Alla ricerca della Regina Pagnotta

Dove eravamo rimasti?

C'è caos, si è aperta una via di fuga. Come andrà a finire? Sono costretti a nascondersi (a meno di cinqaunta metri) (60%)

Battipenne

Usciti di  corsa dall’ostello in fiamme ,i due notarono una seconda pattuglia arrivare,

 i due a quel punto Furono costretti a nascondersi (a meno di cinqaunta metri) (60%).

Cinqaunta metri sono su per giù 6/6,67 metri.    

Si erano così infilati dietro a un cespuglio, quando Samoht fece notare all’amico di sentire un forte odore di bruciato molto vicino a loro.

“Sicuro? Vedi che non sento niente io”

“Non so prova a guardarti la coda, mi sa che ti va un po’ a fuoco”

Ah ma si tranquillo è normale” poi pensandoci leggermente meglio urlò

”No ma che cazzo dico, non è normale”. 

Saltò così fuori dal cespuglio in preda al dolore.

Nonostante le urla sibilline, le bic-soldato non si accorsero di nulla, dato il casino ancora vigente.

“Frizione ma che sei proprio veramente, così ce cioccano” urlò Samoht da dietro il cespuglio, “torna indietro”.

“E sti cazzi, che ci cioccano, sto andando a fuoco li mortacci loro, e di chi li ha creati”.

Nel frattempo le fiamme dell’ostello erano state domate dalle guardie, che e iniziarono a cercare i due, ma nella direzione sbagliata.

Frizione, spenta la coda, non riuscì proprio a tenersi un “Ha” di schernimento, talmente forte che li fece individuare, da Stiloberto detto schiappaberto, in persona.

Vennero così accerchiati.

Stiloberto detto stiloberto, scese così dal suo cavallo, e con aria tronfia e sicura, disse “Potete arrendervi subito, o essere arrestati con la forza. A voi la scelta”

Nonostante lo scazzo dei due, anche perchè non avevano ancora dormito, Samoht tirò fuori il suo tempera carote, e Frizione indossò il suo dolcevita in CASHMERE purissimo

(che madonna santa quanto lo pungolava, quindi per lui scazzo doppio).

“Quindi avete scelto eh?” continuò Stilobertoberto,“Perfetto! esattamente quello che volevo! HAHAHAHA, all’attacco!”. La sua risata malvagia però nascondeva un certo nervosismo, dato che pure lui aveva sonno, e lo scazzo accompagnava solo.

Le bic soldato si lanciarono così sui nostri eroi con le loro piccole lancette di sesamo. Samoht schivò uno , due, tre colpi, poi con un balzo alla mo’ di Yuri Chechi, infilò il suo potentissimo tempera carote sulla testa dell’avversario, facendolo diventare una carota.

Frizione intanto, resi emotivamente sensibili gli avversavi che lo attorniavano, aveva iniziato una sorta di seduta di yoga, esaminando i motivi per cui le guardie si fossero arruolate (quasi sempre per un sentimento di profonda inadeguatezza o di impotenza nei confronti di un’epoca di profonde mutazioni che potevano scuotere l’io interiore dei soggetti più psicologicamente labili). 

Dopo che Samoht aveva creto ancora un paio di carote, e dopo che Frizione aveva  fatto piangere i suoi nemici fino alla disidratazione, i due si resero conto che gli avversari erano troppi.

“Frizione è ora di andare” urlò il biondo

“Uffa, proprio ora che stavamo per allineare tutti i chakra”

Ma fecero in tempo a partire che  Stiloberto, detto scelse di usare una  nuova e fottutamentissimamente potentissima arma: la faenn-a ball (una palla di farina, detto in genovese).

Come il colpo fu sparato una nube bianca scese dal cielo e subito Samoht iniziò a soffrirne i malori.

Frizione invece rimase sorprendentemente indifferente al colpo,ma poi vide il compagno a terra,e nonostante potesse ancora scappare, il suo buon cuore lo fece desistere.Stiloberto detto nonhovogliadiinventarmiunaltronomeberto, potè così ritenersi soddisfatto e disse:

“Stolti, vi avevo detto avrei vinto. Ora vi porteremo nelle segrete del palazzo. HAHAHA!”

Furono così caricati su un carro, che fu caricato su un carro che fu caricato su un mulo e portati alla fortezza della regina Pennalenagnegne.

Una volta entrati in cella, notarono in fondo una figura ostile, era anche lui una penna, ma non come tutte le altre.

“Chi sei” chiese Samoht

“Mi chiamo Penryko, stavo organizzando una rivolta con Gid contro la regina. Ma il fato mi fu avverso e finii intrappolato qui, a marcire”

“Fammi capire ma anche tu sei una penna” disse curioso Frizione interrompendo il diascorso.

“Ehm… in realtà si, ma non di questo regno. Io vengo dal Regno di Farina. Sono una penna tipo quelle che si fanno al sugo…”

“Ah. Buone le penne al sugo”

“Già”

“Ok..” disse Samoht per riprendere il discorso ”Anche noi siamo amici di Gid” aiutaci ad uscire e noi aiuteremo te!”

“So benissimo chi siete, e ho anche una cosa che può fare al caso vostro.So che quel bellissimo maglione non vi aiuterà contro il capo delle guardie, perché vi manca un pezzo… ossia l’occhiale hypesterio. Con quelli uniti nessuno potrà nascondervi nulla”

“Wow, si molto bello, ma a cosa ci serve qui?” chiese Frizione, mentre giocava ad aprire e chiudere la porta della gabbia.

“Ho sentito dire che Stiloberto, dettodettodetto, sia stato soggiogato da un incantesimo della reginagnegne. Ma se abbini quello che ti ho dato al maglione, Renderai Stiloberto così sensibile da riuscire farti dire tutto quello che vuoi” 

“Quindi dici che se lo attiriamo qui, riusciamo a liberarci?” chiese illuminato Frizione.

“Si, ma vi serve un piano” 

Come faranno ad attirare Stiloberto?

  • Frizione ci prova con una guardia (20%)
    20
  • Stiloberto passa super casualente lì davanti (60%)
    60
  • Samoht mangia una pezzo di Penryko per stare male (20%)
    20
Loading ... Loading ...
Categorie

Lascia un commento

30 Commenti

  1. Sempre più affascinante e surreale..il volo a propulsione è un’idea eccentrica e intrigante..ora l’azione finale lascia con il fiato sospeso..S e F ci sorprenderanno con le loro bizzarre fantasie e imprevisti fin Troppo…..cosa?

  2. Ciao,
    la tua storia ha qualcosa in comune con la mia: la FARINA. Ma non ho precisato il tipo 😂
    Hai molta fantasia. Da come ho capito, stai trascinando i tuoi amici nel tuo mondo immaginario, associandoli ad animali (o simili) perché li conosci bene . Un consiglio se mi posso permettere: rileggi il capitolo prima di pubblicarlo. Perché ho notato che ci sono delle parti della storia che andavano “limate. Comunque bella storia. Ti seguo
    Alla prossima, ciao

  3. Sandra50 ha detto:

    Sempre più affascinante e surreale..il volo a propulsione è un’idea eccentrica e intrigante..ora l’azione finale lascia con il fiato sospeso..S e F ci sorprenderanno con le loro bizzarre fantasie e imprevisti fin Troppo…..cosa?

  4. Red Dragon ha detto:

    Sì e va tutto fin TROPPO liscio perché quel TROPPO è tutto un programma e così siamo pronti per la sopresa finale 😀

    Ciao 🙂

  5. Red Dragon ha detto:

    Scappano rimandendo in incognito, con fare stiloso e anche un po’ artistico! Perché in questo marasma anche la fuga ha il suo stile 😀

    Ciao 🙂

  6. Sandra50 ha detto:

    Lo stile un po’ surreale è un po’ avventuroso mi è piaciuto ma soprattutto il colpo di scena finale ha dato movimento Imprevisto al racconto

  7. Tezeo ha detto:

    Ciao! Dai potete fare meglio, non ti dico coca voto. Alla prossima

  8. zizi ha detto:

    Massi, ma perché è guidato da Samoht, se fosse solo non farebbe nulla.

  9. eemmanava ha detto:

    A me ha stupito particolarmente la scelta stilistica: le terzine dantesche sono un’idea geniale. Frizione è il vero eroe di questo capitolo

  10. zizi ha detto:

    Sto giro Samoht mi ha stupita, per me scappano nella notte.
    Ti seguo.

  11. Sandra50 ha detto:

    Mi ha affascinata lo stile fiabesco..fantastico..cavalleresco..colmo di significati profondi parla all’ inconscio..e intanto ti porta in un’insolita leggerezza e sottile partecipazione

  12. Tiziano ha detto:

    Wow, addirittura un canto Dantesco, Frizione sta volta mi ha stupito, ma a chi sono ispirati i due protagonisti?

  13. Red Dragon ha detto:

    Si e organizzano assieme un piano per arrivare al castello della regina

    😆 😆 😆 😆 😆

    Ciao 🙂

  14. 7hom ha detto:

    Se avete bisogno di delucidazioni sull’episodio, ve le diamo volentieri

  15. Red Dragon ha detto:

    Casino per casino, a nessuno di loro due! Vai così! 😀

    Ciao 🙂

  16. Tiziano ha detto:

    Sempre più avvincente, mi piace un sacco Frizione, lui da solo fa la storia!!!
    Ti seguo!

  17. dartanevon ha detto:

    Storia un po’ non sense ma che ti prende 😀

    Ho votato per Stiloberto cmq!

  18. zizi ha detto:

    Storia troppo figa, frizione ci sta troppo😍, Samoht più o meno😒no,scherzo,è simpatico pure lui.

  19. Tiziano ha detto:

    Bella storia, mi piace un sacco frizione, samoht è un po’ sfigatello, ti seguo

  20. Red Dragon ha detto:

    Frizione ci prova con una guardia 😆

    Ciao 🙂

  21. Aomame ha detto:

    Si nascondono e poi si vedrà ….

  22. Red Dragon ha detto:

    Riescono a fuggire di almeno cento metri e poi via di inseguimento!

    Che caos! 😀

    Ciao 🙂

  23. Aomame ha detto:

    Andiamo verso la locanda 🙃

  24. Red Dragon ha detto:

    Si accampano per la notte.

    Mamma che casino 😀

    Ciao 🙂

  25. Aomame ha detto:

    Ciao,
    la tua storia ha qualcosa in comune con la mia: la FARINA. Ma non ho precisato il tipo 😂
    Hai molta fantasia. Da come ho capito, stai trascinando i tuoi amici nel tuo mondo immaginario, associandoli ad animali (o simili) perché li conosci bene . Un consiglio se mi posso permettere: rileggi il capitolo prima di pubblicarlo. Perché ho notato che ci sono delle parti della storia che andavano “limate. Comunque bella storia. Ti seguo
    Alla prossima, ciao

  26. Red Dragon ha detto:

    Una storia veramente strana, con della roba assurda ed altra che, in qualche modo, ha un contesto logico (qui). Frizione ha colpito il mio immaginario 🙂

    Ti seguo: Un kit di bella scrittura , una lancia di sesamo

    Ciao 🙂

  27. Basilissa ha detto:

    Ciao, storia insolita! 🙂
    Scelgo l’ascia e la pillola. A presto.

Questo sito usa i cookies per migliorare l'esperienza utente. Cliccando su Accetto acconsenti all'utilizzo di cookie tecnici e obbligatori e all'invio di statistiche anonime sull'uso del sito maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi