pericoloso, qui»

«Hai detto che sarà invasivo» ribatte lei.

«E lo sarà. Ci sentirai nella tua testa, nel tuo corpo, in ogni tua singola cellula, ma non c’è nulla che può farti male, se non la tua paura stesso»

«Cerco… cerco di calmarmi»

«Vuoi un anestetico? Non che serva a molto, ma…»

Giada scuote la testa. Chiude gli occhi e cerca di calmarsi. Cinque minuti dopo, Kirat la spoglia e la mette nell’uovo. La lega con i legacci, le mette il casco e collega i connettori.

«Ricordati: starò sempre vicino a te» le dice.

L’uovo si chiude. Per due secondi non succede niente, poi immagini e suoni prendono il possesso della mente di Giada; contemporaneamente sente centinaia di aghi, di tentacoli, di aggeggi che le si infilano ovunque. Vorrebbe urlare ma sente loro dentro la bocca, dentro il naso, gli occhi… tutto il corpo. Si agita, si contorce. Le immagini si susseguono tanto rapide da non farla capire. Vede Costantino davanti a lei, poi si smonta in piccoli pezzi che le entrano ovunque sia possibile.

«Giada! –  la voce di Kirat la chiama – Giada, concentrati, segui la mia voce. Cerca di vedermi»

Dopo un attimo Giada vede il volto di Kirat, poi tutto il suo corpo. È però luminescente ed etereo.

«Prendi la mia mano» dice lei allungando la sua.

Giada cerca di muoversi, fa fatica ma infine l’afferra. Kirat tira e lei si sente estrarre da un bossollo organico. Cade a terra. Anche lei è luminescente.

«Cos’è successo? Dove sono?» chiede.

«In una stanza mentale che ho costruito per evitare che la tua mente non ce la facesse. Il tuo corpo è ancora lì»

Giada vede se stessa all’interno del bossolo organico che si agita e si contorce mentre diversi tubi/tentacoli continuano a muoversi intorno e dentro di lei.

«Che… che mi sta succedendo?» chiede Giada.

«È Amedeus che cerca di nascondersi a noi. È incredibile la sua capacità di adattamento. Se non fosse impossibile, direi che è uno di noi»

«E se fosse qualcosa di simile? Prima che tu mi chiamassi ho visto Costantino dividersi ed entrarmi dentro. Mi è venuto in mente che hai detto che Costantino aveva immesso dentro di me dei nanoidi per salvarmi da Costance. Ma allora avevo già gli attivatori dentro. Non è che…»

Non finisce la frase che qualcosa inizia a cambiare. Giada fa per avvicinarsi ma Kirat la ferma.

«Stiamo controllando la tua ipotesi. Non guardare. Guarda me»

«Ma…»

Le afferra la testa.

«Guarda me!»

Giada si sente a disagio, sente di nuovo il suo corpo venire sconbussolato, poi un picco di dolore e sviene.

«Dovresti stare più attenta, accidenti a te! – la voce di Kirat è lontana – È un essere biologico, non una macchina!»

«Ma è così interessante: vorrei studiarla a fondo, vorrei averla con me»

«Non se ne parla di Assimilarla»

«E chi lo vuole. Vorrei poter entrare dentro di lei, rovistare il suo corpo, farla…»

«Stai sviluppando una sadicità che non ti si addice Coordinatrice di terzo livello!»

Nel prossimo capitolo metterò per esplicito la connessione tra Costantino e Giada. Quale avvenimento farà cambiare le carte in tavola?

  • Un aiuto inaspettato da parte delle Fiamme Azzurre! (0%)
    0
  • Una chiacchierata molto movimentata con Abel! (50%)
    50
  • Un errore dei Visconti! (50%)
    50
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

62 Commenti

  1. Avrei preferito un po’ più di tempo dedicato all’epilogo, ma per il resto un buon finale. Attento a qualche ripetizione di troppo, magari dai una ripulita al capitolo se intendi farne una versione riveduta. Anche io comunque apprezzerei una storia ambientata nello spazio, ma anche l’esperimento che intendi fare con le tre storie intrecciate mi attira, visto che anche io sto facendo qualcosa di simile, anche se per me il momento del crossover è mooolto lontano. Comunque se sono strettamente collegate sarei per pubblicare di seguito invece di intervallarle, per non rischiare di dimenticarsi tra una storia e l’altra. Ciao!

    • Ho idea di farlo, ma devo trovare una bella trama da dover dare in pasto a voi 😀
      Probabilmente farò prima qualcosa sulle Stazioni Orbitali (qui non le abbiamo viste e sono quelle che hanno più contatti con gli AlienBeast, quindi potrebbero essere una buona introduzione 🙂 ).

      Ciao 🙂

  2. Ciao a tutti! Spero che il finale vi piaccia e concluda come si deve la storia. Il mondo tornerà in storie future con nuovi protagonisti, ma tra un bel po’ perché prima ho altre storie da scrivere.

    Prossima settimana inizio un trittico di storie Fantasy tra di loro intrecciate; un esperimento che volevo fare da un po’ di tempo. Sono ancora indeciso se scrivere queste tre storie di seguito oppure se intervallarle con un’avventura ed una fiaba. Eventualmente fatemi sapere 🙂

    Ciao 🙂

  3. Penso che un bel finale karmico per i Visconti sia quello dell’assimilazione. Bel capitolo con tutte le risposte al posto giusto, per essere una storia che va avanti da un bel po’ non ti sei perso pezzi per strada e tutto è rimasto chiaro fino alla fine. Attendo la conclusione!

  4. La rivelazione che ci riporta all’asteroide mi è piaciuta molto visto che non si era ancora parlato di alieni in questa storia, ma sapevo facessero parte del tuo universo perché mi ero letto le tue note. Non avendo ancora recuperato quelle storie però non so se gli eventi di cui parli li hai effettivamente raccontati in una vecchia storia o se fanno solo parte della backstory, in caso indicami la storia 🙂
    Ah già, ho votato perché fluido reagisca 😀

    • Il primo incontro con gli AlienBeast è avvenuto nella Backstory che ho descritto nel file “Il Mondo” che ho pubblicato qui: http://ilcontastorie.altervista.org/zone-extramondo/
      (Altervista non permette i collegamenti diretti). Attualmente gli AlienBeast compaiono poco perché non sono integrati nella società umana ma effettuano scambi commerciali, diplomatici e, diciamo, di alcune conoscenze… tuttavia ora che è stato deciso che il Fluido arriva dagli AlienBeast… beh, una comparsata la faranno pure loro 🙂
      E comunque ho un piano per concludere in tre capitoli (sperando non mi sfuggano i caratteri…) 😉

      Ciao 🙂

  5. Nel prossimo capitolo saremo a metà storia, Direi che è un buon momento per attivare l’esperimento e vedere cosa succede… E magari avere qualche altra risposta, perché qui la situazione si sta facendo complicata.

    Ti faccio un appunto, eviterei l’uso di parentesi all’interno dei dialoghi, sicuramente rende l’idea della pausa ma non è proprio bellissimo da vedere 🙂

  6. Io voglio capire chi è Abel… e così ho votato per l’incontro. Veramente vai così veloce che mi perdo ogni volta; mi piaceva più la prima parte dove c’era un po’ di scambi tra Giada e gli altri personaggi. Comunque seguo!

  7. Eccomi, ho visto che è successo un po’ di casino con la fine della prima parte quindi ti rispondo direttamente qua 😛 Il finale della prima parte mi è piaciuto, specialmente la mezza rivelazione su Abel/Visconti che è messo in scena molto bene. Sono un po’ meno convinto da questo inizio, il riassunto iniziale non l’ho trovato molto necessario (lo avrei inserito a parte su uno spazio tuo e linkato nei commenti, per non rubare caratteri al capitolo) e le sequenze successive sono mooolto rapide per i miei gusti. Comunque hai fatto bene a fare un seguito immediato, meglio non sacrificare una storia con un finale affrettato (infatti anche la mia prossima sarà in più parti).

    Comunque, voto perchè Giada faccia a sua volta parte degli esperimenti. A presto!

    • Giada va per la maggiore ^_^

      La questione del riassunto è che volevo che, chi iniziava con questa storia, potesse comunque iniziare direttamente da qui senza doversi leggere l’altra (una cosa che mi hanno fatto notare in racconti precedenti). Le scene affrettate, hai ragione, ma volevo sbolognarmi il pericolo in fretta per partire con la questione principale e chiudere in questi dieci capitoli ^_^

      Ciao 🙂

  8. sono la prima a scegliere, evidentemente. Mistero dietro mistero: chi è Abel in realtà? Lo scopriremo nella prossima puntata? Non ho voluto mettere che non esiste, anche se fosse solo un alter ego di Visconti in qualche modo esiste.. Bravo Red! Velocissimo!

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi